04-12-2017 10:49 / 136 c.

L'Atalanta pareggia in quel di Torino contro la squadra granata dopo una partita dalle due facce. La Dea ha disputato un primo tempo attento ma senza grandi incursioni in avanti ed ha incassato in fotofinish il goal dei granata. Nella ripresa la squadra di Gasperini ha subito raggiunto il pareggio e meritato anche di andare in vantaggio, ma è mancata la zampata vincente che avrebbe proiettato la Dea in una posizione ancora migliore insomma è rimasto l'amaro in bocca perché si poteva vincere. Ancora da sistemare il ruolino di marcia in trasferta, terzo pareggio su sette incontri disputati, ma il punto di Torino potrebbe essere l'inizio di un nuovo ciclo.

IL NERO L'AZZURRO

GOAL SUBITO

Ancora un volta un goal subito su una indecisione della difesa, questa volta su palla inattiva ovvero su un tema caro alla Dea che ha costruito in questi due anni parecchi goals. Sul goal sbagliano in diversi facendosi sorprendere dall'inserimento di Nkoulou. C'è ancora da lavorare per ritorvare la difesa granitica della scorsa stagione.

SECONDO TEMPO

Sarà stato l'ingresso di Ilicic, sarà stata la strigliata nell'intervallo del mister, fatto sta che nella ripresa si vede un'altra Atalanta che ha ricordato i tempi migliori con continui attacchi nella metà campo avversaria e pressing sui portatori di palla. Peccato non aver raggiunto la vittoria dopo questa prestazione.

TOLOI

Il forte difensore brasiliano sta tornando sui suoi livelli massimi, si vede che sta bene in quanto partecipa spesso in avanti alla manovra d'attacco oltre a non sbagliare interventi in difesa. Aspettiamo il suo prossimo goal.

ILICIC

Entra nella ripresa e spacca la partita, segna la rete dela pareggio e sfiora il vantaggio. Ha letteralmente fatto impazzire la squadra granata, quando gioca così è davvero devastante.

PETAGNA

Croce e delizia, per un giocatore che occupa la posizione principale nell'attacco neroazzurro. Gli si contesta che dovrebbe segnare di più è vero, ma fin che gioca così e smista assist importanti e decisivi ai suoi compagni ce lo teniamo ben stretto.

di LuckyLu




  1. SuperSaudati -
     06/12/2017 alle 19:22
    ...scusate non ce l'ho fatta a leggere tutto..ma mi è parso di capire che ci siano di problemi con le cene che fa gasperini coi suoi presidenti....  quindi direi che potremmo scegliere un volontario tra di noi...che tipo paparazzo si fionda al volo non appena Percassi e Gasperini si siedono insieme a cena....e in caso di errori nella scelta del menù che potrebbero mettere di cattivo umore uno dei 2...interviene subitro....  e immagino debba anche preoccuparsi che se c'è Sartori presente magari vuole ordinare lui i piatti di gasp e così salta fuori un rebellotto e ci troviamo con Mutti o Sonetti come allenatore....  però...forse...ho capito male io... e quindi mi scuso.....  (che tanto dobbiamo solo riempire il tempo fino alla partita di domani....) 


  2. @ brignuca - 06/12/2017 alle 9:03: " Anche io ho amici genoani in abbondanza e più che non piegarsi (dopo anni di smantellamento di squadra era già rasoterra su questo punto) ma litigate furiose col figlio di Preziosi che lo riteneva troppo caro. Dall'alto della sua inesperienza ha valutato Jutic adatto a fare le stesse cose che faceva Gasp visto che usava filosofia simile, ma la differenza al momento è come fra la cioccolata e la m...."
     
    Nella sostanza, guardiamo alla stessa realta' (cosi' come ci e' stata raccontata da amici) in modo in gran parte simile, focalizzandoci peraltro anche su aspetti particolari diversi.
     
    (1) La rottura tra Gasperini e il Presidente Preziosi e' avvenuta un mese circa DOPO il rinnovo del contratto di Gasperini (con aumento dello stipendio del 50%, da 800 mila a 1,2 milioni di euro netti).
    Al momento del rinnovo, l'accordo tra i due sembrava totale (non risulta , a questo punto, che Fabrizio Preziosi fosse contrario al rinnovo o all’entita’ del nuovo stipendio di Gasperini).
     
    (2) Un mese circa dopo il rinnovo del contratto, i giornali riportarono che il Presidente Preziosi e Gasperini si sarebbero incontrati (a cena) per finalizzare il calciomercato.
    NON c'era alcun segno di disaccordo.
     
    (3) Il giorno successivo alla famosa cena, un tifoso (apparentemente incredulo) scrisse su Grifoni in Rete, tra la sorpresa generale: "All'uscita dal ristorante, Gasperini era nero in volto. Non l'avevo mai visto cosi' nero" (testuali parole).
     
    Nessuno sa esattamente cosa successe durante quella cena perche' non c'erano testimoni, e i due NON ne parlarono pubblicamente.
     
    Pochi giorni dopo, Milanetto e Fabrizio Preziosi contattarono Juric (da questo punto in poi, le tue informazioni collimano con le mie).
     
    Circa la schiena dritta, non mi riferivo agli smantellamenti semestrali della rosa.
    Gasperini conosceva perfettamente la situazione finanziaria della Giochi Preziosi (a seguito della crisi economica le vendite di giocattoli erano crollate) e si rendeva conto che le "plusvalenze" erano necessarie per evitare il fallimento del Genoa.
     
    Mi riferivo alla scelta dei rimpiazzi (dei giocatori ceduti).
    In questo campo le liti tra Gasperini e Fabrizio Preziosi erano furiose (il seguito lo hai gia' scritto perfettamente tu).
     
    Sono soltanto "voci" ma, si dice, che la causa scatenante della rottura tra il Presidente Preziosi e Gasperini sia stata l'annuncio di Preziosi (alla famosa cena) che Veloso (marito della figlia di Preziosi) sarebbe tornato al Genoa.
     
    Gia' una volta Gasperini, piuttosto che far giocare Veloso, NON “adatto” al suo gioco, aveva preferito l'esonero ...
    E' in questo contesto che io avevo parlato di "schiena dritta", cioe’ nel contesto della “incorrutibilita’ del suo gioco”.


    • SergiodeBrusa -
       06/12/2017 alle 17:48
      Beh devo ammettere che conoscere tutti questi particolari dell incontro tra Preziosi e Gasperini è estremamente interessante,  una vera chicca. Soprattutto per chi atalantino come me vorrebbe discutere di argomenti che riguardano la Dea e non i motivi dei presunti dissapori ai tempi del Genoa del nostro mister. 
      Invece noto che chi ti accusa di aver  monopolizzato il sito con le tue argomentazioni monotematiche non ha certo torto frank 
      Noi tutti amiamo Gasperini alla follia e gli faremmo un monumento, ma non dimenticare che l Atalanta c era prima di Gasperini e ci sarà comunque anche dopo e tutto lo zoccolo duro dei tifosi anche. 
      Forse scenderanno dal carro solo quei tifosi occasionali che quando passerà la moda del momento dell Atalanta europea o della provinciale dal gioco frizzante guidata dal genio di Grugliasco perderanno interesse nei nostri confronti. 
      Ma tutto sommato pur ricordando x sempre trasferte epiche come Liverpool o Lione,  non ci fasceremo la testa se in futuro dovremo pensare più al Bologna o al Crotone perché chi ha la Dea nel cuore" andare all Atalanta" non sarà mai una " moda" che passa col tempo ,ma una fede incrollabile più forte di qualsiasi nome di giocatore o allenatore.
       
       


      • Hai assolutamente ragione su tutta la linea. Il tuo ragionamento non fa una grinza.
         
         


        • Allora smetti di ammorbarci con i tuoi OT .....che tra l'altro non si spiega come mai  lo staff continui a tollerare


    • alla n di "genoani" ho perso interesse...



    • Mi e' stato fatto notare, giustamente, che la "cena" era stata riportata da "Il Sito dei Grifoni" e non dal sito "Grifoni in Rete".


    • Ma quanti bei dettagli... 
       
      Si sa per caso cosa avessero ordinato per cena? Non è che il Gasp era incazzato perché aveva mangiato male o forse gli era rimasto sullo stomaco qualcosa? O magari perché quel pidocchio di Preziosi aveva voluto fare 'alla romana' e a lui era toccato pagarsi la sua parte?


      • Queste domande dovresti farle a Gasperini.
         
        Io ho soltanto confermato alcune cose che aveva scritto Brignuca (sulla base di informazioni ottenute da suoi amici genoani) e ne ho precisato altre (sulla base di informazioni ottenute da miei amici genoani).
         


  3. che vuoi farci....stiamo assistendo ad un nuovo fenomeno quello dell'incontinenza di commenti!!
    no??

     


  4. @ TommyDea - 04/12/2017 alle 22:01: ".... mi chiedo, come si fa a pretendere che faccia il lavoro di tre professionisti in contemporanea?"
     
    Semplice.
    Lo si mette su un livello gerarchico piu' alto, e i tre pofessionisti (su un livello gerarchico piu' basso) riportano a lui.
     
    Tutti fanno in autonomia il proprrio lavoro ma sono "coordinati" da lui (il Manager).
     
     


    • Pare che Petrachi abbia già preso il volo per Pattaya...infradito,amaca,qualche cassa di Singha...


      • e anche un buon sigaro che non lo si nega a nessuno


        • ... e anche il tuo "avatar" per compagnia .....





    • PS
       
      Il "Manager" che, a sua volta, riporta all'AD e al Presidente.


  5. maribonanomi -
     05/12/2017 alle 14:34
    Mi sembrerebbe un sogno.
     


    • maribonanomi -
       05/12/2017 alle 14:38
      Scusate ho sbagliato l'inserzione . rispondevo a VITAS68 che ipotizza da qui alla fine del girone 10 punti .
      Solo il Genova con Ballardini ha fatto 7 punti nelle ultime 3 partite...forza atalanta.


  6. 101 commenti.
    E' forse il record per questa rubrica.
    Dove si parla e ci si confronta spesso sulla TECNICA e sulla TATTICA!
    (peccato che un quarto fossreo relativi ad una notizia..........tendenziosa)


    • che vuoi farci....stiamo assistendo ad un nuovo fenomeno quello dell'incontinenza di commenti!!
      no??



      • Mr. Lines gli fa una pippa( per le faine, si noti il doppio senso: lines pannolini, pippa in riferimento a Pippo ,l'ippopotamo della pubblicità)


      • Con il benestare della dirigenza tutta.
        Giustamente il Mister ha pieni poteri


  7. ho appena rivisto adesso a telesantuario i 2 passaggi del peto al bepi...
    mamma mia che nömer

    GRANDE ANDREONE


  8. mi sono riguardato la partita e direi che nemmeno nel primo tempo abbiamo giocato così male: il Torino ha avuto tre occasioni una su dribbling insistito e anche fortunoso di Lijalic, un'altra su un nostro errato disimpegno e la terza il goal da un corner originato da un rimpallo ingenuo e sfortunato di Carrara, per il resto abbiamo retto bene con una certa pesonalità; nemmeno Kurtic e lo stesso Spinazzola mi sono dispiaciuti; il problema era che il gioco in gran parte si svolgeva sulla nostra fascia destra che era intasata di giocatori e dove il nostro povero Hateboer faceva quello che può;quelle poche volte che siamo riusciti a spostare il gioco sulla sinistra qualcosa si è visto anche in attacco; nel secondo tempo complice l'ingresso di Ilicic e la stanchezza dei giocatori granata abbiamo avuto il sopravvento anche se un poco sterile
     


    • Il mister ha detto candidamente, il più brutto primo tempo della stagione, non cerchiamo scusanti ovunque. La squadra comunque c'è!



      • ....se lo dice LUI................


  9.  scatenato oggi ...


  10. la difesa l'assolverei in parte. Belotti ha simulato nell'ottanta per cento dei contrasti. Nel caso dell'ammonizione a Masiello non è stato nemmeno toccato. Poi è vero che hanno avuto qualche distrazione


  11. AZZURRO

    Il calendario dell'Atalanta da qui fino alla fine del girone d'andata

    Genoa-Atalanta 3 punti
    Atalanta-Lazio 1 punto
    Milan-Atalanta 3 punti
    Atalanta-Cagliari 3 punti

    Si gira la boa a 30 punti, con il sesto posto occupato dalla Sampdoria a soli 3 punti avanti...




    • a questo punto, mettine sempre 3  per quel che vale l'anno scorso furono 7, spero anch'io si possa far meglio quest'anno
      vediamo prima però se fanno il "pieno" di entusiasmo giovedì


      • La scaramanzia ha le sue esigenze...







  12. Una non notizia riapre il vaso
    Nel nero azzurro
    Spettacolo puro
    E' solo il riscaldamento...ora ci aspettano 3 mesi cosi
    Minacce ...tra le righe...io so



    • il presente indicativo del perfetto informato sulle cose della ABC spa
      io so ,
      tu sapresti se me lo chiedessi,
      egli sa e me lo ha detto
      noi sapremmo , se vi fidaste di me
      voi non sapete un ca@@o
      essi ancora non sanno ma potrei farglielo sapere ..
       


  13. Basta con le pippe mentali
     
    Commentiamo le partite o le notizie "ufficiali" non gli spifferi....e comunque basta dietrologie fondate sul nulla.
    di quel che succede in società  già è difficile conoscere la verità, a maggior ragione impossibilie coglierne le sfumature.
     
    Quindi basta con sti commenti...e concentriamopci su Atalanta Lione!
     


  14. Azzurro: il trio là davanti, quando dialogano è magia pura. E lasciatemi aggiungere che un centravanti coi piedi sensibili come quelli di Petagna ce l'hanno in pochi.
     
    Nero: dopo una breve pausa di "riflessione", è tornato il commentatore seriale. 


    • Che adesso sa anche le strategie dei cornoni....
      Sa un PO di tutto


      • Sa TUTTO.


        • NON "tutto" ......
          Un po' di "modestia" NON guasta mai ........


  15. Azzurro:
    IO quando l'arbitro fischia........finisco di incaxxarmi!!! tanto al cmabia pio' negoT!
    Nero
    Ennesima occasione di colpo esterno gettata alle ortiche.
    cio'a ragione di molteplici concause (errori in fase difensiva ed offensiva) scarsa efficacia della punta centrale, mancanza di cattiveria sottorete. Peraltro argomentazioni che leggo anche nelle dichiarazioni dei calciatori.
    Manca il VERO FINALIZZATORE del lavoro fatto!
    Nero (ma migliorabile): Caldarinho. son due o tre gare che nn lo riconosco.errori d'ingenuita' da scuola calcio!
    Nerissimo
    L'arbitraggio dell'ineffabile ternano atipico
    Pesano le sue mancate decisioni (primo giallo aBaselli, simulazioni del Belotti).
    Per noi e' una sciagura certa come quando c'era il (sig!) De Santis.
    Celestino
    si gioca in europa giovedi', e la TRUPPA avra' altre ed ALTE MOTIVAZIONI!!!
     
     
     


  16. @ Corvetto - 04/12/2017 alle 14:52: "Gasp al toro! ne parla la Stampa e riporta la notizia anche l'Eco"
    @ Prytz - 04/12/2017 alle 15:31: " .... ma Mihajilovic non ha un bel contrattone col Toro?".
     
    A Cairo non sembrano mancare i soldi ..... puo' anche permettersi di pagare due allenatori.
     
    Io sono convinto che Gasperini preferisca la "famiglia Percassi" all'editore Cairo ......, ma l'Atalanta non e' soltantto la "famiglia Percassi".... e la sua "struttura" (chiamata spesso, impropriamente, come "la societa'") NON sembra aver ancora veramente capito che certi giocatori "sia pur bravi, ma allevati con la difesa a 4", fanno un po' fatica a "capire" la "flessibiliita' tipica della difesa a 3".
     
    Forse la "struttura" del Torino e' un po' piu' "elastica" della nostra e si rende conto che l'allenatore deve essere maggiormente ascoltato in fase di calciomercato. 
     
    Sono pero' convinto che Gasperini si senta molto legato alla "famiglia Percassi", al Presidente Percassi, e alla "tifoseria" dell'Atalanta .......


    • Basta con le pippe mentali
       
      Commentiamo le partite o le notizie "ufficiali" non gli spifferi....e comunque basta dietrologie fondate sul nulla.
      di quel che succede in società già è difficile conoscere la verità, a maggior ragione impossibilie coglierne le sfumature.
       
      Quindi basta con sti commenti...e concentriamopci su Atalanta Lione!


    • Che si dovesse arrivare prima o poi a scegliere tra il Cobra ed il Gasp si sapeva ,certo non mi aspettavo questi siluri già a dicembre....d'altronde il Gasp ha il suo carattere, per fortuna, e i messaggi al Tone se ha ritenuto di iniziare a mandarli ora avrá i suoi motivi......della serie provate a farmi un calciomercato tipo gennaio 2017 e/o campagna estiva ed io me ne vado.....io ovviamente sto con Gasp che vorrei diventasse Gasperson! Forza Tone non fare il Ponzio Pilato decidi!
       


      • il cobra ha fatto si che fosse lasciato a casa un monumento come Favini, e potrebbe crearsi la stessa situazione con Gasperini che dal canto suo vorrebbe avere carta bianca sul mercato


        • Michi, il grande Favini compirà gli 82 anni il prossimo 2 Febbraio, il Cobra con il suo "pensonamento" non centra nulla, c'è stato semplicemente e giustsmente un cambio generazionale per ovvie ragioni di età, e si è puntato su Costanzi.


          • peccato che in un'intervista Favini disse chiaramente che sarebbe rimasto anche gratis nella veste di semplice collaboratore, che era conscio della sua età ma nonostante tutto era disponibile a restare...peccato che ha continuato al Como perchè a zingonia non ascoltarono le sue richieste...


            • Può anche essere che lui volesse restare anche gratis ma, Percassi ha voluto fortemente Costanzi, perché lo ritiene il top in circolazione adesso, il Favini di tanti anni fa insomma, i 2 hanno visioni differenti, i tempi sono notevolmente cambiati, se scegli Costanzi non puoi permetterti che vada in conflitto con Favini, ogni ruolo ha bisogno di una persona che abbia deisione autonome per poi poterne valutare l'operato.
              Be, con tutto l'affetto che abbiamo per Favini, Percassi, si lui, ha puntato su Costanzi. Quindi se vuoi prenditela col Tone e digli pure che non capisce nulla, perché di fatto è quello che stai facendo.


              • In realtà Costanzi è stato portato da Sartori con cui era al Chievo...infatti il modello Sartori/costanzi è in conflitto con quello di Favini, ma io penso che uno come lui anche da vecchietto qualche consiglio penso che avrebbe potuto darlo ugualmente.(in questa intervista che ricordo bene disse che accettava il cambio di rotta e di strategia, ma che gli avrebbe fatto piacere dare una mano pur non influendo nelle strategie). Il modello costanzi lo vedremo fra qualche anno se darà i suoi frutti, quello Favini li ha sicuramente dati..su di chi sia stata l'ultima parola a lasciarlo a casa non lo sappiamo ne io ne te, tu dici Percassi, per me invece è sartori..opioni e sesto senso semplicemente diversi tra me e te....
                se su favini si puòa accettare dato che aveva 80 anni, spero proprio che le piu o meno presunte divergenze tra sartori e gasperini non ci facciano perdere quest'ultimo(che come ho spiegato in un commento sotto, per restare sulla panchina nostra a lungo esigerebbe poteri pieni alla Ferguson, sia nella gestione del mercato che delle strategie di settore giovanile)


                • Favini non voleva interferire talmente tanto che rifiutò la proposta di Percasi di restare nella famiglia Atalanta...
                   
                  "Mi sono incontrato con il presidente Percassi. Mi ha offerto di diventare il presidente onorario del settore giovanile, ma ho preferito declinare. Non mi andava di rimanere a Zingonia a guardar il soffitto. Il presidente ha cercato in ogni modo di convincermi, ma ho capito che c’era il rischio di diventare una presenza ingombrante». La chiave di volta sta proprio qui, nel desiderio di Favini di essere ancora operativo...
                   


                  • Penso che il tuo "racconto" sia essenzialmente corretto.
                     
                    A prescindere dal fatto che, giustamente, ogni decisione che riguarda i collaboratori spetta in ultima analisi al Presidente, io sono convinto che in una societa' di calcio siano anche molto importanti le "percezioni" della tifoseria.
                     
                    Mino Favini, che il Presidente Percassi aveva a suo tempo convinto a lasciare Como per venire a Zingonia, ha lasciato a Bergamo un'eredita' morale unica. Durante la sua gestione un numero molto alto di giovani del territorio ha, non solo imparato a giocare a calciio, ma anche a farlo sulla base di solidi principi.
                     
                    Io non voglio (non ne sarei in grado) dare giudizi sulla gestione attuale ma, se e' vero che un buon giorno si vede dal mattino, certi segnali non mi lasciano del tutto tranquillo.
                     


                • Michi scusami e poi qui la chiudo, ogni tanto sbatti sul muro dell'ignoranza e imperterrito a occhi chiusi continui a battere. Non sono opinioni le mie, se lo fossero allora ne potremmo anche discutere e potrebbe anche essere che tu abbia ragione, io non pretendo di avere la verità in mano, però permettimi, prima di tenere una linea così informati almeno.
                  Costanzi fortemente voluto da Percassi firmò per l'Atalanta il 14 luglio 2014
                  Sartori arrivo all'Atalanta successivamente, parliamo di Agosto 2014, probabile che l'arrivo di Sartori sia stato caldeggiato da Costanzi, tal Costanzi molto stimato da A. Percassi
                  Stai sostenendo una baggianata galattica basata sul tuo odio verso Sartori ma che fatti incontrovertibili dicono non sia vera.
                   
                  Te lo ripeto:
                  Costanzi Atalanta 14 luglio 2014
                  Sartori Atalanta Agosto 2014
                   
                   
                  Adesso vai a informarti e poi torna e dimmi chi ha voluto Costanzi e lasciato a casa Favini!
                   
                   


                • In realtà Costanzi è arrivato a Bergamo prima di Sartori. Un po' come quella che Maran sarebbe un pupillo del Cobra, quando i due invece non hanno mai lavorato insieme.


                  • E dimmi chi lo avrebbe voluto portare a Bergamo l'anticalcio? Infatti in quei giorni di tira e molla tra campedelli e l'anticalcio, Percassi si stancò prendendo in mano la situazione e andò a Genova a prendere il Gasp


                  • Sui giornali all'epoca si lesse che a Verona a parlare di Maran con Campedelli ci fosse Percassi Jr., anche perché pare che il tuo amico Cobra non si fosse lasciato benissimo col pandoraio.
                     
                    Ma d'altronde, se Juric non liberava il Gasp, a un certo punto con un allenatore o con un altro avremmo dovuto cominciare la stagione.
                     
                    Poi grazie a Dio è arrivato il Gasp e siamo tutti contenti.


                  • Falso quello che dici..vai a rileggerti i bergamopost di giugno 2016 e mi dirai chi era la prima scelta.  Era l'anticalcio su indicazione di Sartori, lo fece capire una volta anche percassi in una intervista tv


          • infatti...da che mondo é mondo, é il padrone che sega o licenzia.
            quindi se qualcuno ha liquidato il vecchio favini quello é il 
             
            certo che il kobra é come il parmigiano,lo mettono su tutto


            • farabundo - 04/12/2017 alle 20:45: 
               
              "padrone" ..... che brutta parola se riferita a esseri umani ..... e' gia' brutta se riferita ai cani ..... va bene soltanto se riferita a cose .....
               


              • Padrone della squadra di calcio,in questo caso


                • La squadra di calcio e' fatta di "cose"?


                  • cose' allora???


                  • Nel mondo anglosassone o in quello mediterraneo?


                  • non e' un essere umano,comunque


              • urca
                anche correttore socio esistenziale adesso...
                mi inchino alle sue pillole di saggezza.
                comunque é una parola che si usa da circa duemila anni...
                manda una mail allo zingarelli x farla togliere dal vocabolario

                 


    • Con tutto il rispetto, mi sembra un commento fatto apposta per tornare forzatamente sui soliti cavalli di battaglia (allenatore non considerato in chiave di mercato, giocatori inadatti o non pronti, etc...), che peraltro sono delle tue personalissime opinioni e non dati di fatto.
       


      • @ stefasauro - 04/12/2017 alle 16:32: ".... tue personalissime opinioni e non dati di fatto ..."
         
        Hai assolutamente ragione.
        Io esprimo sempre opinioni personali, e non ne faccio mistero.
         
        Sono infatti convinto che i "dati di fatto" siano troppo spesso interpretazioni SOGGETTIVE della realta'.
        NON ho mai avuto la presunzione di essere in grado di esprimere "dati di fatto".


        • Apprezzo la tua precisazione.
          Per "dati di fatto", io intendo qualcosa di oggettivo (il tal giocatore ha giocato x partite e ha segnato x gol, la tal persona ha dichiarato questa cosa, etc....) e quindi poco aperto a interpretazioni/opinioni.
          Tutto il resto (a maggior ragione parlando di calcio) mi sembra molto soggettivo: potenzialmente ciascuno puo' dire tutto e il contrario di tutto. Quindi, a mio parere, la differenza tra dati di fatto e opinioni e' abbastanza netta.


          • @ stefasauro - 04/12/2017 alle 16:57: "
             
            (1) "Per "dati di fatto", io intendo qualcosa di oggettivo (il tal giocatore ha giocato x partite e ha segnato x gol...)"
            Fin qui, io sono d'accordo con te al 100%.
             
            (2) "Per dati di fatto, io intendo qualcosa di oggettivo ........ la tal persona ha dichiarato questa cosa, etc....)
            Qui, io sono in disaccordo. Come faccio a considerare "fatto oggettivo" qualcosa che qualcuno "avrebbe" dichiarato a qualcun altro?
             
            (3) "Tutto il resto (a maggior ragione parlando di calcio) mi sembra molto soggettivo: potenzialmente ciascuno puo' dire tutto e il contrario di tutto."
            Qui sono nuovamente d'accordo con te al 100%.
             
            (4) "Quindi, a mio parere, la differenza tra dati di fatto e opinioni e' abbastanza netta".
            Questa mi sembrerebbe un'affermazione un po' troppo impegnativa .....il punto 2 rappresenta infatti una linea di demarcazione molto labile....


            • Ovviamente mi riferisco a dichiarazioni pubbliche, non a quelle in forma privata.


              • Scusa se mi permetto @stesauro....ma lasa pert
                 
                diversamente ti tira matto sino a mezzanotte


              • Evidentemente, tu hai molta piu' fiducia nelle dichiarazioni pubbliche di quanta ne abbia io.





                  • @ "poeta 1907 - 04/12/2017 alle 22:28: "applausi" sotto il commento seguente di 95Frank: "Evidentemente, tu (i.e. un altro utente) hai molta piu' fiducia nelle dichiarazioni pubbliche di quanta ne abbia io".
                     
                    Volevo soltanto informarti che, molto probabilmente, i tuoi "applausi" sono stati inseriti sotto un commento di 95Frank per errore.
                     





      • Se c'è effettivamente stato questo lungo incontro con la dirigenza del Torino mi farebbe piacere che Gasperini dicesse due parole in merito perchè il solo pensiero che possa andarsene altrove mi terrorizza.
        Non facciamo la cazzata di lasciarlo andare via per cause sconosciute ai più perchè sarebbe come tagliarsi le balle da soli.
        La sua idea di calcio possibile a Bergamo unita alla sua cocciutaggine ci ha cambiato la vita e le aspettative.
        A Genova stanno ancora piangendo a tutt'oggi.
        P.S. Cairo vaffanculoooooooo!!!!!!!!!


        • credo che per restare Gasperini voglia avere carta bianca sul mercato e in parte sullo sviluppo del settore giovanile...sa benissimo che tutta Bergamo lo ama(tranne qualcuno della carta stampata), sa che ha fatto qualcosa che ha Bergamo nessuno aveva mai fatto, sa che ha sistemato i bilanci della società x i prossimi 10 anni, quindi se tutti gli chiediamo di diventare il nuovo Ferguson, penso che vorrebbe avere gli stessi poteri e responsabilità che aveva Ferguson...


          • E scegliere i dettagli architettonici del nuovo stadio no?
             
            Io adoro il mister, e gli sarò sempre grato per le emozioni che ci ha dato (e ci sta dando) e per il cambio di mentalità che ha portato a Bergamo. È da statua sul sentierone! 
             
            Ma mi chiedo, come si fa a pretendere che faccia il lavoro di tre professionisti in contemporanea? Lasciamogli fare il Mister in campo (ovviamente debitamente consultato in fase di mercato) che ci ha dimostrato di saperlo fare da Dio...


            • quello che ha fatto Ferguson e sta facendo ora Mourinho, cosa che accade spesso in Europa, ovvero la figura del Manager, con decisioni in sede di calciomercato. Ovviamente del settore giovanile si occuperebbe delle strategie, nel senso che indirizzerebbe le scelte degli allenatori(tutti col suo modulo 343, 352) e sul tipo di giovani cercare e con quali caratteristiche


              • Vatti a vedere bene qual'è il trend in Inghilterra in materia di Direttori Sportivi (c'è un bell'articolo su Calcio & Finanza ad esempio). E poi, a parte Ferguson, non è che in passato il modello inglese abbia portato a sti grandi risultati internazionali, soprattutto a fronte dei soldi spesi...
                 
                Rimango dell'idea che bravi professionisti ognuno al suo posto o ognuno con le sue mansioni precise siano sempre la soluzione preferibile. E noi siamo particolarmente fortunati ad averli tutti e tre, grazie al Tone che ci vede più lungo di tutti...


                • Siamo sempre lì..a percassi va bene così..bisogna vedere se va bene al gasp, soprattutto alla luce Delle recenti voci dell'incontro col toro


                  • Chi caccia la grana è Percassi, quindi giusto che debba andare bene a lui.
                     
                    Su quello che può andare o meno bene al Gasp, sul sito bazzica un tuo amicone al quale chiedere qualche dettaglio in più...


                  • Io non ho alcun amicone...che i rapporti tra Gasp e Sartori non sono idilliaci lo disse apertamente il gasp nel post conferenza Atalanta Napoli dello scorso anno quando sembrava sull'orlo dell'esonero...poi si è andati in Europa e quindi come sempre quando le cose vanno bene spariti presunti dissapori


        • Oscar, sono d'accordo con te al 100%.
           
          Pero', gia' nell'estate 2016 (prima che Gasperini firmasse per l'Atalanta) tutti i giornali parlavano di "insistenze" di Cairo affinche Gasperini scegliesse il Torino.
          Parlavano anche dell'interessamento del Bologna.
          Sia il Torino che il Bologna hanno gia' vinto diversi scudetti.
           
          Gasperini ha delle grandi doti (e' onesto, parla chiaro, ha la schiena dritta, ama il suo lavoro, vuole fortemente aiutare ii propri giocatori a migliorarsi di continuo) ma ha anche un grosso difetto: e' fortissimamente testardo.
           
          Da quanto mi dicono amici genoani, Gasperini ha lasciato il Genoa non perche' Preziosi non lo volesse piu' (ancora adesso, oltre ai risultati, Preziosi rimpiange amaramente le plusvalenze...) ma perche' Gasperini si e' rifiutato di piegarsi a politiche non condivise.
           
           
           


          • Anche io ho amici genoani in abbondanza e più che non piegarsi (dopo anni di smantellamento di squadra era già rasoterra su questo punto) ma litigate furiose col figlio di Preziosi che lo riteneva troppo caro. Dall'alto della sua inesperienza ha valutato Jutic adatto a fare le stesse cose che faceva Gasp visto che usava filosofia simile, ma la differenza al momento è come fra la cioccolata e la m....


        • Non vedo motivi per cui Gasp debba andare al toro se non soldi e vicinanza a Grugliasco. La società è del nostro livello (seconda fascia) e Cairo non si svenera mai per portarla più in alto. In più ha altri due anni di contratto con opzione per un terzo. E aggiungo che dopo tre partite sbagliate la metà dei tifosi granata lo sbranerebbe vivo per i trascorsi bianconeri e perché li ha mandati in b quella famosa partita col Genoa. Per cui Gasp pensarci bene. Non è un top team... 


          • Mauri62 -  04/12/2017 alle 16:55: ".... dopo tre partite sbagliate la metà dei tifosi granata lo sbranerebbe vivo per i trascorsi bianconeri e perché li ha mandati in b quella famosa partita col Genoa....."
             
            I tifosi granata effettivamente NON amano Gasperini per le due ragioni che hai menzionato tu, ma NON sono stupidi.
            Sanno benissimo che Gasperini e' uno dei pochi allenatori (se non l'unico) che possono mettere il Torino stabilmente davanti alla Juventus (d'altra parte, negli anni '40 il Torino ERA stabilmente davanti alla Juventus).
             
            E Cairo NON e' stupido.
            Sa benissimo che gli "investimenti" fatti con Gasperini hanno la caratteristica di .... produrre plusvalenze......
             
             
             


            • PS
              Anche i tifosi del Genoa, quando Preziosi lo assunse in Serie B circa 10 anni fa, NON lo volevano perche' "gobbo".
               
              Adesso, tranne la minoranza "livorosa" (stimata nel 2-3%) verrebbero a prenderlo a Bergamo e se lo porterebbero a Genova "in spalla"......
               
               


  17. AZZURRO: La squadra propone un bel calcio e può mettere in difficoltà qualsiasi avversario. Si sono viste giocate di ottima qualità e inserimenti senza palla che creano scompiglio nelle difese.
    Questa squadra ha dei margini di miglioramento notevoli, i nuovi stanno imparando il gioco del Gasp e ci regaleranno ancora soddisfazioni.
     
    NERO: Gli avversari ci conoscono meglio e cercano le contromosse. 
    La squadra deve migliorare nella continuità di gioco  e in alcune distrazioni in fase difensiva.
     

     
     


    • @ Alexfolle - 04/12/2017 alle 16:00: ".... NERO: Gli avversari ci conoscono meglio e cercano le contromosse". 
       
      Leggo sempre con interesse i tuoi commenti, ma, su questo, dissento (almeno in parte).
       
      Non mi pare che, nel secondo tempo, le "contromisure" del Torino fossero molto efficaci.
       
      A me sembra che, quando implementiamo correttamente il nostro gioco, NON ci sono contromisure che tengano.
       
      Io credo che la frase "Gli avversari ora ci conoscono .... " sia obiettivamente un po' abusata .....


      • Vero ma nel secondo tempo secondo me loro sono calati e non son più riusciti a contrastare i mezzo al campo


        • Puo' darsi.
           
          Secondo me sono calati per due ragioni:
          (1) Ilicic li ha storditi,
          (2) La squadra li ha asfaltati (col suo gioco "che ora tutti conoscono")
           
          Per la verita', il gioco di Gasperini e' ben cconosciuto da almeno 10 anni.
           
           


  18. Non mi pare che TOLOI stia brillando, ha mandato in porta Obi con un passaggio in avanti completamente sbagliato .. e l'altra partita con Icardi si è fatto trovare mal posizionato.. purtroppo nessuno è esente da errori , vedi Caldara fare stupidi falletti al Gallo e perdere banalmente il contrasto che porta al corner decisivo, vedi la solita mancata uscita di Berisha in area piccola, vedi i nostri calci d'angolo tirati tutti sbagliati ed a bassa altezza. Tutto sommato Masiello ha fatto una buona partita con attenzione dietro, gli altri così così .
    Abbiamo giocato in 10 il primo tempo ed il personaggio ha poi dato il suo contributo nel secondo perchè abbiamo segnato presto ed è quindi stato forse senza accorgersi "contagiato" da un pò di euforia dei compagni ..continuo a trovare riscontri che la sua presenza in campo è veramente insensata e controproducente per noi ..a parte per i puri "esteti" che invece ne apprezzano l'eleganza delle "movenze" ma non vogliono vedere la nullità concreta del suo apporto ..
    Anch'io sono rimasto avvilito dalla partita superanonima di Freuler di cui non ci si riesce a ricordare nulla, nemmeno un passaggio smarcante , mentre è un dato di fatto che in questo periodo il Papu, pur giocando tanti palloni, non riesce mai ad essere determinante, sbaglia i tempi e la misura delle giocate, e sembra perfino in alcuni frangenti un corpo estraneo .
    Nonostante questo la superiorità tecnica e di squadra è apparsa netta nei 90 minuti, il che ci conferma che in classifica dovremmo stare chiaramente sopra dove siamo ora . Come ci si potrà riuscire ? Mah, nella "rimonta" ero più fiducioso prima;  ora vedo che continuiamo a prendere dei goal banali (come questo con difesa schierata)  e vedo che invece siamo aggrappati solo alle eventuali reti di Ilicic e Cristante : è un pò poco , no ?
    Sospendiamo la domanda, adesso incombe la partita madre di tutte le partite !Bolgia, bolgia, bolgia !!
    E poi speriamo di ritrovare la stessa bolgia bolgia bolgia domenica 17 in casa con la Lazio , altra partita che può far svoltare il ns. campionato
     
     


    • contemascetti -
       04/12/2017 alle 16:15
      Amò con Berisha ?? Ma hai visto come è stato calciato il corner sul loro gol ?? Dai dòcà !!!


      • Non è l'unico ad aver toppato su quel corner ma se lui esce 'nkoulu non ha spazio per entrare .. siamo in area piccola  !.. oltretutto anche i difensori nostri potevano mettersi di traverso e non farlo entrare comodo  .. polli davvero


  19. Gasp al toro! ne parla la Stampa e riporta la notizia anche l'Eco



    • Premesso che sia vero che Gssperini abbia parlato con Cairo non significa che Gasperini vada al Toro.
       


    • avrebbe avuto più senso se la notizia fosse uscita PRIMA della partita.. così mi preoccupa .. ma Mihajilovic non ha un bel contrattone col Toro ?


      • Vero, ma i contratti valgono poco. Torino inguardabile. Non sanno cosa fare con la palla. Povero Gallo che è rimasto lì credendo nel progetto...


    • Gasp allenatore perfetto per Cairo: gli garantisce plusvalenze succose e lo fa divertire. Il mister è legato fino al 2020 ma i contratti nel mondo del calcio contano poco. Sarà decisivo (temo) il mercato di gennaio: se la società lo asseconderà non vedo perchè dovrebbe lasciare Bergamo.


  20. Francamente nelle disamine mi pare non si tenga in alcun conto la variabile principale di un confronto di calcio: l'avversario.
    Fin che il Torino nel primo tempo ha avuto fiato e gamba per mantenere alto il pressing e toglierci le vie di passaggio è riuscito a tenerci a bada e ad impensierirci fino al gol. Gol tra l'altro venuto su calcio piazzato il cui merito va peraltro attribuito almeno al 50% all'angolo tagliatissimo e teso di Lijaic.
    Quando la tensione dei granata è venuta un po' meno e grazie ad un Ilicic finalmente abbiamo preso il sopravvento noi.
    Azzurro per me è la capacità di rimontare che abbiamo mostrato varie volte quest'anno.
    Grigio il momento di alcuni dei nostri perni quali Freuler e Gomez che non sono nel momento migliore di forma. Ma ci sta.
    Nero Tagliavento. Uno degli arbitri più scarsi e supponenti che abbia mai visto sui campi di gioco.
    Ondivago nelle decisioni, qualche volta lascia correre altre volte fischia le mosche. L'entrata di Baselli su Caldara era da arancione almeno. Non si capisce perchè il VAR su fallo di gioco sia stato usato solo con noi per Freuler.
    Inoltre ricordando il rigore che ci diede contro per l'uscita di Consigli inorridisco al pensiero che stava tranquillamente facendo finta di nulla sull'uscita di Sirigu sul Papu. Salvato dal fuorigioco.
    Meno che mediocre.
     


    • wigners_friend -
       04/12/2017 alle 16:15
      Perché quella di Freuler era un'infrazione da rosso diretto evidente, mentre come hai detto tu stesso quella di Baselli era "solo" da arancione. E a essere onesti, per quanto non l'avesse chiaramente fatto apposta (infatti poi la squalifica è stata di una sola giornata: evidentemente sul referto l'arbitro ha scritto che non era stato un fallo cattivo), Remo ha rischiato di rompere la gamba all'avversario, baselli no.


      • Ho scritto 'almeno' arancione...
        Freuler stava contendendo palla con l'avversario, Baselli al contrario entra in netto ritardo e mantiene la gamba davanti a sé in modo abbastanza bastardello.
        Comunque immaginavo già che l'espulsione su Freuler sarebbe stata una magata estemporanea, all'epoca scrissi tipo le bestemmie in diretta, visto che ne ho avuto la riprova nel derby di Roma dove ho visto entrate assassine senza alcuna sanzione. Si vede che a Roma il Var funziona ad intermittenza.


        • wigners_friend -
           04/12/2017 alle 17:48
          Sia detto per inciso, anche il nostro var è a intermittenza, il rigore non dato per il fallo di Spinazzola a Firenze è stato un bel colpo di fortuna (poi il pareggio fu meritato, ma è un altro discorso)...
          Il punto è che con la Spal Freuler, pur senza volerlo, entra in ritardo e si appoggia con tutto il peso del corpo sulla gamba d'appoggio dell'avversario, che 5 volte su dieci in questi casi si rompe. L'immagine è chiara e l'addetto var non può non intervenire. Un intervento bastardello "almeno arancione" rientra comunque nei casi interpretabili: posso essere d'accordo che un altro arbitro avrebbe potuto espellere, ma comunque sarebbe stata una decisione opinabile come l'aver solo ammonito. In questo caso l'addetto var non può intervenire perché non c'è il chiaro ed evidente errore, magari ha pensato che lui avrebbe estratto il rosso, ma non essendoci l'errore marchiano giustamente non è intervenuto. Considera anche che con Freuler l'arbitro non si era accorto di nulla e aveva lasciato proseguiore, qui Tagliavento (che non mi piace come arbitro) è intervenuto ammonendo il granata, quindi la sua valutazione l'aveva data. Possiamo non essere d'accordo e non dico che non hai le tue ragioni, ma non era un caso in cui il var potesse intervenire. Ed è bene così: perché se cominciamo a usarlo in caso di cartellini arancioni per passare dall'interpretazione "giallo" data sul campo all'interpretazione "rosso" data dopo il diciottesimo replay, possiamo ben immaginare a favore di chi. statisticamente, cadrebbero questi cambi di interpretazioni equivalenti. Questa sarebbe la moviola in campo che voleva Biscardi (gli sia lieve la terra), che in diretta era il paladino contro i torti arbitrali poi a telecamere spente si metteva d'accordo con Moggi su quali casi far vedere al moviolone, e come.


    • *grazie ad un Ilicic finalmente 'concreto'...


  21. NERO: punizioni centrali meglio studiate,AZZURRO forma fisica esageta 


  22. Bisogna pero' dire che il discorso riguarda anche lo Spinazzola di questo campionato, che in effetti raramente si e' reso pericoloso in fase offensiva.
    Inoltre, a me sembra che in alcune partite la catena di destra (con Hateboer/Castagne e Cristante/Ilicic) abbia funzionato un po' meglio di quella a sinistra (almeno nelle attuali condizioni0.


    • Mi riferivo al discorso dei movimenti sugli esterni, ancora da perfezionare (relativi a Gomez, ma non solo).


  23. nulla da aggiungere sull'azzurro: preciso
    sul nero  io metterei anche la gestione delle punizioni da fuori aerea , troppi passaggini cazzutti e pochissime bombe vere e proprie
    e anche la tintura del gomez


    • A dir la verita', anche a me non piace molto la gestione delle punizioni da fuori aerea , troppi passaggini e pochissimi tentativi di tiro diretto all'incrocio dei pali.


  24. Nero: contro questa squadra di chiodi si doveva vincere. Hanno giocatori che farebbero fatica in B.
    Nero: ancora zero gol dagli esterni di centrocampo (tolto quello di Gosens ma in seguito a corner). Inizia ad essere un problema la mancanza di freddezza sottoporta di Hateboer (che dà l'idea di non sapere cosa fare) e il fatto che sottoporta Spinazzola non ci è mai arrivato in un anno e mezzo (vero comunque che a destra non gioca un Papu che scodella palloni deliziosi dalla parte opposta come ha fatto con Conti e ora con Hateboer)
    Azzurro: la grande reazione del secondo tempo e il fatto di aver dimostrato che noi abbiamo un gioco (il Toro no).


  25. Il Papu deve riposare una decina di giorni, per il resto io personalmente non sono affatto scontento di giocarmela per Il primo posto nel girone della morte dove tutti ci davano per spacciati ed essere assolutamente in pace per finire nella parte sinistra della classifica in un anno di casting. The future is bright, folks... 


  26. Visto solo il primo tempo...
    Ottimo il punto, per invertire la tendenza negativa delle nostre trasferte e ottenere continuità di risultati con una squadra più o meno del nostro livello.
    Matto nel nero il Papu, non perchè non faccia sempre la sua parte (peraltro sempre con ottimi numeri buoni per lo spettacolo e aiuti orgoliosamente in difesa con inerventi anche importanti e di persnalità, ma perchè temo che l'aumento di ingaggio e il mondiale alle porte lo abbiano caricato di troppe responsabilità e mi pare non giochi leggero. Qualcuno segnalava che non dialoga molto con chi è in fascia.. per me sente la responsabiltà di essere più decisivo e finalizzare. Cosa che tra l'altro contrasta con il suo stare troppo spesso molto largo, il che lo obbliga al massimo ad andare al cross, mentre è tropo distante per andare al tiro. A mio parere Gasperini dovrebbe accentralo un po' e metterlo più vicino a Petagna per renderlo più pericoloso.


    • @ Marcutio - 04/12/2017 alle 12:48: ".... il Papu ........ qualcuno segnalava che non dialoga molto con chi è in fascia...."
       
      Secondo me la ragione va ricarcata nel fatto che Gosens, Hateboer e Castagne (a differenza di Spinazzola e Conti) NON sembrano ancora entrati ccompletamente nei nostri schemi di gioco e, di conseguenza, NON capiscono in anticipo le intenzioni del Papu (sopratutto per quanto riguarda la TEMPISTICA) e vanno quindi (quasi) sempre a posizionarsi dove NON dovrebbero.
       
      Purtroppo sembra che sia proprio cosi'.
      Non si puo' certo negare che Gosens, Hateboer e Castagne siano (a) atleticamente validi, (b) tecnicamente abbastanza bravi e, (c) si impegnino al massimo ma, quardando i loro movimenti (sopratutto nelle registrazioni delle partite quando si possono rivedere piu' volte i particolari) sembrano un po'  "fuori fase" (rispetto a chi deve "inventare" azioni di attacco).
       
       
       


      • A differenza di Conti l'anno scorso, Gosens, Hateboer e Castagne NON sembrano (quasi) mai al POSTO giusto, nel MOMENTO giusto.


        • JackSeriate74 -
           04/12/2017 alle 14:27
          Eh si hai ragione ma questi sono terzini "classici" più adatti alla difesa a 4 dove hanno già esperienza, mentre ocme ali devono acquisirla, e farlo nel campionato italiano dove la presione è notevole e non puoi permetterti errori non è semplice....


  27. se il secondo tempo è azzurro...
    il primo deve stare nel nero...cmq
     
    nero/azzurro
    effetto gasperini sugli ex giocatori che per la maggior parte nn si confermano...anzi calano(e qua ci sta un chissenefregadegliex)
    mah...
    spinazzola è quello dell anno scorso o questo?
    forse è questo che mentalmente e non solo ad agosto gli andavamo stretti
    ora mentalmente "distaccato" è assalito dall effetto "ex del gasp"
    un giocatore nella media
     


  28. JackSeriate74 -
     04/12/2017 alle 12:30
    Io nel Nero, inserisco che per l'ennesima volta abbiamo regalato un tempo all'avversario, e abbiamo perso due punti, concordo su Spinazzola ma credo che ebba recuperare forma mentale e fisica, però non è stato all'altezza di quello che ci si aspetta da lui.
    Nel nero ci metto anche la cattiveria che a volte manca sotto porta.
    Nel complesso comunque non è una critica ma quest'anno ci mnacano dei punti he potevano farci comodo, perchè le prestazioni nel complesso sono state più che buone...


  29. Ex-Cridoni27 -
     04/12/2017 alle 12:09
    Coraggio ragazzi... serve CORAGGIO per fare la rubrica del NERO/AZZURRO...
    soprattutto quando bisogna inserire alcuni dei nostri nel NERO:


    Spinazzola - Perde 4 dei primi 5 palloni che gioca e non incide mai in fase offensiva.
    E' l'ombra del giocatore ammirato la scorsa stagione. Un rientro del tutto anonimo.
    Visto lo spirito con cui affronta le gare, Castagne e/o Gosens meriterebbero la maglia
    da titolare (meglio gente che dà l'anima.. piuttosto che svogliati in campo).
     


    • wigners_friend -
       04/12/2017 alle 12:28
      Quello che dici è vero, ma solo per quanto riguarda il primo tempo, in cui per altro han giocato male tutti. Nella ripresa ha fatto molto meglio, molte sgroppate, ha saltato l'uomo e ha avuto due occasioni, in particolare una doppia nel finale. Se poi ci mettiamo che per qualche ragione in queste ultime partite il Papu fraseggia meno con il cursore di sinistra (non solo quando c'è Castagne o Hateboer spostato a sinistra), facendolo risaltare meno, direi che la sufficienza la merita, senza nulla togliere all'affaire estivo (che ha fatto incacchiare tremendamente anche me, sia chiaro). In fondo, Caldara non si è comportato diversamente: primo tempo svagato, sciocchezza sull'angolo regalato che è costato il gol, in cui poi si è fatto pure uccellare da Nkoulu (con la collaborazione di Berisha in ritardo). Poi che il primo ad Agosto si sia comportato male e il secondo no è vero, ma ciò non dovrebbe influire sui giudizi tecnici.


    • pienamente d'accordo !
      Spina a Torino per Natale e che ci diano Laxalt .
       


      • Laxalt ha i piedi quadrati secondo me. E dietro lo infilano a destra e sinistra.


        • Come spinazzola, grosso modo 


          • Spinazzola infilato a dx e sinistra le prime partite dello scorso anno, poi si contano pochissimi errori (sgrat). Quanto a piedi: Spina è ambidestro e sicuramente tecnicamente molto più educato di Laxalt (unico giocatore che Preziosi non è riuscito a vendere l'anno scorso: chiediamoci perchè la Juve ha preso Rincon a gennaio e non ha insistito per avere Laxalt).
            Se poi Laxalt viene qui gratis o quasi ok, ma pagarlo caro non ha senso.
             


          • @ 72DP72 - 04/12/2017 alle 13:17: "Come spinazzola, grosso modo"
             
            Vero.
            Ma come Spinazzola l'anno scorso, NON come Spinazzola quest'anno.
             


  30. crazyhorse200 -
     04/12/2017 alle 11:44
    ogni tanto ci manca il "SACRO FUOCO" della passata stagione in campionato....ed uno Spina sui livello della passata stagione
    voglio vedere se x gennaio andra' alla Rubentus per far tribuna oppure rimarra con noi bello convinto.
     


    • Spinazzola ............sulle Mura!!


  31. AZZURRO: La prestazione stupenda di tutta la squadra (guidata da un grande Ilicic) nel secondo tempo.
     
    NERO: L'errata interpretazione nel primo tempo della fase di contenimento, e goal subito negli ultimi secondi del recupero, in maniera quanto meno ingenua.
     


  32. contemascetti -
     04/12/2017 alle 11:07
    Anche io concordo.
    Sulle palle inattive ci può anche stare di prendere gol, diciamo che rispetto all'anno scorso siamo deficitari sotto questo aspetto. Una menzione per Petagna....la palla data a Ilicic per il colpo di testa fuori di un soffio è da paura...un piccolo appunto a Caldara per la poca malizia (che non deve diventare simulazione perenne...vero Belotti ??) in occasione del corner che ha originato il loro gol. poteva indurre a fischiare fallo "sceneggiando" un pochino...cmq secondo tempo da grande squadra...peccato non riuscire a concretizzare la mole di lavoro che facciamo. ottimo punto su un campo difficile, comunque !


    • secondo me è spettacolare anche l'esterno sinistro di Petagna che mette Ilic davanti al portiere nel primo gol.
      una delle giocate più belle per rapidità e tecnica nell'esecuzione


    • Vero Caldara sul primo goal è stato poco furbo con Belotti..nel secondo tempo però l'ha randellato come pochi


  33. In sostanza concordo.
    Mi auguro che la partita contro il bue possa essere un volano di entusiasmo e convinzione per il campionato. Nel secondo tempo ho rivisto un'Atalanta assai simile a quella dello scorso anno. Abbiamo attaccato senza paura, con buone/ottime trame grazie al movimento di squadra unito alle giocate dei singoli (Cristante, Ilicic, Papu, Petagna in primis) e siamo stati in grado di non soffrire troppo nemmeno le ripartenze. La difesa, finché l'avversario manovra palla a terra tiene benissimo, purtroppo commettiamo spesso errori sui palloni alti, anche quando i cross arrivano da posizione arretrata. Su questo c'è da lavorare, perché concediamo agli avversari una soluzione facile con la quale metterci in difficoltà. Per il resto, nel secondo tempo solo buone indicazioni a livello di gioco e di atteggiamento.





Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.