Clicca sulla barre nere per andare ai commenti relativi



















































































Ha scritto in riferimento a: "Percassi: ‘A gennaio qualcuno andrà via’" il giorno 19-11-2018 11:10:52


Tumminello temo (e mi spiace) che possa essere il primo ad andare in prestito (non necessariamente in B, piuttosto sceglierei, se possibile, una squadra di A che lotta per la salvezza per dargli ulteriore esperienza nella massima serie, foss'anche il Chievo già virtualmente retrocesso) ... Barrow non penso sia interesse dell'Atalanta mandarlo altrove, a maggio ragione dopo il mutato assetto tattico dell'attacco che non prevede più la punta centrale che lavora spalle alla porta a fare il regista offensivo.

Uno tra Reca ed Adnan altrettamento cercamente credo debba sfoltire la rosa ... vista la crescita di Gosens, lascerei andare Adnan che (credo) sia comunque in prestito e quindi non ci sia, da parte dell'Atalanta, un grande interesse nel valorizzarlo (ed il cui ingaggio credo sia più pesante di quello di Reca), e terrei comunque il polacco, se il Gasp non l'ha già bocciato senza appello, per farlo inserire e crescere con calma ... al momento c'è comunque anche Castagne che può essere utilizzato a sx, quindi lo potrebbe tenere in prospettiva (altro discorso è se sia lui che preferisce giocare altrove ...).

In mezzo Valzania e Pessina non si toccano (Gasp ha detto che sono i primi sostituti dei due interni di centrocampo, e tra infortuni, squalifiche e stanchezza, nella seconda parte della stagione sicuramente le loro apparizioni sono destinate ad aumentare.

Capitolo difesa ... ora sembrano tutti fortissimi ed imprescindibili e rientrerà anche Varnier, su cui comunque l'Atalanta ha puntato forte ... bisogna valutare l'infortunio di Djmsiti in nazionale e la sua situazione contrattuale (era in scadenza a giugno, ha rinnovato?) prima di capire se sia meglio tenere qui Varnier o, almeno per la seconda parte dell'anno, rimandarlo a giocare (Cittadella sarebbe sicuramente una soluzione agevole sia per l'Atalanta che per il giocatore).

Restano i nodi Pasalic e Rigoni ... chiaro che se li si manda altrove vuol dire dir loro addio per sempre, molto difficile poi riprenderli l'anno prossimo se giocheremo (fatti i debiti scongiuri) di nuovi su tre fronti perchè non sono i ragazzotti da mandare in giro e riprendere alla bisogna. Personalmente sacrificherei Pasalic, al limite, ma non Rigoni, che in prospettiva e se saprà adattarsi meglio al nostro calcio potrebbe essere un crack, sia come vice Ilicic che come alternativa o post Papu, ma lì bisogna capire cosa ne pensa il Gasp ... contrattualmente l'impegno finanziario della società è stato minimo (a parte l'ingaggio), e risolvere il tutto non dovrebbe comportare problemi particolari: in tal caso, in vista del prossimo campionato bisognerebbe però aver già nel mirino altri profili di eguale qualità e considerare i tempi di adattamento al gioco di Gasperini (salvo non tirare in ballo i solti noti che già hanno giocato con lui in passato, ma in quel ruolo non vedo fenomeni anche di prospettiva).



















Pagina 1 | Pagina 2 | Pagina 3 | Pagina 4

Website Statistics