07-12-2017 09:27 / 6 c.

Risultati immagini per atalanta

Quanto si corre in Serie A. Tra le tante statistiche che si possono ricavare dopo i primi tre mesi di Serie A, una sicuramente interessante è quella relativa alla quantità di corsa che le squadre del campionato mettono sul terreno di gioco. I chilometri percorsi possono dire quali siano le squadre che si muovono di più sul campo, anche se ciò non significa che questo movimento porti ad ottenere un risultato migliore.

 

I dati finora raccolti permettono dunque di stilare una classifica a proposito della corsa in campo, graduatoria che vede in testa la Fiorentina di Stefano Pioli. I Viola, complice anche il loro gioco sugli esterni – soprattutto Chiesa è portato a spingere molto sulla fascia – hanno corso in media 111.398 metri. Subito dietro troviamo invece la prima squadra in classifica: L’Inter di Luciano Spalletti. I nerazzurri corrono in media 111.361 metri ad incontro, un dato che potrebbe anche incidere sugli ottimi risultati di questa prima parte di stagione. Il podio è completato infine dall’Atalanta di Gian Piero Gasperini, terza in classifica con 111.027 metri di media percorsi ad ogni gara.

Quanto si corre in Serie A: i migliori giocatori e le “ultime della classe”

La classifica dimostra come oltre al chilometraggio, occorra però anche la “qualità della corsa”, ossia la corsa a velocità sostenuta o addirittura in sprint. «Correre bene significa salire in pressione, fare pressing, restare corti e compatti, permettendo quindi alla squadra di esprimere il meglio sotto l’aspetto della tattica», spiega a “La Repubblica” Gianni De Biasi. Così si può spiegare il quarto posto del Napoli, staccato dall’Atalanta a 110.281 metri, ma soprattutto quello della Juventus, ferma addirittura al quattordicesimo posto, con una statistica che dice: 107.963 metri percorsi a partita.

Erick Pulgar (Insidefoto.com)

Sul fondo della classifica si trovano invece due squadre che – una più, una meno – non stanno vivendo una stagione particolarmente ricca di soddisfazioni. Al penultimo posto si trova infatti il Milan con 105.499 metri, mentre ultimo è il Torino di Mihajlovic, fermo a 104.740 metri.

Infine, dando un rapito sguardo ai singoli calciatori, è possibile notare come i due maggior corridori della Serie A siano due centrocampisti: si tratta infatti del bolognese Erick Pulgar (12.209 metri in media a partita), seguito dal laziale Marco Parolo (11.998).

fonte  calcioefinanaza.it

di Marcodalmen




  1. E' indubbio che chi più corre prima si stanca, ovviamente a parità di condizione psico-fisica, e quindi se non hai la panchina lunga...
    Il nostro terzo posto in questa classifica non è un buon segnale.


  2. Dati di interesse statistico ma non sono la verità rivelata.
    L'Inter che è primo in classifica quindi corre male?


  3. Andreaneroblu -
     07/12/2017 alle 11:14
    Infatti. Correvamo di meno e rendevamo molto di più!! Non è un bel segno. Troppi errori gratuiti ci costringono a rincorrere e ci si stanca pure!


  4. il mister ha già avuto occasione di spiegarlo
    purtroppo perdiamo troppo spesso palla negli appoggi e nei passaggi e così ci tocca troppo spesso correre ad inseguire gli avversari che ci rubano palla
    infatti si deve crescere molto di più nella qualità tecnica x sbagliare meno possibile


  5. Infatti! Concordo con partenodea... 
    È evidente che abbiamo qualche problemino... rispetto allo scorso campionato...


  6. Ma lo scorso anno non eravamo quelli che correvano di meno?


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.