Il punto sulla Primavera

24-11-2021 17:15
6 C.

Il comandante dei giovani nerazzurri, Massimo Brambilla, sta faticando quest’anno a dare un’impronta precisa alla formazione PRIMAVERA.

Il cambio generazionale, l’anno 2020 e parte del 2021, buttati via per le note vicissitudini pandemiche, hanno lasciato in eredità un manipolo di bravi ragazzi che però, non hanno ancora spiccato il volo ed appaiono infatti un po’ acerbi. Già lo scorso anno qualche problema lo si era visto ma la bravura del tecnico, corroborata da una crescita atletica e tecnica a fine stagione hanno regalato ai nerazzurri l’ennesima finale.

Quest’anno nonostante i presupposti sembrino nefasti, i nerazzurri hanno avuto modo di confrontarsi con “signore” squadre a livello continentale, e l’andamento zoppo in campionato deve essere analizzato con maggior attenzione.

Discutiamone

Seppur assodato che non si nota più quello strapotere dei tempi di Barrow o Kulusewsky, Panada e compagni dopo 4 black out consecutivi, hanno riacceso un lumino, con la risicata vittoria sul Cagliari. Questi tre punti hanno dato lo slancio per la buona prova di Berna, dove i nerazzurri hanno blindato il terzo (inutile) posto del girone, quantomeno non finendo come fanalino di coda.

Questi punti hanno anche rilanciato a centro classifica i bergamaschi che annaspavano in inusuali posizioni nelle retrovie. Ora si trovano alla fine del gruppone che va dal secondo al tredicesimo posto, che si concentra in soli 5 punti dai campioni in carica dell’Empoli (16 pt ) alla Dea (11 pt ).

L’unica squadra che viaggia a vele spiegate è la Roma, fuori portata a 23 punti, più del doppio di quelli conquistati dai Bramilla’s boys.

Valutazioni

Da qui però devono partire alcune valutazioni. La Roma, società solida e con forti tradizioni nel settore giovanile, non gioca la Youth League e nel centro sud Italia, il Covid non ha colpito così duramente come al Nord.

Per quanto riguarda il primo punto possiamo facilmente verificare come le formazioni di Youth italiane siano tutte attardate rispetto alla Roma ma soprattutto rispetto alle aspettative: Empoli -7 punti, Juve -8, Inter – 11, Atalanta – 12, Milan -15 mentre altre formazioni come Fiorentina, Napoli, Spal e Verona stiano facendo molto bene a dispetto delle previsioni.

Il secondo aspetto forse meno evidente, ma il blocco delle attività avvenuto per un periodo significativamente più lungo in Lombardia, può aver inciso sulla crescita dei giovani talenti.

Queste riflessioni non vogliono accampare scuse, che sono argomenti per perdenti ma cercano di analizzare taluni aspetti che possono aver spostato così repentinamente i valori della squadra e che potrebbero influire per anni sul movimento.

Nonostante questo abbiamo già visto in prima squadra un talento puro come Giorgio Scalvini, e faro di questa squadra avrebbe potuto essere un certo Diallo (Traore), troppo forte per poter esser trattenuto all’Atalanta, figuriamoci nelle giovanili.

Sarà compito di Costanzi trovare nuovi prospetti ed affidarli a Brambilla per essere plasmati come calciatori di domani, ma nel frattempo non sottovalutiamo l’impegno e la bravura della nostra rosa. Ci vorrà forse più tempo, sarà sicuramente più dura, ma questi giovani hanno già dovuto affrontare qualcosa di eccezionale, sapranno sicuramente prendere a calci le iettature e tornare a stupirci.

GRAZIE RAGAZZI

FORZA ATALANTA

 

Bookmark(0)

By Cuginus
Cuginus

6
Inserisci un commento

Please Login to comment
5 Albero dei commenti
1 Albero delle risposte
0 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
6 Autori
Papo60marcotrismae-deabeppuccioSuperSaudati Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
Papo60
Membro
Papo60
Ci sta che in squadre dalla vita molto corta ci siano delle annate meno brillanti. Ciò non toglie che il lavoro fatto a questo livello resta assolutamente un vanto della società, che non si può misurare solo con una classifica e senza tener conto delle dinamiche generali. Quindi spero che questo periodo sia vissuto nella più totale serenità e con il solito impegno e professionalità di tutta l'organizzazione. A presto su questi schermi una giovane Dea sugli scudi.... ne sono certo, anzi matematicamente certo!!!
marcotrisma
Membro
marcotrisma

Di fatto e' che NON abbiamo un VERO centravanti , si tenta con Pagani o Lozza ma alla fine si ritorna a DeNipoti Omar all'attacco NON abbiamo nessuno che SFONDA com'era esmpio Piccoli . A centrocampo Panada e' rientrato con voglia ma e' lento nel rilancio , Sibide forte fisicamente ma si pavoneggia senza aiutare la squadra , in difesa Berto e Cittadini INSIEME fanno un buon argine e poi la Prima ha tolto Scalvini che al centro o a SX era una bella DIGA ! MADIERO poche volte entrato , mi sembra valido , porta tanti palloni in avanti ma poi si perde via ! Speriamo nel rientro degli infortunati

e-dea
Membro
e-dea
Da appassionato tifoso dei baby atalantini posso dire che non sono sorpreso da questo parziale ridimensionamento in termini di risultati. Le entusiasmanti nidiate 1999-2000 e direi anche 2001 già dall'età di esordienti e giovanissimi erano gruppi tosti e talentuosi, ai quali si sono aggiunti inserimenti particolarmente indovinati come (Kulu, Barrow, ecc.). Per contro alle loro spalle non ho mai avuto l'impressione che ci fossero squadre potenzialmente del loro livello, aggiunta probabilmente a qualche scelta non azzeccata. Direi comunque che un assestamento rientra nella logica delle cose, inoltre va considerato che fino a qualche anno fa molti club avevano un atteggiamento "dormiente" rispetto alle giovanili. Il fenomeno atalanta finanziato da un "bottom-up" che ha del miracoloso ha stimolato molti club ha fare scouting aggressivi alzando e di molto il livello di competizione nelle fasce giovanili.
beppuccio
Membro
beppuccio
Ringrazio Crazy della fiducia,ma vedendo la Primavera dalla TV come tutti,non posso che dare un parere superficiali sulle difficoltà dei nostri ragazzi nel Campionato in corso.Sicuramente c’e’poca qualità rispetto alle nostre precedenti squadre.In generale facciamo fatica a rubare palla ed in fase difensiva mettiamo poca rabbia agonistica e fortunatamente è ritornato Cittadini per contenere le reti che di solito subiamo.Davanti eravamo partiti bene,ma ultimamente vedo giocare De Nipoti che vera punta non era e comunque si danna l’anima.Prossime 2 trasferte speriamo di fare punti perché quest’anno la vedo dura.Comunque sempre con i nostri giovani...se ci faranno entrare.👋🏻🇪🇪
crazyhorse200
Membro
crazyhorse200
Bel pezzo Cuginus
Qui vi vuole Beppuccio per le dritte.

Io mi limito nel dire.... Primavera con meno talento delle precedenti ed e' abbastanza normale , mi aspettavo molto da Medeiro che invece e' rimasto un po un oggetto misterioso . Dal Barca all Atalanta ma non va .
Mj dispiace per Sidibe , forse era meglio mandarlo jn prestito in B
Per farlo mangiare un po di pane duro
Invece che restare in una primavera in tono minore
Cosa ne pensate ?
SuperSaudati
Membro
SuperSaudati
....sarebbe anche interessante un analisi di qualcuno del sito esperto in giovanili che possa dare molto rapidamente le sue impressioni sui singoli ragazzi della rosa... chi ha deluso... chi è già al massimo del potenziale... chi ancora non si è ambientato... chi ha già fatto vedere buone cose (ma magari paga l'appannamento generale della squadra...) ...alla fine (purtruppo o...per fortuna...) nelle giovanili... il gruppo forte conta... ma conta quasi di più un singolo o 2 buoni che possono fare il salto....
...traduco...se ne hai undici... bravi ragazzi...che si impegnano...che san giocare e che diventeranno tutti ottimi professionisti...ma livello Serie B... magari vincono pure il campionato... ma alla società Atalanta cambiano poco... invece se hai una base mediocre... giocatori che anche al meglio non faranno meglio della serie C....ma 2 o 3 singoli di livello TOP... in campionato finirai dietro... ma basta che uno di questi esplode... e ti sei guadagnato 3 anni di giovanili pagati... (ovvio che se hai la fortuna di avere base forte.... e pure i singoli come Kulusevski o Diallo... allora sei apposto... ma non sempre può andare così bene.. specie coi giovani... incognite e variabili sono tantissime... non sempre chi spacca il mondo a 16 anni poi continua il suo percorso....)

Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarit?| , ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verr?| bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorita' preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddee tte autorita' , persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operaree in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.