21-05-2020 07:37 / 29 c.

LOADCAP > Dati generaliIl Consiglio federale: "Serie A, B e C vanno avanti. In caso di nuovo stop, playoff e playout". I campionati andranno conclusi entro il 20 agosto, ma il massimo campionato conta di partire il 13 giugno e di finire il 2 agosto. Balata soddisfatto, Ghirelli critico: "La C non è in grado di concludere la stagione" Operazione ripartenza. Non solo in serie A, ma pure in B e in C. Il Consiglio federale dice invece stop a tutti i campionati dilettantistici, compresi quelli femminili.

 E’ il rimbalzo dell’accelerazione di ieri, con il protocollo per gli allenamenti a pieno regime approvato dal Comitato tecnico-scientifico, passo avanti cruciale verso la ripresa del campionato. Campionato che potrebbe procedere con meno fiatone. Nel comunicato, come riporta gazzetta.it, si dice che c’è tempo fino al 20 agosto per completare i tornei e la stagione 2019-2020 si chiuderà il 31 agosto. E i playoff e i playout? Scatteranno solo come piano B, nel caso di "una nuova sospensione". C’è anche il piano C: "Nel caso di interruzione definitiva, la classifica sarà definita applicando oggettivi coefficienti correttivi". La data del 20 agosto come termine massimo per i campionati non sta a significare un cambio della tabella di marcia. La Figc e la Lega confermano di voler lavorare per partire con la serie A sabato 13 giugno sempreché il governo cambi la norma che vieta qualsiasi tipo di evento, anche a porte chiuse, fino a domenica 14. Insomma, i tempi per la Serie A, restano gli stessi: partenza il 13 giugno e conclusione entro il 2 agosto anche se il termine previsto dalla Uefa potrebbe non essere perentorio. 



di Marcodalmen




  1. - Hey nonna che significa "oggettivi coefficienti correttivi?"
    - significa che lo pigliamo nel c**o


  2. mah, ho imparato con l'eta' che di oggettivo al mondo non esiste nulla. per un eschimese a gennaio a bergamo fa un caldo pazzesco...
    a meno che per oggettivo intendano che dato che noi giochiamo meglio di tutti e' oggettivo che dobbiamo andare in champion


  3. a meno che tali criteri non siano altro che il semplicistico "+3 punti" a tutte le squadre per ogni partita che non si e' potuta disputare cosicche' le posizioni in classifica rimarrebbero identiche... ma sinceramente non sto tranquillo se la classifica da cui partitaranno sara' quella del secondo e definitivo stop per ovvi motivi di regolarita'....
    sappiamo benissimo che razza di personaggi guidano il calcio e' ci vuol poco a capire che una lazio in testa, una roma in CL o un brescia salvo sono tutte ipotesi che probabilmente porterebbero ad uno stop definitivo il campionato per epidemie improvvise negli spogliatoi di queste (o altre) squadre...
    la stessa soluzione playoff-playout deve essere decisa di comune accordo e sottoscritta da tutte le squadre PRIMA di ricominciare... altrimenti non puo' essere proposta se alla fin fine faranno tornare in gioco tutte le squadre e non quelle meritevoli in base alla classifica...


  4. La questione è semplice:
    ha senso tenere pronto un piano di riserva per ogni evenienza?
    La risposta è sì. Punto per Lega/FIGC, che già ab origine (in realtà il parto è stato lungo) si tiene pronta.
    Ora, la domanda successiva e obbligatoria diventa:
    ha senso annunciare un piano B e un piano C senza specificare (e forse senza pensare) come si orchestrino nello specifico?
    La risposta è no. Vuol dire o che i piani pronti non li hai o che li hai in mente tua e non vuoi annunciarli per qualche magagna che possiamo solo sperare sia legata a questioni di diritti TV, contratti ecc. e non a discorsi di manipolazione del campionato.
    Già il piano B e la sua spiegazione sono lacunose: piano B= playoff+playout. Ma tra quante e quali squadre? Per che traguardi (CL, EL, Scudetto, Retrocessione..)?
    Il piano C poi ancor di più: che tipo di coefficienti? Boh... Noi stiamo a fare ipotesi sulla (sensata) teoria delle partite in meno ma perchè chi fa le regole non le fa bene? Non è possibile che un organismo parli di "coefficienti" senza chiarire cosa siano e senza che esistano precedenti da cui desumerlo...
    E' un po' come la storia dei "congiunti": perchè fare delle FAQ su cosa siano?!? Perchè non si è pensato a fare una legge chiara senza tirare in ballo un termine che non ha basi giuridiche e precedenti?!? Fischia ma il Governo legifera per LAVORO!!! E Lega e FICG si occupano di calcio per LAVORO!!


  5. Mantenere nella più completa nebulosità questi coefficenti correttivi è come affrontare, con la massima disinvoltura, una sfida alla roulette russa, dove la presenza di proiettili in canna non è assolutamente definita o contingentata. A seconda delle aspettative organizzative e della volontà di manipolare i dati, rischiamo di ritrovarci di fronte a macchiavellismi che ci possono penalizzare, estromettendoci dal rush finale. Già la definizione 'correttivi' presuppone l'esistenza di un errore. Se le cose vanno come dovrebbero e come è sacrosanto pretendere, la classifica di questa stagione è, sic et sempliciter, l'unico riferimento da tenere in considerazione. Non c'è assolutamente nulla da correggere, anche se i risultati emergono da una classifica che, al limite, è deficitaria per cause a noi non imputabili, di qualche punticino, i valori di rendimento, per la stagione in corso, sono questi. Ozioso ed ingiusto risalire a successi od allori pregressi, per tanti o nulli che siano: il passato è passato e la valutazione deve riferirsi al presente. Oggettivamente e senza sofismi oscuri.


  6. Non è un paese normale. Non c'è niente da fare. 


  7. ma perche' tanti dubbi sui coefficienti correttivi? Sono gli stessi che hanno applicato a noi in questo campionato sul campo (leggi errori arbitri e var) che se non sufficienti saranno applicati anche d'ufficio... quindi sei gli 8-10 punti rubati finora non basteranno a mandare la roma in CL ce ne ruberanno altri nel palazzo ;)
    Lo stesso varra' per l'assegnazione dello scudetto di cartone: se la lazio in testa -> nessun correttivo  
    se sotto di un punto -> penalizzazione di 2 punti ai gobbi per presenza di lettera strana nel loro nome 
    sono solo degli esempi.. poi sicuramente il comitato ad hoc trovera' scuse molto piu' articolate e fantasiose per l'applicazione dei coefficienti correttivi....


    • Chiari esempi seppur .......goliardo-ipotetici.
      ----------------
      Io invece mi riferisco a FATTI e CRITERI REALMANTE  Appplicati, e quindi......ancor piu' "pericolosi".
      ----------
      Un' esempio tra i tanti.
      Tra i criteri di riparto dee cd "diritti televisivi2 vi era (e penso ci sia ancora) il cd. "Bacino di utenza".
      Credete forse fosse la "stima ipotetica da sondaggio2 dei tifosi di na squadra?? ennno'!
      Trattasi invece della valutazione del dato demografico dei residenti nella citta' CApoluogo.
      Cosicche' la ABC spa veniva penalizzata rispetto altre relata' similari (ad. esempio, Bologna o Firenze) ove gli abitanti del capoluogo sonop BEN superiori a BG. Ma se prendiamo il dato invece dei residenti  NELLA PROVINCIA, ecco che la valutazione si ribalta...................
      Quindi, io, VORREI CONOSCERE in anticipo i criteri di cui sopra......................


  8. Non capisco perché i recuperi verranno fatti solo alla fine. 
    Non era meglio cominciare da li ?   Boh....


    • perche' lotito sa con certezza che lo scudetto lo perde a Bergamo e spera di riuscire a non giocarci


      • Ciao loer.
        Il nostro recupero è con il sassuolo quindi la prima sarà.con i vomitevoli...o sbaglio ?


  9. crazyhorse200 -
     21/05/2020 alle 10:11
    la classifica sarà definita applicando oggettivi coefficienti correttivi"
     
    =  se la Rometta non arriva 4' senza i soldi della Champions fallisce o quasi.  (Agnellino Docet)
     
    Povera Italia .....
     


  10. Viva l'Italia


  11. Viva l'Iral


  12. Non voglio pensare male, io spererei che con quella frase si intenda che si applica qualche correttivo oggettivo in base ai meriti sportivi conseguiti nel campionato attuale senza tirare in ballo strane formule che con lo sport non hanno niente a che fare tipo meriti storici o bacini di utenza, non fosse altro che per evitare ricorsi da parte di società che si sentissero defraudate di qualcosa. Ricorsi che in quel caso verrebbero sicuramente accolti.


  13. la mafia pallonara italica x giustificare le sue malefatte e intenzioni si inventa di que termini,frasi e sostantivi che il signor AZZECCAGARBUGLI e i politici di oggi neanche si sognano
    in sostanza dicono che metterebbero fuori l'ATALANTA e includerebbero la ROMA  con NAPOLI e MILAN
    in B invece non ci andranno ne il TORINO e neppure la FIORENTINA nel caso


  14. Spero che la Società non si faccia sviare dagli impegni agostani di CL (affascinanti, storici, ma che probabilmente si ridurrebbero ad una partita o due). 
    Stavolta la preparazione va modulata per poter partire a razzo! 
    Niente compromessi: occorre sin da subito tenere ritmi alti, mantenere il vantaggio e, se possibile, incrementarlo. Tanto per mettere in chiaro che il 4° posto è più che meritato e non ce lo facciamo rubare dai soliti noti.


  15. La UEFA ha già detto che accetterà solo i verdetti del campo senza "oggettivi coefficienti correttivi". Vi immaginate che smacco se la UEFA non dovesse accettare le squadre proposte dalla lega???


  16. Sono indeciso fra il pensare che sia una formula bizantina per dire "farà fede la classifica all'ultimo turno completato" ed il temere formule che ci portino ad un nuovo mondo in cui gli scudetti vengo assegnati tramite l'innovativa, a volte storica formula, del:
    nell'arco di 10 anni il titolo sportivo (parola ormai desueta nel suo significato originario) viene assegnato 3 volte ai gobbi due a ciascuna delle milanesi ed una a testa a napoli e romane. Ogni 10 anni ci sarà un campionato anomalo in cui vincerà chi sul campo avrà fatto più punti salvo ovviamente il fattore correttivo da giusta causa. Ovviamente chi non vince il titolo ha garantito un posto fra le prime 6.
     
    Per il bene di tutti sarebbe meglio non scoprire mai cosa si cela dietro la formula ma la curiosità di vedere cosa si inventerebbero c'è


    • Troppo ambiguo l'uso termine "correttivo "...............................


      • è un refuso il termine vero è "CORRUTTIVO"


      • Da quanto sentito dai media, dal momento che i recuperi verranno giocati solo alla fine, in caso di interruzione la classifica non sarà data dai punti acquisiti, ma dalla media punti: ovvero punti/partite giocate. 


        • Sono S.Tommaseo.
          Il termine "correttivo" deve essere CHIARITO nei contenuti dalla Figc e dalla Lega.........


  17. der fò i piscine fontanaaaa 
     45 vasche in regular season, e altre 55 in play off
     


  18. Non dobbiamo stupirci, in fin dei conti viviamo nella patria del diritto romano che col tempo si è mutato in un mattatoio più levantino e bizantino dove i furbi e i protetti hanno il loro paradiso!


    • Solo per la precisazione.
      Colpevolizzare il cd "Diritto Romano" (cioe' con radice nella storia legale e legislativa da esso derivante, non come promanazione delle disposizioni della citta') mi sembra scorretto, superficiale ed astorico.
      Non e' il luogo per approfondimenti. Ma anche qui il "diritto" e' un'arma , dipende dall'uso che se ne fa' e dalla sua applicazione. 
      Poi, una cosa  e' il diritto sostanziale e altro il diritto procedurale. Qui c'e' molto da dire.
      -------------------------------------------------------------------
      Ricollegandomi all'ultimo punto di cui sopra, in CASO DIINTERRUZIONE e conseguente APPLICAZIONE dei cd "oggettivi coefficinti:
      1)l'aggettivo "correttivi" lascia intendere che i medesimi si applicheranno CORREGGENDO la classifica "sportiva"?
      2)sara' COMUNQUE necessaria norma ad hoc dello Stato che renda celerissimi e sbrigativi i SICURI RICORSI delle squadre che si riterranno penalizzate.
      ............Calda Estate


      • Scusa Alamo  forse non hai letto con sufficiente attenzione o forse non è chiaro come ho scritto! Il diritto romano si è trasformato (degenerando) in un qualcosa di bizantino e levantino. 


    • A questo punto speriamo non serva.     Chissà cosa s'inventano per tirare fuori i lupacchiotti dalla melma economica in cui si trovano.   


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.