13-09-2017 04:42 / 17 c.

Novemilaseicentosettantacinque giorni pari a 26 anni, 5 mesi e 25 giorni.

Mi son preso la briga di calcolarli. Non è 'sta gran fatica, basta conoscere un po' le funzioni di Excel, o di altri programmi ancora piu' specifici.

9675 giorni sono quelli che intercorranno tra domani e, indietro nel tempo, il 20 marzo 1991, giorno del ritorno dei quarti di finale della coppa UEFA 1990 - 1991 che ci costo' l'eliminazione ad opera di un'Inter poi avviata a conquistare il trofeo.

Pensate, a quei quarti, su 8 formazioni, 4 erano le squadre italiane : noi, l'Inter, il Bologna e la Roma che poi perse la finale contro i nerazzurri di Milano. Per dirvi quanto abbiamo perso a livello internazionale in termini di "peso" come federazione.

Mai avrei pensato di rivedere l'Atalanta in Europa, perlomeno in tempi brevi. Al tempo avevamo la possibilita' di iscrivere piu' squadre e non c'era la differenza abissale che regna oggi tra i potentati metropolitani e il resto del mondo pallonaro nazionale. E' anche vero che quando assistetti alla vittoria al campionato mondiale del 1982 pensai la stessa cosa e sappiamo poi tutti come ando' a finire undici anni fa.

Per di piu' domani debuttiamo in modo assoluto contro una formazione della patria del foot-ball, un'Atalanta - Everton che fino a ieri mi sarebbe sembrato un confronto perfetto per la Play Station. Non abbiamo mai giocato contro una formazione inglese e le amichevoli (o il Trofeo Bortolotti) contro QPR, Leeds e Hull City di questi ultimi anni, sembrano ora un preludio alla prossima partita con i 3 punti in palio.

Non riesco proprio a figurarmi lo scontro. Non ci sono termini di paragone che possano comparare la Dea ai Toffies. E' vero che abbiamo battuto Dortmund e Valencia in agosto ma quello è calcio che non conta. Io sono cresciuto con il concetto che del calcio anglosassone non ci si puo' mai fidare, dalla Premier alla Quarta serie e oltre. E chi si ricorda della strizza che ci fecero prendere i dilettanti gallesi del Merthyr sa cosa voglio dire.

E a proposito del Merthyr, tra tutte le cavalcate europee, immagino che la stragrande maggioranza dei tifosi nerazzurri sia piu' legata alla prima, quella Coppa delle Coppe del 1987 - 1988 la cui semifinale rappresenta il momento piu' alto della storia atalantina, pari forse alla conquista della Coppa Italia e a una manciata di vittorie nette con i maggiori squadroni.

Nella semifinale contro il Malines giocava allora titolare un tale, Erwin Koeman (a destra nella foto), che alcuni fini intenditori tra i nostri lettori ricorderanno bene caracollare a centrocampo con il suo caschetto biondo di capelli. Ecco, ce lo ritroveremo contro domani come vice allenatore dei Toffies. Suo fratello Ronald, piu' conosciuto a livello internazionale, lo ha chiamato a se' quando ha preso in mano la guida dei blu di Liverpool come aveva gia' fatto circa 3 anni fa nel Southampton. Una bella storia di amore fraterno.


Chissà se a Erwin passerà per la testa quella magica serata del 20 aprile 1988 e cosa pensera' a vederci. Di certo la sua figura rappresenta per noi un ponte temporale tra una generazione di tifosi che sognò oltre frontiera e un'altra che di quelle imprese aveva sentito solo parlare. Fino a domani.

Speriamo di farci valere, oggi come allora, il risultato non è un obbligo, l'impegno si'. Lo pretendiamo e ce lo aspettiamo, sicuri che il Gasp e i suoi non ci deluderanno

 

Calep

di Staff




  1. LucianoLoreto -
     13/09/2017 alle 14:58
    Grande articolo Calep, io ero a naja alla Battisti a Merano l'anno della Coppa della Coppe... al gol di Cantarutti caserma svegliata...
    Pelle d'oca... 


  2. Bell'articolo ma per la precisione io ricordo di aver visto partite contro squadre inglesi nel torneo angloitaliano.
    02/06/1972 Atalanta – Sunderland 3-2
    04/06/1972 Atalanta - Leicester 5-3
    07/06/1972 Sunderland – Atalanta 1-1
    10/06/1972 Leicester- Atalanta 6-0
    24/08/1994 Swidon Town - Atalanta 0-2
    06/09/1994 Atalanta -Tranmere Rovers 2-0
    05/10/1994 Atalanta - Notts Country 1-1
    15/11/1994 Wolverhampton - Atalanta 1-1
     



  3. Calep   
     


  4. questi due mi li ricordo titolari anche nella nazionale olandese che vinse gli europei nel 1988. insieme a gerald vanenburg,van breukelen ed i tre della squadraccia rossonera di milano.
    Allenati da rinus michels, grande allenatore ed inventore del calcio totale dell’immenso johan cruyff.


  5. Ma credo che abbiamo invece incontrato squadre inglesi, visto che abbiamo disputato il trofeo angloitaliano anni fa, forse il Notts County?


  6. ho ancora negli occhi l'ultimo "mio" gol Europeo allo stadio..Eligio Nicolini su assiste del pajaro Caniggia, il comunale ribolliva!!!
    ga stò piò det..


  7. È da lunedì che ho i torcioni di pancia causa agitassiù..non so se arrivò a domani sera..
    sei la più bella del mondo Dea.
    SOLO ATALANTA TUTTO IL RESTO AVANZA 


  8. GHE STO PIO' DET!!!!!


  9. La mia storia con l'Atalanta è iniziata con il ritorno qua a Bergamo con i gallesi ( Grazie Pepino) e tra andata ( con me presente) e ritorno con l'Inter sono partito per il militare (Nocera inferiore) che dire l'aria europea è legata ad avvenimenti importanti della mia vita quindi " sota coi fer" Forza Atalanta 


  10. Splendido articolo, Calep, complimenti!
    Come dimenticare il Malines di quell'anno? oltre ad E. Koeman, anche Eli Ohana ed il mitico Preud'homme.
    Ricordo bene la cavalcata in Coppa Coppe e le stagioni in Uefa perchè per fortuna ero presente.
    Indimenticabile, come lo sarà l'avventura che inizierà domani, comunque vada!
     
     
     
     


  11. Ottimo articolo Calep, complimenti! 
    Quelli della nostra generazione non possono che comprenderlo ed apprezzarlo molto bene.
    Adoss!!!! 


  12. Finalmente si gioca......Ricordo la partita di andata di quella coppa uefa contro l'Inter con Orlandini e Bonavita e quasi si vinceva.....
    La cavalcata in coppa coppe rimarrà sempre indelebile, alla fine del primo tempo con il Malines avanti 1-0 grazie ad un rigore di Oliviero Bomber Vero e poi il sorpasso Belga.....
    Che stagione, che squadra!!!!!
    Ora sognare è ancora possibile grazie ad una società che ha programmato bene e con un Allenatore con du bale grose isè.....


  13. ...........An 'sto poi' 'nda pel.....
    ...........An 'sto' pio' 'nda pel!!!!
    La lunga attesa (per noi Veci) sta' per concludersi!!
    Sota coi cioccolatini-caramelle: Tooffiamoli!!!!
    --------------
    Ps.
    Ho sempre ammirato quelli che sanno usare con perizia.............Excel(l)
    Kusa l'e'??U' telefonino turco.....o.....nohhh, dai!!!!


  14. Complimenti Calepio per il bell'articolo. 
    Io sono uno di quelli che ricorda abbastanza bene la "cavalcata" in Coppa delle Coppe del 1988 e non molto della Coppa Uefa del 1991. Penso che ciò sia anche dovuto ai ricordi legati all'atmosfera che si viveva a Bergamo con la festa in Porta Nuova dove il passaggio del turno con lo Sporting Lisbona o vedendo moltissime case addobbate di nero-azzurro in preparazione della partita con il Malines
    Speriamo che i nostri ragazzi ci regalino emozioni simili
     


    • Idem. Proprio contro lo Sporting Lisbona è nata la mia passione per la Dea. Non lo dimenticherò mai. Che partita! Il gol di Cantarutti... Era una squadra pazzesca. Avevamo una potenza misteriosa, una compattezza che esprimeva grinta, purezza e umiltà, una "luce" folle e unica.Altre belle emozioni nel 1991, ma le ricordo diverse.
      Dai, a giovedi. Sempre forza Dea!


    • Scusa Calep per il nome sbagliato.... colpa della tastiera 😀
       


  15. grande Calep,
    Domani un solo risultato, vittoria del atalanta e certamente il  non ci fara fare brutta figura


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.