18-08-2018 11:45 / 5 c.

mercato logo

Nell'ultimo giorno di mercato si sono registrare alcune operazioni "minori" che vi andiamo ad elencare di seguito.

In entrata si registra l'acquisto di un forte attaccante 2003 del Livorno. Federico Caia si è distinto sia nell'under 14 che nell'under 15 amaranto in questi due anni a suon di gol, e l'Atalanta non se l'è fatto sfuggire.

L’Atalanta piazza il colpo in entrata Leonardo Manfredi, giovane attaccante classe 2002. Proveniente dalla scuola calcio Capezzano Pianore nel comune di Camaiore, Manfredi rinforzerà la prossima Under 17 A-B bergamasca Vice-Campione d’Italia. (fonte giovanissiminazionali.it)

Due le  risoluzioni contrattuali:

Guido Marilungo e Costantin Nica hanno infatti consensualmente rescisso il contratto che li legava alla Dea e sono da oggi liberi di trovarsi una sistemazione.

Luca Milesi, difensore classe 1993 è stato ceduto a titolo definitivo alla Pro Vercelli.

Il forte difensore della nostra primavera Tommasso Cavalli è andato in prestito al Venezia. Queste le sue parole di stamattina : " Per descrivere questi 7 anni passati non ci sono parole, vorrei ringraziare tutte le persone che hanno preso parte perché li hanno resi davvero speciali. Ora si inizia una nuova avventura, pronto a dar tutto me stesso. #veneziafc".

 



di Sigo




  1. Vorrei fare un considerazione prendendo spunto dalla questione Nica / Reca come Max57 accennava.
    Non voglio di certo insegnare il difficilissimo lavoro di scout a nessuno, non è il mio mestiere, forse potrebbe Crazy, però a volte non capisco queste operazioni. Mi spiego.
    Molte volte si vanno a prendere dei giovani di 16, 17 18 anni che mostrano probabilmente delle potenzialità, ma in campionati davvero marginali e poco formativi. Prendendo ad esempio le nostre ultime partite è come se andassimo a prendere un giovane del Sarajevo che, probabilmente, nel suo club o campionato spicca, ma a livello italiano è decisamente indietro.
    Avrebbe secondo me più senso pescare giovani potenziali in scuole calcistiche più evolute tipo Francia, Argentina, Croazia e via dicendo. Posso capire che non possiamo competere come appeal per giovani Inglesi o Tedeschi e che magari un giovane "forte" e che sa di esserlo ambisca più ad andare in Inghilterra o Spagna.
    Ma è come per i giovani dell'Atalanta. Noi diamo una certa garanzia che chi viene da noi posso avere buone chances di divenire un giocatore magari non campione ma "di categoria".
    Noi cosa possiamo aspettarci da giovani che giocano in Liechtenstain o Moldavia (so che non ci sono era per fare un esempio)


    • Con tutto il rispetto, ma mi sembra che le tue osservazioni siano poco sensate.
      1) perché giocatori forti possono uscire anche da nazioni che calcisticamente non sono al top, quindi sarebbe assurdo andare a guardare solo i campionati "maggiori"
      2) perché suppongo sia difficile andare a prendere un ragazzino spagnolo che è cresciuto sotto gli occhi di Real e barca o un inglesino di Londra dove risiedono diversi top team
      3) perché nello specifico si sta parlando di due ragazzi italiani
      4) perché è ovvio che un caldara o un gagliardini ti escono a fronte di centinaia di ragazzini che invece si perdono
       


      • Celtic Frost -
         18/08/2018 alle 17:07
        Io invece sono completamente d accordo con Wolfo.. È vero che i talenti escono anche da nazioni quasi inesistenti a livello calcistico, però all'età di 15 16 anni è molto più probabile che diventi un buon giocatore un ragazzo che si mette in mostra in un campionato con tecniche di allenamento, di tattica e con maestri di calcio superiori rispetto a campionati dove conta il fisico e palla lunga e pedalare...Poi che queste cose le impari una volta arrivato può essere, però sono sempre scommesse...


  2. Speriamo che Reca non faccia la stessa fine di Nica.


  3. X marilungo spiace.... Chissà senza tutti quegli infortuni gravi dove è se sarebbe arrivato in alto. 
    X Nica scommessa persa.... Mi ricordo ancora le inverviste coi cani e che si diceva potesse essere un magico terzino destro che, con bellini, avrebbe risolto le ns fasce 


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.