14-09-2018 10:30 / 1 c.

Lavagna tattica: l’analisi dell’Atalanta di Gasperini. L’arma di un’identità ormai consolidata

Le parole di disappunto pronunciate a ferragosto da Gian Piero Gasperini, pronunciate per la verità prima dell’innesto dell’argentino Rigoni, contrastano un po’ col profilo dell’Atalanta. Che può essere considerata a pieno titolo una squadra ambiziosa e temibile per tutti. Certamente, sono andati via uomini di primo piano come Cristante, Petagna, Spinazzola e Caldara, ma sono arrivati elementi interessanti come Duván Zapata, Pasalic, Varnier e, appunto, Rigoni.

Da un punto di vista tattico l’identità dell’Atalanta è ormai consolidata. La squadra di Gian Piero Gasperini si propone come una formazione il cui gioco è imperniato sulla creazione di duelli individuali a tutto campo, tanto in fase difensiva come in quella offensiva, con una forte connotazione verticale. Se i giocatori della SPAL saranno in grado di muoversi bene nella trequarti offensiva avranno la possibilità di sfruttare questo tipo di marcatura a proprio vantaggio. Infatti, movimenti a portare via l’uomo da parte degli attaccanti potrebbero finire per creare spazi da attaccare con inserimenti da dietro.

[Il gol incassato contro la Roma: Florenzi gioca il pallone verso Dzeko allo scopo di andare poi a giocare sulla seconda palla. Ali Adnan, esterno atalantino, si dimentica di seguire il nazionale azzurro che rimane libero nel suo movimento a rimorchio di Pastore. Djimsiti resta invece attaccato all’argentino con la conseguenza di essere in ritardo per intervenire tempestivamente su Florenzi].

 

La fase di costruzione bassa è come sempre affidata ai tre difensori centrali e soprattutto ai due braccetti che dovranno andare a costruire dei quadrilateri con esterno basso ed esterno alto e con l’interno di centrocampo da una  parte. Il centro del campo non è invece molto sfruttato dalle squadre di Gasperini che preferiscono svuotarlo e andare invece a muovere palla attraverso questi quadrilateri laterali che garantiscono fino a tre opzioni di passaggio al portatore di palla.

[il grafico di Ben Pimpaud relativo alla partita fra Roma e Atalanta con il posizionamento medio e le linee di passaggio più utilizzate dai bergamaschi in fase di possesso palla]

La SPAL dovrà prestare molta attenzione a contrastare questi quadrilateri: giocando con un 5-3-2 in fase di non possesso palla la squadra di Leonardo Semplici rischia di trovarsi in inferiorità numerica nelle zone esterne affrontando i quattro giocatori atalantini con esterno, interno e difensore centrale di parte. Sarà quindi necessario l’aiuto dei due attaccanti per andare ad ostacolare il braccetto che andrà ad impostare l’azione per i bergamaschi.

Detto questo, l’innesto tatticamente più importante è però stato quello di Duván Zapata. Il colombiano garantisce ancor più di Petagna la presenza di un centravanti in grado di difendere palla e far salire la squadra, permettendo gli inserimenti dei compagni. Però, più del nuovo attaccante della SPAL, l’ex sampdoriano permette a Gasperini di avere un altro punto di riferimento avanzato, oltre a Barrow, in grado di attaccare la profondità allungando la squadra avversaria. Contro la Roma, un’errata lettura difensiva di Manolas ha permesso all’ex blucerchiato di azionare il contropiede vincente chiuso poi con la rete di Rigoni.

[il gol di Rigoni]

L’argentino è un giocatore veloce e tecnico, in grado di scompaginare il sistema difensivo avversario muovendosi lungo tutta la trequarti offensiva. In Rigoni, Gómez e Ilicic, Gasperini ha ora non soltanto tre giocatori di notevole qualità da utilizzare nella metà campo offensiva per supportare Zapata e per aiutare la squadra a risalire il campo, ma anche dei calciatori in grado di aumentare il potenziale realizzativo dei bergamaschi.

Alla pericolosità offensiva in situazioni di gioco attivo si aggiunge poi quella su palla inattiva, grazie anche a difensori particolarmente abili nel gioco aereo come Masiello, Tolói e Mancini. La SPAL a Torino ha perso proprio per una leggerezza difensiva su azione da calcio d’angolo. Disattenzioni di questo genere potrebbero costare molto contro i nerazzurri.

Michele Tossani su lospallino.com



di Staff




  1. Rivisto nell'articolo, il goal di Florenzi (che ha completamente cambiato le dinamiche della partita) mi sembra chiaramente frutto del mancato pressing (su Florenzi) da parte di Ali' Adnan che, anziche' affrontarlo, lo "accompagna" a distanza, trotterellando verso la nostra area, senza sapere bene cosa dovrebbe fare.
     
    NON dico questo come critica ad Ali', che penso potra' diventare molto utile una volta assimilato il nostro gioco, lo dico sperando che, in futuro, vengano acquistati giocatori che Gasperini gia' conosce, o in tempo utile per addestrarli (anche se questa seconda opzione potrebbe costarci qualcosa in piu'). Per compensare un eventuale maggior costo si potrebbe ridurre il numero dei nuovi acquisti (alcuni dei quali, spesso inutili comunque).
     


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.