24-12-2018 08:59 / 17 c.

L'Atalanta perde in quel di Genoa contro una squadra che aveva motivazioni a mille e che ha usato da subito le maniere forti per cercare di centrare la vittoria. L'ennesima sconfitta in trasferta contro squadre sulla carta abbordabili (Geona, Empoli, Spal) che fanno la partita puntando sull'agonismo, ci dice che la Dea non è ancora pronta al grande salto che la squadra ha una andamento altalenante e che è presto per fare sogni di gloria europei. Diversi giocatori non hanno fatto bene e questo è il dato più preoccupante perchè dietro ai titolari non ci sono alternative di pari livello che possano risolvere le partite. Ora testa alle ultime due giornate di campionato difficili entrambe sulla carta ma visto l'andamento della Dea non sai mai che partita ti devi aspettare.

IL NERO L'AZZURRO

INFORTUNIO DE ROON

Pronti via ed il povero Martino viene steso senza che sia stata comminata sanzione adeguata a Romero. Anche questo episodio ha sicuramente condizionato la partita.

DIVERSI GIOCATORI NON AL TOP

Sarà un caso ma la sconfitta è figlia anche del fatto che a Genova più di un giocatore non ha disputato una partita sui suoi livelli abituali è il caso di Ilicic, ma anche Toloi e Hateboer che hanno fatto davvero male.

RIGORE SBAGLIATO

Un peso determinante sulla partita ce l'ha sicuramente il rigore sbagliato da Ilicic nel primo tempo, se si fosse segnato in quel momento magari la partita poteva prendere una piega diversa.

SOSTITUZIONI

Non abbiamo capito le sostituzioni, anche perché i giocatori sostituiti stavano facendo discretamente il loro lavoro, magari si potevano sostituire altri giocatori che invece non erano in giornata. In più quelli che sono entrati sono apparsi in difficoltà.

 

BERISHA

In una partita difficile come quella di Genova sfodera sicurezza e alcuni interventi importanti senza i quali il risultato poteva diventare umiliante.

FREULER

Senza De Roon si prende in mano il centrocampo atalantino e fa quel che può contro una squadra che picchiava più che fare gioco, Ancora una volta determinante in zona goal con il rigore procurato del momentaneo pareggio.

PESSINA

Viene inserito nella mischia a sorpresa e dopo un inizio un po' titubante prende coraggio e disputa una buona gara. Certo per farlo crescere dovrebbe essere usato un po' di più magari anche quando le partite non sono così complicate.



di LuckyLu




  1. Nel nero Ilicic ma non solo per il rigore sbagliato che può anche capitare, è successo e succederà anche ai più grandi calciatori, ma soprattutto per la prestazione ancora negativa dopo quella di lunedì scorso, purtroppo non abbiamo ancora rivisto l'Ilicic determinante pre squalifica, speriamo di ritrovarlo al più presto in quanto abbiamo visto che purtroppo i sostituti per vari motivi non sono all'altezza.


  2. Nel nero mancano i “cugghiuna”: capitano e resto della squadra mancano (e non è la prima volta) nel farsi rispettare da arbitro e squadra avversaria.
    Va bene preoccuparsi per Marten, ma subito dopo devi rompere i coglioni perché l’arbitro vada a rivederlo al var quel fallo lì.
    Va bene pensare a giocare ma se ci randellano rispondiamo adeguatamente: non si può passare l’intera partita a farsi picchiare come una squadra di ragazzini.


    • Beh il termine tipicamente aostano mi sembra perlomeno " offensivo " ma ormai sappiamo come funziona col papu....


  3. AZZURRO: L'infortunio a De Roon non è grave.  Buona la prestazione di Pessina. La posizione in classifica.
    NERO: Ogni partita va affrontata con grinta, entusiasmo e concentrazione se si vuole ambire a grandi traguardi.  



  4. Azzurro: Deroon, niente di grave. 
    Nero: Ilicic Toloi Hateboer gosens Rigoni Barrow .
    Sono d'accordo su Pessina andrebbe usato di più, ci sono state partite come con Chievo e Parma che si poteva inserire tranquillamente x almeno un tempo, ma anche a Empoli sia lui che valzania nel secondo tempo credo avrebbero fatto meglio di quelli che c'erano in campo. 


  5. Berisha nel blu proprio non lo ho visto. Benissimo fra i pali appena esce dall'area piccola sono sempre col fiato sospeso anche a genoGe almeno 3 situazioni a rischio in cui e andata bene.


  6. A parte questo ulteriore commento
    Sul mio profilo FB avevo riportato un paio di giorni prima della partita le dichiarazioni di PREZIOSI post Roma sul Calcio italiano malato e la crisi del sistema arbitrale .. ed avevo concluso scrivendo "Sono proprio curioso di vedere se a Genova sarà una partita regolare" .. E avevo ricordato Firenze .
    Appunto , non è stata una partita regolare . Anche qua il clima creato dai PRESIDENTI , GUARDA CASO !! , ha avuto un riscontro sul campo . Gli arbitri hanno orecchie ed ascoltano , e leggono, quel che si dice in settimana .
    Poi lasciamo perdere che siano o non siano in buonafede , tutto può essere .. Ma, in ogni caso, ne risentono ! Ne risentono assolutamente, perchè alle loro "carriere" ci tengono .
    In un mondo della comunicazione , non può essere che le altre società di calcio comunichino e la nostra no . Son d'accordo che gli altri comunicano solo FESSERIE, e che non vadano "imitati"; ma c'è modo e modo di prendere le distanze .. Se non dici mai nulla, gli arbitri avranno in testa, quando vanno in campo , solo le parole dei PREZIOSI e dei DELLA VALLE ..e noi rischiamo di giocarci punti decisivi per la stagione nostra, solo per le famigerate "compensazioni arbitrali" ..
    Gridare un bel : "SVEGLIA !!" - rivolto a chi può o dovrebbe parlare - non me lo leva nessuno dalla testa
    Buon Natale a todos


  7. penso che il NERO dovesse caratterizzarsi da :
    - poca CATTIVERIA e poca Malizia nella nostra squadra, che non a caso va in difficoltà con queste squadre che "ci aspettano" tutti dietro la linea della palla, buttandola sul contropiede ; è un DATO COSTANTE su cui non si vedono cambiamenti ;
    - conduzione arbitrale a senso unico per quanto riguarda la gestione dei cartellini e le espulsioni; urge CAPITANO che si faccia sentire con l'arbitro
    - INVOLUZIONE del gioco da dopo la pausa della Nazionali (altro DATO COSTANTE ! ) ; occorre che Papu e Ilicic pranzino insieme a Natale e ritrovino un pò di verve e di affiatamento
    - svarioni difensivi ricorrenti e determinanti ; anche qui occorre che qualcuno pranzi a Natale insieme, si vedono chiamare spesso dei fuorigioco ma c'è sempre qualcuno che non sale, manca intesa, e poi c'è timidezza in qualche frangente difensivo in gente che col fisico che ha potrebbe invece spaccare il mondo
    AZZURRO
    Nonostante tutto la classifica autrorizza sempre qualche "dolce sogno", considerando che le squadre che ci sono chiaramente superiori sono solo 2 ..e le altre hanno pregi e difetti come noi .. il tema vero è smettere di perdere punti con le piccole ; la svolta serve in quelle partite lì, come Ferrara, Empoli, Genova , dove pure essendo superiore non metti in campo la PERSONALITA' che serve


    • Per me la mancata intesa in difesa è un po'  anche dovuta al fatto che da inizio campionato non si è ancora riusciti a schierare la stessa difesa in più di due partite di fila a causa dei continui infortuni che hanno falcidiato il reparto, purtroppo quest'anno i nostri difensori hanno una sfiga come poche altre volte.


      • Secondo me manca un giocatore come Caldara che sappia coordinare gli atri (e dove lui e' adesso, e' totalmente sprecato perche' al Milan non capiscono il suo vero valore).
         
        Tutti i nostri difensori attuali sono molto bravi sul piano individuale.


    • Secondo me avere un capitano che reclama di più con gli arbitri equivale ad avere un giocatore squalificato più spesso come accadeva sovente a Cristiano Doni: non siamo mica la Juve che può permettersi di mandare a muso duro qualsiasi suo giocatore a discutere con l'arbitro senza incorrere in sanzioni...noi purtroppo non ce lo possiamo permettere!!!


  8. Nel nero metterei anche Rigoni, probabilmente non ha ancora capito il gioco, ma mi sembra troppo molle. La squadra va in sofferenza con lui in campo


  9. Lo avevo già detto settimana scorsa, questa stagione siamo questi. Altalenanti e che fanno abbastanza fatica pure quando si vince. Inoltre abbiano una rosa lunga come nomi ma corta come qualità. I Pasalic e Rigoni vari sono solo una casella occupata della rosa. Non aveva torto il mister che il mercato è stato triste (per non dire pessimo). Il campo sta dimostrando che il Gasp non ha parlato a vanvera nemmeno quella volta.
     
    Infine, da suo estimatore, permettetemi di fare due critiche a Berisha. Da un po' praticamente in tutte le partite fa uscite a vuoto dove perde di vista il pallone, tipo con l'Inter l'azione del rigore. Ecco non è il massimo e visto che sta diventando ordinario per lui non mi lascia molto tranquillo.
     
    Su a cosa potremo ambire non parlo, viviamola partita per partita sereni senza esaltarsi troppo o deprimerci. Siamo questi sta stagione.


  10. Nero "non abbiamo capito le sostituzioni".
    Non equivale a dire "il mister: purtroppo anche questa volta i cambi hanno dimostrato qualche pecca nel gestire la situazione a partita in corso?"


    • Equivalenza un po' forzata.
      secondo me vuole dire che non abbiamo sostituti all'altezza in attacco. Purtroppo Rigoni non ha ancora capito come si gioca da noi e Barrow sembra davvero troppo leggerino


  11. Anche x me nel nero , la sindrome CARMONA da espulsione che sembra aver preso il buon TOLOI ..
    poi anke questa stramaledetta moda di sbagliate sempre i rigori ! MAGRIN prendili tutti quanti tu e insegna loro come si fa xchè se adesso me li sbaglia pure ILICIC , guai !
    nel nero pure questo modo altalenante di giocare le partite : dove a volte certi giocatori sembrano fenomeni e a volte invece degli autentici brocchi troppo brutti x sembrare loro
    in questo giro più ke azzurro si puó parlare al massimo di azzurrino o celeste sbiadito tanto è la delusione arrivata con questa partita ..


  12. Nero, quello che secondo me ha influito sul risultato: L'approccio e la determinazione ma soprattutto la non corretta distribuzione dei cartellini (sfido chiunque a giocare contro dei martellatori che dopo 2 minuti avevano già azzoppato uno dei nostri panzer, anche la determinazione potrebbe averne inficiato)
    Nerissimo: le 2 espulsioni, quella di Rafa in particolare e in previsione dei gobbi....
     


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.