La partita di domani, la certificazione sul miracolo del Tone

23-02-2021 18:30
6 C.

Dall’inserto della Gazza di ieri. Autore Filippo di Chiara

 

Il miracolo Percassi: risultati storici fra cuore e ragione

«Ci fanno neri, saranno arrabbiatissimi, chissà quanti ne prendiamo».

Sono le parole di Antonio Percassi abbinabili a qualsiasi vigilia e a chiunque sia l’ avversario della sua Atalanta. In questo “slogan” che risuona puntualmente a Zingonia c’è tutto il pragmatismo bergamasco, come la nota passione per scaramanzie e affini. E davanti a cinque anni inimmaginabili, perché non continuare così…

E allora riavvolgiamo il nastro e torniamo a dicembre scorso, quando dall’urna degli ottavi arriva uno storico regalo, il Real Madrid. Stavolta la metafora di Percassi senior è scolastica: «Il Real Madrid è la storia del calcio mondiale. E’ come andare all’università, vogliamo fare bella figura». Tutto vero. Ma la crescita esponenziale del club a tutti livelli, sportivo, strutturale e dirigenziale, consente di dire che l’Atalanta non arriva a questo storico appuntamento da matricola emozionata al primo esame, ma da studente modello che ha già superato vari ostacoli (Ajax e Liverpool in questa stagione) a pieni voti e ora va a sostenere una ideale seduta di laurea. L’Atalanta anche in Europa non è più una sorpresa ma uno spauracchio, possibilmente da evitare; in Italia il non vedere l’Atalanta tra le prime 4-5 posizioni in classifica desta stupore; i risultati del ciclo targato Gasperini hanno portato Antonio Percassi a diventare sommando i due mandati (15 stagioni tra ‘90-94 e dal 4 giugno 2010 a oggi) di gran lunga il presidente più vincente della storia del club (40,7% di successi in 601 partite) superando Ivan Ruggeri (37,5%) e Daniele Turani (32,4%).

E col tempo, gradualmente, Percassi ha ceduto il timone («della sua azienda più complessa» cit.) a suo figlio Luca, creando così una cerniera perfetta tra il cuore e la ragione, tra papà numero uno appassionato, e figlio amministratore delegato, tifoso sì ma con un occhio sempre attento a fra quadrare i conti e a incanalare il tutto verso l’equilibrio tra risultati sportivi e bilanci. Perché alla fine, e stavolta la frase è di Luca Percassi, «noi siamo l’Atalanta e dobbiamo ragionare da Atalanta». Ma in silenzio, anche lui punta il cielo e non si ferma.

La Dea è in corsa in campionato per la prossima Champions, ha già raggiunto la finale di Coppa Italia, è entrata in una nuova era separandosi in maniera praticamente indolore dal suo leader Gomez. E ora c’è il Real Madrid dinanzi al quale non c’è da spaventarsi ma da esaltarsi. Senza paura, come sempre.

Bookmark(0)

By staff
staff

6
Inserisci un commento

Please Login to comment
2 Albero dei commenti
4 Albero delle risposte
0 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
4 Autori
maccabeofarabundoLOERDEA62FM Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
farabundo
Membro
farabundo
ancora con sto miracolo?
qui si tratta esclusivamente di:
> un imprenditore che ha preso in mano la squadra disponendo di capitali e passione
> una società contraddistinta anche prima di lui da serietà riconosciuta da tutti
> la capacità di scelta di ottimi collaboratori da sempre
> la scelta del mister giusto ( rivoluzionario e visionario)
> la scelta di giocatori con potenziale alto (che poi molti sono diventati top)
> e quel pizzico di laico kulo nelle situazioni giuste e nelle sliding doors

ai miracoli crede solo Paolo Brosio ormai...

noi non siamo baciasantini!
maccabeo
Membro
maccabeo
Dal libro di Farabundo
farabundo
Membro
farabundo
ovviamente apocrifo macca
maccabeo
Membro
maccabeo
Rotoli di Qumran. Scusa se è poco
DEA62FM
Membro
DEA62FM
Bravo il Tone e tutto lo staff dell'atalanta.... Ma l'artefice di questo miracolo rimane il Gasp... Nessun allenatore ha saputo cambiare mentalità e obiettivi a tutta la società..... Finché ci sarà lui sulla panchina della DEA ci toglieremo ancora tante soddisfazioni
LOER
Membro
LOER

io non sono molto d'accordo...senza il sarebbe arrivato il Vate? e un'altro presidente dopo le prime 8 partite sentendo che a napoli voleva schierare i ragazzini avrebbe lasciato fare? senza contare che il Gasp fa giocare gente come Zapata che se i Percassi non erano dei miti a gestire la societa' non avremmo mai potuto comprare. te lo vedi giacobazzi a spendere 34 milioni per un attaccante? si Gasp ci fa giocare bene ma il materiale che usa e' frutto della mitica gestione dei Percassi. onore a loro.e non sto dicendo che gasperini non e' l'artefice, sto dicenbdo che perlomeno il 50% del merito e' della societa' ...

Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarit?| , ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verr?| bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorita' preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddee tte autorita' , persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operaree in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.




I NOSTRI SPONSOR
INTERNO



Il tuo giudizio su Marinelli
01-03-2021 09:09
26

Il migliore in campo
01-03-2021 07:37
34