12-09-2019 10:28 / 0 c.

Una sfida al proprio passato. Una gara che dà sempre ha un denominatore comune, ovvero Gian Piero Gasperini. Dalle parti del Ferraris lo conoscono tutti, o quasi. Un carattere di quelli tosti, che hanno sempre dato un'identità ben precisa alla squadra. Di mezzo ci sono alcuni passi falsi, ma quando si parla della storia dell'attuale allenatore dell'Atalanta il paragone tra le due realtà è inevitabile. Il calendario, poi, fa sempre qualche scherzo e intreccia storie personali con emozioni collettive: una partita simile, a pochi giorni dall'esordio in Champions League, è l'ideale per dar vita all'ennesimo racconto offerto dal mondo del pallone.

GRIFONE - Il Genoa ha sempre avuto un significato importantissimo per Gasperini, il tecnico ha messo in mostra le sue capacità proprio alla guida del Grifone. Secondo miglior attacco e promozione al primo anno in serie B, ma il capolavoro rimane quel quinto posto del 2008-2009, con la qualificazione all'Europa League e la competizione europea più importante sfiorata per uno scherzo della matematica. Il ritorno in rossoblù non è comunque da buttar via, l'apice rimane il sesto posto ottenuto nella stagione 2014-2015.

L'ETÀ DELL'ORO - Gli anni a Genoa hanno segnato la carriera del Gasp anche per via della durata maggiore rispetto a quelli atalantini. Con la Dea sono però arrivati risultati incredibili, fino a quello ottenuto lo scorso anno. La qualificazione alla Champions League e il terzo posto hanno consacrato una squadra che fino a poco prima lottava per non retrocedere, ma soprattutto un allenatore che ha portato moltissime innovazioni nel calcio italiano. Genoa significa molto per il tecnico di Grugliasco, ma pian piano l'Atalanta sta sostituendo il passato. Sarà pure una lotta contro ciò che è stato, ma l'età dell'oro è adesso, soprattutto quando tra pochi giorni sarà il momento di andare a Zagabria a giocarsi la prima opportunità di entrare nella storia. Ancora una volta, ma con i colori nerazzurri.

fonte tmw.com



di Marcodalmen




Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.