21-10-2019 14:40 / 39 c.

Le parole in conferenza stampa dell'allenatore dei Citizens alla vigilia della sfida con l'Atalanta

Vigilia di Manchester City-Atalanta, terza giornata del gruppo C di Champions League. L'allenatore dei Citizens Pep Guardiola ha presentato la sfida in conferenza stampa: "La Champions è quello che ci interessa. Ci stiamo concentrando su quello. In questa competizione bisogna essere migliori nell'area e segnare di più. Dobbiamo migliorare, fare altri sei punti per qualificarci. Potrebbe essere un grosso passo in avanti. Ho molta fiducia nella mia squadra, ma ho la consapevolezza che ci siano altri club che possono vincere questa competizione. Non si trionfa ai gironi". 

Guardiola ha un passato da giocatore nel Brescia, nella stagione 2001/2002 e una parentesi nel 2003. Per lui potrebbe essere quasi un derby con l'Atalanta:"Ero molto legato alla famiglia Corioni, mi hanno trattato molto bene. Ho qualche amico nella società. So che hanno fatto molto bene con Cellino. E' una partita molto speciale, ma non ho sentito nessuno".

Riguardo Gasperini, l'allenatore del City ha aggiunto: "Quello che sentivo di Sarri è uguale a quello che penso di Gasperini. Una squadra come l'Atalanta, per quanto fatto lo scorso anno, è incredibile. È come vincere un campionato con una grande squadra, è una gioia vederli giocare. Hanno coraggio, attaccano, saltano l'uomo e prendendo tanti rischi".

Sui problemi in difesa sia del Manchester City che dell'Atalanta: "Siamo due squadre che hanno tanto coraggio, dovremo adattarci a quello che fanno. Sarà una partita molto aperta, noi concediamo e facciamo tanti gol. Sarà uno spettacolo, una festa per il calcio".

Fonte: gianlucadimarzio.com

 

Video molto parziale (un minuto della conferenza) a QUESTO link



di Gandalf




  1. Brào!!


  2. Domani li schiantiamo ! 


  3. Brao pep. E allora lasciaci giocare cosi ci vedi meglio. 


  4. e basta con questa storia del Brescia...non se ne puo più!!!voleva sentirsi dire qualcosa sulla corsa di Mazzone sotto la nostra curva per aggraziarmi l’opinione pubblica bresciana ?
    quando giocava nel Brescia c’era un certo Gino Corioni,uomo d’altri tempi che se si andava in lega calcio a ROMA si sedeva più volentieri affianco ad un Ruggeri piuttosto a tutto il pattume dell’epoca 


  5. Guardiola conferma di essere un grande. Mi auguro che a Milano venga accolto con applausi meritati. So che la politica su questo forum non c'entra nulla ma ho apprezzato la sua decisa e giustificatissima presa di posizione sulla situazione della Catalunya. Sarebbe bello vedere qualche bandiera catalana tra gli spalti a San Siro 


  6. Credo che parlare bene della squadra che devi affrontare rientri un po' nella retorica  sportiva che richiede il ruolo.
    Avete mai sentito un allenatore dire che affrontera' una squadra scarsa o che sara' una partita facile?
    Io mai! anche perche', se per disgrazia sua, le cosa dovessero andare male,  farebbe una figura da fesso!
    Cio' detto, per me rimane un grande allenatore ed anche un grande uomo anche se ha giocato a   Brescia


  7. A parte la spudorata menzogna ("non ho sentito nessuno a BS"...seeee probabel ) Chapeau a Guardiola, eccezionale tecnico e bella persona. E ce n'è bisogno.


    • Proprio perché è una bella persona, se avesse sentito qualcuno da BS, lo avrebbe detto e ci avrebbe anche fatto una risata sopra.


  8. Domanda fuori tema, inoppprtuna e di una piccolezza inaudita.
    Hai la possibilità di fare una domanda a uno dei migliori mister al mondo e vai a chiedere della rivalità tra le due tifoserie? 
    Povero paese!!! 
     


  9. Pura verità quella che hai scritto


  10. Guardiola è il più grande allenatore che ci sia, oltre che una persona eccezionale. Dopo di lui, solo come allenatore, ci metto il Gasp, che infatti, lo stima moltissimo. Mi spiace che alcuni di noi lo insultino, per via dei suoi (ottimi) passati al Brescia. Chi ama il calcio, come me, va oltre questo e pensa che avere avuto in squadra Baggio, Guardiola e Pirlo insieme nello stesso anno sia stato il massimo.


    • Se poi pensi che con una squadra del genere non sono andati da nessuna parte...
      Comunque anche x me rispetto massimo x Guardiola


      • Non ne sono certo, ma mi sembra che sia stato quello l'anno in cui sono arrivati settimi e si siano qualificati per l'intertoto. Oggi sarebbero i preliminari di Europa League. Non ci sputo così tanto sopra, soprattutto, considerando gli ultimi anni del Brescia. Al di là del risultato vedere dal vivo tre campioni del genere nella propria squadra (di provincia), anche se non all'apice della carriera, io mi leccherei i baffi. Al di là del tifo.


        • Ci eravamo qualificati noi per l'Intertoto. Loro ci sono andati per nostra rinuncia.


  11. Il city è una squadra strana.
    Capita ogni tanto che fatichi a sbloccarla, e allora si può sognare l impresa.
    Ma se fa gol subito, come invece spesso accade, finisce quasi sempre in goleada.
    Speriamo che la difesa regga altrimenti il rischio è  alto.


  12. Una partita non si  può mai dare per scontata, ne in bene , ne in male, quantomeno prima di giocarla. Ciò premesso, il buon senso suggerisce che, di fronte a cotanto aversario, non si possono nutrire soverchie illusioni, ma non si deve comunque abdicare all'impegno, o arrendersi prematuramente. Consapevoli di esserci meritati di disputare questo incontro, dobbiamo essere noi stessi e giocare con intensità, tutte le nostre possibilità. Pensando che già vivere questa esperienza è cosa positiva, da cui trarre motivo di orgoglio. Specialmente se riusciremo a dare la migliore immagine di noi stessi, a prescindere da quale sarà il risultato. Forza Atalanta !


  13. È come andare a Juventus con la differenza che sono molto più offensivi... Ma Gasperini ce l'abbiamo noi. Mi raccomando tifare tutta la partita... 


  14. Io ho grande stima per questo allenatore ... però domani ti roviniamo la serata 


  15. Solo pensare di sognare di andare a guardare dritta negli occhi la squadra forse più forte del mondo, nella competizione più bella del mondo, fosse anche solo per 5 minuti, era un traguardo inimmaginabile anche solo 3 anni fa. Abbiamo fatto tanta strada; tanta ancora ne faremo sotto la guida di Gasperini.
     
    Ma anche di Percassi & C.
     
    Ieri guardavo il toro e pensavo: guarda te, 25 milioni per Verdi, mentre noi mandiamo a giocare fuori i Pessina, i Kulusewski e vendiamo i Cornelius, mentre con quei soldi ci prendiamo Zapata... solo la fiducia permette certe cose. Fiducia della società nel tecnico e viceversa, fiducia incondizionata del pubblico. In un ambiente così potrà anche capitare un momento o un'annata storta, ma ci si rialza in fretta. Non so come dirlo ancora: Gasperini deve restare su questa panchina per un ventennio, e allenare l'Atalanta anche in roaming dalla casa di riposo!
     
    Grazie in anticipo mister! Grazie Tone, grazie Papu, perché è solo il giorno prima della partita ma io sono emozionato e orgoglioso come se la Champions l'avessimo già vinta.


  16. Leggere queste cose da uno dei migliori allenatori del mondo vale più di ogni altra considerazione. SIAMO tra i Top team mondiali! E ci rispettano! 


  17. Lo  ripeto da mesi: comunque vada... sarà un successo!! Godiamoci il sogno.


  18. Sentire il miglior allenatore del mondo con il mano la squadra forse più forte d'Europa dire che "dovremo adattarci a quello che fanno loro" giocando in casa loro è qualcosa di cui forse nemmeno noi riusciamo a renderci conto!
    Ci sarà magari un quid di eleganza e di cortesia nelle sue parole, ma credo che siano fondamentalmente sincere, e che con quasi tutte le squadre "normali" avrebbe affermato "noi dobbiamo fare il nostro gioco e far sì che siano loro a preoccuparsi di noi perchè siamo tecnicamente superiori".
    A prescindere da come finirà questa partita (a maggior ragione ora che abbiamo pure la difesa decimata), già essere arrivati a questo punto è un onore immenso che deve solo farci sentire orgogliosi di questa squadra, alla quale possiamo solo chiedere di provare ad essere se stessa e giocarsela con le proprie armi.


    • Questa vigilia mi ricorda molto la vigilia con lo Sporting, ovviamente con le dovute differenze, ma noi con la squadra decimata, con il nostro leader Stromberg in ospedale ad Alzano, eppure quella sera tutti noi atalantini ricordiamo la fuga di Cantaruti...e come si dice la storia si ripete


      • I vicini di casa dei miei ricordano ancora le urla mie e di mio papà al gol di Cantarutti. Abbiamo svegliato tutti quelli che dormivano nell'arco di 2 km. Speriamo di rpetete la performance 


  19. 1907curen1907 -
     21/10/2019 alle 15:17
    belle parole ma al resta u suni!!!


    • Ovviamente, se dovesse in futuro venire a Bergamo, tu saresti in prima fila ad osannare il sunì, come avrai fatto con Doni e tutti quelli che, dopo essere stati nel Brescia, sono venuti a giocare per noi......... 


  20. Davvero incredibile dove siamo arrivati........


  21. I complimenti fatti dall'allenatore più forte al mondo ci fanno capire dove siamo arrivati...senza paura cavalchiamo questa avventura....


  22. Grande riconoscimento per tutti noi e il mister!


    • Soprattutto quando dice, dovremmo adattarci a quello che fanno.
      SPETTACOLO


  23. Io ho una paura porca di questa partita, però allo stesso tempo non vedo l'ora che sia domani. 


    • Beh ma di questa non si può aver paura... una sconfitta sarebbe nella logica delle cose ... sono forse la squadra più forte del mondo, è un sogno esserci! Però il bello del gasp è che ci ha insegnato a giocare qualsiasi partita, quindi per quello a tutti noi sale comunque la tensione.


      • Il problema non è la sconfitta (molto probabile, non prendiamoci in giro), ma le proporzioni. Io un'imbarcata in Champions l'avevo preventivata, purtroppo a Zagabria ci siamo giocati il jolly, perché possiamo fare tutti i discorsi che vogliamo, ma se dopo tre partite abbiamo tre sconfitte due delle quali molto pesanti, qualche strascico psicologico sarebbe inevitabile, temo. Poi, la palla è rotonda, si inizia sempre 0-0 in undici contro undici e fino a domani alle 21 possiamo sognare. Speriamo bene.


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.