15-04-2018 13:20 / 2 c.

Ciò che poteva essere. Spalletti decide di mettersi a specchio e schiera la difesa a tre. Davanti Rafinha e Perisic stanno inizialmente vicini per creare un quadrato con Borja e Gagliardini, solo che gli uomini di Gasp dominano su ogni palla anticipando costantemente i quattro interisti. Così Rafinha arretra per tentare di costruire qualche azioni decente. Altro correttivo è Skriniar su Gomez in luogo di D'Ambrosio, questione di passo. È un primo tempo in cui l'Atalanta deve mangiarsi le mani per le tre occasioni non concretizzate da Barrow, due per imprecisioni ed un'altra su cui è Handanovic a superarsi. Ancor più grave la rete mangiata da Gomez. Proprio Il giovanissimo attaccante gambiano è la mossa a sorpresa di Gasperini, che peraltro lo leva dopo un tempo. Una prestazione da promuovere per la vivacità e la corsa ma condizionata da errori evidenti sul primo controllo palla. L'Inter se ne sta dietro per tutta la prima frazione puntando sulle ripartenze, ma sconta la pessima vena di Icardi e Perisic, con il croato che si mangia l'unica opportunità sprecando a tu per tu con Berisha.

Spalletti ha urlato. Dopo un primo tempo non accettabile per una squadra che punta ai primi quattro posti della serie A, e dopo una probabilissima lavata di capo spallettiana, l'Inter si presenta nella ripresa con un altro piglio e comincia a macinare gioco coinvolgendo finalmente gli esterni. Cancelo salta Gosens con facilità, più duro il compito di Santon contro Hateboer. Il pressing dell'Atalanta è meno puntuale, è così Rafinha e soprattutto Perisic hanno la possibilità di arrivare al tiro ma senza la necessaria precisione. Icardi è ben controllato da Caldara e dai raddoppi di Toloi e Hateboer, quest'ultimo provvidenziale con un tackle in anticipo su Maurito, ormai pronto ad esplodere un tiro a pochi metri dalla porta. Il Papu è l'anima delle sempre meno frequenti incursioni offensive orobiche, ma non trova il minimo appoggio da parte di Cornelius, entrato al posto di Barrow. Il vichingo danese corricchia per il campo e non riesce mai a liberarsi dalla marcatura di Miranda, pare completamente giù di fase e si becca pure gli improperi del pubblico di casa. Il forcing dell'Inter trova maggior linfa quando Eder prende il posto di Rafinha, creando diversi grattacapi che Gasperini tenta di arginare inserendo Mancini e Castagne. Il centrocampo atalantino è sempre più occupato in fase di copertura, anche se ha la fortuna di non doversi troppo preoccupare di eventuali incursioni del duo Gaglia-Valero, troppo statici quando servirebbe dinamismo venti metri più avanti. È ancora Perisic ad avere le opportunità migliori, ma il meglio che riesce a fare è una capocciata che esce di poco. Eder trova sempre attento Berisha, è così alla fine arriva un giusto zero a zero.
Maurito pensaci tu. Alla fine è l'Atalanta a recriminare per il maggior numero di opportunità non sfruttate, ma pure Spalletti non sarà contento per l'abulia offensiva dei suoi. Con Perisic tornato nel tunnel dal quale pareva essere uscito, non resta che affidarsi a due fattori: il ritorno di Brozovic in cabina di regia in luogo dell'ormai inguardabile Borja Valero, e sopra ogni cosa il ritorno alle consuete medie realizzative di Icardi. Il vero uomo Champions sarà Maurito, molto dipenderà dalle sue lune. Gasperini può essere soddisfatto per la prestazione ma deve appellarsi al favore degli dei perché gli restituisca in fretta Ilicic, i suoi gol e la sua fantasia mancano troppo. Con un Papu così sterile sotto porta resta poco altro da sperare, a meno che il campioncino Barrow non esploda in tempi rapidissimi.

 

Marcello Lavetti

gazzettafannews.it

di Staff




  1. penso che il pareggio sia giusto, a noi il primo tempo pur avendo subito due ripartenze molto pericolose; nel secondo partita più equilibrata con loro più vicini di noi al gol...alla fine eravamo molto stanchi e ho temuto il peggio...


  2. Andreaneroblu -
     15/04/2018 alle 14:42
    Ma come cazzo si fa a divorarsi gol già fatti come quelli di ieri sera?? Ma come cazzo si fa a tenere in vita squadre come l'Inter con la quale dovevamo avere già chiuso la partita dopo mezz'ora??????? E addirittura mi tocca sentire tal Miranda che due punti li han persi loro.. Certo. Se il primo tempo avessimo chiuso la partita come doveva  essere chiusa, la bocca - a 'sti rimbambiti di giocatori delle squadre avversarie - si chiuderebbe da sola. Purtroppo gli la teniamo aperta noi..
    P.s.: Per quale motivo Barrow è stato sostituito?? Per regalare tranquillità alla frastornata difesa interista? Mah..


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.