02-11-2018 15:47 / 59 c.

Hateboer

 

Hans Hateboer, esterno dell'Atalanta, ha parlato al Corriere di Bergamo: "La sconfitta contro il Copenaghen? Ancora non capisco come ci abbiano eliminato. Abbiamo tirato in porta cinquanta volte e Pasalic si è divorato gol che di solito segna. Il mercato in estate? Ho letto di interesse da parte di altri club come il Valencia, ma l'Atalanta mi ha considerato incedibile. Il futuro? Il sogno è giocare la Champions League e un torneo con la Nazionale olandese. Mi piacerebbe provare la Premier League. Obiettivo Europa? Dobbiamo fare un passo alla volta ma è naturale puntare a quello con le qualità che abbiamo in rosa. Siamo in ritardo ma la classifica è corta. Abbiamo tutto il tempo per recuperare terreno".



di Sigo




  1. dichiarazioni ovvie e non ci vedo nessuno scandalo
    fatte da altri prima di lui
    in primis gomez e de roon come ricordato dal buon therion.
    a proposito del de roon...
    in quanto al "grande uomo" etichetta appicicatagli dalla stragrande maggioranza degli utenti...
    beh secondo me é un buon giocatore...
    ma i veri "grandi uomini" sarebbero rimasti in serie B inglese e si sarebbero fatti un mazzo cosí x riportare il middlesbrugg o come cazzo si chiamano,in serie A.
    quindi vediamo di non creare big man dove non esistono
    tornando all'hateboer se raffina un po il piede, può benissimo ad aspirare qualsiasi squadra


    • Fara è più facile che l Atalanta arrivi in Champions che un ferro da stiro si trasformi in un piedino fatato.
      Per ciò che riguarda Marten de Roon , ammetto di avere un debole x lui,  ma quandò fu ceduto in premier ;fu lui a fare carte false x andarsene o piuttosto la società spinse x una cessione che fino ad allora fu una delle migliori plusvalenze della storia della Dea? 
      La verità magari sta nel mezzo ,ma se giudichiamo un professionista " grande uomo " solo sulla base di un rifiuto o meno  ad un trasferimento voluto dalla propria società con stipendio triplicato e ponti d oro fatti da quella nuova , allora dovremmo anche spiegare la nostra definizione personale del cosiddetto" grande uomo"


      • hola sergino...
        infatti il mio riferimento al "grandeuomismo" non era all'atto della prima vendita ma all'atto della seconda.
        ripeto un big man sarebbe rimasto in inghilterra a sputare sangue x cercare di riportare la propria squadra in premier ligg.
        detto questo w il de roon, buon giocatore...e basta
        lasciamo questi aggettivi a chi veramente li merita e a mio modo di vedere la questiú nel mondo del calcio non esistono...in altri settori si


  2. Grande Hans. 
    Una parte dei nostri tifosi si sta sempre più allineando allo stile bauscia intertriste. Da me solo sostegno a chi esce dal campo sempre con la maglia sudata !
    Con noi hai conquistato la nazionale e con noi conquisterai la CL!


  3. Hate. Mi sta simpatico solamente per il fatto che tutte le Domeniche  viene sempre porconato come se fosse colpa sua la scelta di giocare   E lui continua imperterrito a dare il massimo fedele al motto della maglia sempre sudata. 
    Cosa succede? 
    Ci è venuto il palato fine come i milanes o i piemontes? 
    Dai, tifiamo per la dea. 
    Solo il Frank viene trattato peggio . 
    Non esageriamo con i dislike  nei suoi confronti perché ne va fiero. 
    Comunque dai, Molte volte sono dati " a prescindere" da cosa dice. 
    Meno rabbia e più tifo per la dea
    Poi anche ai hate "bore" verranno I piedi di fataIlicic


    • Clod1907: "...... Solo il Frank viene trattato peggio . Non esageriamo con i dislike nei suoi confronti perché ne va fiero ......"
       
      Grazie per il pensiero.
      Circa i "dislike" non ne vado fiero ...... soprattutto perche' non li vedo.
       
      Da piu' di un anno, entro sul sito senza loggarmi, proprio per non vedere "piace" e "non piace".
      Mi loggo esclusivamente per postare e, appena postato, esco. Magari per rientrare subito dopo, senza loggarmi.
       
      In linea di principio, non ho nulla contro i "piace" e i "non piace", abitudine mutuata dai social. 
      Solo che io preferisco leggere e scrivere senza farmi condizionare.
       





  4. ma si dai Hate l'importante è che giochi alla Strà grande con noi fino a fine annata,poi se te ne vai in una squadra che più ti aggrada..pace ne troveremo un altro .......
     


  5. credoinunadea -
     02/11/2018 alle 22:05
    Un conto è (legittimamente) sognare di andare a giocare in premier ecc ecc, un altro esternarlo a inizio stagione e dopo una serie di prestazioni indecenti.
    vai hate, ti rimpiangerò come rimpiango Brivio 


  6. A parte Masiello e Ilicic ...nessuno e' indispensabile


  7. Il ragazzo non è sordo e i mormorii e il brusio li sente eccome. E poi...ha nelle orecchie il Gasp un tempo intero. Non è certamente un fenomeno tecnicamente ma fisicamente ha pochissimi rivali per Potenza e velocità. Poi chiaro che per 10 milioni è da cedere al volo ma la sua fase difensiva non sarà facilissima da rimpiazzare.


  8. No Hans, non è che eri incedibile.... è che il Tone ha sparato troppo alto questa estate 
    mola mia leu 





  9. Comunque ragazzi, il Frank è un fenomeno  di riffa o di raffa vi mette sempre in scacco tutti, a volte gira la frittata ma poco conta, oramai qui dentro è un Frank one man show 
     
    Mi faccio di quelle risate leggendo lui e tutti quelli che, da contraltare, cercano di smontargli tutte le sue tesi e ragionamenti vari, sulle total skill, mental skill e quant'altro.
     
    Ecco perché lo STAFF permette solo a lui di sforare i commenti, che erano 5, poi 4 per poi finire a 8...ma non per lui, il Frank per mettervi/ci nel sacco ha gli "infinity comment skill"
     
        


    • Ciao Thaitanic,
       
      Io “metterli in scacco”? E per quale motivo? E come farei?
      Io, un vecchietto oltre-Manica …..
       
      Circa il numero dei commenti, ne uso regolarmente 8 come tutti gli altri.
      Altro che "infinity comment skill"!
      Quando erano 6 ne usavo 6. Quando erano 4 ne usavo 4.
      Dove e’ nata questa bufala?
      “Fake news”?
       
      Ci sta scherzare un po’.
      Pensa che tristezza sarebbe la vita se la pensassimo tutti allo stesso modo!
       
      A me e’ sempre piaciuto essere “uno tra la folla …. possibilmente vestito di grigio …. senza mai apparire troppo”.
      Si possono esprimere opinioni anche diverse, ma senza troppi rancori, o accanimenti di gruppo.
       
      Come gia’ scritto, io sono profondamente Atalantino, che tu ci creda o no, e penso che il Presidente Percassi sia uno dei migliori in Italia, se non il migliore in assoluto.
      Sono anche un sincero ammiratore di Gasperini, sia come maestro di calcio che come persona.
       
      Ho sempre dialogato molto volentieri con te, ma a volte rimango un po' interdetto:
       
      (1) Per un certo periodo tu hai usato un avatar che mi invitava a tornare a scrivere.
      (2) Tornato a scrivere, hai postato che io ero un tifoso gobbo (Frank95).
      Pensa che se c’e’ una squadra che io detesto e’ proprio la Juventus, e non mi sarei mai sognato di leggere, o tanto meno iscrivermi, ad un sito gobbo.
      (3) Mi inviti a pranzo e scrivi che un tuo amico farebbe carte false per incontrarmi e, pochi giorni dopo, sembri nuovamente contro di me.
       
      Possiamo chiarirci una volta per tutte? A questo punto, io sono un po’ confuso.


      • In realtà, se non si fosse capito...ci scherzo. 
        Io non sono contro nessuno e tu sei molto simpatico, pensavo capissi e accettassi la battuta, oggi la faccio io a te e domami tu a me...
         
        Il bello è che mi sono permesso di farti ste battute perché mi sembravi arguto, simpatico e che sta al gioco.
         
        Non tutti ci rieacono, il fatto che tu non abbia capito mi lascia un po' di amaro in bocca. 
         




    •  
      Lui scrive con una “total keyboard a tasti non-fissi”... per quello riesce sempre a modulare i suoi commenti in base all’interlocutore! 


  10. Celtic Frost -
     02/11/2018 alle 17:16
    L' Atalanta è un sogno solo per noi tifosi.. volete capirla o no che questi sono professionisti e cercano giustamente di migliorare la loro carriera!!! Piuttosto Hans, se non dai una limata alle prisme che hai al posto dei piedi è già bello se farai il torneo dei taglialegna...





    • Parole sante.
      Ahimè sbagliamo noi tifosi quando ci affezioniamo così tanto a un giocatore da pretendere in cambio dallo stesso un solenne giuramento di fedeltà alla ns squadra!
      Senza considerare che spesso noi pretendiamo la fedeltà eterna di un giocatore fino a quando gioca bene per poi buttargli merda addosso non appena il suo rendimento cala..


    • Chapeau, concordo su tutto!
      Cerchiamo di capire che i giocatori puntano sempre (il 99,9% di loro perlomeno) a qualche progetto più ambizioso, e aggiungo GIUSTAMENTE, lo faremmo anche noi!
      Cerchiamo di non prenderla sul personale se qualcuno è onesto e lo afferma apertamente, anche perchè questo non vuol dire che non voglia comunque bene all'Atalanta.
       
       
      (Detto questo non sono un grande estimatore di Hate come giocatore quindi se la "chiamata" dovesse arrivare non mi fascerei di certo la testa)


    • SergiodeBrusa -
       02/11/2018 alle 17:34
      Complimenti celtic   Frost , per l ironia innanzitutto  ( torneo dei taglialegna è da segnare )e poi pure un richiamo alla realtà  che sottoscrivo pienamente. 
      Sono professionisti giustamente e ambiscono ad arrivare al top x ogni calciatore cioè giocare  champions e mondiali! Certo dai sogni alla realtà ce ne corre, ma questo è un altro discorso. 
      Comunque a  che serve fare i permalosi e soppesare  ogni parola che esce dalla loro bocca?
      Anche se non lo dicessero apertamente nelle interviste sarebbe comunque normale che lo pensassero no ?
      L importante è non mancare di rispetto alla squadra attuale che ti stipendia  profumatamente,  ma non mi sembra proprio questo il caso .


    • ...sempre e solo la Dea 


  11. Hans Hateboer:
    "......Ho letto di interesse da parte di altri club come il Valencia, ma l'Atalanta mi ha considerato incedibile" 
    "......Il sogno è giocare la Champions League e un torneo con la Nazionale olandese"
    "..... Mi piacerebbe provare la Premier League"
     
    Hans NON e' Marten ......
     
     
     


    • Si, Marten l'acquisto non adatto perchè era meglio Rincon. Proprio lui.


      • Non mi dirai che il de Roon di oggi e della seconda parte del campionato scorso (secondo me eccezionale) e' paragonabile al de Roon dei primi mesi dopo il suo ritorno.
         
        (1) Le dichiarazioni di Han Hateboer sono simili a quelle di Marten de Roon quando lui ha lasciato l'Atalanta per andare a giocare in Premier.
        (2) L'attitudine del Marten de Roon di oggi, dopo l'esperienza in Inghilterra, mi sembra diversa da quella di Hans Hateboer.


        • Chi aveva visto giocare De Roon l’anno di Reja era perfettamente consapevole del valore calcistico (ed umano) di Marten. E sapeva che l’appannamento iniziale non poteva che essere temporaneo.
           
          Chi quell’anno seguiva il Genoa e Rincon, probabilmente, non poteva saperlo... 


          • TommyDea
             
            Io sono in principio contrario ai “cavalli di ritorno” (anche se sono di razza).
             
            Nel gennaio 2016 il Chievo decise di cedere Paloschi che ando’ a giocare in Premier (Maran non gradi’ perche’ Paloschi era un punto di forza e la squadra ne risenti’ parecchio).
            Le cose non andarono benissimo in Premier e Paloschi ritorno’ in estate e venne all’Atalanta.
            Io ne ero felicissimo perche’ lo avevo sempre apprezzato, addirittura da quando giocava negli “Allievi” del Milan.
             
            Non mi ero reso conto che, in un certo senso, Paloschi sarebbe stato una specie di “cavallo di ritorno”.
            Ritorno in Italia, ritorno in serie A, ritorno a Bergamo dove ha radici.
             
            Le cose non andarono bene a Bergamo.
            Ando’ a Ferrara, e anche li’ le cose non vanno benissimo.
            Classico sindrome del cavallo di ritorno?
             
             
            Capitolo de Roon.
             
            Nell’estate 2017 la societa’ (probabilmente con in testa Luca Percassi) decise di provare a far rientrare de Roon.
            Io apprezzavo moltissimo de Roon ma, per il principio dei cavalli di ritorno, avrei preferito una soluzione diversa (adesso sono strafelice che Luca Percassi sia riuscito a riportare de Roon a Bergamo).
            All’epoca, la Juventus aveva chiesto il rientro anticipato di Spinazzola, In cambio avrebbe dato qualcosa (probabilmente non molto).
            Sta di fatto che nell’operazione sarebbero rientrati Laxalt (allora valutato molto meno che nel 2018) e Rincon (se le mie informazioni sono corrette, sarebbe costato circa 2/3 di de Roon.
            Sia Laxalt che Rincon conoscevano molto bene il gioco di Gasperini (cosi’ come Pavoletti).
            Sarebbero stati giocatori utili, ad un costo ragionevole, ed avrebbero potuto inserirsi subito contribuendo ad un inizio di campionato un po’ meno stentato.


            • Sono due anni e mezzo che non proponi altro che “cavalli di ritorno” in salsa gasperiniana (da Rincon ad Ansaldi, da Palacio a Pavoletti) e va tutto bene...  mentre invece il ritorno a Bergamo di Marten Capitan Futuro ti faceva storcere il naso... Contento te. 


              • TommyDea: "...... Sono due anni e mezzo che non proponi altro che “cavalli di ritorno” in salsa gasperiniana (da Rincon ad Ansaldi, da Palacio a Pavoletti) ....."
                 
                TommyDea, questo mi sembra proprio un arrampicarsi sugli specchi.
                 
                Gasperini aveva chiesto giocatori che conoscevano gia' il suo gioco al fine di NON dover iniziare ogni campionato con l'handicap di giocatori non ben inseriti in squadra (col risultato di perdere punti preziosi nelle prime partite).
                Questo NON ne fa "cavalli di ritorno".
                Masiello (ex Genoa, con Gasperini) e Ilicic (ex Palermo, con Gasperini) sarebbero "cavalli di ritorno"?
                Se si, ben vengano.
                 
                 


                • Masiello se l’è trovato a Bergamo, quindi “di ritorno “ ha gran poco. Il Santo è un “cavallo di razza” ma questo è un altro discorso.
                   
                  Ilicic l’ha allenato mezza stagione a Palermo, con tante sostituzioni e qualche panchina. Non proprio un fedelissimo.
                   
                  Se vogliamo parlare di veri “cavalli di ritorno “, ma forse lo ometti volutamente, dovremmo tirare in ballo Konko. E ho detto tutto.


                  • TommyDea: “…… Se vogliamo parlare di veri “cavalli di ritorno “, ma forse lo ometti volutamente, dovremmo tirare in ballo Konko. E ho detto tutto”
                     
                    (1) Capitolo Konko
                     
                    Si. Visto che me lo chiedi, parlo molto volentieri di Konko ……..
                     
                    Sai benissimo che quando Gasperini arrivo’ a Bergamo (estate 2016) consegno’ una lista di giocatori “adatti al suo gioco, e pronti”.
                    Neanche uno dei giocatori della sua lista fu acquistato.
                     
                    All’epoca nessuno all’Atalanta (tranne Masiello, che aveva giocato nella Primavera della Juventus e nel Genoa) conosceva il gioco di Gasperini che, alla fine, per “disperazione”, chiese Konko (svincolato, e ben oltre il fine carriera).
                     
                    Konko era stato un ottimo giocatore e conosceva benissimo il gioco di Gasperini essendo stato con lui nella Primavera della Juventus, nel Crotone e nel Genoa.
                    Nell’estate 2008, Preziosi, rifutando offerte dal CSKA Moscow e dal Lokomotiv Moscow, cedette Konko per 9 milioni di euro al Siviglia dove Konko rimpiazzo’ Daniel Alves (trasferitosi al Barcellona).
                    Il contratto quinquennale di Konko col Siviglia prevedeva una clausola rescissoria di 60 milioni di euro, la piu’ alta mai stipulata in Spagna (fino al 2008).
                    Quindi, Konko, NON mi sembra possa essere considerato una scamorza ….
                     
                    Tuttavia, nel 2016, Gasperini era ben conscio dell’eta’ e delle condizioni fisiche dello svincolato Konko ma, come gia’ scritto, lo chiese per assoluta necessita’, visto che gli serviva disperatamente qualcuno che, con Masiello, potesse aiutarlo ad insegnare il suo calcio ai giovani piu’ promettenti (Caldara, Kessie, Conti, Gagliardini, Spinazzola) e a tutti gli altri giocatori della rosa.
                    Le prime 5 partite del campionato 2016/17 (finito poi al quarto posto con 72 punti record) furono infatti un “disastro”, con 4 sconfitte in 5 partite (e tanto di “fiori” pronti …… come tu ben sai ……).
                     
                    (2) Capitolo Pavoletti
                     
                    Gasperini comincio’ a chiedere Pavoletti gia’ nell’estate 2016 quando Pavoletti era ancora nel Genoa (Gasperini aveva appena lasciato il Genoa).
                    Pavoletti e’ sempre stato una delle richieste prioritarie di Gasperini.
                    Quando Pavoletti era in prestito al Genoa (dal Sassuolo) Gasperini si era speso in ogni modo per convincere Preziosi a riscattarlo per 4 milioni di euro (che Preziosi era riluttante a spendere).
                    Un mese dopo (estate 2016) Gasperini avrebbe potuto facilmente portare Pavoletti a Bergamo per 5,5/6 milioni di euro.
                    Preziosi sarebbe stato infatti ben contento di lucrare 1,5/2 milioni di euro di plusvalenza soltanto un mese dopo averne sborsato 4 (con riluttanza).
                     
                    A Pavoletti fu preferito Paloschi (all’epoca molto piu’ costoso sia come cartellino che come stipendio).
                     
                    Comunque, il Napoli comincio’ ad interessarsi a Pavoletti circa un anno dopo, e il prezzo sali’ (credo a circa 12 milioni).
                     
                    (3) Capitolo Rincon/Laxalt
                     
                    Nella primavera 2017 la Juventus aveva chiesto il rientro anticipato di Spinazzola.
                    In cambio avrebbe dato qualcosa (probabilmente non molto).
                    Sta di fatto che nell’operazione sarebbero rientrati Laxalt (allora valutato molto meno di quanto lo sia oggi) e Rincon (che, se le mie informazioni sono corrette, al netto di tutto, ci sarebbe costato circa due terzi di quello che ci e’ poi costato de Roon (di ritorno).
                     
                    Sia Laxalt che Rincon conoscevano molto bene il gioco di Gasperini (cosi’ come Pavoletti).
                    Sarebbero stati giocatori utili, ad un costo ragionevole, ed avrebbero potuto inserirsi subito contribuendo ad un inizio di campionato un po’ meno stentato.
                     
                    (4) Capitolo de Roon
                     
                    Nel 2015/16 (con Reja) de Roon era indiscutibilmente uno dei punti di forza (e dei giocatori piu’ amati) dell’Atalanta.
                    Nell’estate 2016 de Roon ando’ in Premier per una serie di ragioni (sicuramente la societa’ era ben lieta di realizzare una plusvalenza ma, a lui, non sara’ probabilmente dispiaciuto fare una esperienza in Premier).
                     
                    Nell’estate 2017, di fronte al ballottaggio:
                    (a) de Roon di ritorno (senza alcuna esperienza del gioco di Gasperini).
                    (b) Laxalt/Rincon (con esperienza del gioco di Gasperini),
                    Io NON avrei avuto alcuna esitazione: Laxalt/Rincon.
                     
                    Oggi, tra de Roon (perfettamente integrato nel gioco di Gasperini) e Rincon, io NON avrei alcuna esitazione: de Roon.
                     
                    Mi dirai: hai cambiato idea ……
                    SI, Ho cambiato idea! E con cio’?
                    E’ cambiata la realta’.
                    Un mio grande maestro mi diceva “ricondati che soltanto gli stolti NON aggiornano mai le proprie idee – sul mercato, puoi cambiare idea anche 7 volte al giorno …..”.
                     
                    (1) Il de Roon del 1915/16 e quello di oggi (inclusa la seconda parte del campionato scorso) e’, per me, un pilastro del nostro gioco.
                    (2) Il de Roon di inizio 1916/17 era l’ombra di quello di oggi e del 1915/16.
                     
                    (5) Capitolo “inizio di stagione”
                    Per ben 3 volte abbiamo fatto inizi di stagione molto stentati.
                    Questo ci e’ costato parecchi punti (preziosi).
                    Ne sono conseguiti piazzamenti (nonostante il quarto posto con 72 punti record nel 2016/17) che avrebbero potuto essere migliori se Gasperini fosse stato ascoltato in sede di calciomercato.
                     
                    Mi chiedo.
                    (1) Perche’ vengono continuamente acquistai giocatori che hanno solo giocato con la difesa a 4 mentre Gasperini, come tutti sanno, gioca con la difesa a 3?
                    (2) Perche’ la Primavera gioca con la difesa a 4, rendendo cosi’ piu’ difficile l’ineserimento dei nostri giovani in prima squadra?
                     
                    Eppure, Gasperini e’ noto per saper far crescere i giovani.
                    Ben 2 dei 7 giocatori piu’ giovani (in TUTTA la storia della serie A, dagli anni ’30 ad oggi) sono stati allenati da Gasperini.
                     
                    Caro Tommy, se ha ulteriori domande, non esitare a porle.
                    Molto meglio chiarire TUTTI i dubbi, se ne avrai ancora, naturalmente.


          • Therion: “ …. nn trasmessa …..”
             
            Inghilterra Ungheria 3-6 il 25 novembre 1953 a Wembley sara’ anche stata “non trasmessa” in Italia (come continui ad affermare tu) ma io (avevo 14 anni) l’ho vista nei locali di una associazione di pubblica assistenza (servizio di ambulanze) che aveva acquistato uno dei primi televisori per permettere ai propri volontari di passare il tempo tra un impegno e l’altro.
             
            Fa un po’ tu ……


            • Si si
              Paloschi alievi milan


              • THERION74: "...... Si si Paloschi alievi milan ......"
                 
                Perche', adesso NON ti risulta neppure che Paloschi si sia formato nelle giovanili del Milan?
                Non solo. Con gli Allievi del Milan Paloschi ha anche vinto uno "scudetto" di categoria.
                 


          • talvolta queste simpatiche querelle tra lo stivale e la perfida Albione sono più divertenti di striscia.....




    •  A quanto sta il cioccolato oggi??


    • Ok ok Hans non è Marten, ma con tutto il rispetto che ho del grande Marten anche lui si lasciò incantare dalla premier League e andò via da Bg, e dico anche che se il Middlesbrough non sarebbe retrocesso oppure una big inglese lo avrebbe chiamato non l'avremmo piu visto all'Atalanta....poi ho capito che Hans ti sta sul cubo xché gioca sulla fascia al posto del grande Conti, ma a me sembra non ha detto nulla di male.


    • Andare in un club di Premier League è un grande passo per la mia carriera. Sono veramente felice perché era un sogno che avevo fin da ragazzino e ora sta diventando realtà. Spero di aiutare il club a fare una grande stagione".
      Marten..
      Anche se nn eri ancora atalantino come nn lo sei ora




      •  


      • Queste erano parole di Marten nel 2016.
         
        Poi deve aver paragonato la vita che faceva in Inghilterra (che non e' sempre quello che molti pensano) con quella che avrebbe potuto fare a Bergamo e, riducendosi lo stipendio (per quanto ne so io) penso che abbia deciso di tornare.
         
        Che tu ci creda o no, io ero profondamente atalantino allora, e lo sono oggi.
         
        PS, Ti sei accertato se Inghilterra Ungheria (3-6) a Wembley e' stata effettivamente trasmessa il 25 novembre 1953 in Italia (in diretta) nonostante La RAI sia divenuta Radiotelevisione Italiana Il 3 gennaio 1954 (con l’avvio alle trasmissioni televisive del Programma nazionale, l'attuale Rai 1)?
        Per facilitarti la ricerca, la partita fu trasmessa in diretta ed era visibile su circa 1/3 del territorio italiano (in prevalenza, citta’ metropolitane).


        • si
          gia comunicato
          nn trasmessa
          per hate-marten
          la sostanza nn cambia
          hai detto una cazzata...e nn è riportando un intervista nel mentre è la o torna che cambia
          non lavorare troppo è tre anni che nn stacchi...1939


          • ps
            non sforare il n° commenti anche oggi neh


        • Fatto sta caro Frank che anche DeRoon  ha legittimamente sognato l'Inghilterra per poi pentirsi, a ragion veduta, e tornare in quella che ora chiama casa sua. Hans come tutti gli altri giocatori è giusto che ambisca e sogni mete più importanti. Ecco, nel suo caso direi proprio che sogna, dato che già la realtà Bergamasca è fin troppo per le sue poche qualità.
           



          • Sono totalmente d'accordo Thai.
             
            Come dicono gli inglesi, questo mi sembra "a storm in a cup of tea".
            O come direbbe Risaia "in una tazzina di caffe' ..... o di cioccolata".
             
            Stiamo dicendo essenzialmente la stessa cosa, con minime sfumature.
            Almeno, a me sembrerebbe cosi'.
             


          • Primo , secondo , contorno e caffè


    • Non so a te, ma a me risulta che Marten abbia giocato un anno nel Middlesborough.


  12. "Il sogno è giocare la Champions League"... ada Hateboer, fal brao


    • Vabbè scusa, fa il calciatore, è ovvio che uno dei suoi sogni più grandi sia giocare la Champions League. Non ha mica detto: "il mio obiettivo è giocare la Champions". Ha detto semplicemente che è un suo sogno. 


      • Cate, pensi che ci sia cosi' tanta differenza tra obiettivo e sogno?
         
        (1) Conti "sognava" il Milan "fin da bambino" e ha raggiunto l'obiettivo di "prendere il treno" per andare a Milano (peccato che ci sia finito sotto).
        (2) Spinazzola "sognava" la Juventus "fin da bambino" e ha raggiunto l'obiettivo. Peccato che sia finito in panchina.
        (3) Gagliardini "sognava" l'Inter "fin da bambino" e ha raggiunto anche lui l'obiettivo.
         
        Sicuramente, saranno tutti molto contenti per il loro conto in banca (alla faccia dei sogni e, forse, anche del calcio).
         
        Non mi pare che Hateboer sia poi cosi' tanto diverso da Conti, Spinazzola e Gagliardini.
        Certamente mi sembra molto diverso da Marten de Roon.
         
         


        • Infatti Marten era andato via, non per andare a giocare la Champions, ma per andare in una squadra che è subito retrocessa in B inglese.... Dai scecc, ie' tocc i stess ed è anche normale.


        • Beh, io personalmente non ho mai pensato che fosse simile a Marten, e credo che in pochissimi lo siano (dal punto di vista caratteriale e di attaccamento alla nostra maglia, intendo). Quello che penso è che Hans non sia scemo e che, se mai dovesse chiamarlo una squadra che gioca la Champions, ci saluterebbe quasi sicuramente. Poi, non essendo lui scemo, sa perfettamente che per giocare in squadre forti devi essere molto, molto forte e che finirebbe molto probabilmete in panchina, ma non vedo perchè uno non debba provare a giocarsi le proprie carte. Il sogno non è così diverso dall'obiettivo, hai ragione, ma la differenza tra Conti, Spinazzola, Gagliardiini e Hans è che i primi tre si sentivano dei fenomeni (poi magari lo diventeranno eh, per carità), mentre Hans, sempre secondo le impressioni che mi dà, è perfettamente conscio dei propri limiti. Per quello, secondo me, parla di sogno e non di obiettivo. 


    • Sogno, ha detto sogno.
      Anch'io sogno di farmi la Belen, ma resta un sogno...
      Fii i brae...


      • Beh, lui sicuramente sognava anche la Nazionale Olandese e quel suo sogno si è avverato, quindi tu puoi anche continuare a sognare Belen, ma credo che abbia ancora più probabilità lui di far avverare l'altro suo sogno.


    • Magari intendeva "giocare la CL con l'Atalanta".
      Se così non fosse, tanti saluti e avanti il prossimo


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.