08-10-2019 09:09 / 54 c.

La squadra di Bergamo non è più una sorpresa e in campionato può approfittare delle difficoltà delle avversarie per restare in alto.

Dopo sette giornate di campionato, l’Atalanta è terza in classifica con tre punti in più del Napoli e soltanto due in meno dell’Inter. Con cinque vittorie in sette partite e il miglior attacco del campionato, la squadra di Bergamo ha iniziato la stagione esattamente da dove l’aveva finita: considerando le difficoltà di Roma, Lazio e Milan – tre squadre ancora incostanti e forse incomplete – un altro piazzamento tra le prime quattro è alla portata.

Nell’ultimo campionato il terzo posto – miglior piazzamento in Serie A della sua storia – aveva garantito all’Atalanta la prima qualificazione ai gironi di UEFA Champions League, iniziati il mese scorso. Proprio per la partecipazione al torneo continentale, era preventivabile un calo nel rendimento in campionato: nonostante i grandi risultati che ottiene da tre anni, si tratta di una società piccola non ancora abituata a molte cose. L’esordio in Champions League è stato in effetti complicato, ma in campionato non si sono viste difficoltà.

 Le caratteristiche principali della squadra allenata da Gian Piero Gasperini rimangono sempre l’aggressività, l’intensità di gioco e i sacrifici richiesti ai giocatori, a cui vengono dati pochi compiti ma ben definiti e con molta esigenza. L’Atalanta occupa porzioni di campo molto corte e con un pressing ben studiato rende difficile l’impostazione del gioco agli avversari, con l’obiettivo di recuperare palla il prima possibile. Spesso riesce ad avere la meglio negli uno-contro-uno, un aspetto nel quale è migliorata progressivamente nel corso degli anni grazie all’inserimento di nuovi giocatori bravi tecnicamente, per ultimi Josip Ilicic e Luis Muriel.

Luis Muriel (Giuseppe Zanardelli/LaPresse)

Il ruolo più emblematico dell’Atalanta è quello dell’esterno, affidato a giocatori di grande corsa disposti sia a ripiegare in difesa sia a spingere sulle fasce al momento opportuno. Domenica uno dei tre gol segnati al Lecce è stato realizzato proprio da uno di questi, Robin Gosens, al terzo gol in campionato. Ma se si parla di gol non si può non citare Duvan Zapata. Il centravanti colombiano, dopo anni di ambientamento in Italia, ora segna con una regolarità impressionante: soltanto in questo inizio di stagione è a 7 gol in 9 partite.

L’identità dell’Atalanta è ormai ben definita, tanto che i suoi giocatori riescono a mettere in pratica le proprie idee contro qualsiasi avversaria, in casa come in trasferta. Questa sicurezza è mancata all’esordio in Champions League, perso 4-0 a Zagabria contro la Dinamo, ma si è vista nuovamente in casa contro lo Shakhtar Donetsk, dove una sconfitta negli ultimi minuti ha offuscato un’ottima prestazione. L’entusiasmo attorno alla squadra è sempre più grande, aiutato dagli investimenti della società: domenica è stata inaugurata la nuova curva coperta del Gewiss Stadium, il secondo settore ad essere stato rinnovato in attesa degli altri due, che verranno completati entro il 2022.

fonte ilpost.it



di Marcodalmen




  1. SENZA DARCI DEI LIMITI .. 


  2. sololatalanta -
     09/10/2019 alle 11:34
    TRIPLETE 


  3. siamo realisti, esigiamo l'impossibile



  4. Piedi per terra 


  5. Lo scrissi nel post del rinnovo del Gasp a giugno... in tante hanno cambiato mister...
    #SENONORAQUANDO ️


  6. Spero ancora in un posto al sole in campionato. X quel che riguarda l'europa con un'eventuale passaggio in E.L. sarebbe fantastico e più adeguato alla nostra dimensione attuale. Sono convinto che se cresceremo nella stagione come è sempre successo con il gasp potremmo anche arrivare in fondo o quasi...... 


    • In questi 3 anni abbiamo tutti tessuto le lodi di Gasperini, Sartori e Percassi. Giustamente, visto che nella gerarchia delle squadre da battere adesso ci siamo pure noi. Ma quello che per me è sbalorditivo è la forma fisica e l'assenza di infortuni, visto che a parte Toloi e a qualche malattia che nulla ha a che vedere con infortuni (tonsilliti o infezioni ai denti) sembriamo un'armata invincibile. Un anno può essere culo, ma tre anni no. E considerato invece che altre squadre sono falcidiate dagli infortuni (Roma su tutte), direi che questa variabile è decisamente importante nell'equilibrio di un campionato dove i valori di certe squadre ormai si equivalgono. Considero comunque Juve, Inter e Napoli di un livello superiore non solo tecnico ma a livello di esperienza. Nelle partite che contano queste squadre rendono di più, a noi ancora tremano le gambe.
      Ad inizio stagione ci avrei messo la firma per un sesto posto, adesso il quarto sembra veramente alla portata non solo per la nostra attuale posizione ma anche per la pochezza che stanno dimostrando Roma, Lazio e Milan.
      Un plauso alla nostra società che vuole colmare anno dopo anno le lacune al fine di migliorare continuamente. Giocava bene ma mancava il finalizzatore: preso Zapata. Cambiava troppi giocatori: tenuti tutti. Mancavano delle valide alternative: prese delle riserve forti come i titolari.
      A mio avviso il prossimo passo sarebbe consolidare la difesa, a Toloi e Kjaer spero venga affiancato uno di spessore.


  7. FINE ANDATA CI DIRA CHI SIAMO


  8. Sognare non costa nulla.......... Ci giochiamo il tricolore l'ultima di campionato in casa con gli intertristi..... 


    • No, ce lo giochiamo con la Juve e gli intertristi si scostano!!!


  9. Nelle attuali condizioni di forma e di salute, alla luce delle prestazioni in atto, trovo ozioso porsi interrogativi del genere. Abbiamo una posizione di classifica lusinghiera, un attacco da favola ed una difasa che sta maturando un assetto di tranquillità: pensiamo a goderci una stagione che potrebbe portarci a ripetere il sogno, magari migliorandolo. Grande, superba Atalanta !


  10. Senzaportamento -
     08/10/2019 alle 13:06
    Quando saranno in.vendita i biglietti liberi per manchester?


  11. Vincere l' Europa League
    che vorrebbe dire ancora Champions l' anno prossimo (e pure da testa di serie),prestigio internazionale,ecc
    in campionato è difficile da dire adesso,non molleremo  niente, ma andando avanti in europa,qualcosa in campionato ,prima o poi lasci,
    comunque nelle prime 6
     


  12. Che dire, dove arriveremo? Preparate ago e filo!!!
    Io firmerei nei primi sei posti....ma mi sta bene anche nei primi quattro....non mi fa schifo.


  13. Possiamo arrivare alla salvezza prima di Natale.


  14. Dove possiamo arrivare non saprei ma la cosa fondamentale è non porci limiti, adoss!! 


  15. L'anno scorso scherzando avevo pronosticato coppa campioni
    quest anno sono sempre in gena si scherzi e dico scudetto
     


  16. Come sempre... una partita per volta, i conti li facciamo alla fine!!!

     


  17. Se nessuno dei tenori si infortuna (tokkament des marones)
    SE il portiere si rivela affidabile,
    Se usciamo a dicembre dall'Europa,.
    se a gennaio facciamo lo sforzo di acquistare un valido e pronto rincalzo per Marteen e Remo..........
    allora , figlio mio, 
    ne vedremo delle belle da gennaio in poi


    • avevo il dubbio sul rimpiazzo di Martino ma poi ho visto il 2 tempo di Mali a Roma ed ho capito cheil randellatore di scorta lo abbiamo in casa. Gasp non lo ha mai chiesto e se nn lo chiede lui un uomo in più li potrebbe anche essere un minus anzichè un plus


      • scusa Brignuca, leggo solo ora.
        Io la vedo .... "differentemente"
        Penso che il vate provi Mali in quella posizione (che non e' la sua anturale) proprio per saggiarne la DUTTILITAS', visto la mancanza di un valido sostituto per Remo e Marteen
        se,cosi' sara', e dovra' fare di neccessita' virtu', conseguentemente....toglira' mali dalla disponibilita' a coprire i ruoli di Josip e Papu.
        il "buco" rimane................................


    • Mmmm .... conoscendo il Tone, la tre e la quattro sono assolutamente incompatibili ... ulteriori acquisti con l'uscita (totale) dall'Europa mi sembrano proprio utopici ... ancora ancora se "scivolassimo" in Europa League ....


      • scivolare in Europa league,sarebbe la nostra fortuna
        andare avanti in champions avremmo lo scontro storico col Barcellona ,o PSG o Bayern, ma al 99% finirebbe li
        andando in EL venendo dalla champions saremmo testa di serie,quindi i sedicesimi  a febbraio contro una seconda dei gironi(e ci sono gironi in cui la seconda è il Dudelange o simili)
        Da Marzo le squadre del Gasp volano e avremmo pochi rivali,forse l' Arsenal ,pochi altri,serve poi la componente fortuna nei sorteggi
        in caso di uscita totale dall' europa il quarto posto non ce lo toglie nessuno


        • Concordo.
          Lo dicevo al momento del sorteggio......figurati ora dopo le due sconfitte iniziali.....


        • Quoto in pieno ed era ciò che speravo prima del sorteggio di C.L. ... dopo di che, come penso un po' tutti, questo girone un po' così aveva messo un po' di acquolina nella bocca dell'orgoglio di passare il girone e guadagnarci l'ottavo di prestigio.
          Ragionevolmente sfumato il secondo posto, spero ancora nel terzo che ci riporterebbe al sogno originario che, come hai ben argomentato, potrebbe aprire porte davvero interessanti.


          • Non tutte le terze che scendono sono teste di serie solo le migliori, altrimenti non avremmo mai preso il Dortmund avendo vinto il girone di el


  18. Premesso che firmerei subito per entrare nelle prime quattro e riprovare la C.L. con una consapevolezza e un esperienza diverse, se proprio bisogna sognare in grande diciamo secondo posto, il primo credo sia comunque inarrivabile salvo suicidi clamorosi della Juventus (che avrebbe dovuto pagare dazio per l'apprendimento del Sarrismo nei primi mesi e invece e già in testa pur senza aver dato l'idea di mostrare tutto il suo potenziale).
    Per ora va benissimo tenere a debita distanza le romane e le altre pretendenti (vere o presunte) all'Europa, se poi resta dietro anche il Napoli meglio ancora ... dell'Inter non v'è certezza, come sempre, ma con Conte il pericolo del solito crollo invernale con conseguente implosione lo vedo più difficile.
    Testa alla Lazio ... una partita per volta per ottenere il massimo ... poi a primavera vedremo dove saremo e chi ne avrà di più ...


  19. Non mi pongo obiettivi, divertiamoci senza assilli con tanta voglia di stupire e vediamo dove arriveremo...


  20. X me bellissimo banco di prova sabato prossimo contro la Lazio. 
    Con 2 settimane di riposo ( tranne i nazionali ) entrambe. 
    Zero scuse di partite ravvicinate. Stanchezza = x tutti. 
    La nostra difesa contro il loro attacco ( che io reputo molto buono ) e viceversa. 
    Ma occhio soprattutto ai corner e a Milinkovic Savic !!!!!!!!!!
    sono molto curioso di come andrà a finire. 
    Certo che se dovessimo vincere pure contro la Lazio , in casa loro ....... beh ....... aiuto !!!!!!!!
     


    • In realtà... con 13 giocatori in nazionale, le 2 settimane di riposo i nostri non le hanno. Spero ne abbia tanto fuori anche la Lazio


  21. Io spero di retrocedere in Europa League e restare in Europa (EL o CL è indifferente) anche il prossimo anno.


  22. Calma, è ancora troppo presto. Vedremo dove saremo alla fine del girone di andata, lì si potranno mettere i primi "paletti". Per dire, se andiamo avanti con questa media arriviamo a 41 punti a gennaio. Salvezza tranquillamente raggiunta, così il presidente è contento, e allora potrà succedere di tutto. Però bisogna mantenere questo ritmo e ripeto che non abbiamo ancora incontrato avversari del nostro livello. Già la prossima partita è un bel banco di prova.


    • Io penso che, piu' che alla classifica di queste prime 7 partite, dovremmo guardare alla classifica dell'anno solare dove Atalanta e Juventus sono nettamente staccate da tutte le altre .....
       
      Nell'anno solare 2019 abbiamo una media punti semplicemente "stellare" (56 punti su 26 partite).
      Continuando su questa media per tutto il campionato arriveremmo a circa 82 punti (sgrat, sgrat ......), 10 in piu' del nostro record.
      Da non credere!


    • Tutto vero. La Roma a Roma comunque l'abbiamo affrontata. Il Torino l'abbiamo affrontato (e anche qui sul sito alcuni lo reputano del nostro livello, se non persino i viola). A "Lazio" bel banco di prova ma con un bel vantaggio proprio sulle romane.


      • Sì, è vero, Roma battuta, però diciamo che al momento non è uno squadrone ai livelli di Inter, Napoli o Juve per dire (sulla carta sì, ma poi parla il campo). Speriamo che facciano schifino fino alla fine come l'anno scorso, così una per il quarto posto è fuori dai giochi. Il Torino bo, io proprio non lo considero al nostro livello. Infatti era stata una sconfitta da polli, se non ricordo male. Comunque, ripeto che se si vuole rimanere là in alto sono gli scontri diretti che pesano tantissimo (ovviamente oltre alle partite stile Sassuolo o Lecce). Già ne abbiamo vinto uno con la Roma, però vediamo quando arriveranno quelle tre lì, oppure proprio la Lazio che è tra poco. 


        • per me l'inter fa la botta tra non molto o cmq fa "l'inter" e si crea problemi da sola quindi non tiene il ritmo delle prime sei giornate. onestamente non ho visto delle grandi prestazioni da parte sua e tra zapata e lukaku non ho dubbi su chi arriva a far più gol. la juve ha la solita marcia in più ma per il campionato allegri era più cinico e pragmatico di sarri che secondo me può arrivare a concedere qualche punto unico problema ha ritrovato higuain.
          il napoli ha un bell'attacco ma mi aspettavo molto di più in difesa dal duo koulibaly-manolas, passi falsi come quello col cagliari in casa mi fanno ben sperare.
          la roma ora ha una infermieria piena e hanno già perso tanti punti, la lazio anche lei ha delle forti potenzialità poi puntualmente fanno dei passi falsi e spero il prossimo sia proprio contro di noi. il sottobosco di viola, milan, toro ecc... sono palesemente inferiori.
          occhio perché mai come quest'anno l'ago della bilancia lo muovono gli scontri con squadre che in teoria dovrebbero pensare a salvarsi ed invece sono vere e proprie mine vacanti. per cui cagliari, verona, brescia queste qua vanno affrontate e asfaltate inesorabilmente è lì che si guadagnano punti pesanti e dove rischiano le grandi.
          non ho parole per samp e genoa non avrei mai pensato che il calcio genovese potesse retrocedere nello spazio della solita stagione.
          noi abbiamo le carte in regola per fare molto bene soprattutto se miglioriamo la difesa e la razio occasioni create/gol fatti.
          ho solo paura degli infortuni di uomini chiave.
           


    • Giustissimo, dobbiamo ancora confrontarci con le squadre più blasonate. Attendiamo di vedere come andrà (sgrat sgrat) e poi si vedrà.........


  23. crazyhorse200 -
     08/10/2019 alle 10:18
    pOSSIAMO ARRIVARE STABILMENTE TRA LE PRIME 4 IN ITALIA
    e cercare seriamente di Ampliare la nostra Bacheca con un Trofeo
    Lo meritiamo....sono i nostri anni, DOBBIAMO RACCOGLIERE.
     


  24. Ribadisco. Tra un mese esatto sarà tutto chiaro. 


  25. Può puntare a diventare un'istituzione-modello, per i tempi nuovi, una scuola di vita e di sport. E questo è assai più difficile e complicato che conseguire ancora una volta la CL, come tutti ci auguriamo, essendo peraltro ancora ben in corsa per ottimi risultati anche nell'esperienza presente (mia prrsonalissima convinzione, quest'ultima).


  26. Calma, scèc.....ancora troppo lunga.....son passate solo 7 giornate
    Non facciamo come il Bue che dopo due giornate già parlava di lotta per lo scudetto.
    Testa bassa, restare sul pezzo.
    Ovvio meglio essere al terzo posto piuttosto che nella melma come le genovesi, ma ragionamenti di classifica si possono fare solo dopo il girone d'andata o ancor meglio da marzo/aprile.
    Adòss

     


  27. Lo scorso anno meriti nostri e demeriti altrui si sono uniti per portarci in CL. Quest'anno per tornarci potrebbero bastare i meriti nostri vista la partenza a tappo rispetto alle solite annate di Gasperini. Per andare più su ci vogliono demeriti di Juve Napoli ed Inter le uniche che probabilmente hanno qualcosa più di noi.
     
    Il futuro può migliorare anche in dipendenza di cosa verrà fatto da noi e dalle altre 3 nel proseguo delle competizioni europee. Una certezza la ho, i crolli veritcali dell'inter a cui siamo abituati, con Conte sono molto improbabili
     


  28. Vincereeeemo, vincereeeeemo, vincereeeeeemoooo  il TRICOLORRRR!


  29. Ciao, 
    in altissimo se restiamo con i piedi per terra e senza condizionamenti mentali e senza troppe pressioni esterne.
    L'Atalanta non si deve porre limiti e traguardi,..
     

    FORZA DEA
     
     


  30. Se fosse un gioco pulito , direi scudetto
    Alla champions però assolutamente puntare ancora 


  31. senza juve potremmo anche pensare a traguardi inimmaginabili... abbiamo un gioco e una consapevolezza mai visti da queste parti; tuttavia é impossibile reggere i ritmi di una squadra superiore in modo clamoroso rispetto a tutte le altre.
    più realisticamente cerchiamo di fare più punti possibili per il quarto posto: sarebbe una cosa mostruosa qualificarci un'altra volta in CL


  32. Secondo me 4ª posto, o addirittura 3ª se Inter o Napoli hanno un tracollo


  33. Non lo so. .Ma  se qua' nella città di Giulietta dopo una vittoria contro i deleritti ciclisti i Butei parlano di zona EL alura noter ?


    • "Alura noter ....."
       
      Evair, "the sky is the limit ......."


    • La cosa non ti dovrebbe stupire piu di tanto se ricordi quel noto detto Veneto sugli abitanti della regione che conclude con un ...veronesi tutti matti!


      • Vero ma i Butei sono proprio strani.. sono un up and down continuo.. quando perdono vogliono le dimissioni di Presidente Allenatore Magazzinieri Dottore etc etc se vincono due partite sono più forti dei Reds ..


        • Bah, li davo per retrocessi già ad ottobre ed invece stanno vendendo cara la pelle, ma hanno un attacco spuntato e secondo me dureranno ancora poco.


  34. come dice il MISTER GASP si può migliorare sempre
    e allora diciamo che può arrivare sempre più su,sempre più su
     


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.