10-10-2018 07:50 / 90 c.

Risultati immagini per domanda

Sei punti in campionato e diciassettesima posiziona in classifica al limite della zona pericolosa. Situazione piuttosto delicata.

Cosa ne pensi?



di Marcodalmen




  1. Prytz: “…. queste sono fesserie, dai … basta con questa storia che "i giocatori comprati non sono adatti"… si compra un terzino, un'ala, una mezzala e così via, in base ai ruoli dove servono”
     
    Perdonami per essere monotono e pedante, ma questa tua frase e’ cosi’ contraria a tutta la filosofia di gioco di Gasperini da far pensare che, in due anni, Gasperini non sia proprio riuscito a farsi capire.
     
    Nel calcio con “moduli”, “ruoli” e “schemi” FISSI, effettivamente, i giocatori vengono “marchiati” fin da bambini con un “ruolo” (terzino, ala, mezzala, centravanti e cosi’ via).
    Tu vai al mercatp, cerchi i “ruoli” che ti servono e, se il prezzo e’ giusto, te li porti a casa per completare la rosa.
    E va benissimo. Fanno tutti cosi’.
     
    Nel “total football” (Atalanta degli ultimi due anni) NON e’ cosi’.
    Non puo’ esserlo, perche’ “moduli” e “ruoli” NON esistono proprio, anche se, leggendo i giornali, ti riempiranno la testa di 3-4-3, 3-5-2, 4-3-3, 4-4-2 e di una serie innumerevole di altri sotto-moduli, e/o di “cambi di modulo a partita in corso”, e/o di giocatori impiegati “fuori ruolo” (come se, nel “total football”, esistessero I “ruoli”).
     
    Nel “total football”, in sede di calcuimercato, andrai a cercare “giocatori di calcio completi”.
    Cioe’, giocatori che, entro certi limiti, durante una partita, siano in grado di “spostarsi sul campo e giocare ovunque”, e di “alternarsi” con i compagni, avendo peraltro assegnati “compiti” e “movimenti” specifici.
    Per certi “compiti” servono “maratoneti”, per altri “velocisti”, per altri ancora “cervelli” (tipo Caldara).
    TUTTI, naturalmente, dotati di una buona tecnica di base.
     
    E poi ci sono i “movimenti”.
    Ma qui, incominciamo ad andare sul difficile, e io non ho la competenza per raccontarlo.


  2. non vedo tutti questi problemi, la cosa più intelligente da farsi per un tifoso è non guardare la classifica e non seguire le trasmissioni sportive , finchè le cose non miglioreranno .
    E sicuramente miglioreranno, abbiamo raccolto troppo poco in rapporto all'andamento delle partite giocate ..
    a meno che non sia "destino" che debba andare sempre male, ma allora lì ci sarebbe poco da fare ..
    la squadra è perfezionabile ma non sta facendo male .. ma facciamo pochi goal e probabilmente in casa giochiamo con una squadra troppo difensiva, spero che trovi la maniera di inserire stabilmente Rigoni .. poi da studiare molto bene ci sono le situazioni a palla inattiva sia in attacco che in difesa, dove abbiamo quest'anno un grosso punto debole ..
    facciamo questo e già le cose girano, ne sono convinto
     


  3. LOER: “….. nessuno pensa come me che buona parte dei risultati negativi sia dovuta al fatto che moltissimi ci hanno preso le misure ….”
     
    La tua domanda e’ identica a quella che si ponevano anni fa i tifosi del Genoa ogni volta che Gasperini doveva reinventarsi un nuovo modello di gioco (sempre, peraltro, nell’ambito del “total football”) per poter sfruttare al massimo le caratteristiche dei tanti (troppi) “nuovi” giocatori acquistati da Preziosi per sostituire i titolari ceduti ad ogni sessione di mercato per fare plusvalenze.
     
    In realta’:
     
    (1) NON era che gli avversari avessero “preso le misure”.
    (2) ERA che, i “nuovi”, quelle “misure” NON le avevano ancora assimilate sufficientemente e NON le sapevano quindi applicare con rapidita’ ed efficacia (favorendo cosi’ gli avversari).
     
    Naturalmente, una volta assimilate le “misure”. tutto riprendeva a funzionare al meglio.
     
    La necessita’ di ridurre al minimo i tempi di assimilazione e’ una delle ragioni per cui Gasperini continua ad insistere (invano) affinche’, in sede di calciomercato, i titolari ceduti per fare plusvalenze vengano sostituiti, il piu presto possibile, da giocatori che lui conosce gia’ (ovviamente nell’ambito del budget).


  4. Gli errori si pagano.
    La vendita di Petagna ci è costata l'uscita dall'Europa e tutto quello che ne è poi seguito.
    Riportare a Bergamo Petagna e trovare un valido sostituto a Spinazzola (Hateboer e Gosens non sono all'altezza) potrebbe essere la soluzione.
    Si potrebbe anche tentare di riportare Spinazzola a Bergamo visto che a Torino non giocherà mai.


    • quanti goal pensi che Petagna avrebbe segnato se ci fosse stato con il CPH e in campionato?!? Tanto per dirti in 8 partite di serie A ha segnato due goal solo a noi in una delle nostre peggiori prestazioni dell'era Gasp di cui uno evidente autorete (altrimenti il pallone andava fuori) e l'altro un tap-in da due metri cascatogli per fortuna tra i piedi che avrebbe segnato chiunque.... E per fortuna che alla Spal non deve sobbarcarsi tutti i compiti che doveva fare qui...
      Se la squadra non gira puoi mettere in attacco anche higuain o ronaldo che rimane dura... il problema e' che dalle 6-7-8 occasioni che avevamo in media a partita siamo scesi alle 2-3 occasioni attuali. Quando giochiamo male nemmeno tiriamo in porta! Quando giochiamo bene lo facciamo pero' troppo lentamente rispetto al passato e le difese avversarie hanno vita piu' facile. Prendiamo il 70% dei goal da calci da fermo segno che la nostra difesa e' piu' che ballerina rispetto al passato e li' il Peto (che stimo e reputo un buon giocatore) avrebbe potuto fare ben poco. 
      Quando inizieremo, come ha detto il Gasp, a dare palloni giocabili ai nostri attaccanti (anche con lanci in profondita' invece del tiki taka tra le due fasce) sono sicuro che non rimpiangeremo piu' nessuno di quelli che abbiamo ceduto..


  5. Penso che i problemi da risolvere siano due:
    - azzerare la testa dopo le scorie di Copenaghen e ritrovare stimoli, motivazioni e grinta per affrontare al meglio il campionato.
    - rivedere il modulo alla luce dei giocatori presi in estate. Il 4231 si può e si deve provare più spesso. Forza Gasp, dopo il tuo genio ora dimostraci la tua versatilità.
     


  6. X lo staff:bel articolo su "ultimo uomo" sul momento della Dea 


  7. Secondo me l'unica partita in cui abbiamo fatto veramente schifo è con la spal.
    Le altre le abbiamo giocate come l'anno scorso nei momenti di forma meno brillanti in cui creavamo molto ma senza concretizzare.
    Come già successo in passato siamo riusciti a concretizzare quando eravamo più brillanti degli avversari.
    In questo momento non siamo brillanti, paghiamo fisicamente i preliminari estivi e siamo anche un po sfigati tra conclusioni fuori di poco, pali e errori arbitrali, mentre gli avversari ci fanno goal al primo tiro in porta: Cagliari (goal su palla inattiva con deviazione nostra al primo tiro in porta), Spal (goal su calcio piazzato il primo e sculata su rimpallo il secondo), Milan, Fiorentina (con cortese omaggio dell'arbitro)
    Non ci metto il Torino perchè non ha mai tirato in porta e nemmeno la samp perchè almeno una parata Gollini l'ha fatta prima di subire il gol (ma comunque anche con la samp era il primo tiro in porta del secondo tempo).
    L'unica partita in cui ci è girata un po bene con il milan dove per una volta la respinta del portiere è finita sui piedi di uno dei nostri, altrimenti avremmo perso pure quella (ed aggiungo immeritatamente per quanto mostrato nel secondo tempo).
    Per il resto chi critica società giocatori e allenatore ha la memoria corta ed ha un po idealizzato tutte partite degli scorsi (in cui spesso si è sofferto e si è fatta fatica a concretizzare).
    Condivido con chi dice che c'è bisogno di fare qualche cambio ma più per mettere giocatori in uno stato di forma migliore che altro, ma bisogna vedere se ci sono perchè chi ha cominciato presto è poco brillante e chi non ha fatto la preparazione per vari motivi non è ancora entrato in forma.
    Condivido che ci sono alcuni elementi che non sono tecnicamente dei fenomeni... ma c'erano tutti anche l'anno scorso.
    Si era puntato molto sull' EL e secondo me hanno fatto una preparazione per essere al top a fine settembre ma ci è andata male ed ora c'è una flessione nello stato di forma di molti giocatori.
    Non vedo molta differenza tra le partire con Samp e Torino o con il Copenaghen, abbiamo fatto la partita e costruito palle gol ma non è mai entrata, eppure con il compenaghen tutti orgogliosi di essere usciti a testa alta, mentre con toro e samp tutti a dare addosso a tutti.... per poi risalire sul carro appena vinceremo una partita.
     


  8. Un'ultima cosa: non ho mai risposto a provocazioni personali, al contrario di ciò che è spesso accaduto nei miei confronti da parte di diversi di voi. Ovviamente non intendo farlo nemmeno ora, in questo mio ultimo messaggio. 
    Tanto siete liberi di continuare a raccontarvela, idolatrando fino alla morte il vostro beniamimo, quanto sono libero di levare le tende da questo posto in cui la soglia del pensiero unico ha ragginto soglie grottesche.
    Saluti e sempre forza Dea.


    • Vorrei invitarti a recedere dal tuo proposito in quanto idee, anche diverse o contrastanti, hanno una propria ragion d'essere che merita pari dignità. Pertanto non ha senso, almeno a mio avviso, rinunciare a manifestare la propria, che , come tutte le altre, merita rispetto. Aggiungerei, in riferimento all'accenno, altrove formulato, della salita sul carro dei vincitori e della discesa da quello dei momentaneamente in difficolità, che è il momento in cui , tutti i sostenitori, devono scendere dal carro per spingerlo, aiutandolo, nel modo migliore, a superare l'imprevista erta presentatasi sul percorso. Perchè solo uniti si superano le difficoltà, per poi riprovare a vincere. Sempre forza Atalanta.


    • Ma quale pensiero unico? Quelli del pensiero unico li capisci subito, io da sempre sono per la libertà di pensiero, a me Gasp piace ma se a te non piace è più che giusto che dai il tuo punto di vista, esattamente come facevo io con altri allenatori e che magari farò pure con Gasperini dovesse cambiare la situazione. Preferisco gli aniticonformisti e sei sei tale non devi abbandonare, il pensiero unico è la morte del forum. Per cui spero sinceramente che tu continui a portare avanti le tue ragioni anche se fossero di minoranza. È proprio questo il succo di un forum.


  9. Libertà di pensiero, questa sconosciuta. Io non sono adesso per l'esonero del Gasp, anche se non lo ritengo esente da colpe per l'attuale momento. Ma non mi permetterei mai di denigrare chi la pensa diversamente. Evidentemente chi lo fa non conosce Voltaire...


    • Uno è libero di pensare che Gasp vada cacciato.

      Un altro è libero di pensare che chi vuole la cacciata del Gasp abbia bisogno di assistenza medica.
       



      • Ragionando così, chiunque sarebbe libero di pensare di chiedere trattamenti sanitari per chiunque. Me e te compresi.


  10. Situazione illogica, addirittura paradossale definirei .
    Quest estate tutti o quasi hanno definito questa rosa la migliore di sempre nella lunga storia dell Atalanta. 
    Tutti meno uno ovviamente, che rendendosi perfettamente conto che costruire un collettivo efficiente non bastano buoni giocatori etichettata come" triste "il mercato  .Una squadra necessità di alchimie e meccanismi che purtroppo non sono solo legati alle qualità individuali del singolo calciatore. 
    Ditemi chi quest estate riteneva Zapata Pasalic e Palomino inferiori  ( o comunque non all all altezza di sostituire) Petagna Cristante e Caldara?
    La situazione è delicata ma non compromessa,  è giusto avere fiducia in questa rosa ma sbagliato pensare che solo perché ci sono squadre con rose qualitativamente peggiori si debba uscire dal fondo classifica x grazia ricevuta. 
    Tutto quello che porteremo a casa in termini di punti bisognerà sudarlo e conquistarlo con battaglia e sofferenza,  nessuno ci regalerà nulla. 
    In questo momento sarebbe assurdo porsi qualunque obbiettivo, per la squadra deve esistere solo la partita col Chievo e stop, come fosse l ultima partita di campionato quindi da vincere assolutamente non guardando nemmeno il calendario x sapere chi viene dopo. 
    Ripartiamo dai punti fermi : Palomino Masiello De Roon Zapata.
    Si proprio Zapata,  impensabile uscire da questa situazione senza di lui e magari con Barrow in campo da titolare.
    Chiariamo subito Zapata è il miglior centravanti che abbiamo avuto dai tempi di Denis e dobbiamo metterlo in condizione di rendere al massimo magari facendolo giocare vicino a qualcuno che può essere una punta un trequartista,  pronto a sfruttare le sue spizzate e il suo modo di difendere palla in mezzo a due difensori e magari lanciandolo  sulla corsa in verticale se ci sono gli spazi 
    L Atalanta di Gasperini resta un patrimonio da proteggere per i risultati e il gioco mostrato in questi due anni e non si può distruggere tutto x timori o paure che dopo 8 partite non hanno ragione di esistere. 
    Non sarà europa quest anno? Ce ne faremo una ragione ma il Gasp non si tocca! 
     
     


    • Quello di ipotizzare la sostituzione del Gasp è la più nefasta ed incongrua idea che possa turbare il nostro ambiente. Inviterei chiunque abbia potuto concepire una pensata tanto malsana, a fare mente locale su tutto quanto abbiamo potuto concretizzare ed apprezzare, dal momento del suo arrivo, rapportandolo a tutto quanto accaduto nella precedente storia atalantina. Ed in caso di persistenza di questo malessere, rivolgersi urgentemente al proprio medico di fiducia.


  11. ROMAGNANEROBLU -
     10/10/2018 alle 13:25
    Il fatto che Gasperini abbia rinnovato mi fa stare tranquillo Società e allenatore sono di primissimo livello,torneremo in alto perché abbiamo tutto x poterlo fare Lamentele a parte da parte di tutti noi allo stadio siamo e dobbiamo continuare ad essere compatti Anche questa squadra ci farà sognare 


  12. Penso che quest'anno non andremo in Europa.
    Nello stesso tempo, penso che ciò non sia una catastrofe ma una cosa che va accettata per quello che è.
    Non drammatizzerei troppo la situazione attuale perchè frutto di situazioni contingenti (soprattutto eliminazione dall'Europa e un mercato fatto con leggero ritardo e senza operare su esterni e difesa) e, diciamolo, di un quadro astrale piuttosto avverso (pur non negando le difficoltà rispetto agli ultimi due anni, non ne è girata nemmeno una a favore in questo mese e mezzo).
    Rimango fiducioso perchè Mister e giocatori sono di un livello nettamente superiore a quello a cui siamo abituati e perchè, a differenza del passato recente (Cola e Reja), la mancanza di punti non è la diretta conseguenza del nulla cosmico espresso in campo, infatti siamo usciti da campo con zero punti meritandone almeno 5 o 6 in più.
    Per sintetizzare : don't worry, we will be happy again
     



  13. Penso che il mister sia un fuoriclasse e che possa trovare il modo di tirarci fuori dalle sabbie mobili.
    Penso che sia una fortuna che la prossima si giochi in trasferta, dove l'Atalanta degli ultimi due anni ci ha regalato imprese memorabili e può esprimersi in maggiore scioltezza (anche quest'anno, del resto, il meglio lo si è visto a Roma e a Milano).
    Penso che non abbiamo grande qualità in porta e sulle fasce, il che non è poco.
    Penso che qualche singolo debba (ri)trovarsi, a centrocmpo (Freuler e Pasalic) e in attacco (tutti).
    Penso che dobbiamo tutti, noi tifosi, essere uniti nel sostenere tecnco e giocatori, anche solo per gratitudine. O due o tre sconfitte cancellano gli 0-5 fuori casa, le vittorie in Inghilterra, il quarto posto e tanti altri momenti esaltanti?
    Penso che sono anche loro uomini e lavoratori.
    E io, come uomo e come lavoratore, dopo anni di onorato servizio, se avessi un periodo poco felice gradirei che la mia utenza si ricordasse del buono che ho combinato. E me lo dimostrasse.
    Il contrario mi deluderebbe molto.
     


  14. Ghé da pensá a salvarsi!!!!!!!....ecco Kél che penserò!!!!!!


  15. Dopo Copenaghen ci si è appoggiata una carogna sulle spalle, dobbiamo liberarcene: più umiltà da parte di tutti e lavoro lavoro lavoro... migliorando negli ultimi 20 metri. Deve girare prima o poi, deve girare.


  16. Secondo me il concetto “ci hanno preso le misure” non è il nocciolo della situazione. Non l’ho ancora fatto, ma sono certo che se qualcuno si prende la briga di andare a guardare il saldo percentuale su gol fatti e subiti da palle ferme, si spiega subito la differenza di rendimento sui risultati (non sul gioco).
     
    Secondo me sta qui il lavoro da fare. Mancano le zucche di Caldara e Cristante e le dobbiamo sostituire degnamente.


  17. Il fatto di aver conquistato, per due anni consecutivi, l'ammissione alla coppa europea, non ci deve far dimenticare i decenni trascorsi, nel corso dei quali mai ci ha sfiorato l'idea di poterci riuscire. Questa la premessa a cui fare riferimento per renderci conto che, se quest'anno si manca questo obiettivo, non sarà sinonimo di catastrofe estrema. Piuttosto ci si deve impegnare sull'immediatamente fattibile e cioè sul riprendere coscienza della struttura qualitativa della squadra, tranquillamente in grado di confermarsi nella massima serie. Dico tranquillamente e non a caso, perchè, a mio avvisp, la calma , nell'analizzare il momento no, deve essere il presupposto di ripartenza. Necessita un'analisi ponderata e libera da preconcetti circa lo stato fisico, psicofisico e caratteriale dei componenti l'equipe e la riformulazione dell'assetto di base, in ordine allo stato di forma ed alla voglia di spendersi, senza riserve, sul campo. Simultaneamente all'astensione, da parte dei cronisti, dall' enfatizzare episodi o chiarimenti, sussegguenti al dopopartita, che, in relazione a determinate suscettibilità caratteriali, possono produrre strascichi negativi negli equilibri dell'ambiente nerazzurro. Il mister saprà rielaborare le proprie strategie aprendosi anche a nuove soluzioni che chiedono solo di poter essere verificate e la tifoseria dovrà assecondarle con giusta misura di passione e di fiducia. Perchè anche le positività trascorse possano ripetersi. Sempre forza Atalanta.


  18. nessuno pensa come me che buona parte dei risultati negativi sia dovuta al fatto che moltissimi ci hanno preso le misure e ci aspettano nella loro meta' campo per colpire in contropiede mentre fino all'anno scorso ci avevano sottovalutato e tentando di giocare a viso aperto venivano asfaltati? secondo me' la meta' dei problemi sono dovuti a questo. certo e' che e' il gasp che deve trovare il modo di scardinare i catenacciari... 


    • Non credo sia corretto dire che ci abbiano 'preso le misure'.
      Gasperini gioca così da anni e mi rifiuto di pensare che allenatori preparati e da serie A non ci abbiano provato anche in passato a farlo, qualche volta riuscendoci, ma molte volte no.
      Ricordo a tutti che lo scorso anno per dire di una partita, con il Napoli a Bergamo, Sarri (Sarri!!) venne a giocare esattamente come la Samp domenica.
      Linee molto stretta e coperte cercando di rispondere alla pari al contropressing lasciando pochissimo spazio tra le linee così da sporcare ogni linea di passaggio.
      Signori, anche oggi che siamo in quella posizione di classifica gli avversari che ci giocano contro ci trattano da 'grande'. Mica sono fessi, lo sanno benissimo che se ci lasciano spazio e campo come fatto dalla Roma li fulminiamo.
      Il problema sta nella mancanza di un paio di calciatori per ragioni diverse (Cristante e Ilicic), e nella scarsa vena di qualche elemento portante condita da un bel po' di sfiga che quando le cose non vanno non manca mai.
      Puoi adottare tutti gli accorgimenti tattici che vuoi ma alla fine in campo ci vanno i calciatori con le loro lune più o meno buone.
      Io confido grandemente comunque in Gasperini, fosse anche solo per quella sua mentalità che le partite per lui sono sempre da giocare per vincerle. Non vedremo mai una delle sue squadre giocare come ha fatto Mazzarri (ma anche Pioli e Giampaolo) con il suo Torino contro di noi: rinunciando a giocarsela per il pareggino.
      Con il Gasp scordiamocelo. E perdonatemi ma dopo tanti anni di quel pastone e avendo vissuto con lui due annate in cui ho goduto come un riccio non ho più alcuna voglia di tornare ai TIR parcheggiati. Forse funzionerà per il punticino scippato quando non gira bene, ma se siamo arrivati a certi risultati lo dobbiamo proprio alla voglia inestinguibile di giocarsela sempre per vincere. Voglia che mi ha fatto godere perfino quando abbiamo perso.
      Davvero volete qualcun altro?


    • Anche i catenacciari più scarsi sono difficili da scardinare. Evidentemente bisogna essere un po' meno aggressivi...


    • ....io lo sto dicendo da un po di tempo....


  19. Che sia serie A B o C non cambierei mai il Giampiero dopo 40 anni di talanta non mi sono mai divertito come gli ultimi 2 solo un Po di pazienza raga dai che se la gira ne vedremo delle belle 


  20. Ad ora siamo lenti e prevedibili oltre a qualche amnesia in fase difensiva, ma ci vuole pazienza ci risolleveremo.


  21. Se è vero che Gasperini non è propoenso a cambiare modulo di gioco, il problema sta a monte. Non so (e non mi interessa neanche saperlo) se c'è da sempre in atto una "guerra" tra lui e qualche Dirigente o Sartori , dico solo che PROBABILMENTE se i giocatori non sono adeguati al suo tipo di gioco , lo sbaglio è stato fatto nel non assecondare , evidentemente , qualche sua indicazione sul mercato. Soldi ne sono stati spesi , non credo però che lui avesse fatto richieste ancor più esose....Montella e Mihailovic lasciamoli dove sono per favore...
    Comunque girerà prima o poi, periodo nero ma la squadra c'è.


    • Infatti, la domanda è proprio questa: sono davvero inadeguati? Se si parla degli esterni, 3 su 4 sono gli stessi (il quarto è Spinazzola, che ha giocato poco ed è stato spesso criticato per le sue prestazioni) con i quali abbiamo centrato la qualificazione europea lo scorso anno, abbiamo sbalordito tutti in EL e abbiamo sfiorato la finale di Coppa Italia in un doppio confronto tiratissimo con la Juve.
       
      Davvero, mi sforzo di capire perchè - se con questi esterni lo scorso anno abbiamo raggiunto tutto questo - adesso debbano essere proprio e solo loro la causa di tutti i nostri problemi. Giuro, non ce la faccio...
       
      Oggi ci mancano intensità, cattiveria agonistica, un trequartista che abbia la voglia e il piglio per giocare tra i reparti, un attaccante in grado di innescare le nostre migliori cartucce... queste (oltre allo stato di salute di Ilicic) sono le differenze rispetto all'anno scorso, alle quali si può attribuire la nostra condizione di difficoltà...


      • Beh, cominciano anche a mancare i gol di Cristante.


        • Si, infatti il trequartista l'ho inserito tra quelle cose che ad oggi ci mancano rispetto all'anno scorso. Pasalic, a quanto pare condiviso e gradito al Mister, purtroppo non sta girando come previsto, non so se per questioni di testa o altro. Per nostra fortuna, abbiamo una serie di alternative per rimpiazzarlo, da Rigoni, a Ilicic, a Pessina, allo stesso Freuler "spostato alto"...


          • La risposta per me è semplice, l'anno scorso Spina ha giocato qualche buona partita, Caldara ha doti di impostazione, leadership e lettura dell'azione che Palomino non ha (seppur fortissimo nella marcatura a uomo), e la qualificazione ai preliminari è arrivata grazie ai gol di cristante, barrow e alle giocate di ilicic...così le carenze evidenti sulle fasce sono state "mascherate". Quest'anno le carenze non sono state risolte (anzi sono peggiorate), pasalic non riesce a fare il cristante, barrow al mmento sembra si sia perso, ilicic e freuler sono fuori forma e Caldara scalda la panchina altrove. Direi che i motivi siano evidenti. 


            • Tutto chiaro allora: abbiamo Pasalic che non sembra di aver voglia di fare il Cristante; Barrow che pare un pesce fuor d'acqua; Freuler che è la brutta copia di se stesso; Ilicic distrutto dal batterio (aggiungerei anche un Papu sottotono e uno Zapata ancora spaesato nei nuovi schemi), però la colpa è solo e soltanto degli esterni che sono degli incapaci totali, come colui che li ha portati a Bergamo...
               
              P.S. Con Spinazzola: 17 partite, 6 vittorie, 6 pareggi, 5 sconfitte. Senza Spinazzola: 19 partite, 9 vittorie, 6 pareggi; 5 sconfitte (di cui Roma e Napoli le prime due giornate, Inter a San Siro e Cagliari l'ultima). E il buon Leonardo non era in campo in nessuna delle due epiche vittorie con l'Everton.


            • Anche Caldara, come Spina non ha giocato moltissimo l'anno scorso.
              X me il problema è Freuler che nn sta rendendo..Papu..che si incarta su se stesso..zapata che non si muove..e gli esterni..che nn si inseriscono..
              Per quanto.riguarda i giocatori.
              X qnt riguarda il mister...ci sono molti punti...strani...e l ho già detto..tra gli ultimi...non adattarsi alla caratteristiche dei singoli( Pasalic Zapata x esempio) .
              Dire che ilicic non è in condizione .inserirlo sempre e comunque..e poi urlare negli slogliatoi.
              Dire che Barrow lo vede come esterno e metterlo centravanti
              Insistere con freuler che non si e.riposato dopo il .mondiale e dopo Roma e dopo le buone prestazioni dimenticare Pessina
              Dire che il mercato è triste non essere contento..e poi firmare
              Ce ne sarebbero altre ma mi fermo


  22. Serve un cambio di modulo per esaltare le caratteristiche dei nuovi giocatori e un nuovo allenatore più in sintonia con i ragazzi e le loro caratteristiche fisiche, tecniche e tattiche (non escludo un ammutinamento in corso nello spogliatoio). La rosa di quest'anno non è fatta per gli schemi del Gasp. Abbiamo un attaccante massiccio e potente, che si esalterebbe sui lanci lunghi e i cross, perchè non viene utilizzato in questo modo? Pasalic così non funziona: non può fare il Cristante, deve fare il regista puro. Dobbiamo giocare più compatti ma decisi verso la porta. Difesa e contropiede. Più rocciosi e incazzati. Basta con le manovrine del cazzo del Gasp!  Basta!!!!! Abbiamo in mano una Ferrari e la usiamo come una Panda. Questa rosa in mano a Montella o Mihailovic spaccherebbe le lastre di marmo con le mani. Svegliatevi!


    • adesso è certo che sei un troll, che lo fai apposta...
      Cristante(un regista) è stato adattato primi sei mesi discreti,alla pasalic, e poi è esploso.
      ma le restanti minchiate che scrivi sono degne di martufello e del bagaglino..
      Mihailovic quello con la preparazione atletica top, squadre che durano mezz ora, sine gioco...Montella quello del tiki taka... proprio cross e lanci lunghi come auspichi...
       
       
       


    • Quindi Gasperini a parer tuo si è già giocato tutto il credito che si è giustamente creato in 2 anni di record e risultati mai raggiunti in 111 di storia. 
      8 giornate e il vate è diventato un imbecille integralista che non saprebbe nemmeno come far rendere al meglio i suoi giocatori! 
      Si vince e si perde tutti insieme nessuno escluso e le colpe vanno divise equamente tra giocatori che stanno avendo un rendimento sotto le attese,  la dirigenza che ha operato sul mercato in modo non ottimale e sicuramente anche Gasperini che le sta provando tutte, lasciando però la senzazione di non aver ancora chiara in mente la formazione migliore dal punto di vista del rendimento collettivo. 
      Di sicuro però nessuno al momento può meglio di lui tirar fuori l Atalanta da questa spiacevole situazione di classifica 


      • Sì, per me il Gasp ha molte colpe in tutta questa situazione. Non ho paura a dirlo. Si è rotto qualcosa tra allenatore e giocatori. È chiaro. Ma c'è troppa gente, in questo forum, che non ha il coraggio di dire le cose che pensa. Idolatra il Gasp come fosse il Creatore dell'Assoluto. Non ci sto. L'ho stimato anch'io per ciò che ha fatto in passato. Ma onestamente, in questo momento, lo vedo come un elemtno di grande disturbo nell'ambiente. Questo è il mio più sincero pensiero. 
        Questo forum è un luogo che, sinceramente, comincio a mal sopportare. Sono sempre stato un tipo molto franco. Non mi è mai piaciuta molto l'aria che tira qui dentro. Troppo conformismo, troppa aria da DC anni 50. Comincia a non fare più per me. 


        • Tutte le opinioni sono rispettabili closer,  ma cacciare Gasperini che ha un contratto appena rinnovato ad 1 milione e mezzo di euro all anno ti pare una soluzione sensata? 
          E per andare a prendere chi ? 
          Certo che Gasperini  ha commesso degli errori ci mancherebbe mica è  infallibile Però Stai tranquillo che il mister  le sue responsabilità se le prenderà tutte senza fare lo scarica barile tanto in voga in questo periodo, anzi se qualcuno rema contro o non è in sintonia con lui faccia tutte le epurazioni del caso , e  punti sui fedelissimi pronti a gettarsi nel fuoco per lui .
           


    • L'unico che se ne deve andare è Sartori che sono 3 anni che ha fatto mercati con giocatori chiaramenti non adatti al modulo del mister. Ed è assurdo che la colpa si dia all'allenatore quando lui ha fatto richieste ben precise e il DS ha guardato in tutt'altra direzione. Se i giocatori non sono adatti a questi schemi la colpa non è di chi allena ma di chi li compra.


      • queste sono fesserie, dai .. basta con questa storia che "i giocatori comprati non sono adatti".. si compra un terzino, un'ala, una mezzala e così via, in base ai ruoli dove servono e comprano quei  giocatori che sono in vendita e che hanno prezzi giusti da Atalanta .. il resto sono tutte balle .. Spinazzola è stato portato qua come attaccante, poi Gasperini gli ha cambiato ruolo .. non potrebbe farlo con i vari Reca, Gosens, o pinco palla se non gli vanno bene ? .. certo che sì


      • Allora, il Gasp, fosse stato davvero coerente, avrebbe dovuto andarsene prima. O no? Perché è rimasto, se la società non è venuta incontro alle sue richieste? Dopo essersi lamentato è ancora qui. Se rimani, non frignare: studiati i nuovi giocatori ed esaltali al meglio delle loro caratteristiche. Questo è ciò che si aspetta la dirigenza e i tifosi. O no? Se rimani sulle tue posizioni e continui a far giocare la squadra in maniera assurda, ti sei bevuto il cervello e fanno benissimo a cacciarti. Ripeto, a mio parere, questa rosa è ottima ma incredibilmente mal utilizzata.


        • Cooler, l'hai detto in modo un po brusco ma sei stato chiaro, in parte ti do ragione Gasp non è al primo anno quindi sa come lavora società e Da, se non ti va bene non avresti continuato a rinnovare, se rimani lavori con il materiale che hai.....questo non me lo so spiegare anch'io, cmq escludo che si dia bevuto il cervello xché questa è un'offesa alla persona e non è giusto. 


      • Quello che non riesco a capire è che se gasp continuano a prendelo per il culo perché continua a rinnovare e firmare contratti a lunga scadenza???


        • ...perchè i contratti a lunga scadenza ti parano il c..o , e ti garantiscono una pensione ancor più dorata. E anche perche sa che:
          1) nelle grandi piazze non è così semplice (già provato sulla propria pelle)
          2) in piazze più o meno come la nostra, difficile trovare organizzazione identica, oppure trovi presidenti "strani" (e lui il suo Preziosi l'ha già avuto...)
           
          Ciò, per dire che nella vita in molti casi c'è anche chi va avanti tappandosi il naso (sia chiaro, la mia è solo una mera ipotesi in risposta alla Tua domanda, ovviamente) perchè non vede altro di meglio in giro.


          • Appunto, anche se ti prendono x il culo tutte le sessioni di mercato i soldi fanno sempre comodo e vengono prima di tutto.


            • personalmente, l' ho capito da un bel pezzo. Ecco perchè non nutro il benchè minimo sentimentalismo (parolone) verso giocatori, allenatori & c.


      •     


  23. Io penso che alla lunga il gioco paga sempre.
    Dobbiamo accantonare i sogni di gloria, noi tifosi in primis ma anche i giocatori e rimboccarci le maniche.
    Mentre noi tifosi siamo abituati (purtroppo, eh...) a campionati da sufficienza, alcuni giocatori venuti o rimasti qui per altri motivi potrebbero non esserlo (Pasalic, Zapata, Rigoni, ma anche Gomez, Ilicic, Freuler, Toloi, Hateboer, Berisha...)
     
    L'unico modo per uscirne ce l'ha dimostrato il Gasp 2 anni fa: mettere in campo gente affamata, che voglia emergere e che sia pronta a dare tutto per dimostrare il proprio valore. Magari non saranno giocatori da 15 milioni di euro come Pasalic ma possono rendere molto di più.
    Per me è arrivato il momento, già da qualche settimana a dire il vero, di fare Atalanta - Napoli v2: dentro Tumminello, Barrow, Pessina, Valzania, Adnan, fiducia massima a Mancini, Castagne, Gollini... poi siccome serve anche qualità a calcio, 1 (quello con più motivazioni, non con lo stipendio più alto) tra Rigoni, Ilicic e Gomez


    • Concordo. Un Gomez che non salta più neanche le righe laterali del campo non serve proprio a nulla. Certo, è uno dei pochissimi che ti può inventare la giocata decisiva...ma è in evidente fase involutiva. Proprio come fece Denis. Non so se il lauto contratto ormai blindato c'entri qualcosa ma...certo è che dopo rinnovi faraonici (per noi) , certi aspetti sono pressochè una costante.... Magari è solo un caso.


      • per me non è il lauto contratto
        io ho un idea , ma è una cattiveria,non la scrivo
         
        anzi a te lo dico,ma non dirlo a nessuno
         
        sono 2 anni che gli hanno promesso di lasciarlo andare
        puntualmente gli dicono, caro Papu,noi vorremmo,ma non possiamo ,...come facciamo senza di te ,sei il più forte
        allora,avrà pensato di fare in modo di non essere più indispensabile,così la prossima lo lasciano andare senza più tante palle
        cattiveria,Si...dietrologia,Si, ....verosimile,   ....Si
         


        • Scusa ma, secondo te, un Papu che non ha avuto mercato 2 anni fa, quando ha raggiunto livelli mai raggiunti prima di allora, come potrebbe ambire ad averne facendo volutamente "schifo" ??
           
          Per me semplicemente  non ce la fa, ma al tempo stesso Gasperini sa che oggi è l'unico che può fare la giocata che ti risolve la partita.
           
          Tempo al tempo e sicuramente il mister saprà trovare la giusta soluzione e allora vedremo anche il Papu in panchina magari.. 


          • Secondo me non è il Papu faccia "volutamente schifo", nè questo era il pensiero di Barbie ... ciò che penso (e che forse pensava anche Barbie, o almeno così io l'ho interpretato) è che gioca "volutamente più per sè stesso che per la squadra" (ignorando sistematicamente i compagni nelle sovrapposizioni per cercare il dribbling, ad esempio, o tirando in porta anche nelle circostanze in cui sarebbe più logico cercare il compagno meglio piazzato), perchè è davvero difficile come possa quasi sempre fare la scelta tatticamente meno opportuna (e quasi sempre individualistica) negli ultimi venti metri alternandola poi a recuperi quasi entusiasmanti in fase difensiva per poi magari assentarsi dal gioco per diversi minuti.
            Non me lo spiego nemmeno io, onestamente, ma l'unica spiegazione razionale che trovo è che, più o meno inconsciamente, cerchi in primis di fare bella figura lui lasciando qualche traccia "visibile" negli highlights più che cercare il modo di essere maggiormente utile alla squadra.
            L'altra cosa che non mi spiego (e questa dovrebbe spiegarla qualcun altro che non sia il Papu) è come mai, per quanto acciaccato o affaticato possa essere dopo la partita precedente, nella successiva sia sempre sistematicamente in campo titolare bypassando qualsiasi forma di turnover, foss'anche si disputassero tre partite in una settimana, quando la brillantezza dovrebbe essere la cosa che in lui vada maggiormente preservata (clausole contrattuali? Mistero ...)


            • Nemmeno io intendevo schifo in senso stretto, infatti l'ho virgolettato. Era per riassumere il suo rendimento, in cui non segna, non salta l'uomo, sbaglia rigori, angoli e punizioni, si intestardisce in dribbling improbabili, sceglie la soluzione sbagliata nel momento sbagliato, ecc...


  24. Penso che a fine campionato saremo comunque tra le prime 8.


  25. io quello che penso lo sto scrivendo da luglio...mancano i due esterni e Pasalic non lo conoscevo..x me una delusione..
    questa stagione mi ricorda quella del vava...che poi siamo retrocessi allo spareggio con la Reggina..con fidarsi in panchina..per evitare bisogna dare una sterzata ora è ridare entusiasmo...chi è fuori dal progetto va fuori rosa e a gennaio riparare agli errori...
    con questa rosa cambiare modulo...4231..e Sartori a casa!!


    • sicuro???
      uno prima stagione come dice nemesis, partiti a razzo e dopo la vittoria con la juve ritorno con sogni europei infranti,
      secondo anno del vava..Mercato del "tuo" marotta, presi giocatori inutili per il gioco del vava Comandini, Saudati, Rinaldi, Taibi!, Dabo(invece di un centrocampista dinamico) partenza complicata, situazione sistemata a Marzo. Del gioco dei ragazzi del vava neanche l'ombra.ps mercato spendendo soldi(con un attivo di 20 Miliardi comunque)
      terzo anno con Doni con problemi fisici, squadra ancora più scarsa, il Vava prova a cambiare modulo con la difesa a 3, fatto sta che fuori casa perdiamo sempre e in casa non facciamo troppi punti e si arriva allo spareggio..
      Penso che Gabry tu sia fuori strada con i paragoni..e nemmeno nell'anno Mandorlini Delio Rossi, perchè la prima vittoria è arrivata a Gennaio e per mesi con Mandorlini non solo giocavamo male, non facevamo punti.
       
      Di squadre che giocano bene retrocesse non le ho mai viste, di squadre che giocano male invece si...
       


    • Lasciando perdere tutto il resto .... ma sei sicuro di ricordartela la stagione del Vava? No, perchè quell'anno eravamo partiti a razzo ed alla fine del girone d'andata eravamo in "zona Champions", salvo poi scioglierci nel girone di ritorno e finire come tutti sappiamo.
      Di analogie ne vedo davvero poche, onestamente ... ancora ancora capirei se mi paragonassi questa stagione a quella della retrocessione dopo i quattordici pali (di cui l'ultimo a Firenze nell'ultima giornata dopo il gol-beffa di Di Chiara).


  26. credoinunadea -
     10/10/2018 alle 10:25
    Penso che con tutte le plusvalenze fatte si sarebbe dovuto investire su due ali coi controca.. La controprova non l’avro’ mai ma penso che a quest’ora saremo ai gironi di el e molto più avanti in classifica. 
    Penso anche che chiedere al mister di abiurare il suo credo tattico sia impossibile, vuoi per la natura del personaggio vuoi per i risultati che con questo tipo di calcio ci ha fatto ottenere. 
    Credo comunque che ne usciremo perché è innegabile che la sfiga abbia giocato un ruolo determinante in questo inizio di stagione, forza ragazzi!!! 


  27. Semplicemente le medio-piccole hanno capito come giochiamo e quindi se non riesci a fare la differenza tecnica sfruttando la bontà della rosa in avanti, inevitabilmente perdi. E mi rifiuto di credere che il mister non si sia accorto di questo. Quindi, a cominciare dal Chievo, mi aspetto qualche novità tattica che possa sparigliare le carte. E mi aspetto altresì anche qualche novità in termini di uomini con Pessina, Valzania, Adnan e Rigoni in campo.


  28. Penso che questa situazione debba servire di lezione alla dirigenza... Pensare che un giocatore che ha buoni tempi di gioco, ma due ferri da stiro al posto dei piedi, se ha già 23 anni possa migliorare la tecnica, è un errore!!!! Perchè i piedi sono quelli e la tecnica la costruisci quando sei adolescente... quindi è ora di finirla di guardare solo la velocità e la fisicità, perchè siamo una squadra che ha sempre il possesso palla superiore agli avversari, e perciò servono buoni piedi, non lottatori alti 1.90 con dei piedi di ghisa... Altrimenti si deve cambiare modo di giocare, e l'allenatore attuale non ha questo modo nuovo di giocare...


  29. Semplicemente devono togliersi le ragnatele dal cervello e fare quello che sanno fare benissimo. Hanno paura di sbagliare e regolarmente sbagliano . Quando hanno avuto la testa libera perché non c'era nulla da perdere, a Roma e Milano, si è vista in parte la vera Atalanta . Meno pippe mentali... 


  30. Lo ammetto .. è tutta colpa mia: dalla partita di andata col Copenaghen (per me, stradominata e giocata benissimo), per svariati motivi, non son più riuscito a vedere una partita della Dea ne in tele ne al Bortolotti.
    Ma dalla prossima in casa, sarà sui mie gradoni a tifare e le cose ricominceranno ad andare bene 
    Scherzi a parte, anche a me fanno un po' paura i precedenti di Chievo e Sampdoria. Però, ho grande fiducia nel mister e nella squadra.
    Basta una vittoria, anche di culo, per ritrovare morale ed entusiasmo.
    In merito alla presunta "lite" tra Ilicic e il mister, secondo me sono cose che succedono (ne ho viste in 3a categoria, figuriamoci in Serie A): l'importante è che sia morta lì e che Ilicic metta la eventuale rabbia agonistica in campo per aiutarci a uscire da questo pantano.
    Insomma, meglio un incazzato che un depresso.
     


    • se guardiamo la scaramanzia, allora la colpa è di Toloi che è passato dal numero 3 al numero 2


      • Allora forse è anche un po' colpa mia...è dall'inizio del campionato che il giorno della partita non compro i chewingum (che di solito portano bene)nel solito bar...
        Tornerò alla vecchia abitudine...promesso


  31. A me pare che si stia esagerando nel giudicare il momento attuale....la preparazione fisica della squadra in generale sta raggiungendo il meglio in ritardo rispetto l'anno scorso causa bastardata uefa pro cicia nebbia. Gli ultimi acquisti si stanno integrando come previsto nei tempi di gasperiniana modalità. Io credo che già a partire dal Chievo torneremo a vincere divertendoci (l'unica menata sono le nazionali tra le palle).


  32. Credo che alla fine del campionato tutte le cose saranno in pareggio. Adesso stiamo dando tanto raccogliendo poco tra poco riusciremo a raccogliere. Appena ne vinciamo una lo spirito si risolleverà e per noi si apriranno nuovi scenari


  33. Penso che questa squadra debba provare il 433 perché il 343 non lo reggiamo a centrocampo e il 352 non ci permette di sfruttare Gomez e Rigoni contemporaneamente. Ma pensavo qualcosa di simile anche 2 anni fa, durante l’inizio disastroso, e sono stato smentito. Spero in un miracolo come accadde allora, altrimenti penso che retrocederemo.


    • Penso che ne usciremo e anche abbastanza agevolmente.
      probabilmente stiamo entrando in forma, e non mi spiace che ci entriamo tardi. vuol dire che non abbiamo accelerato per essere troppo in forma per i preliminari e poi morire a novembre. 
      di sicuro però i preliminari con continui viaggi (si viaggiava anche per giocare in casa) e partite da preparare hanno impedito di lavorare sugli automatismi, che in effetti mancano.
      Gasperini troverà la soluzione, oltre alla forma degli uomini migliori.
      trovo comunque assurdo ritenere il modulo (e quindi il mister) colpevole del momento; hai un allenatore che in mezzo a tanti pregi ha un difettino : in partita può anche cambiarlo, ma scende in campo sempre con la difesa a 3 (5). gli rinnovi il contratto fino al 2150... e gli fai un mercato con difensori per la difesa a 4; si possono adattare, ok, ma almeno almeno prendigli 2 ali, non due terzinacci. e non che Gasperini non l'abbia spiegato bene:tant'è che  alla prima partita ufficiale ha messo in campo D'alessandro per provare a capire se nell'anno a Benevento non fosse successo un miracolo che l'aveva trasformato in Spinazzola.
      gioca un calcio molto fisico, tutto uno contro uno in ogni zona del campo, tutto fisico e contrasti... trova gol su calci piazzati e ne subisce pochi da palla ferma e gli sostituisci due marcantoni muscolosi di 1:90 (Caldara e Cristante) con due buoni giocatori con gran poco fisico e poca voglia di usarlo (Pasalic e Rigoni).
      va bene, si adatterà. ma non è colpa sua se siamo messì così.


      • scusa, ho sbagliato a rispondere sotto al tuo commento. volevo postare un messaggio semplice, non una risposta.


  34. Anche io ho letto in giro la sciagurata storia di Chievo e Samp, retrocesse dopo il fallimento ai preliminari. E tocco ferro. Ma come non eravamo il Sassuolo l’anno del quarto posto, così non siamo Chievo e Samp. 
     
    La società è solida e il mister di sicurissimo affidamento. Certo, riaggiustare obiettivi, strategie e motivazioni dopo Copenhagen si sta rivelando davvero duro. Più di quanto avessi pensato. Ma abbiamo società, squadra, mister e tifo uniti.
     
    Forse manca in campo uno con la vera “fame”, che si trascini dietro tutti gli altri. Rigoni è bravo ma finora non l’ho visto con questo spirito. Il più vicino a questo mi sembrerebbe Valzania...


  35. nelcuoreladea -
     10/10/2018 alle 8:38
    penso che dopo l’eliminazione dall’EL le motivazioni di molti siano a 0 e che l’altra parte delle responsabilità di questo calo generale siano più del mister che ad oggi ha cambiato tremila formazioni senza mai trovare una quadra con a disposizione una rosa comunque più competitiva (anche se troppo poco rispetto alle aspettative di molti chiacchieroni televisivi e non che parlavano di Champions e cagate varie perdendo completamente la bussola sulla realtà che siamo) rispetto ad una zona classifica in cui ci troviamo. Sono oltretutto convinto che sia solo un periodo e che ne verremo fuori anche se questo anno sarà abbastanza povero di soddisfazioni....sarò ovviamente contentissimo di essere smentito a fine campionato dai ragazzi e dal mister...️


  36. serve fare un gol piū degli altri
    serve far giocare veramente quelli piú in forma
    serve anche avere il coraggio di sacrificare alcuni senatori se questi si sentono senatori a vita.
    serve anche qualche modifica al modulo, che visto le condizioni attuali di alcuni suoi interpreti, non garantisce l'efficenza passata
    sono certo che il buon  risolverã al piú presto queste 4 condizioni.
    altrimenti 



  37. Dai quest'anno ormai è quasi andata per le coppe .., ma guardiamo le ultime partite nessuno ci ha messo sotto abbiamo sempre preso gol nelle pochissime occasioni avversarie, insomma non ce n'è girata una dritta, obbiettivamente appena infiliamo due tre risultati utili consecutivi siamo a meta classifica e poi magari chi lo sa infiliamo il filotto di due anni fa e ricordiamo tutti com'è finita, la vedo dura ma non è impossibile.. retrocedere ? ma va ....
     
     



  38. al memento per me di difficile inquadramento; potremmo toglierci velocemente dalle secche come infilarci in un tunnel difficile che potrebbe portare all'esonero del tecnico.
     
    propendo per la prima, ma qunado certe situazioni involvono con un rosa poco abituata a combattere il rischio resta concreto e presente
     



  39. Non bisogna sottovalutare i rischi; Sampdoria s Chievo sono retrocesse dopo essere uscite dalle coppe per contraccolpo psicologico 
    Avere di fatto due squadre e lasciare in panchina giocatori che pensavano venendo qua di rilanciarsi crea squilibri pesanti nello spogliatoio che fino all anno scorso era invece un punto di forza
    incrociamo le dita...


    • Ragazzi, la Samp retrocesse perché a gennaio perse Cassano e Pazzini. La storia va raccontata tutta.


      • e li sostituì con Maccarone e Macheda
        un po' come passare da Elisabetta Canalis alla sciura Maria


  40. Pazienza...ci vuole pazienza. Bella la foto, orobico 72.



  41. è una situazione che bisogna sbrogliare il prima possibile: serve una vittoria anzitutto per il morale e la testa.
    Come ha detto Orobico72 però abbiamo un grande mister e buonissimi giocatori e sono convinto che ne verremo fuori.
    Bisogna che la situazione giri e ambiente e ragazzi non abbiano più l'ansia del gol e dei tre punti ma siano convinti dei propri mezzi e di poter ottenere risultati con essi.


  42. delicatissima, ma l'allenatore è una sicurezza, i giocatori anche, nonostante qualcuno fuori forma. Abbiamo le carte in regola per uscirne ancora più forti


    • Sì è vero! Potremmo uscire ancora più forte di quello che siamo


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.