16-05-2017 04:44 / 27 c.

Non so quanti di voi hanno assistito ieri sera alla puntata di "Tiki Taka" su Italia 1.

Non guardo spesso la trasmissione di Pierluigi Pardo, anzi quasi mai. Viene trasmessa in orari impossibili (dalle 23.45 alle 01.45 circa) e di solito gli argomenti sono tali da farmici allontanare prima del tempo. Inutile dire che si parla praticamente sempre e solo dei soliti squadroni metropolitani condendo il tutto con gossip e ammenicoli vari. Non il mio elemento.

Ieri sera viceversa l'ho guardato sino alla fine perche' hanno parlato molto, per tutto il tempo, quasi abusando, di Atalanta e Bergamo. Bene, ovviamente, come potevano fare altrimenti?.

Di piu', hanno fatto paragoni tra Bergamo e Ferrara (comparabile a Bergamo per bacino d'utenza, un po' meno per i quarti di nobilta' della SPAL) e tra Atalanta e Inter, massacrando per tutto il tempo i biscioni d'Oriente e gli ospiti in studio loro tifosi.

Era collegato, in diretta dal municipio, anche il sindaco Gori mentre alcuni giocatori e Mister Gasperini venivano reclutati al microfono mentre si trovavano a partecipare ad una serata di beneficienza a Milano.

Nei prossimi giorni cercheremo di riportarvi la puntata sul sito intanto, a beneficio di chi non l'ha vista, posso dire che sono state due ore di lodi sperticate nei nostri confronti magari a discapito dei nostri vicini milanesi.

Personalmente tre considerazioni sorgono spontanee:

- da una parte la paura che la squadra alzi il piede dall'accelleratore. Nostri giocatori e mister si trovavano ieri sera alle 2 di notte ancora a Milano e, per dirne una, Conti gira da un paio di giorni con una capigliatura biondo platino. Cio' dopo i festeggiamenti che domenica notte vedevano ancora nostri giocatori segnalati in diversi locali.
Capisco che l'Europa sia acquisita ma abbiamo ancora l'1% di margine di finire sesti e la differenza tra partire in Europa League nei preliminari e nella fase a gironi è abissale e dopo un anno di sacrifici forse si poteva aspettare ancora una settimana

- la seconda considerazione e' il sentimento che provo per quello che l'Atalanta sta diventando e cioe' un fenomeno a livello nazionale. Una grandissima soddisfazione per chi come noi gestisce questo sito ormai da quasi 15 anni. Ma sapremo tener testa a queste nuove aspettative?
Penso all'anno prossimo e all'effetto sorpresa svanito, con un'opinione pubblica che si aspettera' conferme di risultati difficilmente ripetibili e con una competizione europea in piu' da affrontare. A livello di opinione pubblica non sarà per niente facile ed è mia intenzione tirar fuori dal cassetto da qui a 6/8 mesi questo mio articolo per vedere nel frattempo se i miei dubbi avranno avuto conferma.

- la terza ed ultima considerazione è che il successo clamoroso, l'exploit, l'esplosione di un fenomeno come il nostro ha strani effetti collaterali a livello psicologico. Una cosa è figurarsi un'Atalanta in Europa idealizzandone la traiettoria e gli effetti sull'ambiente e sull'opinione pubblica locale e nazionale, un'altra è vivere realmente la situazione.
Quando sogni qualcosa idealizzi tutto e ogni cosa sembra ancora piu' bella e grande magari in rapporto ad una realta grigia, ma quando un sogno lo si vive realmente esso deve fare i conti con le storture della vita reale e le sue inevitabili imperfezioni.
Un po' come sognare di uscire con Miss Universo e poi frequentarla per davvero iniziando a preoccuparsi dei costi relativi, del tempo che non basta mai o della necessita' di stravolgere la propria esistenza per qualcun altro.


Ragazzi miei, l'anno prossimo non sara' facile. Godiamoci il momento ma facciamolo da Bergamaschi : piedi ben piantati per terra e uno sguardo obbiettivo a tutto quanto. L'anno prossimo, pensando a quello che stiamo finendo, non sara' facile e il sale nel nostro zuccone orobico ci verra' buono al momento opportuno.

 

CALEP

di Staff




  1. Grazie Calep, hai fatto una buona considerazione ma tranquillo non cominciamo a stressarci gia da adesso per quello che avverra nel prossimo futuro!
    Io sono tranquillo perche' abbiamo delle persone competenti e un ottimo presidente!
    Permettiamo a questi giovani incredibili di far festa ogni tanto, se lo meritano!!
     
    Grande Calep!!  Grazie


  2. Tiki Taka non l ho vista aime :-( la riguardero  cerchero in internet :-)
    Calep :-) 
    1) stai tranquillo, ieri il gasp e andato a fare una serata di beneficenza con papu petagna conti e altri :_) e recupereranno le ore di sonno per domenica :_)
    2) sei negativo :-) questa e l Atalanta magica e fantastica, chi dice l anno prossimo che ci sara un altro effetto sorpresa? .....magari si vince la coppa uefa, o arriviamo  in campionato in champions league o vittoria coppa italia :-) 
    3) Cosi e la vita Calep, nella vita succedono cose inaspettate sia belle e brutte :-) non fasciamoci la testa prima di romperla :-)Questo e un periiodo magico importante che arrivato dopo  26 anni!!! nessuno avrebbe scommesso che alla 5 giornata fossimo arrivati in eufa !!! imprevedibile e impensabile!!! una sorpresa un sogno che si e matelializzato con la concentrazione e costanza! 
    Se un giorno uscirai con miss Universo comportati  come sempre si te stesso, non preoccuparti se costa troppo o altro ..... fai come sempre e non preoccuparti, sii positivo e andra benissimo :-) credi in te stesso e avanti!! magari si diverte e gli piace di piu andare in trattoria o altro che in un lussuoso ristornate schiccoso con caviale champagne :_) 
     


    • SergiodeBrusa -
       16/05/2017 alle 21:56
      Ehi Kaiser a proposito  di miss universo,parli tanto x dire o per esperienza diretta? 


      • Per esperienza diretta ....
        Bisogna essere se stessi sempre ,mai cambiare per nessuno, non saremmo noi stessi
         la bellezza che dire..l  occhio vuole la sua parte, ma  e piu importante il carattere, l intesa,la sintonia indelebili nel tempo. 
         



  3. ogni tanto guardo quella trasmissione, più che altro per le componenti femminili, ma in genere l'interesse dura un quarto d'ora ..ieri non l'ho vista, ma se la pubblicata è una cosa simpatica ..
    quest'anno sono andato un pò di volte in Campania, Abruzzo ed altri posti laggiù, e c'è interesse per l'Atalanta "perchè gioca bene" e "perchè darà nuovi giocatori alla Nazionale" ....io questo posso dire, c'è ancora gente che valuta come si gioca , il resto viene poco considerato
    direi che se facciamo bene la Europa League, ci potrà essere una forte identificazione da tanta gente di posti che nemmeno ci immaginiamo.. l'importante è mantenere l'identità ..
    ovviamente fare un mercato giusto, tutte cose che sappiamo ..
    riguardo ai nostri giocatori facciano un pò festa come credono, però vorrei far notare che ultimamente qualcuno ne fa un pò troppa di Tv ..
    e meno male che abbiamo tanti difensori che segnano, perchè qualcun altro mi sembra già da Mò in vacanza


  4. maracaniggia -
     16/05/2017 alle 18:32
    Ieri sera ho visto l' intervista al PAPU prima delle 9, dove si è messo anche a ballare col farfallino da gala davanti ad un tabellone-sfondo con tutti sponsor sconosciuti. Penso che poi erano registrate (a quell' ora dormivo)
    In quanto al resto: GRANDE CALEP.
    Piedi ben piantati perterra, ben sapendo che i festeggianti saranno poi i primi a far volare gli stracci appena si presenti l' occasione. Ci scommetto.
    E' stato un anno da incorniciare dove anche un 7 a 1 subito è stato di gran lunga più deleterio per i vincitori.
    Poi tutto è girato al 90% per il verso giusto: infortuni, pali, arbitri.
    Godersi il momento senza montarsi la testa. Rimanere Atalantini ed affamati. In fondo non abbiamo vinto un biiiiiiiiiiiippppppp.


  5. ROMAGNANEROBLU -
     16/05/2017 alle 18:11
    Gioire non vuol dire mollare Gasperini è garanzia di ambizione e praticità Siamo in una botte di ferro


    • Secondo me, il rischio di finire dopo il Milan, quindi, al 6o posto, e' veramente minimo (comunque, statisticamente inferiore di molto all'1% citato).
       
      Dobbiamo infatti considerare che, per non fire al 5o posto, si dovrebbe verificare quanto segue:
       
      (1) noi dovremmo perdere le due restanti partite,
      (2) il Milan dovrebbe vincere le due restanti partite,
      (3) la differenza reti attuale (+9 a nostro favore) dovrebbe ribaltarsi in due partite a favore del Milan......
       
       


      • wigners_friend -
         16/05/2017 alle 19:36
        Sono d'accordo che la probabilità di finire sesti sia minima. Ma questo presupponendo una squadra che non si senta già arrivata e in vacanza, altrimenti questa probabilità sale, e di molto. Ripeto l'analogia con la lepre e la tartaruga: è ovvio che a gioco "regolare" la lepre vinca al 99.99999%, ma se si mette a gigioneggiare, si ferma a salutare e festeggiare prima di avere tagliato il traguardo poi finisce che lo tagli prima la tartaruga. Da una parte uno come il Gasp mi tranquillizza, lui non molla e poi vorrà pure dare una mano ai suoi vecchi amici di Crotone, dall'altra non è lui ad andare in campo e se chi ci va ha la pancia piena e ha staccato la spina... Scusate se faccio il rompiballe, e sono il primo a sperare di poter ridere di queste righe domenica sera, ma finché non avremo fatto (almeno) questo benedetto punto non me la sentirò di festeggiare sul serio. Il preliminare non è davvero Europa, non ancora: qualcuno ricorda l'avventura europea della Samp un paio di stagioni fa? Non credo, anzi gli stessi doriani mi sa che sono i primi a volerla dimenticare. Piedi per terra, e facciamo 'sto cacchio di punto, ho troppa voglia dell'Europa vera, quella del magone di mezza settimana che ti sale perché c'è l'impegno internazionale. A Luglio voglio rilassarmi pensando alle almeno sei partite in più che ci aspettano da settembre in poi, non preoccuparmi di già, e magari rosicare amaramente (sgrat!).


        • secondo me la cosa più ovvia è che la Dea non può togliere regolarità al campionato e quindi non è disposta a scendere ad Empoli per perdere ..
          se non fosse così, sarei deluso


        • Non guarderei tanto "la probabilità di arrivare sesti" quanto, piuttosto, "la probabilità che il Milan faccia 6 punti e un sacco di gol", che sinceramente mi pare abbastanza elevata visto il tipo di avversari e certi comportamenti tipici della fine del campionato.
           
          Pertanto, fare un punto diventa fondamentale, e vorrei davvero che si chiudesse la pratica domenica ad  Empoli, in modo da dedicare i 90' in casa col Chievo ai festeggiamenti sfrenati per un traguardo storico (e strameritato).
           
           


  6. C'è un tempo per la gioia e un tempo per il pianto. Questo, sportivamente parlando, è il tempo della gioia. Non starei a farmi troppe paranoie! Stadio di proprietà, conferma del Gasp, Europa conquistata dopo 26 anni; tutto in una settimana:  non possiamo lasciarci un po' andare??


  7. boh non condivido molto.
    questa stagione è stata unica, la gente è gasata giustamente,
    l'europa lig ci gaserà ancor di più.
    non vedo problemi di piedi ben piantati a terra. di zucconi o altro
    non c'entra essere bergamaschi o meno, c'entra invece conoscere la nostra storia che è stata fatta di esodi anche in serie C, in serie B
    di un attaccamento che va oltre la categoria o il palcoscenico attuale.
    non vedo assolutamente problemi a sostenere una stagione come quella che dovrà iniziare..anzi

    e se dovesse andar male tutto (SUPERSGRAT) si riparte, come sempre



    • SergiodeBrusa -
       16/05/2017 alle 18:09
      Bravo farabundo concordo pienamente 
      Mentre non condivido le proccupazionidi calep 
      Ci si preoccupa se eventualmente i ragazzi hanno fatto le ore piccole sabato o domenica sera?
      E allora?  Manca una settimana alla partita il tempo  di allenarsi bene c è. Se i nostri calciatori non possono nemmeno distrarsi e festeggiare per 24  ore dopo aver pigiato  il piede sull'acceleratore per nove mesi,  siamo messi male come mentalità. 
      Essere bergamaschi non significa non essere capaci di godersi almeno i momenti di gioia e esaltazione. 
      Per quanto riguarda le aspettative future sulla squadra,  di quello che pretenderá l opinione pubblica non ce ne frega niente !!! Nessuno pretendera gli stessi risultati,  ma solo lo stesso impegno e la stessa voglia ogni domenica! 
      Poi come dice il saggio farabundo,  noi tifosi un po datati non dimentichiamo mai chi siamo e qual è la nostra dimensione. Dal 70 al 2010 non abbiamo mai giocato più di 4 campionati consecutivi in A,  alcuni esaltanti alcuni sofferti,  abbiamo giocato in b e pure in c.  Quindi apprezziamo e godiamo di questo fantastico campionato               ma non  ci imborghesiremo  di certo x  una stagione in E. L. 
       


  8. A me sembra bello infarcito della solita solfa ideologica
    Nn ambire alla bistecca xche domani torni al liso


    • Qualcosa contro il riso?????
      Quello lomellino,vercellese, novarese chiaramente di qualità superiore rispetto a quello cinese
      IN TUTTI I SENSI


  9. Ho letto l'articolo lo trovo molto "Bergamasco"
    non fraintendetemi nel senso più fine e bello del termine:
    -non siamo pulcinella abituati a grossi clamori e ci impensieriscono questo essere sotto i riflettori
    -abbiamo paura che finisca tutto in un bolla di sapone ma dove siamo ora non è frutta solo della fortuna
    -e per ultimo temiamo che i giocatori non siano come noi e cioè concentrati da bergamaschi a portare a casa il risultato finale senza fare troppa scena quando lo raggiungiamo senza troppi clamori senza troppa caciara...
     
    Siamo un popolo umile e impegnativo da capire dove i fatti valgono più dei proclami... capisco e condivido le tue preoccupazioni ... vorrei lo facessero anche i giocatori.
     
    Per ora godiamoci il momento da Bergamaschi orgogliosi di ciò che siamo già in pensiero per la fatica del prossimo anno.
     
    Perchè dopo tanti calci nel cùlo una la pacca sulla spalla non ci serve !


  10. Hai tutte le ragioni del mondo Calep, però rimane pur vero che se non ti confronti con l'aria rarefatta non saprai mai se a quelle quote sei capace di arrivare e rimanere quanto più possibile, comprese le lusinghe mediatiche.
    Alla fine è la differenza che sono capaci di fare gli "odiati" rubentini.
    Società e Mister saldi sono fondamentali, e per quei giocatori a cui l'ubriacatura fatica a passare avvertmento e/o foglio di via.
    L'umiltà e la dedizione sono la prima regola di chi forte lo diventa davvero.


  11. Abbiamo tutte le carte in regola per pensare in grande e confermare anche l'anno prossimo questa stagione perchè si è aperto un ciclo e non si tratta solo di un giocattolino capitato per caso tra le mani in un'annata particolare. Si apre un ciclo quando ci sono diversi presupposti che si combinano perfettamente. Questi sarebbero in ordine sparso:
    1) Settore giovanile eccellente e giovani di un anno piu giovani di quelli esplosi quest'anno che potrebbero seguire lo stesso percorso di quelli di quest'anno 2) allenatore supermotivato che può definitivamente dimostrare agli occhi del mondo il suo valore ed inoltre particolarmente abile con i giovani
    3) Società convinta che costruisce pezzo dopo pezzo situazioni favorevoli allo sviluppo del succitato ciclo (Stadio di proprietà, Centro di Zingonia, strategie di mercato top)
    4) possibilità di sfruttare le risorse che arriveranno dalle plusvalenze per investire senza dover accontentarsi di salvezze striminzite per pareggiare i bilanci
    5) visibilità a livello anzionale e internazionale (che porta soldi)
    6) scouting a collaborazione con società varie molto valide
    I timori di Calep sono quindi secondo me giustificati solo in quanto tifoso (come noi altri peraltro) non abituati ad avere una mentalità vincente. Bisogna tutti abituarci a pensare diversamente, i festeggiamenti benvengano ci mancherebbe. Ma ad esempio la Juventus non mi sembra che festeggi ogni partita che vince....Abituamoci a pensare più in grande, con il consueto orgoglio, anche noi tifosi e lasciamo perdere il più possibile atteggiamenti provinciali se si vuole eccellere. Ricordo a tutti che una società come l'Udinese, grazie a strategie azzeccate seppur diverse , potè rimanere tra le primissime squadre italiane per diverso tempo e arrivò a giocare pure la Champion's


    • Non sono convinto del punto 1 e mi spiego per bene. Vero ci sono diversi giovani buoni alcuni li abbiamo già visti in campo ma la loro evoluzione passa ora da esperienze in B o lega pro che i vari caldara petagna gagliardini han già fatto. Nel contempo in B e lega pro non si vede 8almeno io) tanto materiale su cui lavorare, buoni da valutare limitandomi alla B Dijmsiti ed Emmanuello, altri (pochi forse) su cui vedendo l'esperienza di quest'anno il prestito non ha fatto bene (penso ad es ad un talento come Tulissi che a parte un exploit all'ultima giornata (da subentrato a 20 minuti dalla fine) il campo lo ha visto gran poco. Vero è che Gagliardini era quasi pronto per ripartire in prestito e poi è esploso per cui nn è mai detto. La mia impressione però è che ci sia un buco di un paio di anni per avere ricambi giovani e che tale buco vada compensato con apporti esterni. La società lo sta facendo ma nn tutte le scommesse anche con gasp in panchina, saranno vincenti 


  12. IN GASP WE TRUST!!! Finchè lui è con noi niente paura.


    • ...da SEMPRE....concordo con quanto dici 
       


  13. Condivido le tue "preoccupazioni" per il prossimo campionato e per la partecipazione all'Europa League. Appagamento generale, troppi festeggiamenti e non essere più una sorpresa potrebbe causare danni. Ma poi penso ale mi sento molto tranquillo e fiducioso: il nostro cammino proseguirà e le soddisfazioni non mancheranno.


  14. Solo una precisazione: la trasmissione va sì in onda in quegli orari, ma penso che venga registrata in prima serata e quindi le interviste siano state realizzate tra le 21 e le 23 massimo. Non penso proprio che, riprendendo gli allenamenti oggi, si siano fatte le 2. I giocatori sanno benissimo che devono assicurarsi il quinto posto (lo ha detto lo stesso Caldara e l'ha più volte ribadito il Mister) perché tra tante cose, garantisce loro due settimane di vacanza in più. E non credo che esista motivazione più...motivante di questa.


  15. Concordo. Non ho visto la trasmissione ma restiamo con i piedi per terra e facciamo sto punto magari già domenica prossima (se ne arrivano 3 e si salva il KR meglio ancora...) poi cominciamo a pensare al futuro, stadio compreso (visto che Andreoletti mena il torrone con i ricorsi ed io finchè non vedrò lo stadio FINITO non sono tranquillo).
     


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.