12-04-2018 20:00 / 9 c.

Risultati immagini per milan atalanta coppa italia 1990

Mancanza di sensibilità dell’arbitro?

Sono totalmente contrario a questo concetto espresso a caldo dal ferito Buffon.
L’arbitro dovrebbe seguire il regolamento ed essere razionale, allo stesso modo con tutti dal primo all’ultimo minuto di gara.
Un esempio?
24 gennaio del 1990, in quel pomeriggio invernale a Bergamo, l'Atalanta ospita il Milan di Arrigo Sacchi nell'ultima gara del proprio girone dei quarti di Coppa Italia. Siamo quasi al novantesimo, con noi a un passo dalla qualificazione grazie a un gol di Bresciani, Borgonovo resta a terra dopo un contrasto, Ferron passa a Glenn Stromberg che mette la palla fuori per farlo soccorrere. Dopo i soccorsi il gioco riprende con una rimessa laterale a favore del Milan che, secondo fair play, sarebbe tenuto a riconsegnare il pallone agli avversari. Rijkaard invece lo mette sui piedi di Massaro il quale, invece di restituirlo, lo crossa in mezzo all'area nerazzurra. A ricevere il cross c'è Borgonovo che viene strattonato da Barcella.
Rigore assegnato senza sensibilità.
Rigore che Baresi realizza fissando il punteggio sull'1-1 che regala l'accesso alle semifinali al Milan.
E Mondonico a cercar di predicare calma...
Io non ricordo nemmeno il nome dell’arbitro “poco sensibile” secondo i criteri di Buffon.
Ancor oggi noi siamo furenti contro la mancanza di fair-play di Massaro, Borgonovo, Baresi e di tutto il Milan.
Non contro l’arbitro insensibile.
Borgonovo vent’anni dopo, gravemente malato, chiese pubblicamente scusa per un episodio di cui si vergognó.
L’arbitro dovrebbe essere sopra ogni cosa.
Dovrebbe.

Ps: mi scuso per la musica usata in sottofondo, un po’ troppo “dura e non adatta al contesto giocoso”, spero di non essere stato insensibile.

Pagno

di Sigo




  1. Anche io avrei una richiesta da fare per l'Atalanta, ossia: arbitri più sensibili, che non abbiano un bidone dell'immondizia al posto del cuore, che non ci fischino mai un rigore dubbio contro dopo il 90°, e che se lo fanno devono andare a mangiarsi le patatine in tribuna.
    Secondo me così vinceremmo la Champions.
     


  2. beh mi meraviglio di chi si meraviglia. Buffon non e' mai stato una cima ed e' stato graziato dallo scandalo delle scommesse (milioni che il "suo" vicino tabaccaio scommetteva ogni settimana....) solo perche' della rubentus e della nazionale. Meno parla e piu' bella figura fa.
    Quanto allo stile Juve, e' morto e sepolto con l'avvocato Gianni Agnelli che a domanda su un rigore rispose:"Lamentarsi per un rigore e' da provinciali".... si sara' rivoltato nella tomba nel sentire il suo erede tirare in ballo persino il designatore degli arbitri;)
    Sportivamente mi spiace perche' sarebbe stato bello avere due italiane in semifinale di champions (anche per il ranking futuro che potrebbe favorire la Dea.....), ma sul lato umano hanno fatto davvero una figuraccia di palta unica a livello mondiale.
    Se quello non era rigore si vadano a rivedere i rigori che hanno avuto a favore contro di noi nel ritorno di coppa o quello di benevento.... ma forse li' gli arbitri avevano "un cuore ed erano responsabili"....


  3. l'Arbitro ,come altre categoria quali esempio i Giudici,piuttosto che i poliziotti, non devono avere cuore nello svolgimento del loro compito,o averne il meno possibile
    devono applicare quello che dice il regolamento o la legge,e basta
    altrimenti escono disparità,con qualcuno metti più cuore,con altri meno,chi ti sta sulle balle mai,chi ti è amico sempre,= caos totale
    se è rigore e crede che sia rigore,giusto che fischi,punto senza nemmeno guardare o stare li a pensare se manca un minuto,o se ne è passato solo uno
     
    Buffon a me ha fatto proprio ridere, è scaduto nel ridicolo
    se fossi un cabarettista tipo quelli di Zelig o alla Crozza, farei subito il personaggio per prenderlo in giro,
    mi presento piangendo,dicendo che l'arbitro non ha cuore, con un sacchetto di patatine in mano ed un bidone della spazzatura sullo sfondo nella scenografia... poi mando in onda le sue frasi storiche,partendo dal due feriti è meglio che un morto fino ai più recenti,e con accenni agli orologi comprati dal tabaccaio di Parma suo amico....ridicolo


    • Ti do ragione al 100%.
      Buffon è di certo stato un grande portiere ma mai sarà un grande uomo.
      La frase sull'insensibilità non ha nessun senso... cioè se ho fatto la partita della vita e ci ho messo il cuore e poi sego le gambe in area a un avversario al 90esimo l'arbitro non deve dare rigore in onore della mia grande partita?!? L'arbitro è chiamato a giudicare ogni episodio in maniera imparziale e se vede rigore lo deve dare. Che possa sbagliare (non mi pare l'abbia poi fatto anche a detta dello stesso Buffun che lo ha definito "rigore dubbio" non "inesistente") ci sta e fa parte del gioco e tu lo devi accettare specie se hai sempre definito bil VAR una cagata pazzesca (eeehhh Gigi io mica mi dimentico).
      Mi vieni a parlare di sensibilità quando hai candidamente ammesso che mai avresti aiutato l'arbitro a dare il gol a Muntari anche se avessi avuto la certezza che fosse regolare, quando hai detto che aggrapparsi agli arbitri è la scusa dei perdenti?!? Fai morale dopo la vicenda calcioscommesse (in cui sei stato stra graziato sia a livello personale che come squadra) venendomi a dire che l'arbitro che ha dato un rigore dubbio (non inesistente dubbio) non è un uomo ma una bestia?!?


  4. Io ricordo che l'arbitro fu Arcangelo Pezzella, in quell'occasione per me sbagliò Massaro il quale invece di indirizzarci la palla la buttò in mezzo all'area non troppo convinto


  5. ROMAGNANEROBLU -
     12/04/2018 alle 22:43
    Solo i perdenti accampano scuse accusando l’arbiTro (motto dei gobbi in Italia)


  6. Buffon-e come sempre non ha perso occasione di mostrarsi per quello che è, come la società stessa...vedere ieri sera in TV una pletora di leccapiedi che non hanno osato minimamente contraddire lui o il suo presidente la dice lunga sull'onestà intellettuale del giornalismo italiano. Chapeau a Del Piero invece, unica voce fuori dal coro delle vedovelle disperate.


  7. Si è spesso osannato il cisiddetto "STILE JUVE", ieri sera che bella dimostrazione! 


  8. Che dire ieri il Buffon-e si è qualificato per ciò che realmente è...na M....A!
    Come il suo presidente tralaltro!
    Stile  juve!


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.