11-06-2019 10:16 / 4 c.

La stagione di Paolo Valeri, valutata dall'ex arbitro LUCA MARELLI

Paolo Valeri, sezione di Roma 2, dodicesima stagione

Non so veramente cosa dire in merito alla stagione di Paolo.
E’ internazionale da tanti anni, è ancora relativamente giovane (41 anni) ma sembra ormai fossilizzato sia in ambito nazionale che internazionale. Nel suo palmares ha un Mondiale come VAR, l’ultima apparizione in Europa League risale ormai a quasi sette anni fa, non è stato scelto per un singolo big match (ad eccezione di Napoli-Milan alla seconda giornata).
Il rendimento non è stato nemmeno trascurabile, sono poche le apparizioni che si possano definire non positive ma la sensazione è che i designatori (sia italiani che internazionali) ritengano che Valeri abbia già dato il meglio. Per tal motivo non mi sento di escludere che possa essere avvicendato anche in ambito internazionale, lasciando spazio a qualcuno degli arbitri giovani in forza alla CAN A e che potrebbero ambire a ritagliarsi uno spazio anche oltre i confini.
Per la prossima stagione potrebbe tornare in auge il suo nome, considerando l’esperienza accumulata e l’assenza forzata di due big come Banti e Mazzoleni

fonte lucamarelli.it



di Marcodalmen




  1. ....................quando si parla di "complottismo"" si sbagliano per primi quelli che lo adombrano, poi quelli contrari!
    Non e' complottismo, e' "far carriera!!"
    Ne si prova la frase del pezzo " nel suo palmares...." etc etc...!
    Palmares di un'arbitro???
    Ma quando mai!! LORO SONO (dovrebbero)essere PURI STRUMENTI ATTUATIVI del REGOLAMENTO!!!!
    non interpreti di un ruolo nel "gioco" ma ININFLUENTI e IMPARZIALI.
    ......cosa che con i palmares e le medaglie da esibire a fine carriera ci azzecca poco.....
    Gli ATTORI del gioco sono i giocatori ed pubblico!!
    SE ne facciano una ragione questi ex-giovani aspiranti calciatori..DAI PIEDI QUADRATI!!!


  2. Palmares


  3. Nel suo palmare il rigore a chiesa.... Una merda d'arbitro


    • Per me è stato un errore grave ma che in presa diretta giustificabile. Lui presuntuoso che non vuole avvalersi del var.
      Ma la porcheria l'ha fatta DOVERI , l'addetto che probabilmente era al BAR 


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.