04-07-2019 11:00 / 48 c.
E' iniziata ieri, con una visita allo stadio della durata di ben sette ore, la "due giorni" bergamasca dei cinque delegati Uefa che sono chiamati a verificare l’avanzamento dei lavori al "Gewiss Stadium". Arrivati all'impianto cittadino verso le 14, ne sono usciti solo alle 21 per recarsi a cena, ospiti del Presidente Percassi.

L'ispezione continuerà anche nella giornata di oggi, almeno fino al primo pomeriggio alla presenza del direttore operativo Roberto Spagnolo, per verificare l'avanzamento dei lavori e analizzare tutte le criticità esistenti al fine di stabilire quali lavori aggiuntivi realizzare ed ottenere le necessarie deroghe ai parametri che attualmente non possono essere soddisfatti.

Al termine della visita i delegati rientreranno a Nyon dove la Uefa, entro la fine di luglio, deciderà e comunicherà alla società se la prima storica Champions League per l'Atalanta la si potrà giocare a Bergamo o se si dovrà tornare a calcare il prato del Mapei Stadium di Reggio Emilia. .



di Gandalf




  1. La speranza di poter giocare la Champions a Bergamo è purtroppo tramontata. Questi "ispettori" si sono, almeno con noi, dimostrati inflessibili come sergenti della Gestapo. La lista degli interventi da effettuare è così copiosa che penso oggettivamente sia impossibile riuscire a fare tutto in tempo, e temo nemmeno convenga dal punto di vista economico. 


  2. rabbiaestile -
     05/07/2019 alle 11:06
    beh, scecc, l'articolo attualmente on line su corriere bergamo non lascia spazio a molte, anzi a nessuna speranza...e se fosse vera la dichiarazione di Spagnolo...
    «Abbiamo lo 0,000001 per cento di possibilità di farcela».....addio al sogno champions sotto la rocca....


  3. Stamattina leggo di spazi mancanti in tribuna per i cronisti, giornalisti, ecc.. . Ma la tribuna è l'unico settore che rimarra così com'è a ristrutturazione finita... Qualche dubbio sulla bontà della scelta di tenersi questo stadio mi viene non tanto per la posizione che anzi per me è ottima ma per quei vincoli alle due tribune che penalizzerà a lavori completati la capienza ridotto all'osso e quindi sulla difficoltà di reperire spazi per le partite internazionali.


  4. Spero solo che i lavori da espletare non vengano fatti per una questione costi/benefici. Preferisco un calciatore in meno in rosa, ma sentire la musica della Champions a Bergamo non avrebbe prezzo


  5. Pare proprio così perché con i nuovi seggiolini la capienza cambierebbe e praticamente sembra che in ubi ci sarebbe posto quasi solo per gli abbonati così ho capito, dato che nel posto di 3 seggiolini ce ne starebbero 2..... Ma forse ho capito male e credo che già prima dicano se siano possibili alcuni lavori per non trovarsi poi con seggiolini etc e non avere risposta positiva


    • Il grande Gennari ha appena detto a Radiosportiva che i seggiolini sono l'ultimo problema. 
      Adesso i problemi sono illuminazione (cosa che sarebbe assurda in uno stadio dal nome Gewiss) e le aree hospitality. Sono cose risolvibili, solo che ovviamente costano. La società deve capire che meglio un ingaggio pesante in meno ma la coppa nella nostra città vale più di ogni altra cosa


      • Ok, ma se come detto da spagnolo per l'illuminazione ci vuole una "torre" da 35 metri con il parere favorevole dell'enac bisogna accendere ceri


    • In risposta a deroon80


  6. Il PP sta spingendo per ultimare i lavori e giocare la Champions a Bergamo anche se dal punto di vista economico non sarebbe una gran cosa per la società.  Vedremo...


    • A livello economico probabilmente no. Ma con 100 milioni di plusvalenze e 30 milioni in più della Champions, sarebbe amarissimo perdere la Champions per una mera questione economico. Come già detto meglio un ingaggio pesante in meno ma la coppa sotto Città Alta


  7. I temi cruciali sono le sedute in UBI, l'illuminazione e gli spazi da dedicare alle tv ed ai delegati Uefa. Inutile farci mile seghe mentali, aspettiamo fine mese e sapremo. Ad ogni modo o sarà BG o sarà Reggio, qualunque altra strada è impossibile avendo noi già dato Reggio come sede. L'unica speranza è che accettino di sostituire Reggio con, per l'appunto, il nostro stadio di proprietà. Inutile perdere tempo con mille fantasticherie. 


  8. Luganoneroblu -
     04/07/2019 alle 12:36
    Saro' monotono ma se non ci danno l'autorizzazione perchè non provare con San Siro tanto il Bilan non gioca coppe 


    • Anche secondo me San Siro sarebbe l'alternativa ottimale.
      E dico che se in 22000 ci siamo fatti i km per andare a Roma con relativi giorni di ferie, a San Siro per la Champions si arriva tranquillamente a 30/40 mila per una partita normale e a 60 mila per Real o similari...


    • è stato risposto a più riprese a questa domanda probabilmente te la sei persa. Lo stadio dove giochi va dichiarato e noi abbiamo messo Reggio. E questo è il motivo legale. Poi c'è quello pratico, i costi di affitto di San Siro sono commisurati a 60 persone, ad essere ottimisti faremmo 30000 persone (dubito fortemente) ed il fattore tifo sarebbe meno forte. Poi probabilmente ci possono essre anche motivi meno evidenti che nn conosco ma già questi due credo sian o sufficienti


      • Così parlò Brignuca, AD DI ATALANTA BC


        • Spero che tu sia ironico,
          perchè Brignuca ha detto la sacrosanta verità.
           
          Fatto salvo che avendo già dichiarato Reggio, non ci sono possibilità di cambio quindi i problema non sussiste, il costo dell'affitto e dei servizi (polizia, ordine pubblico, ospitality) sono quelli di uno stadio da 80.000 posti (80.018, per l'esattezza). 
          E noi ci metteremmo dentro si e no 20/25.000 persone. Non spariamo numeri ad cazzum, 50.000 non li farai mai e comunque, se la prima partita la fai lì con il Real e perdi 0-4, la seconda con un Lione qualsiasi ci porti al massimo 10/15.000 persone.


      • beh 30000 in champions a milano ci sono sicuramente dai .. anzi ti dico che probabilmente arriveremmo a 50000 con un bel po di milanesi se dovesse arriavre real o barcellona


    • Anche per agevolare la presenza di Abbatantuono... ha una certa età...


    • Come affitto e spese varie gli chiederanno più dell'incasso champions!!!Non penso costi quanto il Mapei dove Squinzi non richiede l'affitto ma solo le spese (parole di Squinzi)


      • Se la prima storica Champions League per l'Atalanta non si potrà giocare a Bergamo, l'idea di considerare San Siro (dopo l'esclusione del Milan dalla EL) mi sembra interessante.
         
        Se poi il costo dovesse risultare proibitivo ..... ce ne faremo una ragione.
         
        Certo che ospitare a San Siro Barcellona o Real Madrid o una grande inglese, o PSG, o una big tedesca, non sarebbe come portarle a Reggio. 
         
         


      • e poi 80mila posti di cui 60mila vuoti non è bello...


        • Così non avrei difficoltà a trovare un posto ha ha ha


        • Ma cosa stai dicendo????? i due anelli principali sarebbero certamente esauriti!!


        • "60 mila posti VUOTI" per una partita di CHAMPIONS?
           
          Ad esempio, se l'Atalanta dovesse incontrare Barcellona o Real Madrid a San Siro, pensi davvero che rimarrebbero vuoti 60 mila posti?


          • No verrebbero anche tifosi di Milan e Inter sarebbe pieno


            • Verrebbero a tifare contra l'atalanta, non trovi?
              E ci verranno pure i bresciani, ospitati dai milanisti


            • I tifosi di Inter e Milan non li vogliamo


          • ...almeno siamo sicuri di starci tutti noi... e 22.000 a Roma per la Coopa Italia...  per me 25.000 per la Champions a Milano li porti....  (con Barcellona o roba simile anche 30.000....)
            ..poi ci sarà anche qualche neutrale o tifoso di altre squadre che cmq una partita di champions la vuole vedere....e sia mai che qualche mezzo milanista venga convertito sulla via di Grugliasco (...cavoli ho pure trovato la rima giusta con Damasco...ci stava anche "bergamasco" volendo... )


  9. Ci credo!




  10. ubriacateli drogateli che esplodano di taragna e casoncelli devono dire SI' !!!


  11. Corrompiamoli con 3/4 mignottone di quelle giuste


    • Magari cominciamo a mettere a disposizione te!

       
       



    •   sono due uomini e tre donne se non sbaglio....


  12. visto il caldo che fa...
    la delegato sempre sudato

     
     


  13. Ragazzi io ci credo siamo Bergamaschi e non conosciamo ostacoli quando ci mettiamo in testa una cosa la portiamo a termine. 
    E
     


  14. Ottimo


  15. Sarebbe giusto che sta Uefa venisse incontro anche alla nostra società e non solo con gli zozzoneri (anche se per motivi diversi) 


  16. Quindi fino ad allora non si saprà nulla sugli abbonamenti?


    • si parla di champions league cosa centrano gli abbonamenti?


      • Mi sa che non sei informato bene.. si aspetta di sapere se si giocherà la champions a Bergamo per capire se la capienza dello stadio dovrà essere ridotta e sopratutto in Ubi ci sarebbero 2000 posti in meno sa mettere in vendita.. 


      • se gli adeguamenti richiesti dall'uefa riguardassero anche la capienza dei vari settori, qualche problema a mettere un vendita dli abbonamenti ci potrebbe essere


        • Sicuramente....ma non inficia con l'abbonamento del campionato.....i mini abbonamenti per le coppe sono un capitolo a parte....


          • Secondo me inficia si, perché se danno ok si dovrà mettere seggiolini in ubi e curva sud e la capienza cambierà anche per gli abbonamenti del campionato, credo sia così...


          • Anch'io ho letto che si aspettano queste determinazioni per poi presentare la campagna abbonamenti. 
            Se si dovesse ridurre la capienza per la Champions mettendo seggiolini, cambiandoli in UBI ecc,
            questa ovviamente andrebbe ad incidere anche sul campionato
            Se non c'entrasse  la UEFA perchè non hanno ancora presentato la campagna abbonamenti? Gli altri anni a inizio luglio era fuori.


  17. Incrocio tutto quello che ho, è una rottura andare ogni volta a Reggio ma per la DEA lo si fà.....Ma la prima Champions sarebbe deludente giocarla lontana dal nostro stadio....


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.