12-01-2020 22:14 / 23 c.

Dal blog dell'ex arbitro Marelli ecco l'immagine che fuga ogni dubbio su una presunta spinta di Zapata su Lautaro nell'episodio del rigore non dato ieri all'Atalanta.

Come si vede, Duvan è alle spalle di Toloi e non ha quindi in nessun modo potuto spingere Martinez a terra.

 

Rigore e rosso, rigore e rosso....

Rigore... e rosso!

FB_IMG_1578863321796



di Sigo




  1. Si vede anche che qualcuno ha le braccia sulle spalle di Zapata 


  2. black-and-blue -
     13/01/2020 alle 12:58
    Il fatto che, mentre noi stiamo gia pensando alla prossima, loro stanno ancora polemizzando su ciò che e' stato visto da tutti e' un altro segno di quanto siamo cresciuti. Avanti così


  3. Un collega interista sostiene che Zapata non può spingere così Toloi, perché questo è consentito nel rugby ma non nel calcio. 
    Insomma, nemmeno questo fotogramma riesce a fermarli


  4. si sono viste in tv ieri cose inenarrabili in fatto di faziosità gratuita e malafede a proposto di questa presunta spinta a Lautaro, Un tentativo di arrampicarsi sugli specchi e di ribaltare la realtà quasi senza paragone, persino per gli juventini. Uno specchio di un paese capace solo di aggrapparsi a certe fake news pur di giustificare se stessi. Una roba di un degrado etico e comportamentale senza limiti, specchio di un paese che non c'è più in tutti i gli ambiti. Si è perso il senso della vergogna e persino del ridicolo.


  5. pensavo che i peggiori fossero i rubentini a giustificare le loro malefatte.. seguiti a ruota dei laziomafiosi... invece gli interisti mi han fatto ricredere. VENTI ore dopo la partita escono con la FAKE NEWS/BUFALA della spinta di Zapata bada ben senza mostrare un ca...o di prova o fotogramma CHIARO ed inequivocabile (perche' naturalmente non esiste...).
    E fa nulla se poi vengono bellamente smentiti e smerdati... adesso dicono fallo di toloi... mentre da questa immagine se c'e' qualcuno che sta facendo fallo e' il marcatore di zapata che lo trattiene a terra con braccio e gomito...
    tant'e' a noi per la terza volta Rocchi ci ha derubato... ora basta il Tone altro che in sala VAR deve entrare. Qui deve andare nel palazzo a picchiare duro i pugni sul tavolo e chieder conto dei punti che ci hanno RUBATO in questo girone di andata: su 19 partite ben in  7 partite ci hanno danneggiato in modo evidente con errori facilmente "rimediabili" guardandoli al VAR:   lazio, genoa, samp, cagliari, juve, verona e inter!
    vuol dire che in piu' di una partita ogni tre abbiamo subito torti gravi (anche piu' nella stessa partita come con la juve e l'inter!).


  6. Di questi errori gravi purtroppo ne stanno accadendo troppi ai nostri danni i punti che lasciamo possono pesare tantissimo a fine campionato.... Questa è una mancanza di rispetto all'Atalanta e alla sua tifoseria..... Tone pica i pogn sol taol le ura de finila!!!!!!!!!!!!!!! 


  7. Non vedo come si possa dire qualcosa anche di solo lontanamente contrario al fatto che fosse rigore ed espulsione.
    Lautaro cade da solo (immagini chiarissime) e mette le mani davanti cadendo, cosa naturalissima... ma abbracciare la gamba del giocatore avversario pronto al tap-in come può essere naturale? E se anche lo fosse avrebbe cagionato danno all'avversario impedendo chiara azione da gol. Rigore ed espulsione dunque a prescindere dalla (dubbia a dir poco) involontarietà.
    Sennò potremmo concedere che io scivoli (davvero per sbaglio e senza intenzione di dolo), candendo tranci l'avversario a tu per tu col portiere e sia tutto regolare perchè in fondo "cado in modo naturale".
    Motivazioni che non stanno né in cielo né in terra.
    Scoccia perchè l'uomo in più era giusto lo avessimo per tutto il secondo tempo e scoccia doppiamente perchè nell'era VAR è impossibile non vedere questo fallo, rigore ed espulsione che non si prestano ad interpretazioni visto che Lautaro non subisce contatti e procura danno evidente in chiara occasione evidente.
    Se lo vede la TV lo deve vedere anche il VAR e deve intervenire perchè l'errore è chiaro ed evidente (non c'è possibile entità del contatto da valutare visto che afferrare la gamba di un giocatore è sempre fallo e fa sempre cadere o rallentare).
    Capitolo Marelli:
    Marelli dà sempre un'opinione competente ( da ex arbitro e conoscitore del regolamento) e motivata anche se a volte non coincidente con quella comune e con la mia, spesso per una questione di interpretazione che in molti casi il regolamento del calcio prevede/impone ci sia in effetti.
    Insultare una persona che, senza polemica e con serietà, dà un'opinione è da pazzi. Farlo senza dare motivazioni nei confronti di chi invece espone le proprie tesi dandone di razionali è da imbelicci.
    Non si è d'accordo con Marelli (o con chiuque)? Si può scrivere, magari con ironia, motivando come la si veda diversamente.
    Interisti insultanti e negazionisti (non rappresentano la totalità) siete proprio piccoli piccoli...


  8. Si pero' toloi cazzo.....
    Non si può pestare cosi le mani agli avversari......
    Per fortuna non ha visto niente nessuno...
    Il ROSSO ci stava tutto. 
    Non fosse x la dea mi sarei già dato all'ippicaZZO.
     
    x fortuna c'è la Champs.



  9. Pochi giorni e se ne saranno già dimenticati tutti. Sono schifato da cose come questa e non è ancora finita


  10. Ormai la partita è finita il tutto è di più. Possiamo parlarne all'infinito ma non cambia nulla. Ammen.

     


  11. ora su rete4 ne stanno parlando e tutti si chiedono che cosa cazzo abbiano visto al VAR, zenga compreso
    Chapeau alle parole di Jacobelli


  12. Ragazzi guardate bene....Zapata alza Toloi che da una gomitata sulla testa di Martinez che poi ovviam cade. Fallo per l Inter. 


  13. Voglio dire la mia, mi arriva un link ad una immagine che potrebbe essere un quadro di Kandinsky, me lo manda un ex collega interista che non sento da 3 mesi. Si intuisce la figura di Zapata con le braccia protese nulla più. Gli chiedo se è serio e se capisce veramente qualcosa dall'immagine. Non contento chiedo un parere ondisuntetessato ad altro amico genoano il quale mi risponde che al terzo tentativo gli girava la testa cercando di capire qualcosa. L'interista non risponde più, arriva questa immagine che sbugiarda alla grande l'infelice tentativo di mistificazione, lo giro anche esso all'intervista e piuttosto di ammettere che ha detto una cagata risponde"Miiii peggio dei napoletani" non ho parole....


  14. Intanto su Sky Caressa ha detto "siccome è tutto il giorno che gira la storia che Zapata avrebbe spinto lautaro nel famoso episodio del rigore negato all'Atalanta vi facciamo vedere queste immagini" ed ha mostrato le immagini con riprese da dietro dove si vede chiaramente Zapata che praticamente spinge Toloi mentre lautaro cade da solo, sbugiardando la tesi degli intertristi....


  15. I semplici tifosi possono anche attaccarsi a quel che vogliono, hanno diritto di farlo...ma i sedicenti giornalisti no, non possono permettersi di sparare tutto quello che gli passa per le palle.
    Un certo Tancredi Palmeri ha iniziato a far girare la voce
    Questo signore è un giornalista, nel senso che lavora di questo...
    Ecco questo signor giornalista dovrebbe esser sputtanato a dovere


  16. Intanto a fine andata siamo quarti e saremmo ancora in champions x il secondo anno consecutivo se il campionato finisse oggi. 


  17. Finalmente è tutto il giorno che gli interisti la menano con la storia che lautaro è stato spinto da Zapata finalmente fine del circo. 


    • No adesso dicono che è fallo di Toloi su Lautaro perché gli appoggia le mani addosso, giuro battaglia persa...


      • Il massimo e' stato un intertriste che dice "ma se uno cade, dove volete che metta le mani?"... sono senza dignita', mi e' toccato rivalutare gli juventini.


  18. Pazzoperladea -
     12/01/2020 alle 22:46
    Era Rigore per l'Inter ed espulsione di Zapata 


  19. Son ragazzi...


  20. Purtroppo la macchina della disinformazione è molto efficace e ha provato per tutto il giorno a diffondere la notizia falsa della spinta di Duvan  a Lautaro. Questo è il livello che abbiamo e questi sono i risultati.


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.