16-06-2019 10:16 / 0 c.

La stagione di Federico La Penna, valutata dall'ex arbitro LUCA MARELLI

Federico La Penna, sezione di Roma 1, primo anno

Ne sono a conoscenza anche i muri: è un arbitro che mi piace enormemente. Non è giovanissimo (ha 35 anni), è un debuttante nella massima categoria ma ha dimostrato che le aspettative non erano mal riposte. Come accennato parlando di Chiffi, su La Penna c’erano molti meno dubbi ed infatti non ha avuto alcuna difficoltà ad inserirsi nella massima serie, offrendo prestazioni in linea con le necessità richiesta dalla Serie A. Rizzoli non l’ha ovviamente impiegato per gare eccessivamente complesse e, forse, lo ha un po’ penalizzato nella fase finale assegnandogli partite insignificanti, preferendo affidarsi ad arbitri con maggiore esperienza. Scelta che ci sta e che, soprattutto, è stata assunta per preservarlo da possibili problemi che avrebbero potuto rallentarne la crescita.
Importante è stato notare che le enormi polemiche seguite alla finale playoff di Serie B dello scorso anno (la tanto discussa Frosinone-Palermo, rimasta “aperta” per mesi in sede di giustizia sportiva) non lo hanno minimamente scalfito, denotando una sicurezza tecnica che lascia ben sperare per il futuro. Si giocherà senza dubbio il ruolo di internazionale, anche se la strada appare molto difficile perché è quasi impossibile che venga tenuto in considerazione per l’unico posto disponibile a fine anno (presumibilmente se lo contenderanno Abisso e Pasqua) e, soprattutto, perché la prossima uscita programmata è quella di Orsato, fra due anni e mezzo. Non escludo, però, che possa passare nella testa di Rizzoli una sostituzione in corsa, se si dovesse riflettere sull’opportunità di confermare la nomina internazionale di Valeri, ormai sparito dai radar da anni. Ma è una prospettiva a cui non deve minimamente pensare, la prossima annata sarà fondamentale per cominciare ad ottenere designazioni tra la prima e la seconda fascia di difficoltà, per proseguire un percorso finora molto significativo

fonte lucamarelli.it



di Marcodalmen




Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.