15-05-2019 08:20 / 3 c.

atalaz1819_finalecoppa

Una l'ha vinta una volta sola e l'ha sfiorata in altre due circostanze, l'altra è quasi un habitué della finale. Un titolo contro sei, ovviamente parlando sempre di Coppa Italia. Atalanta-Lazio è questo, in termini di trofei, ma è anche tanto altro per il valore di questa partita. E' il confine tra una stagione soddisfacente, già buona, ed una straordinaria. Perché vincere competizioni non capita tutti i giorni a squadre del genere. E così, dopo tutto l'iter della vigilia, con la rifinitura e il passaggio in Quirinale davanti a Mattarella, Atalanta e Lazio stasera riempiranno l'Olimpico, con tanto di esodo da Bergamo. Appuntamento alle 20.45. Appuntamento, soprattutto, con la storia.

COME ARRIVA L'ATALANTA- Dovesse perdere questa finale, l'Atalanta non diventerebbe certo una squadra da criticare. D'altronde il quarto posto in classifica in Serie A è un traguardo che adesso pare raggiungibile, non molto difficilmente, ma ad inizio stagione chi ci avrebbe scommesso un solo quattrino? Discorso traslabile anche alla Coppa Italia, ovviamente. A maggior ragione perché l'armata di Gian Piero Gasperini ha buttato giù il muro bianconero della Juventus, una roba mica da poco considerando quanto accade in campionato. "Favoriti? No, è una partita da tripla", risponde l'allenatore nerazzurro a chi lo stuzzica sul valore che ha ormai raggiunto la sua squadra. Che, comunque, per l'occasione sarà quasi al completo. Non ci sarà Toloi, ancora ai box, così in difesa ci sono quattro uomini per tre maglie. Masiello e Djimsiti sono in crescita e dovrebbero farcela, l'altro posto se lo contenderanno Palomino e Mancini, con l'argentino favorito. Altro ballottaggio sulle corsie esterne: Hateboer, Castagne o Gosens? E' quest'ultimo che dovrebbe rimanere fuori. In attacco confermatissimo il tridente Gomez-Ilicic-Zapata.

COME ARRIVA LA LAZIO - Quest'anno forse la Coppa Italia vale qualcosina in più per la Lazio. Fosse soltanto per la situazione in classifica. I biancocelesti, attualmente ottavi in classifica, a -2 dal Torino settimo, attualmente non sarebbero qualificati neanche per l'Europa League. Una beffa, dal momento che fino a qualche settimana fa nella Capitale si sperava ancora nella Champions League. Ecco perché vincere la Coppa Italia mai come stavolta potrebbe essere utile non soltanto al palmarès, ma anche dal punto di vista economico e soprattutto sportivo. Chiaro, poi c'è il fascino del trofeo, di notti già vissute e quella matta voglia di ripeterle. E allora per riportare nella Roma biancoceleste la Coppa, a distanza di sei anni dall'ultima volta, Simone Inzaghi dovrà scegliere l'undici migliore. E al momento ha ancora qualche dubbio. In attacco, ad esempio, dove ha ammesso che Correa, Immobile e Caicedo hanno le stesse chance di giocare. E alla fine dovrebbero spuntarla i primi due. Le prove tattiche della vigilia dicono questo. E raccontano anche che Milinkovic-Savic, malgrado il suo enorme valore, potrebbe restare fuori poiché non al top della forma. Parolo dunque titolare, con Luis Alberto a fare da mezzala dall'alltro lato. Per la fascia destra dovrebbe spuntarla Romulo su Marusic, mentre dietro Luiz Felipe è in vantaggio su Bastos.

PROBABILI FORMAZIONI:

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Masiello, Palomino, Djimsiti; Hateboer, Freuler, De Roon, Castagne; Gomez; Ilicic, Zapata. Allenatore: Gasperini

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felice, Acerbi, Radu; Romulo, Parolo, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile. Allenatore: Inzaghi



di Macaronzo




  1. desmodromicus -
     15/05/2019 alle 19:17
    sota coi ferr.. siamo pronti


  2. Primi 6 pulmann arrivati, non sanno dove metterci, ne devono arrivare altri 120. Roma Capitale de sto cazzo. Parcheggiati a 1 km e mezzo dallo stadio, lungo la strada, senza bar, senza bagni, senza coperture, aspettiamo le 5 per entrare allo stadio. Roma Capitale de sto cazzo


  3. MAGIA allo stato puro...
    Sensazioni insolite ed intriganti.
    Comunque vada a finire, giornata indimenticabile: GRAZIE RAGAZZI, GRAZIE MISTER, GRAZIE ABC!!!



Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.