04-08-2018 07:54 / 40 c.

L'Atalanta passa il turno e intravvede la fase a gironi con una gran partita che ha spazzato in soli 10 minuti del ritorno tutti i dubbi che si erano palesati a Raeggio Emilia. La partita è stata a senso unico e non è mai satata in disucssione segno inequivocabile della netta differenza di valori tecnico-tattici che all'andata erano stati un po' offuscati da quello sciagurato secondo tempo. Ora c'è bisogno di recuperare Ilicic e Pasalic per fare un ulteriore salto di qualità ma nella giornata di giovedì sera sono stati tutti bravi con qualche prestazione sopra le righe che citiamo nell'azzurro.

IL NERO L'AZZURRO
 

PALOMINO

Apre le marcature e si dimostra implacabile in difesa nelle poche azioni di ripartenza dei bosniaci. Senza Caldara è sicuramente una risorsa da sfruttare.

MASIELLO

Altra partita sopra le righe anche lui in goal, ha presidiato costantemente la tre quarti avversaria con continui inserimenti e suggerimenti per i compagni anche lui nelle poche occasioni avversarie è stato impeccabile in difesa.

PESSINA

Per la serie "giovani talenti crescono" dobbiamo sottolineare la buona prova di questo giovane, l'anno scorso in prestito allo Spezia che pian piano sta prendendo le misure per giocare con profitto anche nella Dea. Pregevoli alcuni suoi suggerimenti in attacco.

BARROW

Musa parte piano per poi esplodere nella ripresa quando con l'ingresso di Zapata, viene schierato sulla fascia destra. L'avevamo già visto lo scorso anno questo è un ragazzo di sicuro avvenire e lo ammireremo tutto il campionato. Prima tripletta in prima squadra, non male per un ragazzo della sua età.

PAPU

Il Papu è tornato, quando sente profumo di Europa è pronto a far esplodere il suo tiro da fuori. Era già successo nella passata stagione ma ieri sera ha fatto il bis e letteralmente fatto impazzire la difesa avversaria.



di Staff




  1. Riccardo88: "Ero uno di quelli che sostenevano che sul 2 a 0 bisognasse gestire... continuo a pensarlo. Il fatto che si sia vinto 8 a 0 al ritorno non toglie nulla al fatto che giocare in un modo che non puoi gestire per condizione atletica sia del tutto insensato".
     
    Massimo rispetto (come sempre) per la tua opinione ma, nel calcio, il verbo "gestire" vuol dire tutto e nulla.
     
    Quando Allegri (che, a Monaco, in Champions, vinceva 0-3, dominando totalmente la squadra di uno sconsolatissimo Guardiola) decise di "gestire" la partita, ne prese 3 in pochi minuti, e la Juventus venne eliminata.
     
    Allegri fu travolto da valanghe di critiche molto pesanti provenienti da tutto il mondo (molte di queste ricordavano anche una presunta mancanza di coraggio che, purtroppo, all'estero, moltissimi continuano ad attribuire al calcio italiano in genere).
     
    In contrasto, chi all’estero segue il calcio italiano, considera l’Atalanta come "a breath of fresh air" (un alito di aria fresca) proprio per la sua mentalita’ che, detto per inciso, ci ha anche fruttato un quarto posto in campionato col record di punti.


  2. Castigamatti -
     05/08/2018 alle 18:42
    Sarà che ho sempre avuto un debole per Freuler, ma per me l’azzurro più azzurro è lui. È appena tornato dalle ferie post-mondiale e in meno di due settimane si è già sparato una partita di più di 80 minuti.
     
    Ricordo che il Gasp l’anno scorso disse di lui come uno che più gioca e meno si stanca. Atleticamente parlando non mi ricordo nessuno così forte, solo un certo Javier Zantti che il nostro Bellini, ricordo, una volta defininì come Robocop per la sua costanza e preparazione atletica.
     
    Lunga vita al nostro Remo..


  3. datemi un punto di appoggio e vi solleverò il mondo (Archimede280 AC) datemi un esterno forte (che vada sul fondo a crossare e non torni indietro) e vi solleverò una coppa (Gasperini 2018 DC)


  4. Secondo me da questa partita abbiamo acquisito se non proprio dei tifosi, dei simpatizzanti tra i Sarajevesi. Quindi tra l'azzurro metterei questo


  5. Nero alcune distrazioni ed irnpecisione nei passaggi che non ci sono costate nulla x la scarsezza degli avversari. Ci sta a questo punto della stagione. Ci sono 2 ettimane (il tempo prima dell'inizio del campionato) per migliorarsi. Poi (supporendo di passare turno) all'ultimo si dovrà essere pronti. Curioso di vedere all'opera il tridente con Bepi ed un Barroe che mi sembra cerchi dei movimenti ad uscire per far giocare gli altri e non essere solo un funalizzatore.


  6. Da seguire con particolare attenzione il giovane Pessina, che già sta mostrando grande affidabilità. E pensare che è giunto da noi conseguentemente alla marranata del platinato lcustre...A conferma che, talvolta, dal letame nascono i fiori.


    • lacustre


      • Grande Remo, non tanto per il commento acuto, come sempre, ma perché e raro sentir dare della merdaccia a qualcuno con tanta classe


  7. negli azzurri va considerata l'inconsistenza degli avversari. A parte i giocatori che gia' conosciamo, per quelli nuovi attendiamo banchi di prova un po' piu' credibili di questi che a malapena si salverebbero nella nostra Serie C giocando come giovedi'.
    Cioe' al posto di pessina avrei potuto giocare anche io contro questi e non avrei certo demeritato.. a iera nisu'!
     


  8. Nero, troppe critiche e aspettative troppo alte. 5 squadre si stanno svenando per arrivare in Champions, o vincerla, e una di loro resterà fuori. Noi siamo appena lì dietro,  cosa si vuole di più? ??
    Azzurro, se il campionato sarà regolare ci divertiremo un sacco, e con un giocatore forte in più il cielo non ha limiti.


    • wigners_friend -
       04/08/2018 alle 18:29
      Cosa si vuole di più? Finire davanti a tutte e cinque! 


  9. Ovviamente dopo un 8-0 non ci può essere nulla di nero, leggo molti che elogiano la mentalità del mister che, ci sta facendo scrivere pagine e pagine di storia e di record.
     
    Siano di monito e di esperienza al prossimo risultato sfortunato, rievocando barricate di vecchio stampo che con il calcio, quello vero, quello dei super allenatori che inseguono i sogni, nulla ha a che spartire.
     
    Io nel 2-2 dell'andata ci vidi un risultato ottenuto dai nostri avversari grazie ad un allineamento astrale raro e imprevedibile. 
    Io amo chi gioca a calcio sempre e comunque e non snatura la bellezza del suo gioco per provare a tenere un risultato smettendo di giocare, che poi parliamoci chiaro, la certezza che barricandosi avremmo tenuto il 2-0 non ci sarebbe stata comunque e, per me, sa avessero pareggiato smettendo noi di giocare sarebbe stato ancor più grave che prendere un pareggio ma rischiando di chiuderla e meritatamente il confronto già all'andata.
     
    W il Gasp  e la mentalità di chi sa osare. Solo i grandi osano, i perdenti si accontentano.
     


    • C’è poco da dire a uno che sul 5-0 in trasferta toglie De Roon e mette Zapata...


    • Personalmente amo vedere giocare bene a calcio, ma fare "le barricate" qualche volta non mi dispiacerebbe, soprattuto se il risultato conta come in una sfida a eliminazione e se la condizione fisica non è ottimale.
      Non ci trovo niente di male a difendersi ogni tanto, il calcio è fatto anche di quello.
      Poi se avremmo perso o se avremmo vinto nessuno può dirlo


      • Appunto, nessuno può dirlo, ma questo è il Gasp...ne vedremo ancora di partite così in cui rosicheremo, come ne abbiamo già viste, ma con questa mentalità abbiamo fatto grandi cose, se ci fossimo accontentati non avremmo vinto molte partite, rischiando pure di perderle, ma alla fine ha avuto ragione lui.


        • Anche questo nessuno può dirlo. Sappiamo solo quello che è stato, quello che sarebbe potuto essere sono solo fantasie.
          Detto questo sono felicissimo di come è e di come è stato, però ogni tanto gesire il possesso palla e il risultato addormentando la partita non mi dispiacerebbe.
          Sulla carta sono anche io per il "sempre all'attacco", ma poi nel concreto la cosa è diversa.
          Secondo me una mentalità matura sa anche riconoscere quando non è giornata e ottenere il massimo se c'e bisogno anche difendendosi


          • Vinicio78: " .... ogni tanto gestire il possesso palla e il risultato addormentando la partita non mi dispiacerebbe. Sulla carta sono anche io per il 'sempre all'attacco' ..... Secondo me una mentalità matura sa anche riconoscere quando non è giornata e ottenere il massimo se c'e bisogno anche difendendosi".
             
            (1) "Sempre all'attacco"
            L'unico allenatore che, entro certi limiti, risponderebbe a questa caratteristica e' secondo me Zeman.
            Le sue squadra tendono ad avere un posizionamento molto piu' alto nelle classifiche del goal segnati rispetto a quelle dei goal subiti.
             
            In contrasto, gli allenatori difensivisti o "catenacciari" tendono ad avere un posizionamento molto migliore nelle classifiche del goal subiti rispetto a quelle dei goal segnati.
             
            Se tu guardi le squadre di Gasperini tendono all'equilibrio.
            Il posizionamento nelle classifiche del goal segnati e di quelli subiti e' molto simile.
             
            (2) "....una mentalità matura sa anche riconoscere quando non è giornata ....."
            Vorresti dire che Gasperini NON ha una "mentalita' matura" e che "non sa riconoscere quando non è giornata"?
             
            Prova a chiedere a Masiello, Biava, Burdisso e tanti altri suoi difensori (e/o ex difensori).
            Ti diranno che Gasperini, nei momenti chiave di una partita, chiede costantemente ai suoi difensori di maggior fiducia se se la sentono di mantenere la difesa a 3 o se e' invece il caso di abbassare il baricentro e richiamare in difesa uno o piu' esterni di centrocampo o centrocampisti centrali.
             
             


            • Forse, se proprio vuoi cercare una "causa" del rocambolesco 2-2 di Reggio, dovresti rivederti le registrazione della partita, concentrandosi sopratutto sul "gioco senza palla".
               
              Sono gli atteggiamenti di autosufficienza, le "distrazioni", e la modesta capacita' di "leggere" la partita (Mancini) che hanno compromesso una partita stra-dominata.
               
              Sia chiaro che Mancini, secondo me, e' tecnicamente e atleticamente molto valido, e ha anche un buon tiro (molto belli alcuni suoi goal) ma nel gioco senza palla e', sempre secondo me, una vera e propria frana che genera "corridoi" (se non vere e proprie "autostrade") nella nostra difesa.
               


    • Ero uno di quelli che sostenevano che sul 2 a 0 bisognasse gestire... continuo a pensarlo. Il fatto che si sia vinto 8 a 0 al ritorno non toglie nulla al fatto che giocare in un modo che non puoi gestire per condizione atletica sia del tutto insensato.
      Senza senso poi il fatto che rallentare il gioco voglia dire tornare alle barricate... il possesso palla per gestire la gara lo fanno in tutto il mondo, anche squadre che vincono i trofei


      • Dopo 2 anni dovremmo saperlo che la mentalità ed il gioco del Gasp non permettono di "gestire" neanche 10 minuti di una partita.
        O si attacca oppure, se l'avversario ha la forza di imporcelo, si difende; ben sapendo peraltro che rischiamo comunque molto quando ci abbassiamo.


        • Si può sempre migliorare nella vita...


          • Riccardo, non pensi che i 72 punti record rappresentino, di per se, un "miglioramento".


      • Anch'io sono uno di quelli...a volte bisogna gestire, cmq felice della mentalità del Gasp


      • Non è questo il punto, anche io l'ho pensato,ma non lo pensa il Gasp, lui è questo, prensere o lasciare, ed io...STO CON LUI!


        • Anche io! Assolutamente! Meglio vivere di rimorsi che di rimpianti.





  10. Azzurro Mentalità che il Mister ha portato si gioca a calcio x 90 e oltre minuti Nero Il pensiero che potremmo essere a posto così Il Mister ha chiesto altri 2 titolari e sicuramente la Società lo accontenterà 


    • Diciamo che se dovessimo giocare solo il campionato potremmo anche essere a posto così, invece dovendo giocare su tre fronti sperando di ottenere buoni risultati qualcosa manca ancora, per me la priorità sarebbe un altro difensore affidabile.


  11. Non può esserci niente nel nero dopo aver saputo trasformare anche il primo, fastidioso preliminare, in un’impresa che tutti ricorderemo per sempre. Grazie società, grazie ragazzi e mister: sei il Maradona degli allenatori.
     
    Un azzurro grande come una casa a Gasperini. 
     
    All’andata spingevamo al centro dove loro erano lí ad aspettare. L’altro ieri c’erano in 5 del Sarajevo appostati al centro e noi facevamo giro palla con due uomini per fascia sulla riga del fuori. Due, tre cambi di campo, e loro non sapevano più neanche dove era il pallone. Blindato l’unico schema di gioco del Sarajevo (palla al centravanti e far salire la squadra) dal magistrale Palomino. Palle in area dove, come all’andata, sulla linea di porta avevamo sempre uno o due uomini più di loro. Una lezione al povero mister del Sarajevo che immagino dovrebbe ricordarsela a lungo.
     
    Abbiamo una grandissima squadra ma il fuoriclasse noi l’abbiamo sulla panca. Livello Maradona. Mai visto una cosa del genere. Se riesce a capire l’avversario, le mosse tattiche sono sempre e dico sempre devastanti.
     
    Mamma mia che gusto questa stagione che comincia...


    • Non soni d'accordo con il Maradona degli allenatori perche' e' un mal esempio per i giovani......piuttosto lo chiamerei il Messi degli allenatori o il Ronaldo degli allenatori.


  12. Oter che bale scech...oggi abbiamo una squadra da Champions!



  13. Azzurro: la società Atalanta che come aveva promesso sta allestendo una signora squadra, Gasp x la sua mentalità  vincente, Pessina e Barrow saranno l'ennesimo capolavoro di Percassi/Gasperini ....ci divertiremo ancora.
    Nero: nulla.


    • Ma non era una società senza programmazione fino a 3 giorni fa? Non mi riferisco a te ma a alcuni commenti spariti


      • claudiocaniggia -
         04/08/2018 alle 13:22
        È quelli #iaperditlalista#  al 20 giugno quando il mercato manco era iniziato ?? 





        • Spariti...risaliti sul carro pronti a riscendere alla prima battuta d'arresto


          • Il carro bestiame????? 
            I cavalli con le orecchie lunghe o i besót????


          • Nessuno ci tiene a salire sul tuo fantomatico carro. 
            L unico motivo per farlo sarebbe quello  di buttare giù te a calci visto che non la pianti di fare la morale e di dare patenti di atalantinitá a tutti





Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.