02-03-2018 04:51 / 101 c.

Giocata in un ambiente gelido, è andata com'e' andata, da una parte brucia di meno perche' meno rocambolesca delle partite col Dortmund, dall'altra era pur sempre una semifinale che poteva portarci ad invadere Roma a maggio.

Ma si sa, la Juve è da tanto tempo la scimmia sulle nostre spalle, la consolazione è che adesso il timore reverenziale non sappiamo piu' cosa sia e se perdiamo è perche' ci manca ancora qualcosa, se non proprio un arbitro un po' piu' imparziale...

Comunque ecco i nostri spunti, e a voi i commenti

NERO

SFORTUNA O MANCANZA DELL'ISTINTO KILLER?
E' stato un po' il leit motiv delle ultime partite tra Coppa, Europa League e campionato quello di non aver sfruttato episodi a favore che pure ci son stati anche mercoledi', come ad esempio il palo del Papu

IL RIGORE
Dai piu' giudicato inesistente. Per nostra sfortuna si son trovati un ottimo difensore ancorche' giovanissimo come Mancini e una vecchia volpe dei campi di tutta Europa come Matuidi che in quella occasione ha insegnato al nostro il mestiere...


ILICIC UN PO' ASSENTE
Grandissimo protagonista delle ultime partite mercoledi' e' sembrato un po' assente. Si e' impegnato alla grande lo stesso ma forse lo sviluppo tattico della partita e il dover confrontarsi con la miglior difesa del campionato è stato un po' troppo. Forse era meglio Barrow? ai posteri...

GLI SCHEMI DEL GASP
Vogliamo metterlo nel "Nero" ma in effetti è una domanda: se cotanto spiegamento tattico, se il gran gioco imposto dal Gasp, stupendo per estetica e rendimento atletico, avesse qualche pecca in fase di realizzazione sommandosi alle carenze tecniche dei nostri giocatori nel reparto?

LA PUNTA
Ci serve da mesi, l'ha chiesta il Mister a gennaio, molti commentatori in Rete la auspicavano mesi fa e hanno visto ingrossarsi le loro fila giorno dopo giorno.
Ci serve una punta, ci serve come l'aria, magari non un 'mostro' (stile Tanque nei suoi primi anni con noi) ma qualcuno che abbia l'istinto del killer e che si sogni la porta notte e giorno, che magari fatichi a saltare l'uomo e a imparare gli schemi del Gasp, che pero' veda il gol come sua unica ragione di vita e che pensi a farlo in tutti i modi possibili, qualcosa del genere insomma...


L'ARBITRO FABBRI
Piu' che il rigore concesso (ha sorvolato comunque sul mani a Masiello quando all'andata avevamo usufruito di un rigore per lo stesso motivo) disturba l'eccessiva benevolenza verso Chiellini, autore di un fallo d'espulsione su Caldara e a cui Fabbri ha concesso 2 minuti di orologio, verso il '90, per allacciarsi le stringhe quando avrebbe dovuto obbligarlo a uscire dal campo

L'AMBIENTE ATALANTINO
Si legge tanto vittimismo in Rete e non è nelle nostre corde. Siamo coerenti: o smettiamo di farlo o smettiamo di criticare le altre tifoserie in casi analoghi.
E' vero, abbiamo avuto sfiga ultimamente, e tanta, ma alcune "sliding doors" sono state dovute a nostri errori e non c'e' da incolpare nessun altro, specie il Palazzo

 

AZZURRO

IL PRIMO TEMPO
Un possesso palla pazzesco in casa della Juve, chi l'avrebbe mai detto!. Vi ricordate in passato un'Atalanta simile? noi no.
Il retaggio dell'esperienza europea è una squadra matura e sfrontata che non ha paura di nessuno o quasi. Sfrontata e senza piu' alcun timore reverenziale, bella da vedere e invidiata da tanti per la preparazione tattica e atletica. Non fa che confermarsi


MANCINI
Rigore a parte ha colpito la personalita' e la decisione del ragazzo che qualcuno ha definito un "nuovo Montero in costruzione". Un ottimo acquisto per i prossimi anni e da quando è cascato nel tranello di Matuidi sul rigore, un tantino piu' esperto e meno avventato. Ma è giovane e si farà, anche piu' di quello che e' gia'

"IO PENSO POSITIVO"
Come diceva Jovanotti. Usciti a testa altissima dalle Coppe ci rituffiamo nel campionato senza piu' dover tirarci il collo come nelle ultime settimane. Siamo vivi, siamo gia' salvi, soprattutto siamo forti e non abbiamo piu' paura di nessuno.

di Staff




  1. nero: quello che c'è sulla maglia
    azzurro: quello che c'è sulla maglia
    volevo informare che in un anno siamo arrivati quarti in campionato, giocato alla grande in uefa e giunti in semifinale in coppa italia; forse vi risulta che la società avesse obiettivi diversamente alti?
    Se no, ditemelo, in modo che al cinema ci vada con spirito più esigente
    Non avremo, anzi non avranno, costruito un castello, ma oggettivamente è stato abbellito, ricostruito e rimodernato un grande cascinale; da li si riparte sapendo di avere spazi di miglioramento prima di raggiungere Bayern e Barca



  2. Vedo che molti invocano il carattere di doni in campo. Con lui e zampagna gli avversari facevano poco i galletti vero, ma solo io mi ricordo le critiche verso doni per i tanti gialli che prendeva? Mi ricordo benissimo che tanti lo elogiavano per le prestazioni, ma condannavano le sue continue proteste. E doni ci mancava per 5/6 partite l'anno (perché prendeva almeno un rosso che gli costava 3 giornate) mentre Gomez ci costa al massimo 1 giornata di squalifica. Gomez ha un carattere più tranquillo, ma non dimentichiamoci che lo scorso anno è stato la guida della squadra che con la sua simpatia è stato capace di fare gruppo e creare un gruppo coeso che ci ha condotto ad una stagione memorabile. Infatti Gasperini e la squadra in toto lo hanno eletto capitano perché esempio carismatico in un gruppo di giovani


    • Nn sono tenero con chi ci ha tradito.
      Ma i meriti vanno riconosciuti così come le pecche.
      E Voisapetechi .....,ci teneva alla Dea e lo dimostrava anche con gli arbitri.
      ( SORRY, NN CE LA FACCIO ANCORA A CHIANARLO COL SUO COGNOME, col tempo, forse....


      • Che doni ci tenesse alla dea sono d'accordo, anche se quello che ha fatto dopo gravissimo.
        Il mio discorso è che quando giocava prendeva un giallo ogni giornata per proteste,e da molti(non da tutti) la cosa veniva criticata...oggi pare invece che serva uno che protesti alla doni...ho tenuto solo a precisare questa cosa.


        • Far VALERE LE PROPRIE RAGIONI è  differente dal Protestare. Assai differente


    • Forse la Curia tramite il suo giornale lo condannava, io non l'ho mai fatto.
       Ho rispolverato il nome di Doni semplicemente a dire che spesso vedo che noi in campo non ci facciamo proprio valere, quando al contrario noto che altri lo fanno eccome.
      E non solo i rubentini che godono di immunità, ma quasi tutti a quei livelli.
      Ricordo a Milano contro gli zozzoneri che dopo quel pò pò di fallo di Kalinic su Toloi addirittura alcuni di loro ebbero il coraggio di protestare perchè era stato fischiato il fallo!!! E senza neppure il giallo...
      Vattelo a rivedere.
      Noi sembriamo dei cucù alle volte.


      • Si ma anche se ci fosse un doni, mica avrebbero preso decisioni differenti. Oggi c'è il var, se anche con la moviola non cambiano decisione, non c'è doni che tenga. 
        Comunque non mi riferisco a te, mi ricordo solo che subiva parecchie critiche per il suo carattere e per i tanti gialli che prendeva.  


  3. qualcuno rimpiange Paloschi, io mi chiedo invece se l'errore non sia stato fatto nella gestione di Pinilla: è vero, aveva un carattere pessimo, ma ragazzi se vedeva la porta, anche di spalle! il dubbio che se getito meglio avrebbe potuto fare i suoi 15 goal mi resta...


    • Pinilla praticamente ci ha salvati nel primo anno di Reja, poi però le sue prestazioni erano peggiorate. E in effetti tra ammonizioni ed espulsioni, non aveva un carattere facile. Col mister non si è mai capito fino in fondo, e comunque ora ha 34 anni...


      • Aggiungo, con noi in campionato ha fatto 13 gol in 19 presenze totali. 15 goal a campionato non li ha mai fatti in carriera.


        • Scusa, ovviamente le presenze erano 39 e non 19


    • Praticamente avevamo quattro punte, ne abbiamo vendute tre. Fantastico. Quella rimasta, Petagna, (punta per modo di dire...) si è persa nei meandri della sua mente. Insomma, il suicidio perfetto. Che follia... 
      Speriamo di qualificarci per l'Europa ma, onestamente, la vedo un po' dura. Giochiamo in maniera troppo macchinosa, prevedibile. Troppa energia sprecata inutilmente. Meravigliosi fino ai 16 metri poi... "capriole di fumo" come direbbe l'immenso Ungaretti. Samp e Milan sono molto più pragmatiche.
      Mi piacerebbe molto che il Gasp proponesse Barrow e Cornelius fissi (ma fissi davvero e serviti come si deve!). Magari potrebbe essere una sorpresa per tutti. 
      L'anno prossimo la parola d'ordine deve essere solo una: concretezza. Meno applausi, più reti sfondate con il sangue agli occhi.






    • Penso che siaml tutti d'accordo. Pinilla è quel giocatore capace di fare innamorare tutti. Però con Gasperini aveva già mezzo litigato a Genova, quindi era normale che anche qui a bergamo non èntrasse in sintonia con il mister. Ed aggiungo, peccato


    • io rimpiango borriello invece, che se piazzavano il pinilla prima sarebbe stato confermato (parole del tone) o non cedevano alla tentazione elettorale paloschiana
      sliding doors


  4. Stavolta l'analisi e' SEMPLICE (nn semplicistica)
    Tra Andata e ritorno gettate alle aortiche DUE occasioni GRANDIOSE di segnare all difesa ppiu' forte.
    Se sbagli.....allora paghi!
    OCCASIONE STORICA ( la seconda in sei giorni!!) GETTATA ALLE ORTICHE!!
    LE scuse stanno a ZERO


  5. NERO: arbitro che non ha applicato il regolamento del gioco del calcio: l'entrata di chiellini puoi' guardarla da 10 parti diverse e pure al VAR e' da rosso tutta la vita: volontaria, a piede teso, senza pallone.
    Questa mancata espulsione al 15o del primo tempo ha condizionato tutta la partita quindi rigori, pali e tutto il resto l'e' roba che la 'ansa!
    AZZURRO: abbiamo giocato un primo tempo splendido malgrado alcuni fossero sottotono (Ilicic e Papu). Possesso di palla e belle azioni contro la Juve in casa sua non e' mai riuscito a farlo nessuno.
    Spero solo che la doppia eliminazione non si ripercuota sul morale della squadra... domenica sapremo se potremo continuare a sperare in un posto in Europa anche per il prossimo anno o meno. 


  6. Staff, La Punta? con l'istinto di killer?...ce l'avevamo, Paloschi, peccato non aver insistito su di lui, dopo aver investito (la società non io)parecchio.. ...peccato, 60 gol in A lui li ha fatti ed è ancora giovane ,peccato sia antipatico a molti.


    • cazzate. Paloschi non sta antipatico a nessuno,  ha fatto un campionato intero praticamente ignorato e non ha mai fatto mezza polemica, tanto che anche il Gasp ne parla come di una persona correttissima nonostante tutto.
      Al di la della stupenda Atalanta che il Gasp ci ha costruito, rimane il rammarico di non avero potuto sfruttare le risorse di un ragazzo che ha certamente dimostrato abbondantemente di poter arrivare sempre in doppia cifra.
      ha avuto sfighissima, arrivato nella squadra più bella del West nel momento sbagliatissimo


      • non sta antipatico a nessuno?.....solo io ricordo i messaggi contro di lui nel momentro della trattativa del suo acquisto....


      • SergiodeBrusa -
         02/03/2018 alle 19:35
        I tifosi spallini comunque sono contenti di lui.
        Un po' meno di kurtic,  anche se Semplici li fa giocare trequartista puro dietro una sola punta. Un ruolo che secondo me non è nelle sue corde 


        • E speriamo che se lo tengano Sergio. 


          • SergiodeBrusa -
             02/03/2018 alle 21:11
              Oscar,  se non sbaglio il riscatto è legato alla permanenza della spal nella massima serie,  quindi dobbiamo tifare x biancazzurri di Ferrara 


            • ....io spero non si salvi allora...


              • guarda che anche se tornasse da noi, non pensare che il Gasp lo faccia giocare per acclamazione....
                 
                Il Maestro è un testone di prima grandezza, quando al se fisa ciao.....


    • beh ma bisogna dire che le occasioni che ha avuto per mettersi in mostra le ha bruciate malamente fallendo goal facilissimi e pure un rigore.... in ogni caso una punta del genere non trovera' mai spazion nelle squadre del Gasp, e' risaputo.


    • Mi chiedo a chi possa stare antipatico Paloschi, che nell'anno qui da noi pur non facendo bene si è sempre comportato bene. Il problema è che le sue caratteristiche non collimano con il gioco di Gasperini. Infatti penso che molte punte da molti invocate, con Gasperini farebbero fatica
       Quindi mi auguro che la prossima estate l'attaccante venga scelto direttamente dal mister.


      • durante la trattativa di acquisto ricordo messaggi di persone che non lo volevano dopo il famoso rigore in chivo-atalanta...


        • Io ero uno di quelli incazzati per quel fatto. Ma appena firmo massimo sostegno per lui. Ora non vorrei pensare che ci sia qualcuno che lo consideri antipatico per quell'episodio del rigore. C'è anche da dire che al.chievo insegnano a fare così, simulare, provocare ecc


    • lodailaria@gmail.com -
       02/03/2018 alle 18:50
      vero...purtroppo..


  7. l'episodio di Chiellini con la scarpa è stato bruttissimo , perchè è stato perso tanto tempo che ci spettava e non è stato recuperato .. viceversa non credo ci scappasse il rosso per la dinamica dell'azione e anche per la fase iniziale della partita ; lì è stata giusta la ammonizione .
    onestamente non avevo molto riflettuto sulle possibilità del capitano e invece mi trovo a concordare : sicuramente meglio qualcun altro che si più rivendicativo e sindacalizzato
    Ilicic non è "poco" mancato, è mancato tanto .. ne abbiamo avuti 7 che hanno fatto una buonissima partita e 4-5 che invece sono andati così così ..e così contro i Gobbi a casa loro non ce la potevi fare così, anche se erano assai malconci .. si è deciso tutto nei primi 20 minuti : hanno dato il massimo in quel momento ma non è bastato .. uno dei motivi lo propone lo Staff, ed è che non si va quasi mai alla conclusione .. nel primo tempo diverse volte c'era lo spazio per tirare da discrete posizioni ma non si è mai fatto , si cerca sempre un'altro passggio e così l'azione sfuma .. è l'aspetto principale dove la squaadra avrebbe margini di miglioramento


    • Dai...quello di Chiellini era rossissimo


    • wigners_friend -
       02/03/2018 alle 17:33
      Boh, per me era rosso a Freuler contro la Spal e rosso quello di Chiellini. E, ancor di più, quello a Kalinic (fallo cattivo e senza attenuanti, Chiellini se non altro ha tenuto bassa la gamba, il croato sembrava quasi voler fare male a Toloi).


    • Noin sono molto d'accordo con la questione del "non" rosso a chiellini.
      Dipende dall'angolatura con cui si considera il gesto.
      Se lo consideriamo dalla medesima angolatura da cui è stato dato il rosso a Freuler con la spal, allora non è rosso bensi "doppiamente rosso". Freuler è rimasto in piedi ed ha cercato di "attutire" il colpo quasi levando la gamba. Chiellini era in scivolata frontale, cosa che non avrebbe permesso alcun tipo di azione alleggeritoria del gesto. Che Caldara non abbia subito una grave (gravissima9 lesione è stato dovuto solo alla buona sorte, che il giocatore della spal non abbia subito lesioni è stato dovuto alla non estrema pericolosità del gesto di Remo e dal suo conseguente tentativo di ritirare la gamba.


      • Concordo con Paramo.
        Se ti lanci in corsa in avanti a quel modo, con la gamba tesa e il piede a martello c'è solo da augurarsi che l'avversario abbia la presenza e velocità di sollevare il piede da terra altrimenti il 'besottone' ti fracassa la caviglia.
        Poi certamente sarebbe andato in ospedale a dirgli che non l'aveva fatto per fargli male ma era un 'contasto di gioco'...



  8. @Staff
    Occhio che al paragrafo "La punta" avete delineato l'identikit di Paloschi, che già abbiamo constatato non adatto agli schemi del Gasp.
    Ci vuole ben altro, purtroppo...


    • sarà anche scarso ma lui 60 gol in serie A li ha fatti ...ed è ancora giovane....poi se è antipatico a qualcuno quello è un altro discorso 
       


      • era in risposta a Oscar 1962


        • Infatti @Romy ho ben specificato che è parere mio. E non è antipatia ma semplicemente non mi è mai piaciuto.
          La sessantina di gol vanno divisi negli anni in cui gioca, tanto è vero che è andato solo una volta in doppia cifra, e se permetti io credo proprio NON sia un giocatore da contratto di cinque anni a 1,2 Milioni a stagione.
          A quelle cifre suppongo si possa trovare di meglio.


    • Parere mio Paloschi non è una punta, è scarso. Punto. 





  9. Pazzoperladea -
     02/03/2018 alle 13:01
    NERO: lo ribadisco: non tiriamo mai o quasi da fuori; capisco che non sia la prerogativa del nostro gioco, ma pretendere di arrivare in porta col pallone con la difesa della Juve poi...
    Ps: non sono d'accordo che manca una punta (non l'avevamo nemmeno la passata stagione); quello che ci manca rispetto all'anno scorso sono il miglior Papu e gli inserimenti dei terzini che non attaccano la profondità (perchè non hanno le caratteristiche giuste)


    • 1 terzino che aveva davanti kurtic nn ilicic
      Fa differenza


  10. Troppo sintetico nn si comprende
    Espanda espanda


  11. Ho notato da tempo una cosa che credo vada messa nella mancanza di esperienza, o cattiveria in campo nei momenti topici.
    Mi spiego: in una semifinale in quello stadio contro un avversario simile e con un arbitro leggerino che hanno mandato apposta per fare esperienza, che tanto da una parte c'è lo sparring partner, su un intervento come quello di Chiellini ( e anche il manrovescio di Mandzuckic che vedo che tutti dimenticano) DEVI circondare l'arbitro tirando in piedi un casino della madonna!
    In Italia è così che funziona, gli devi mettere pressione e far capire che un intervento così pericoloso può far scatenare una mezza rissa.
    Ci vuole bastardaggine contro i bastardi altrimenti quelli ti mangiano sempre.
    Non è questione di sportività, è questione di avere ciò che ti spetta.
    In certe partite mi manca la presenza di spirito di Doni, come dopo la sceneggiata di Mertens e pulcinella assortiti sotto la curva.
    Smettiamola per piacere di fare gli agnellini e ricordiamo come ha sminato il Papu un Quagliarella all'andata.


    • concordo.
      con Voisapetechi e Zampa il poverello lo sbranavano.
      nn e' sportivo, ma in Itaglia funziona cosi'


    • concordo su tutta linea oscar
      manca di brutto lo spirito di Doni.
      sotto questo punto di vista credo che siamo la squadra più "pecorella" dell'intera serie A
      A volte un bel paio di madonne assestate dal capitano all'arbitro possono cambiare il corso di una gara...
      qui non si vede mai un cazzo, se non pacche sulle spalle e lingue in bocca a fine partita


    • Assolutamente d'accordo. Certe volte davvero tropo buoni.


      • Metto il carico.
        Chi era presente alla partita con la fiorfentina avrà notato una cosa molto singolare.
         
        Dopo il loro gol, la viola ha smesso di giocare (non che lo facesse prima) continuando a perdere tempo, a buttarsi a terra a richiamare l'arbitro a mettersi sulla palla ad ogni punizione nostra.
         
        Solo alcune volte Masiello si è avvicinato all'arbitro per rimostrare qualcosa.
        Il nostro capitano era sempre lontano da quel fulcro.
        Quando Sportiello e company perdevano tempo e il pubblico fischiava, solo Remo ha qualche volta allargato le braccia in segno di disappunto. 
        Quando il capitano era Doni, l'arbitro era costretto a fare qualcosa, fosse anche l'ammonire Doni stesso, ma faceva qualcosa.


        • È da tanto tempo che volevo toccare questo argomento ma avevo paura che qualcuno lo leggesse come un attacco al Papu..... (lungi da me, anzi lunga vita al Papu!).
          Gli esempi sarebbero innumerevoli ma per brevità mi viene in mente a Reggio con il Lione quando l'arbitro russo ha permesso ai francesi di picchiare come fabbri e il Papu non ha mai detto beh....., oppure dopo l'entrata Killer di kalinic a San Siro.... 
          Anche con il Dortmund a Reggio la clamorosa mancata ammonizione dopo pochi minuti per la trattenuta a Ilicic lanciato in contropiede, lo vedevano passeggiare tranquillamente ai bordi dell'area. La stessa identica scena mi ha fatto imbestialire l'altra sera quando dopo l'entrata folle di Chiellini gridavo "Ma vai a protestare!!!"  e lui invece se ne stava tranquillo a 30 metri di distanza......
          Insomma, ho l'impressione che non abbia ben capito che la fascia di capitano non è solo un giusto riconoscimento, ma ha anche un valore istituzionale e lo delega a parlare con l'arbitro... cosa che non gli ho mai visto fare, e questa secondo me è una mancanza a livello di squadra.


          • Jerry Garcia -
             02/03/2018 alle 14:34
            tra le tante ancora mi sovviene Chiellini che si prende gioco di tutti noi impiegandoci mezz'ora per mettersi una scarpa con tanto di preliminari a slegarla, rilegarla, lucidarla...
            e noi zitti ad aspettare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
            assurdo, non uno che è andato a dirgli di farlo uscire come dice il regolamento...addirittura erano sbigottiti quelli della rai, fate un pò voi..
             


          • Jerry Garcia -
             02/03/2018 alle 14:28
            la penso come te e credo lo pensino in tanti
            il capitano deve far rispettare la squadra in campo e dare l'esempio
            sempre bello cattivo e attento agli atteggiamenti dell'arbitro nell'economia dell'intera partita
            sotto questo profilo Gomez è veramente fuori ruolo
            vedo molto bene un Marten o un Remo come mio capitano
             


          • anche io penso che Il mitico gomez(sempre sia lodato) non sia caratterialmente adatto per il ruolo di capitano...
            anche de roon sarebbe un buon candidato x esserlo


          • Occhio,
            hai firmato la tua condanna a morte.


  12. ROMAGNANEROBLU -
     02/03/2018 alle 11:27
    Nero Contro squadre con budget stellari la buona sorte deve darti una mano cosa non accaduta purtroppo Azzurro Mister che con la tattica è riuscito a sopperire al gap qualitativo e ci ha tenuto in corsa in tutte le competizioni 


  13. il mestiere che insegna matuidi è un mestiere che spero sparisca dai campi di calcio...i simulatori devono venir puniti anche il giorno dopo


  14. AZZURRO: Partita giocata in modo intelligente dalla squadra che ha cercato l'occasione per il vantaggio senza concedere troppo alle ripartenze avversarie.
    La squadra è scesa in campo per giocarsela consapevole della forza dell'avversario.
    Era una semifinale e i ragazzi hanno tenuto testa con dignità ad avversari molto più esperti e abituati ad incontri al vertice.  Un esperienza importante per il futuro.
    NERO: Non essere riusciti a trovare il vantaggio così come all'andata l'aver sprecato qualche occasione per fare gol.
     



  15. a me sembra che quando comandiamo il gioco siamo lenti e prevedibili, il fraseggio diventa sterile non avendo degli stoccatori da fuori area e non avendo un centravanti che inventa il goal ( difficile da trovare a basso prezzo), quindi bisogna affidarci ai nostri giocatori di maggior classe ma uno non è quello dell'anno scorso e l'altro va a corrente alternata e quando sono così tendono anche loro a rallentare il gioco con virtuosismi fini a se stessi


  16. crazyhorse200 -
     02/03/2018 alle 10:32
    e' smepre cosi'. l'ultima steep per passare da squadra molto buona ad una squadra Top e' la presenza o meno di un grande centravanti
    da 18/20 Gol per stagione.
    ma e' anche il tassello piu' difficile da beccare, perche' gli attacanti cosi costano molto , oppure si scommette come con Cornelius
    per la prossima stagione servira un attaccante forte forte , sperando che la Spal si salvi e ci dia i 5 milioni per Paloschi piu i 4,5 per Kurtic piu la viola ci paghi Sportiello diciamo 4 Milioni con super sconto invece che dei 5,5 pattuiti ? esempio.
    Fanno un tesoretto di 13,5 milioni freschi freschi senza contare gli altri 13 fatti dall'Europa League
    e senza vendere nessuno (Cristante ?) e considerare i soldi in arrivo da 20 kessie, 10 gagliardini,10 caldara,10 bastoni.
    Con 13,5 milioni di prendi un centravanti con i contro fiocchi.
     


  17. Andreaneroblu -
     02/03/2018 alle 9:59
    Commento Papimisci delle 5,26.
    Non possiamo sempre fare riferimento e confronti con l'Atalanta di Colantuono. Questa è un'altra Atalanta a cui bisogna chiedere ben altro rispetto a quelle allenate da Colantuono. Altrimenti nemmeno noi tifosi cresciamo mai.


  18. Andreaneroblu -
     02/03/2018 alle 9:54
    Questa eliminazione è sostanzialmente meritata. La Juventus - nell'arco delle due partite - si è dimostrata più forte ed ha dimostrato di essere di una categoria superiore a noi. Altro discorso è la bruciante eleiminazione dall'Europa League dove siamo stati eliminati da una squadra (non di molto) inferiore a noi e a cui abbiamo regalato la qualificazione. Andate a rivedervi le due partite e l'analisi non può essere che questa. La Juventus è di un altro pianeta, il Dortmund decisamente no!! Non confondiamo le due eliminazioni, con la solita precondizione d'analisi secondo la quale l'Atalanta è, a prescindere, una cenerentola imbucatasi a una festa di gala. La Juventus è la Juventus (pur nella infinita antipatia). Ma l'antipatia non svolge alcun ragionamento. Il Dortmund, invece, ringrazia - da miracolata - ancora adesso i nostri regali con il cadeau di una gita a Salisburgo con vista sui Quarti. L'Atalanta sarebbe diventata una delle favorite per la vittoria finale. Ho una rabbia in corpo che solo una vittoria netta con la Sampdoria (c'è da ribaltare l'1 -3 dell'andata in funzione degli scontri diretti..) me la può togliere. Anche la rabbia, però, non svolge alcun ragionamento. Ora serve freddezza, compattezza e assoluta vicinanza alla squadra. Alè Papu!! 


    • Scusa se mi permetto, ma il fatto che a tuo parere (sacrosanto e legittimo) il Borussia sia al nostro livello o inferiore a noi non implica il fatto che sia OGGETTIVAMENTE cosi'.
      Ognuno la vede a modo suo e le opinioni sono tutte legittime, ma sono opinioni e non fatti oggettivi. Come invece il fatto che il Borussia ha un blasone e una storia di vittorie ben maggiore della nostra, oltre che una potenza economica ben piu' importante.


      • Andreaneroblu -
         02/03/2018 alle 11:29
        Io parlo degli 11 contro 11 nell'arco delle due partite e dei  due volumi di gioco espressi. E' su quello che fondo la mia tesi. Il Dortmund non ci è complessivamente superiore. Anzi, senza regali l'avremmo già eliminata a casa loro nel secondo tempo quando - era visibile a occhio nudo - erano sull'orlo della capitolazione. Passeggiavano smarriti per il campo. Poi, purtroppo, l'ottimo Toloi li ha tolti dalla sala rianimazione.. e al ritorno idem con patate. Se confrontiamo bilanci e blasone sono d'accordo con te. Quelli in campo non ci vanno e i dati tecnico-tattici hanno detto un'altra cosa. Siamo stati la loro Lourdes..


        • E' vero, blasone e storia non vanno in campo. Ma l'esperienza e l'abitudine a giocare partite da dentro/fuori si', e noi oggettivamente ne abbiamo poca.
          Riguardo alla rosa, noi non abbiamo nessun campione del mondo in carica (loro ne hanno 3, cioe' Goetze, Schurrle e Reus) ne' alcun giocatore da 50 milioni di euro (Batshuayi).
          In ogni caso, e' sicuramente vero che complessivamente siamo stati al loro livello e che la qualificazione e' stata decisa dagli episodi (negativi per loro, positivi per noi).


        • SergiodeBrusa -
           02/03/2018 alle 13:25
          Anche il Napoli ha perso con noi in coppa Italia,  ma non significa che siamo superiori .
          Il Borussia è nettamente più forte nei valori tecnici dei singoli,  poi che sul campo come gioco di squadra abbiamo dimostrato di poterli eliminare non può cambiare la valutazione tecnica della  squadra tedesca inferiore in Germania al solo Bayern 


          • Andreaneroblu -
             02/03/2018 alle 13:46
            Infatti non mi sono permesso di dire che il Napoli è inferiore a noi. E' il Dortmund che è inferiore a noi. E il fatto che in Germania siano secondi al Bayern non cambia di una virgola. Sono leggermente superiori a noi nel potenziale offensivo (ricordiamoci che Ilicic e Gomez sono comunque tanta roba..), ma dai due centrali di centrocampo andando alla difesa sono ben inferiori a noi. Soprattutto i quattro difensori. Li analizziamo. Papastatopoulous sarebbe titolare, forse, nella Fiorentina. Il polacco di destra, Toprack e l'inguardabile Toljan sarebbero titolari nel Chievo o giù di lì. Nessuno di questi quattro (anche se noi giochiamo a tre) li preferirei a Palomino, Toloi, Caldara e Masiello. Ma le due partite le abbiamo viste bene? Questi, nel girone di Champions, hanno pareggiato due volte con l'Apoel di Nicosia.. Non centrano un accidenti con Bayern, Napoli e Juventus e - con rispetto parlando - sono pure (di poco, ma la distanza c'è) inferiori a noi. Sono passati perchè gli abbiamo concesso regali pazzeschi. Quella è la nostra colpa, non la forza del Dortmund. E se adesso questi vanno in finale, ricordiamocene dell'occasione grandiosa che abbiamo buttato via!!!  


            • Il Borussia che abbiamo incontrato noi non era quello di due mesi prima che faticava in coppa e in campionato.
              Ha cambiato allenatore, ha allontanato la mela marcia ed ha recuperato due fuoriclasse che prima erano infortunati.
              Non puoi paragonare il Borussia di prima di Natale a quello incontrato da noi.
               
              E' come se noi avessimo incontrato con Sportiello (inteso quello che faceva schifo perchè voleva andare via) e senza ilicic, remo e papu contro il sassuolo e dicessimo che sassulo e atalanta si equivalgono. 


              • Andreaneroblu -
                 02/03/2018 alle 18:00
                Infatti io parlo del Borussia incontrato da noi due volte a febbraio.


            • SergiodeBrusa -
               02/03/2018 alle 16:41
              Appunto se dovessero andare in finale contraddirebberol e tue teorie . Comunque giocatori come Goetze Reus Shurrrle (campioni del mondo)Pulisic sahin Aubameyang prima e Batshuayi dopo jarmolenko Kawaga schmelzer noi non possiamo certo permetterceli.
              E se è vero che in difesa non sono all altezza è altrettanto vero che dalla metà campo in su valgono Napoli e Juventus. 
              Oltretutto non mi pare che il calcio italiano sia superiore a quello tedesco per non parlare dello spagnolo o inglese 
              Vedremo cosa faranno Juve Roma Milan e Lazio quest anno,ma a quando risale l ultima coppa europea vinta?2010? 
              Allora è meglio che la smettiamo di considerarci più bravi degli altri,  soprattutto dopo una eliminazione dai mondiali 
               


              • Andreaneroblu -
                 02/03/2018 alle 18:02
                Infatti ritengo che noi saremmo stati favoriti almeno per l'accesso in finale e - visto il campo dei partecipanti - ce la saremmo anche giocata..



                • Su questo concordo in pieno grandissimo rammarco........


        • negli 11 che andavano in campo loro avevano gente internazionale,che ha vinto campionati,coppe,mondiali,europei e ha giocato decine e decine di sfide a eliminazione diretta...
          di tutti i nostri quelli con un esperienza vagamente (sottolineo VAGAMENTE) paragonabile erano Berisha e Ilicic
           
          poi ragioniamo pure quanto ci pare


        • secondo me il BVB ci è superiore e di molto nei singoli(reus,bacciuai,gotze,schurle,weigl,shain ecc), forse solo in difesa siamo più forti.... con questo voglio dire che i nostri(sfiga a parte)hanno fatto 2 partite della madonna... questo ovviamente è solo un opinione


  19. Sono veramente sfnito da questa storia della punta...
    ...e si continua a menarla.
     
    ...allora faccio una domanda a tutti.
     
    Se avessimo in roswa "la Punta" (metteteci il nome che volete (Cutrone, Pavoletti, Zapata, Milic, Pippo inzaghi, Zampagna), chi sarebbe stato fuori?
    Papu? A leggere da altri articoli, guiai a toccarlo!
    Ilicic? Il vero (forse unico) furiclasse che abbiamo in rosa.
    Cristante? Visto quanto da due anni mostrato dal gasp, nel suo "trio d'attacco" c'è sempre un "centrocampista avanzato" (Kurtic, Cristante, mercoledì ha provato anche Rizzo).
     
    E non venite a dire che avrebbe fatto la staffetta, perchè una punta di "calibro" non la prendi per fare la staffetta.


    • Erminio ottone -
       02/03/2018 alle 15:14
      Una domanda paramo, ma tu hai la spina dorsale ?


      • Erminio ottone -
         02/03/2018 alle 15:28
        oppure se sei il maggiordomo dei percassi diccelo pure, mi immagino già quando lo porti in giro per Bergamo, 
        percassi: paramo avrei voglia di qualcosa di buono 
        paramo: schiaccia il pulsante e fa uscire i suoi Ferrero rocher. Facci sapere se si commuove anche lì grazie 


    • Semplicemente cristante potrebbe giocare nel suo ruolo, ruotando con freuler e de roon senza farli morire.
      E davanti papu ilicic e la punta.
      Senza considerare che ilicic comunque non è un giocatore da 90 minuti, tanto meno ogni 3 giorni.
      Quindi non mi sembra assolutamente una cosa complicata


    • Giusto nn serve...mai setvita la punta nel calcio
      E se il prox anno i 3 da te menzionati restano...nn serve la punta
      Al peggio se parte il piu gettonato cristante...si compra un altro cristante....nn serve punta
      La noia e' una cosa strana...
      La si puo incontrare sia sul serve una punta che sul nn serve una punta


    • ROMAGNANEROBLU -
       02/03/2018 alle 11:23
      Quindi Paramo vuoi dirci che la Società vorrebbe investire in una punta da 20 goal,ma avendo Papu e Ilicic e non potendo ruotarli è costretta a prendere prospetti magari futuri ma non certezze x il presente 


  20. il killer instict c'è..è danese e si chiama Cornelius, certo è che se in area arrivano 1 (forse 2 cross) in partita e se il nostro gioco sulle fasce spesso piacevola ma tutt'altro che rapido (a volte anche per stato di forma degli interpreti) non porta a mettere palloni in area questo giocatore diventa inutile.
    Abbiamo 2 giocatori che calamitano quasi tutti i palloni, giocando spesso sul breve e tirando poi pochissimo da fuori (cosa che m ifà imbestialire) dovremmo snaturarli oppure in certe partite cambiare assetto. Resto dell'idea che quest'anno si è osato poco sul cambio modulo/giocatori forse anche perchè ogni partita era molto importante..
    Nel complesso abbiamo fatto grandi cose ma possiamo migliorare
    Io la vedo così..
    Free to be


  21. allargo il discorso anche all'e.l.
    x me 
    75% sfyga, destino, o come cazzo si chiama
    25% nostre mancanze o istinti del killer come si chiamano adesso.
    di certo "on the rocks" ho il porcone libero da 8 giorni ormai


  22. Nel complesso l'eliminazione dalla coppa è stata meritata, la Juve da grande squara è venuta a Bergamo, ha pigiato l'acceleratore, fatto gol e poi, pur con qualche rischio ha amministrato. Il ritorno è segnato però da un'espulsione non data, direi clamorosa, non mi attaccherei all'episodio del rigore, la VER se vuole migliorare DEVE togliere il potere decisionale all'arbitro, deve rendere le situazioni chiare, braccio largo in area? RIGORE...chiuso il discorso, la discrezionalità serve solo per mescolare nel torbido. Quindi la Juve ha usufruito di un rigore fasullo, ma non ne hanno dato uno prima per me da dare. Detto questo, la sequenza temporale arbitrale è regista perfetto, non espulsione a Chiellini, rigore non dato alla Juve a mo di compensazione, rigore inesistente regalato per chiudere la pratica, nessuno degli addetti ai lavori così parlerà dell'espulsione...da brividi, meglio di Hitchcock!
     
    Ma veniamo alle considerazione variotinte...
     
    Sfortuna o mancanza di istinto Killer? Mancanza...non so di cosa ma c'è mancanza, e non si è visto solo in questa partita, difetto acclarato che ci portiamo appresso da inizio stagione, lo sapevamo già, abbiamo solo scoperto l'acqua calda.
    Rigore...già detto
     
    Ilicic mancante...discontinuo? NO, solo lui discontinuo? Ma veramente si può pensare che solo lui debba fare prestazioni monstre e toglierci le castagne dal fuoco? 
     
    Schemi del Gasp...God save The Gasp  l'allenatore da gioco, insegna calcio, ma lavora con il materiale che ha, ne ha di ottimo, ma i ricambi a centrocampo e in attacco non sono all'altezza, questo fa si che giochino sempre gli stessi interpreti. Lui il suo dovere lo esaudisce abbondantemente...
     
    La punta...stendiamo un velo pietoso
     
     
    L'arbitro Fabbri...e ci meravigliamo? Ma sono cose che EVIDENTEMENTE stanno bene a tutte le medio piccole, che di fatto non fanno NULLA per cambiare la situazione. 
     
     
    L'ambiente Atalantino, lo dico da sempre, non siamo ne migliori ne peggiori di altre tifoserie, abbiamo gli stessi pregi e gli stessi difetti, il tifo poi cambia in meglio o in peggio con le ambizioni differenti. Ogni tifoso, di qualsiasi squadra, pensa di essere meglio, ed orgoglioso di essere tale. Illusioni di gruppo..
     
    Azzurro.
     
    Ci metto tantissimo nell'azzurro, squadra che tiene testa alle grandi anche se manca di qualcosa ancora per diventarlo, la domanda sorge spontanea, visto il passo non fatto questa stagione, parliamo di un piccolo passo, ovvero risolvere le lacune chieste dal mister, ma la società, vuole diventare grande? Sarebbe bastato poco e con i medesimi risultati per non avere rimpianti, invece i rimpianti ci sono.
     
    Non sono pessimista di natura, ma nemmeno ottimista, sono da sempre realista, non mi gaso prima per quel che sarà e sicuramente non faccio nemmeno l'opposto. Come sempre dirò ciò che vedo, la società comunque, rispetto all'arrivo di Percassi è cresciuta molto, bisogna dargliene atto, il fatto è che SEMBRA, non abbia lo spirito, le ambizioni e la voglia del nostro allenatore.


    • SergiodeBrusa -
       02/03/2018 alle 18:56
      Ciao thai, ti ho messo un mi piace per la pazienza che hai avuto a scrivere il sermone,  sempre lucido e con dovizia di particolari le tue disamine. Certo se lo staff decidesse di tassare i post che superano un certo numero di caratteri tu saresti in rosso con un ipoteca sulla casa 


    • THAITANIC ma prima lo scrivi in brutta copia come i temi a scuola e poi lo ricoprì in bella...dì la verità


    • Concordo pienamente con thai: come fosse antani, nell'azzurro hai dimenticato la terapia tapioca con scappellamento a sinistra. Nel nero ,l'assessore ai fuochi fatui! Ti sei scordato, però, di blindare la supercazzola nel grigio in quanto nel celestino rosapallido si è sbomballato il rinforzino al ferupasto 


    • Thai, ambizione della società VS ambizioni dell'allenatore.
      e' sotto gli occhi di tutti l'immobilismo di marcato della società a gennaio
      e' sotto gli ochhi di tutti che la società è refrattaria a spendere (tanto)
      Posso capire l'animo ma forse quest'anno un piccolo rischio andava preso.
       
      comunque il Tone e soci non vogliono avere, a torto o a ragione, la mano che hanno Cairo o Ferrero quando decidono di ocmperare qualche giocatore già parzailmente affermato.
      considerato che se non spendi tanto (almeno 15 milioni) di giocaotri forti non ne arrivano, se approvi la spesa rischi di metterti nlle seguenti condizioni:
      - cominci ad aumentare a standard le uscite di mercato
      - cominci ad aumentare il monte ingaggi (tutti poco alla volta vengono a tirarti la cinghia della borsa)
      - di colpo aumenti sensibilmente il costo del personale
      - ma non è detto che questo sia sufficiente a fare il salto di qualità.
      Piaccia o no queste sembrano le leve con cui i muovono oggi in ambito soietario.
       
      Anche se, quest'anno, visti gli impegni uno strappetto alla regola potevano farlo.


      • Concordo eh, proprio quest'anno uno strappetto lo si potrva fare, non lo si è fatto, ecco perché mi rimarrà sempre il dubbio che la stagione poteva essere migliore colmando le lacune.



  23. Non sopporto da sempre di giocare senza punta però non è con una "punta vera" che si risolvono le cose, a mio parere. Fatichiamo a portare il pallone in aerea soprattutto con il Gomez attuale e una mediana carente di tecnica (Hateboer, De Roon).


  24. Purtroppo sono d accordo su ilicic. Anche io nel primo tempo ho notato come abbia perso quasi tutti i palloni passando metà del tempo in terra alla ricerca di improbabili falli.
     
    In merito al killer instinct, c è da ammettere che abbiamo avuto solo l occasione del palo, per il resto mai veramente pericolosi e per passare il turno è un po' poco. Giochiamo meravigliosamente bene fino ai 16 metri, da li la luce diventa buio pesto.


  25. Troppe partite importantissime , da giocare al 110 per cento troppo ravvicinate. 
    E un po esperienza in Europa(che però siamo accumulando)
    Per me gli unici "neri" sono questi 


  26. Ma scusate la punta con il killer instinct (non un fenomemo, come scritto) l'avevamo l'anno scorso ed era paloschi; si é rivelato del tutto inadatto al gioco del mister e ha chiuso a 0 gol (ora pur non brillando, qualche gol l'ha fatto).
    In un mercato in cui politano vale 30 milioni era folle muoversi per qualcuno di valore...
    che poi vorrei la lista dei calciatori abbordabili e pronti da subito a essere utili... Babacar e falcinelli, i due forse migliori, ci avrebbero aiutato così tanto? E sarebbe valsa la pena spendere 15 mln per due giocatori mediocri? Con quella cifra prendi giocatori forti in sudamerica... Purtroppo a metà stagione queste operazioni sono poco utili per l'immediato.
    Un altro conto é dire che ci avrebbe fatto comodo ad agosto palacio (peró mi pare siano più le gare in cui è infortunato cge altro)


    • Zapata era l'ideale ed e andato alla samp non in una squadra superiore a noi


      • Zapata ad oggi ha segnato 8 gol in 23 presenze stagionali. Per dire, il tanto vituperato Cornelius ne ha fatti 6 in 25 presenze...
        E alla Samp e' costato 20 milioni piu' bonus....


        • ciao stefasauro:  vero ciò che dici, ma c'è anche da dire che di Zapata hanno tutti un pò fifa, e infatti nei suoi spostamenti anche le difese si spostano per controllarlo, favorendo cosi l'inserimento dei compagni, alla Petagna per capirci.
           
          Mi fermo qui che tanto hai capito dove vado a parare


          • kiko07  ma poi voglio dire, quando si vuole denigrare un attaccante avversario, si dicono queste cose, ovvero ha fatto 8 gol e Cornelius 6, quando invece si vuole difendere Petagna che, di gol in campionato ne ha fatti 2, si dice che fa un gran lavoro, delle due....l'una!
             
            DECIDETEVI
             
            Zapata fa un gran lavoro per la squadra e segna anche , questa è la differenza, la differenza  che se Petagna facesse anche gli 8 gol di Zapata sarebbe un gran attaccante, e se Cornelius facesse anche il lavoro di Petagna sarebbe a sua volta un grande attaccante.
             
            Zapata fa a sportellate, fa un gran lavoro, e segna anche una decina di gol a campionato cosa che i nostri 2 fanno FORSE messi insieme.


  27. Se ripenso agli anni con Colantuono non riesco a trovare niente di nero, sarei molto “deluso” se questa squadra non riuscisse a qualificarsi per l’europa League perché la squadra ha dimostrato ampiamente di non sfigurare nel panorama europeo.
    AZZURRO; tutto quello che arriverà da domenica finì alla fine della stagione.
    Testa e cuore alla Samp.


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.