19-05-2017 09:33 / 1 c.
Risultati immagini per piu meno

Torna l’appuntamento con i Più e Meno di ogni gara degli azzurri. Come sempre, partiamo dai Meno di Empoli-Atalanta

1) LA FORZA DELL’ATALANTA
Insieme alla Lazio l’Atalanta è la squadra rivelazione del campionato. Guidati sapientemente da Gasperini, gli orobici hanno condotto a termine una stagione super, che gli garantisce la partecipazione alla prossima Europa League. Il gruppo è compatto e composto da giocatori che stanno facendo benissimo, per l’Empoli non sarà facile fermarlo.

2) LA FRAGILITÀ CARATTERIALE DELL’EMPOLI
Il dato più preoccupante è relativo all’aspetto nervoso e caratteriale. Troppo spesso l’Empoli ha sbagliato l’approccio alla partita, in gare in cui era chiamato a giocare con grinta e determinazione. Una fragilità che, a maggior ragione, potrebbe riaffiorare in partite di questa difficoltà psicologica

3) L’INCERTEZZA DELLA DIFESA AZZURRA
Spesso abbiamo detto che la difesa si era ben comportata, andando a sopperire le lacune del reparto avanzato. Contro il Cagliari tutta la linea ha fatto male, dimostrando incertezze fin dal primo minuto.

Passiamo ai Più.

1) LA SPINTA DEL PUBBLICO AZZURRO
Con un Castellani (si spera) gremito, un’arma in più a disposizione degli uomini di Martusciello potrebbe essere proprio il pubblico. Siamo sicuro che i tifosi azzurri non faranno mancare il loro apporto e ciò costituisce uno stimolo in più per l’Empoli.

2) LA CRESCENTE FORMA DI ZAJC
La partita di Cagliari, se vogliamo trovarci qualcosa di positivo, ha dimostrato la verve e la forma di Zajc, su tutti. Lo sloveno potrebbe essere decisivo, con le sue iniziative, sia dal primo minuto che in corso d’opera.

3) L’ESSERE PADRONI DEL PROPRIO DESTINO
Diciamocela tutta: preferiamo essere l’Empoli, avere un punto di vantaggio sul Crotone, e giocarcela con l’Atalanta in casa anziché far visita alla Juve. Senza stare a vedere i risultati dagli altri campi, l’Empoli è ancora padrone del suo destino. Che speriamo possa essere ancora in A.

fonte pianetaempoli.it

di Marcodalmen




  1. quindi è un pronostico da 3-3 ..


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.