14-07-2017 13:30 / 13 c.

La brezza, che di rado, si solleva nella calura estiva della bassa valle, mi ricorda l'aria mossa dal festante sventolio di bandiere, al termine di Atalanta Chievo, e mi rivedo nel discendere i grigi gradoni di cemento della Pisani, dimenticando persino il piccolo lenzuolo che mi ha accompagnato per tutta la stagione con la scritta semplice ma sincera FORZA MAGICA ATALANTA.

Lo portai col Napoli appendendolo in nord verso i Distinti, dopo la vittoria replicai con Roma, a Firenze e con l'Inter, lo dimenticai solo una domenica di dicembre contro l'Udine.

E Trak. frittata fatta! Poi non l'ho più scordato tranne all'ultima, abbandonato sulla rete metallica, mentre ero intento a festeggiare.

Sembra ieri, invece vien da dire già l'anno scorso, vedevi il lacustre e ol Nighér (x la canzone a lui dedicata) saltellare col CR77 e salutare il Vim Diesel del Vesuvio, tutti che ora non ci sono più per vari motivi, come Anthony, Zuka, quel simpaticone di Grassi e altri.

Eppure, la sensazione è che lo scorso anno, non si è scritta la storia, ma E' INIZIATO UN NUOVO CAPITOLO DELLA NOSTRA STORIA!

Neppure l'UNESCO dopo la torciata sulle mura è potuta restare indifferente e ci ha reso patrimonio dell'umanità, coi nostri pregi e difetti.

Scorrendo le varie opinioni, sia di ci legge che di chi segue altri post e forum, l'Atalantino è convinto che l'Atalanta sia più forte dello scorso anno, ed io credo che a prescindere dalla reale forza, ogni Atalantino sa che Gasperini ci sa fare e che all'Atalanta, ci divertiremo, indipendentemente dal risultato ed indipendentemente dall'avversario.

Dall'altro vedo le TV nazionali, nella speranza di dare un senso al canone che pago e mi rendo conto come i Media non ci vogliano minimamente prendere in considerazione, meno del Sassuolo, meno del Crotone, forse anche meno del Maleventum (oggi Benevento), si parla di noi solo per rimarcare che stiamo smobilitando, che non sarà più l'Atalanta dello scorso anno, che tutti se ne vogliono andare.

Ieri, per disgrazia, sono capitato su una emittente locale della Lombardia, gli opinionisti presenti hanno glissato sul quesito di un "intertriste" che si domandava come potesse un "povero diavolo" senza soldi comprare a prezzi d'asta, tutto ciò che offre il banditore, e prontamente hanno stilato la classifica del maggio 2018 dicendo che subito dopo i gobbi, i giallorossi e quelli del Vesuvio, non esistono squadre superiori alle milanesi, perché l'Atalanta SMANTELLATA non si ripeterà.

Di fronte a tanta sfacciataggine, mi è sorto il dubbio che il nostro entusiasmo fosse eccessivo, che forse "l'anno scorso" m'ha facc i öff fò dela Caàgna!

Poi rifletto e so che ol Tone al fa ol brao! Sartori a l'è brao, ol Mister l'è Trop brao! Tutti i dubbi mi passano.

... lasciarti non è, possibile, no, no, lasciarti non è possibile...

E io lo so ... perché non resto a casa!

Ci vediamo domenica.

di Cuginus




  1. Nulla può fermare la nostra passione
    L Atalanta é un unico folle amore 


  2. Vi ricordo che L'Atalanta è sempre stata snobbata dalle Milanesi e da tutta la stampa, fa dispiacere che una squadra ben organizzata, ben diretta , ben gestita , con una propria integrità' e con un numero di abitanti relativo , possa essere superiore alle metropolitane ed i vari giornalai, come possono parlare di una squadra che non farebbe vendere i loro giornali, partigiani nei confronti dei grandi e irriverenti nei confronti dei piccoli , quindi pregano Dio che Atalanta scompaia e Noi che Atalantini siamo, faremo in modo di esssere sempre davanti a loro alla faccia di quei giornali che fanno solo businnes e che se ne fregano delle vere forze in campo , inoltre scusate li avete sentiti parlare (i giornalai) in TV? Dicono un sacco di strafalcioni ,sbagliano sostantivi, verbi etc , ma che cazzo di studi hanno fatto? Chi li ha assunti? . Capisco l'università dei ratti che trovasi nelle fogne di Milano, magari hanno una bella laurea, ma se così fosse dico ai docenti, come siamo caduti in basso Ad Maiora


  3. Tra media e tifosi delle altre sembrano tutti convinti che sia stato l anno monstre per noi e quindi si rientrerà nei ranghi diciamo dell'Lato destro della classifica 
    Noi che ci viviamo dentro ed abbiamo visto la qualità di tutto quello che è stato avviato dalla società, dal mister, dai ragazzi e da noi tifosi sappiamo che non sarà così. Il prossimo anno sarà meglio dello scorso ma partenza umile e applicata, unita d intenti e tifo indiavolato
    Se ne dovranno accorgere tutti e resteranno a bocca aperta 


  4. È  iniziato un nuovo capitolo della nostra storia.E' perfetto!
    Intravedo presupposti per assomigliare al Parma di Scala.......
     


  5. La grancassa fa un baccano terribile che annuncia situazioni certe ed assolute. In caso contrario il suo frastuono si ritorce sul suonatore, lo ottunde e lo schiaccia.. Che gli organi di stampa nazionali ignorino il febbricitante lavoro in atto a Zingonia, è, a mio avviso, assolutamente positivo. Assai meglio che siano i risultati,  che ci auguriamo ne scaturuscano, a sorprendere concretamente, sia gli addetti ai lavori che tutti noi tifosi. Attendiamo l'evolversi dei fatti, augurandoci che i recenti fasti trascorsi abbiano a ripetersi, per poi darci alla gioia. Con tanto di grancassa. Vai Atalanta, vai....


  6. Va bene così, la squadra è forte e completa ma è fantastico che non ci consideri nessuno...o preferite che a luglio si parli di Freuler gia a gennaio all' inter?? Poche distrazioni dai media adesso, che consentono di lavorare bene  concentrarsi. Per il rumore, e ne faremo parecchio, c'è tempo...


  7. il vero talismano è il panino con la coppa...
     


  8. Dai ragazzi è da ingenui che possa essere diversamente.
    Il calcio è oramai essenzialmente affari ed è chiaro che gli affari vanno dove c'è maggior pubblico. Abbiamo avuto un'annata fantastica, forse irripetibile, e i media per un certo periodo non hanno potuto fare altro che notarci, persino esaltarci, forse anche per coprire gli angoli bui in cui erano finite alcune "primedonne".
    Finito il campionato l'annata si è azzerata. Siamo si in Europa , ma siamo anche tornati ad essere un fastidio. Sappiamo che i nostri ascolti in TV per l'Europa League, saranno una piccola percentuale rispetto a quelli che farà un Milan in cerca di riscatto.
    In questi termini ha ragione Percassi a cercare di tenere basse le aspettative "salvezza, salvezza, salvezza".. Purtroppo le annate straordinarie raramente si ripetono... Certo permettono di consolidare fortemente la squadra. Quando mai in un anno solo con le cessioni più importanti abbiamo portato a casa 14 + 25 + 25 + 28, oltre a una discreta somma per il piazzamento in campionato. Questo ci ha permesso di puntare su nuovi prospetti costosi (qualsiasi giocatore sopra i 3 milioni sino a 2-3 anni fa era da considrarsi la stella degli acquisti....), portandoci in un mercato europeo.
    Ma all'attenzione dei media è ovvio che torneremo ad essere "interessanti" solo se passeremo i gironi di Europa league (e magari il Milan non ci arriva), e se resteremo tra la quarta e l'ottava posizione) rompendole scatole per qualche  anno almeno.


  9. il calcio va giocato, non chiacchierato.
    Perchè non sempre tutto va come dovrebbe, quindi può succedere che il Crotone si salvi e L'atalanta vada in EL senza passare dai preliminari.
    E' il campo dice sempre la verità
    E solo li vedremo se quest'anno saremo più o meno forti dello scroso anno
    Cmq Forza Atalanta


  10. Ho avuto la sfortuna di vedere anch'io quella parte di trasmissione. .che tristezza visto che questa tv porta il nome della nostra regione. ..Mi ricordo ancora in occasione di Palermo Atalanta al gol del 1-2 un opinionista dire "buone notizie per le lombarde. .Il Palermo accorcia le distanze. .contro l'Atalanta "..E chiaro e lampante che in Lombardia Bergamo non c'è. .



  11. Sono dell'idea che quando si accorgeranno sarà tardi...credo che sotto sotto inizino a temere che non sia stato un fuoco di paglia lo scorso anno, per questo non ne parlano!


  12. ma quelle trasmissioni mica sono da prendere sul serio: gente che urla e sbraita e si parla sopra uno con l'altro, non capendo assolutamente una cippa di calcio, completamente disinformata. E' solo una rappresentazione plastica di ciò che è l'Italia non l'Atalanta e i bergamaschi


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.