07-08-2017 09:33 / 25 c.

fey

Olanda, pasticcio della Var nella Supercoppa Feyenoord-VitesseRigore prima negato e poi assegnato al Vitesse. Ma nel frattempo il Feyenoord aveva raddoppiato...

"Per vincere la Champions serve la VAR", aveva scherzato (ma non troppo) Ancelotti in una conferenza stampa estiva del Bayern. Verrebbe da dire: anche per vincere la Supercoppa d'Olanda. Sì, perché nel trofeo che ha aperto la stagione, ieri sera, la moviola in campo è stata grande protagonista. Facendo arrabbiare il Feyenoord che, alla fine, ha comunque alzato la coppa ai rigori grazie alle parate di Jones. Decisione corretta, quella dell'arbitro Makkelie che è andato anche a rivedersi le immagini in televisione su un episodio contestato, ma presa dopo un tempo decisamente lungo: un minuto e 20 secondi. E soprattutto, senza che il gioco si fermasse

indecisione — Andiamo con ordine. Il club di Rotterdam campione nazionale sfidava il Vitesse e si era portato in vantaggio al 7' con Toornstra. A inizio ripresa ecco il "fattaccio": El Ahmady viene steso nell'area del Feyenoord da Matavz, il Vitesse chiede il rigore ma l'arbitro Makkelie lascia proseguire. I Var entrano in azione e valutano l'espisodio davanti agli schermi, ma intanto il gioco prosegue, si va dall'altra parte e Jorgensen segna il raddoppio. Arriva solo dopo 80 secondi il responso: c'era rigore per il Vitesse. L'arbitro annulla il gol del Feyenoord e Buttner pareggia dal dischetto, nello sconcerto generale. Il match finirà 1-1, prima del trionfo dei biancorossi ai rigori.

fonte gazzetta.it

di Marcodalmen




  1. In realtà tutta questa commedia è stata tirata in piedi solo dai giornalisti per fare clamore: il gol di Jorgensen annullato dall'utilizzo della var infatti era in fuorigioco (come successivamente verificato dalla var stessa) e quindi in un'azione sono stati corressi ben 2 errori arbitrali (il mancato rigore e l'iniziale assegnazione del gol irregolare di Jorgensen)


  2. Quindi con la VAR non ci saranno pù gli inutili arbitri di porta?


  3. Beh ma in questo caso assurdo l arbitro che non ha fermato il gioco!!! 
    Cioè questo prende,esce dal campo e va a vedere lo schermo lasciando giocare le squadre?????? 
    Non si ferma il gioco se gli addetti alla var segnalano loro l errore all arbitro.. ma se quest ultimo non si fida dei suoi collaboratori e vuole vedere coi suoi occhi il replay deve assolutamente fermare il gioco. 


    • Non necessariamente.
      Anche in altre discipline (ad esempio, il rugby) l'arbitro ha la facolta' di fermare il gioco, oppure di non fermarlo.
       
      E' l'arbitro che ha la facolta' di decidere (anche sbagliando).


      • Bah.. io un arbitro che da le spalle ai giocatori uscendo dal campo senza fermare il gioco non ce lo vedo proprio 


  4. Pienamente d'accordo!!!!


    • Con commento di gpp è operato dell'arbitro


  5. polenta e osei -
     07/08/2017 alle 11:53
    Mi sa che qui dentro qualcuno di atalantino e di bergamasco ha solo l'avatar..........poerec a noter : è necessario il var.


    • Brao Polenta,hai ragione!!Poi a volte,come nel mio caso con te,ci si sbaglia,e mi scuso per quell'offesa brutale che ti ho rifilato un mesetto fa,però ti quoto in pieno alcuni sono avatar o atalantini made in china...
       

       


  6. Faccio inoltre notare che la fonte è la Gazzetta... Hanno paura di non poter più fare i loro articoli di moviola e contro gli arbitri per vendere il loro giornaletto? A me sembra fatto apposta per far schierare il tifoso contro la VAR, contando anche che da tempo la politica della rosea è anti-VAR con sti articoletti...


  7. Ma era proprio necessario il var,?


    • polenta e osei -
       09/08/2017 alle 21:12
      Intanto ai ladroni milanesi hanno annullato un goal...et vest fenomeno che al serf a ergota.!?


  8. Giusto non fermare il gioco. Se non fosse stato rigore come deciso dall'arbitro e avessero fermato il gioco? Gli avversari avrebbero beneficiato il tempo per riposizionarsi in campo. 
     


  9. Beh a parti invertite se la VAR avesse giudicato che in effetti il rigore non c'era sarebbe stato giudicato ottimamante l'operato dell'arbitro convalidando il gol sul controopiede.
    Secondo me nel dubbio (in caso di rigore) a questo punto si deve fischiare sempre (gli episodi di rigore dubbio non sono decine a partita) e se la VAR lo ritiene conferma o meno.
    Se però il gioco prosegue come in questo caso e poi viene annullato il gol non vedo quale sia lo scandolo e perchè debba essere considerata disastrosa o pasticciona. Andatelo a dire a quelli del Vitesse se la VAR funziona o meno.
    Il Vitesse ha ottenuto giustamente il rigore che era si era guadagnato punto e stop.
    Come spesso accade penso che sia la stampa a gonfiare o meno un caso che in realtà non esiste.


  10. Bisogna entrare nell'ottica che il gioco può essere interrotto (anche a posteriori) e quello che è accaduto nel frattempo può non contare per una questione di sequenzialità temporale.
    Se a monte c'era una situazione giudicata in modo erroneo, quello che è accaduto dopo non conta, punto e basta.
    Il vero problema, secondo me, è regolamentare i casi di accesso alla VAR: oltre ai casi più plateali per i quali gli addetti dovrebbero sempre poter intervenire (ma non ce ne saranno mica 20 a partita), anche per non lasciare agli stessi il totale arbitrio su quali episodi monitorare e quali no, bisognerebbe a mio giudizio dare un numero di richieste massimo (2/3) per ciascuna squadra per invocare la consultazione dello strumento, come avviene nel tennis per il "Falco" ... ovviamente, se la squadra ne abusa per delle cose marginali e le consuma inutilmente presto rischia poi di non poter fare ulteriori richieste per casi più pesanti a fine partita (sperando che gli addetti reputino l'azione degna di analisi).
    Per compensare le perdite di tempo basterebbe arbitrare un po' più all'inglese (o all'europea, visto che nelle coppe così avviene) evitando di spezzettare continuamente il gioco ogni volta che qualcuno, appena sente l'alito di un avversario, si lascia cadere per terra in ogni zona del campo.
     


  11. Secondo me l'arbitro ha preso la decisione corretta. Anche nella NHL americana funziona così e non hanno problema a togliere il goal (annullare non è corretto secondo me come termine). L'idea della VAR è buona anzi ottima, solo che bisogna concederle il tempo per essere sviluppata e soprattutto ci vorrà molto ma molto più tempo perchè venga accettata dai tifosi.
     
    Secondo me bisogna tornare al tempo effettivo col cronomentro che si ferma quando la palla esce dal campo o l'arbitro fischia fallo, il tempo effettivo sarebbe il miglior alleato della VAR. Inoltre adotterei un sistema simile alla NFL, dove sul maxischermo allo stadio e anche la gente a casa vede gli stessi replay che vede l'arbitro, poi a decisione presa dotarlo di microfono e spiegare la decisione presa al pubblico.
     
    Ci vuole tempo e pazienza, il tifoso italiano credo sarà uno degli ultimi che la accetterà ma è ora di evolvere un po' sto giocattolo. Ben vengano Goal Line Technology e VAR! ps. In Spagna sono talmente indietro che non dispongono nemmeno della Goal Line Technology figuariamoci a sperimentare la VAR!


    • Sono d'accordo per il tempo effettivo, due tempi da 30 minuti ciascuno con sirena che suona alla fine, non ci sarebbero più le buffonate dei giocatori a terra per perdere tempo e le polemiche nel caso del recupero troppo lungo o troppo breve.


      • No io terrei i due tempi da 45 minuti ma con tempo effettivo, sarei contrario ad una riduzione dai classici 90 minuti. Altra cosa abolirei i cambi negli ultimi 5 minuti, sia con tempo effettivo che come ora. E' ridicolo e umiliante per i giocatori quando gli allenatori li fanno entrare al 91° giusto per perdere tempo. Si fa male seriamente (più raro di quanto si pensa un infortunio serio nel finale, la maggior parte sono crampi o finti crampi per fare cambi e perdere tempo) un giocatore negli ultimi 5 minuti e nel recupero? Chiudi la partita in 10.
         
        E' una delle cose che mi infastidisce di più i cambi nei minuti finali, l'altra cosa che mi infastidisce di più sono i fischi del pubblico quando l'avversario non butta fuori la palla. La regola dice che dev'essere l'arbitro a interrompere il gioco non i giocatori a buttarla fuori, che se ne faccia una ragione anche il pubblico.


      • Anch'io d'accordo, introdurrei inoltre una semplicissima regola che si usa nel rugby: al termine del tempo l'arbitro fischia la fine ma il gioco continua finchè la palla non esce dal campo, in questo modo stop polemiche per punzioni non battute o calci d'angolo negati o assegnati oltre il tempo di recupero.


  12. Come nel rugby ,nel football americano e nella pallavolo ,quando interviene la var a bordo campo ,il gioco è fermato dall arbitro  attesa della decisione finale.A seguito decisione presa riprende . Se l'arbitro non richiede l'intervento della var il gioco prosegue senza alcuna  interruzione e alcun intervento successivo.In  pratica è l'arbitro che  in un caso dubbio chiede l'intervento dell var e ferma il gioco ;se non ha dubbi non lo ferma .....e il gioco prosegue normalmente punto e basta. Come nella pallavolo si potrebbe anche pensare di dare due possibilità a partita al capitano della squadra di chiedere  all'arbitro l'intervento della var ,ovviamente sempre e solo a gioco fermo.


  13. Che stronzata!! Nel dubbio fermi tutto e vai a vederti il replay


  14. Il problema nasce quando l'arbitro valuta che non c'è il rigore e nella stessa azione parte un contropiede, l'arbitro in qauesto caso fermando il gioco bloccherebbe un contropiede e se poi guardando le immagini salta fuori che il rigore effettivamente non c'era nascerebbero le polemiche perché ha fermato un'azione potenzialmente pericolosa. Questa VAR è sicuramente utile ma bisogna studiare dei seistemi per regolamentarla che forse potranno essere affinati andando avanti e analizzando le varie situazioni.


    • Meglio fermare un contropiede che annullare un goal


  15. Tutto sommato può andare peggio: si corregge un errore dopo un minuto e mezzo, ne passassero anche due poco importa.
    E' stata fatta giustizia! se il problema è interrompere il gioco, allora togliamo le sostituzioni (come era 40 anni fa) almeno ci sarebbero meno perdite di tempo.
    Perdite di tempo che sono maggiori per ogni scoreggia che finisce in faccia ad un materazzi qualsiasi...
    Invece prendere esempio dal rugby per far entrare i massaggiatori anche senza fermare il gioco no vero? impossibile? Ma metti che la palla finisce addosso ad un massaggiatore, partita farsata.... ma va..... 
    dai su, la bomboletta l'abbiamo copiata, la prova tv la stiamo per copiare, e guardate che di polemiche ce ne saranno tante! Metti che il rigore fosse dubbio, se lo dai dopo aver fatto segnare la squadra avversaria si che ci saranno polemiche... Però iniziamo a correggere gli errori grossolani, le partite andranno già in maniera differente!!! 
     


  16. Se iniziamo così ciao, secondo me é solo da oliare il meccanismo , anche perché non si può riprendere il gioco senza una decisione in merito a rigore si rigore no. Dai che é l anno buono x vincere lo SCUDETTOOOOOO. 


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.