15-03-2017 04:44 / 22 c.

Scrivere dopo un cappottone come quello rifilatoci dall’Inter a San Siro non è cosa semplicissima. Non siamo certo noi tifosi a dover trovare una spiegazione: compito del Gasp e del suo staff tecnico. Possiamo giocare a fare quelli che di calcio capiscono e ne scrivono come tanti altri, esattamente come se ne parla al bar sotto. Perché solo chi lavora con la squadra tutti i giorni può avere un’idea delle ragioni per cui a Milano sia andata come tutti sappiamo (e ci ricorderemo per un bel po’ di tempo).

L’Inter ha giocato una grande partita: velocità, muscoli, tecnica e cuore. Ci sono stati superiori: ci hanno sezionato in modo quasi chirurgico. Sul quattro a zero non si sono fermati, ma hanno continuato a fare la partita, e per questo li ammiro.
So che molte persone non saranno d’accordo su questo aspetto ma, a mio personale parere, lo sport è anche avere il coraggio di accettare di essere presi a sberle dall’avversario. Trovo meno sportivo togliere il piede dall’acceleratore quando il risultato è acquisito e sicuro in cassaforte per cui accetto, personalmente, questo risultato. E aggiungo altro: ci sta che un tifoso si senta appagato da un quattro a zero gestito con sicurezza, ma chi è in campo deve continuare a giocare come se si fosse ancora sullo zero a zero.

Come sia andata ce lo ricordiamo: una buona partenza, un buon inizio, con alcune percussioni in area interista ed un’azione in cui si sono ravvisati gli estremi per un rigore (ma l’arbitro non è stato della stessa opinione, pazienza). Poi tanta, tanta, tanta Inter. Nell’uno contro uno, in una partita vibrante, intensa, quasi da calcio inglese, ci hanno messo sotto e lì ci hanno tenuto: quindi loro forti, più di noi. Questo dice anche il risultato finale.

Ma noi? Noi abbiamo fatto pressing, ma non bene come altre volte. Ci siamo allungati e ci hanno tagliato a fette. Il mio personale parere è che il nostro pressing, e parlo soprattutto di Gomez e Petagna, sia stato meno efficace rispetto ad altre volte, con il resto della squadra un po’ troppo lenta a chiudere le cerniere sulle linee di gioco: anziché mettere pressione sugli avversari l’abbiamo subita, la pressione. E con la cifra tecnica degli avversari, non c’è stata partita.
È anche vero che abbiamo preso tre reti su palla ferma, e sotto questo aspetto è ovvio che il discorso della pressione non è adeguato ma, se la nostra pressione fosse arrivata nel modo giusto nei secondi precedenti, forse quel corner, quel rigore e quella punizione non sarebbero arrivati. Ma il gioco dei se vale, appunto, solo al bar.

Torniamo a noi: i nostri sono fisicamente stanchi? Se così fosse sarebbe un ostacolo, perché la condizione fisica non si ritrova in una settimana: ma c’è un team di esperti che, se riscontreranno questo problema, quantomeno cercheranno di metterci una pezza.

È vero che il prossimo avversario che si presenterà a Bergamo, il Pescara di Zeman, difficilmente potrà mettere in campo un potenziale tecnico simile a quello interista, e questo è un dato per noi positivo. È pur vero, però, che il calcio voluto dal tecnico ceco ha caratteristiche che in certe condizioni possono creare problemi all’avversario: e Zeman sta lavorando col Pescara da circa un mese, non da due giorni.

Personalmente non credo che questo incontro riserverà sorprese ma, nella malaugurata ipotesi che anche il Pescara riesca a sotterrarci, non cambierà il mio giudizio positivo sulla stagione in corso.

Ovviamente mi auguro una vittoria, magari larga, per rinfrancare lo spirito dei tifosi nerazzurri che mai si sarebbero aspettati una sconfitta di tali proporzioni a San Siro; dovrebbe rientrare Masiello in linea difensiva, mentre Kurtić, squalificato, non sarà in campo. Ammesso che Gasp non decida di mischiare le carte in campo.

Questo gruppo, anche nella malaugurata ipotesi in cui nelle ultime dieci giornate di campionato la squadra dovesse crollare, per cinque mesi non solo ha fatto benissimo, ma ci ha regalato un sogno: ci ha fatto sentire protagonisti. Per mesi i canali televisivi hanno messo i nostri colori al centro dell’attenzione generale rendendo noi, bergamaschi a volte un po’ orsi, orgogliosi di queste attenzioni. Alcune testate giornalistiche hanno deciso (anche per questioni di fatturato) di aumentare le pagine dedicate all’Atalanta, perché la visione del Gasp e l’impegno dei suoi ragazzi hanno risvegliato non solo l’orgoglio di chi ama i nostri colori, ma anche la curiosità e l’interesse di molte persone che magari tifano per altri colori. Ricordiamocelo tutti.

Ed ora avanti, testa al Pescara.

 

BY GOALIE

di Staff




  1. 7-1 sono tanti!!pero'non siamo diventati brocchi di colpo ci e girato tutto storto,ci mancava il nostro uomo migliore in difesa ,un rigore negato,Icardi superstar,Berisha nn ne prende una e cosi via insomma puo succedere,adesso giriamo pagina con il Pescara un poco dispiace che debba essere lui la vittima da sacrificare ma daltronde dobbiamo andare in EL  a questo punto nn si puo mollare FORZA DEA


  2. 433offensivo -
     15/03/2017 alle 22:31
    E cosí Il mio derelitto Pescara, di nuovo contro la Dea, protagonista di un campionato meraviglioso. Il 7-1 di S. Siro é stato un episodio, partite storte che capitano una volta ogni tanto. Fortunatamente , subito per la Dea l'occasione di riprendere la corsa verso l'Europa, contro una squadra che probabilmente farebbe fatica a salvarsi anche in B. Il Pescara, questo Pescara, non puó spaventare o intimorire una squadra forte e brillante come l'Atalanta. Noi siamo di una pochezza disarmante, creata da un presidente che porta avanti solo il suo progetto finanziario a discapito di quello tecnico. Per fortuna i miei concittadini sul muro la prendono a ridere, anche se trattasi di risate isteriche dovute allo sconforto. Da parte mia spero che il Pescara non faccia il colpo di coda dettato dall'orgoglio (ammesso che l'abbiano) cogliendo la prima vittoria fuori casa, perché noi siamo retrocessi da tempo....mentre questo tre punti permetterebbero all'Atalanta di continuare la rincorsa. A parte qualche rarissima eccezione, noi vi ammiriamo e seguiamo con invidia il vostro cammino...verso la gloria. Per quanto mi riguarda, domenica sarà l'unica partita dove se ( come avverrá) perderemo, non mi dispiacerà affatto. Avete tutto per raggiungere traguardi prestigiosi.....storia, cultura calcistica, un grande mister, una rosa eccellente e soprattutto...uno stadio caldo e passionale.....


    • Grazie per le belle parole io però sono sempre portato a tenere i piedi ben piantati per terra e dico che le partite vinte prima di giocarle nel calcio non esistono, quindi i nostri dovranno entrare in campo concentrati perché anche questa partita può nascondere delle insidie.


  3. 433offensivo -
     15/03/2017 alle 22:21
    E così 


  4. Qualcuno sa dirmi il circuito e dove posso trovare i biglietti per Genoa-Atalanta?grazie


  5. la scoppola mi ha fatto male, ma in definitiva ora mi sento più sollevato e accetterò qualsiasi risultato senza l'ansia di prestazione; penso che la squadra abbia dimostrato il suo valore e abbia dato forse di più di quello che valga : onore ai giocatori e all'allenatore; male che andasse rimangono i soldini che nel calcio di oggi sono tutto


  6. I nostro vero/nuovo campionato comincia domenica col Pescara
     
    Sin qui, abbiamo fatto 52 punti (un record), abbiamo vinto alcune partite prestigiose, abbiamo rivaalutato molti giovani del vivaio, e abbiamo preso una scoppola (molto forte) a San Siro.
     
    All'inizio dl questo campionato io avrei messo diecimila miliardi di firme per un campionato cosi'...........


  7. Credo che le sorti di chi aspira all'Europa saranno determinate in gran parte dalle motivazioni delle squadre che si andranno ad affrontare. Ci sono almeno 7-8 squadre che non hanno più nulla da chiedere a questo campionato, e che mi pare si stiano scansando quando trovano avversari più motivati. Vedi Bologna, Toro, Cagliari, etc. etc.


  8. RAMAZZOTTIANA -
     15/03/2017 alle 8:34
    GUARDIAMO AVANTI !



  9. Continuo a leggere analisi tecnico tattiche per cercare di spiegare la batosta di san Siro, ma purtroppo, a mio parere, la questione non è quella.
    Premetto che spero vivamente di sbagliarmi ma credo che la questione non sia il calcio giocato, ma di sistema.
    Fino a settimana scorsa sognavo alla grande anche io, poi é scoppiata la bomba mediatica sulla questione curva/cocaina e lì, purtroppo, ho pensato subito che qualcuno li sopra non ci vuole.
    A questo punto non mi ha stupito la batosta di San Siro e purtroppo non mi stupirá nemmeno una nostra debacle di fine campionato a favore del milan per andare in Europa...tanto noi abbiamo incassato ed incasseremo tanto dalla vendita dei nostri gioielli, e gli altri andranno in Europa...e vissero tutti felici e contenti! O quasi...


    • Se non ho capito male, dal punto di vista del ritorno economico l'Europa League non è poi tanto male; si parla di una decina di milioni di euro provenienti solo dai diritti televisivi. Mi pare strano che uno come il Percassi trascuri questo aspetto.


      • Mmm...ma voi siete così sicuri che il Milan si dannerà l'anima per arrivare sesto (attualmente non credo possano classificarsi davanti a una tra Lazio e Inter)? Faccio notare solo una cosa. Il derby Milan-Inter per l'International Champions Cup è stato fissato a Nanchino (Cina) il 24 luglio. Vale a dire a soli tre giorni dall'andata del terzo turno preliminare di Europa League 2017/2018, alla quale deve partecipare la sesta classificata. Valutate voi


        • Acuto


          • Io invece dico:
            Sapete quando avverrà il closing per il Milan?
            Oppure, giriamo la domanda,
            come mai non è ancora avvenuto il closing?
             
            Non è che il valore del closing didenda anche e soprattutto da che "visibilità internazionale" avrà il Milan nel periodo che andrà da giugno 2017 a giugno 2018?


            • Io sul "closing" ho una mia idea. Ma non è possibile esplicitarla pubblicamente perché è solo una sensazione di un qualcosa non suffragata da prove.


              • Sul closing mi sa che c'è un idem sentire di quasi tutta la gente;riguarda ciò che esce dalla finestra e rientra dalla porta.


                • Mah....personalmente la ritengo una cosa cosi semplice da sospettare che mi porta a ritenerlo nn credibile
                  Cmq clising o no....hanno altri 250 milioni di debito da ripianare
                  E 100 di esercizio annuo sul groppone...


                • Mah....personalmente la ritengo una cosa cosi semplice da sospettare che mi porta a ritenerlo nn credibile
                  Cmq clising o no....hanno altri 250 milioni di debito da ripianare
                  E 100 di esercizio annuo sul groppone...


  10. Forse ho solo la fortuna di nn avere amuci interisti idioti
    Il 7 a 1 per me e' gia passato
    Ma posso giocare con i se
    Se l inda cade a torino
    Se noi passiamo con il pescara
    Pensa che bello + 1 ancora...tutto da rifare
    E posso argomentare nn che sfottere l amico indaidiota...
    Ma po dopo....l interista chi el po?


    • Purtroppo l'inda ora mi sembra in un periodo di grazia ed il toro una squadra normale senza più stimoli se non quelli di far segnare ancora un po' il gallo per tenerne alto il valore e se possibile accrescerlo ancora.
      Noi dobbiamo farel il nostro e se lo faremo in Europa con un punteggio quasi da champions rispetto agli altri anni ci possiamo andare. Purtroppo la corsa ormai è solo sui rossoneri che sono li solo grazie, nel complesso, alla fortuna arbitrale.
      Sia con lazio che con inter siamo in svantaggio negli scontri diretti, con il milan dovremo arrivare e superare invece il match in casa con un vantaggio consistente in modo che una volta andati oltre (mancheranno solo poche partite) moralmente li affossiamo


    • Purtroppo l'inda ora mi sembra in un periodo di grazia ed il toro una squadra normale senza più stimoli se non quelli di far segnare ancora un po' il gallo per tenerne alto il valore e se possibile accrescerlo ancora.
      Noi dobbiamo farel il nostro e se lo faremo in Europa con un punteggio quasi da champions rispetto agli altri anni ci possiamo andare. Purtroppo la corsa ormai è solo sui rossoneri che sono li solo grazie, nel complesso, alla fortuna arbitrale.
      Sia con lazio che con inter siamo in svantaggio negli scontri diretti, con il milan dovremo arrivare e superare invece il match in casa con un vantaggio consistente in modo che una volta andati oltre (mancheranno solo poche partite) moralmente li affossiamo


      • non metterei la mano sul fuoco su un successo dell'inter a Torino... Vero che il toro non é in formissima ma la sbornia del 7-1 potrebbe giocare un brutto scherzo... Sembra che siano in testa con 10 punti di vantaggio...


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.