Clicca sulla barre nere per andare ai commenti relativi











Ha scritto in riferimento a: "Manca qualcosa per diventare grandi?" il giorno 17-02-2019 22:36:32


ho visto il Milan fare l'Atalanta di qualche anno fa; sapendo di essere inferiore, l'Atalanta impostava le partite come il Milan di ieri: tanta concentrazione, chiusa in tutte le parti del campo e pronta a sfruttare l'occasione della vita; una volta tanto faceva il colpaccio con uno, due episodi favorevoli. Così è stato per il Milan di ieri che, come si è visto bene nel primo tempo,.........è inferiore all'Atalanta; basta analizzare l'azione del nostro goals(niente di casuale, portando sette, dico sette, uomini in area) e raffrontare il Milan nelle azioni dei primi due goals; non dimentichiamo che l'obiettivo imprescindibile di arrivare alla champions è del Milan, non dell'Atalanta; se guardo al gioco di questa squadra e penso anche solo al Tothenam, sorrido; speriamo che ci credano di aver vinto "meritatamente"; poi è chiaro che non hanno rubato niente!?

Per quanto mi riguarda apprezzo tantissimo ciò che sta facendo l'Atalanta anche nelle sconfitte: credo che i limiti inizino laddove ci sono i tanti pregi; uno fra tutti l'avere un gioco che porta tanti uomini in area avversaria, che è votato all'offesa, pur sacrificando giocatori come Gomez al ripiego per mantenere un difficile, ma buon equilibrio; per questo, qualche volta, l'azione difensiva non riesce nella sua precisione. Ho visto Bakaioko azzoppare subito Gomez e Paquetà arrivare in area nostra solo una o due volte in tutta la partita Voi li cambiereste con i nostri due di centrocampo?

Al netto delle idee che ognuno possa lecitamente avere

19632019




























































Ha scritto in riferimento a: "Manca qualcosa per diventare grandi?" il giorno 17-02-2019 18:26:24


Ripeto quello che dico da inizio anno (e anche l'anno scorso a dir la verità) ... sucitando le reazioni soprattutto di Paramo e Cate (scherzo).

Manca una condivisione di strategie tra allenatore e società.

Mancata condivisione che in ultimo ci ha portato a spendere 4 milioni per un difensore brasiliano quando l'allenatore chiedeva disperatamente un giocatore in attacco da alternare ai fantastici tre che abbiamo li.

E' un vero peccato essere li per lottare per traguardi esaltanti, irripetibili e possibili e nel momento in cui Gomez si fa male e deve uscire, Zapata non è in giornata, e vedere l'allenatore che si gira verso la panchina e vede solo Kulusevski e Barrow; giocatori che forse in futuro daranno "plusvalenze" (le parole magiche del momento) ma che ad oggi NON ti fanno vincere nulla o meglio non ti fanno raggiungere quei risultati di cui abbiamo parlato. 

Alla finr chi ci sta provando come noi a Gennaio si è rafforzata con Muriel (Fiorentina) Gabbiadini e Sau (Sampdoria) Piatek e Paqueta (Milan) addirittura il Genoa ha comperato l'irraggiungibile (per noi questa estate) Lerager e Sanabria.

Noi abbiamo sfoltito la rosa di Rigoni e Tumminello ed abbiamo suggerito forse all'allenatore di utilizzare Kulusevski e magari Piccoli??

Chi non capisce che li davanti abbiamo tre giocatori straordinari ma soli. Quando uno dei tre deve uscire per qualsiasi motivo ... chi entra?

Quando sento dire "chi sarebbe venuto a fare la riserva ?" divento matto. Ma che riserva? Abbiamo da riempire 270 minuti a partita per 18 partite se ci va bene. Non ci sono minuti da dividere con un quarto giocatore? secondo voi Ilicic e Papu si fanno 90 minuti con Toro - Viola - Viola settimana prossima? Direi di no. E chi gioca a loro posto con la Viola? Pasalic o Kulusevski?

A me sembra che la proprietà non abbia capito che il nostro mister ci fa fare plusvalenze ma vuole anche vincere qualcosa. Come tutti noi. Forse sarebbe stato meglio concedergli un pò più di possibilità di condividere alcune scelte strategiche NEL RISPETTO del budget.

Questo ci manca per diventare grandi  































Pagina 1 | Pagina 2 | Pagina 3 | Pagina 4

Website Statistics