19-03-2020 12:36 / 156 c.

La drammatica fila di camion militari che trasportano le bare dei defunti causa Coronavirus fuori da Bergamo, fa sbottare il 'Papu'. Alejandro Gomez, capitano dell'Atalanta, via social lancia un messaggio tanto duro quanto corretto.

Lo fa attraverso una Instagram story, dove il fantasista argentino punta il dito contro chi preferisce fare jogging nonostante la piena emergenza sanitaria.

"Lo dico a tutti i runners o finti runners che vogliono ancora uscire ed allenarsi… restate a casa, porca puttana".

"Che cazzo avete in testa? Basta, basta, basta… ogni mattina ci svegliamo con brutte notizie, la gente muore, ancora non vi rendete conto? Tutti a casa, nessuno deve uscire".

Gomez non ci sta e, con toni accesi, prova a sensibilizzare una volta di più chi non capisce di quanto sia grave la situazione.

"La sanità è al limite! Se andiamo avanti così ci chiuderanno anche i supermercati, si potrà solo comprare online come hanno fatto a Wuhan".

"Non sono vacanze, non potete portare fuori il cane o andare al supermercato solo per prendere aria… questo è GRAVE. Finché non siamo tutti a casa, non si fermerà".

 

WhatsApp Image 2020-03-19 at 12.30.38

WhatsApp Image 2020-03-19 at 12.34.40



di Staff




  1. Scozia: "...... Questa situazione mi pare surreale: lasciano aperte metropolitane, treni ed autobus .......e poi il problema del contagio sono i runners ?!? ...... il j'accuse nei confronti di chi esce all'aria aperta a fare attività fisica è ridicolo ed imbarazzante"
     
    Io non credo.
    (1) In una grande citta', chiudere metropolitane, treni ed autobus potrebbe portare ad una semi-paralisi anche di servizi essenziali.
    Certo, dovrebbero essere disponibili mascherine e guanti monouso per chi DEVE muoversi.
     
    (2) Uscire all'aria aperta a fare attività fisica (se pur consigliabile in tempi normali) NON e' strettamente necessario e, come ormai pensano un po' ovunque, puo' contribuire a spargere irresponsabilmente il virus (attraverso sudore, respirazione e relative "bollicine").
    Sembra ormai chiaro che, su certe superfici, il virus puo' rimanere attivo anche fino a 72 ore. Calpestandolo, umani e cani possono portarlo inconsciamente ovunque.


  2. Il percorso di questa malattia si svolge in pesantissimi episodi. La sua manifestazione taglia i contatti con la famiglia che resta esclusa dal poter accompagnare il malato, che scompare nelle corsie di un padiglione unico, saturo di pazienti ed a zero risorse per quanto concerne le apparecchiature medicali necessarie. Un'analisi della situazione, in base alle condizioni del malato e della sua età, lo avvierà al trattamento sanitario, allo smistamento sull'area nazionale od al ritorno a casa, vittima di una sentenza terminale, che si consumerà tra la pena dei congiunti e la possibilità di trasmettere loro il contagio. Chi viene avviato nel Salento, al rischio verifcatosi della morte in volo, associerà un ritorno travagliato e senza riferimenti per la famiglia. chi invece si spegnerà in corsia, sarà immediatamente richiuso ed avviato in luogi di raccolta integrativi della saturata capienza cimiteriale. La sequela di bare allineate, viene scomposta dagli automezzi militari che si sparpagliano per la penisola, allo scopo di effettuarne la cremazione. Il tutto senza il mesto, ma toccante accompagnamento dei propri affetti, cui si sostituisce la triste parvenza di un processo industriale. Scene terribili, da campi di sterminio, che ci si augura diventino rapidamente un passato, triste e lontano. Il compito di spegnere una pandemia tanto virulenta spetta a noi, nell'assolvimento diligente e responsabile di quelli che sono i primari doveri civici, verso noi e verso il prossimo, aderendo agli inviti delle autorità. Chi si estranea da tali incombenze, minimizzandone i rischi, per favorire proprie scelte personali, si rende potenziale criminale verso la salute pubblica e si merita spietate sanzioni. Senza alcun se, ne possibili ma..


  3. Fontana ha chiesto l esercito in strada
    visto i tanti luminari che dispensano giustificazioni, ha fatto bene 


  4. per chi vuole il governo Cinese
    chiedetevi che fine hanno fatto tutti i  vari cagnolini ,cagnoloni e affini
    pensate che li portavano  fuori 3 volte al giorno a fare la pipi  quelli dell' esercito?
    no
    gli hanno detto li eliminiamo, ne ricomprerete un altro quando tutto sarà finito
    le persone sono più importanti degli animali
    così non c'era più ne il problema di portarli fuori ne quello delle cacche sul marciapiede
    terminati
    vediamo tutti quelli che gli comprano il cappottino ,e gli fanno la messinpieghina cosa dicono
    se vogliamo i metodi Cinesi,si fanno su tutto ,non solo su quello che fa comodo
     
     


    • Esatto, purtroppo la gente crede che ci sia la formula magica per risolvere la situazione senza che nessuno ne subisca le conseguenze: qualunque decisione causerà enormi problemi a un considerevole numero di cittadini.
      É tutto collegato: per quanto al momento non sia certo una priorità la quarantena per esempio sta causando grossi problemi alla rete internet e immagino non passeranno molti giorni dalla comparsa dell'hashtag #iononconsumobanda (ovviamente con video messaggio per intasare la rete stessa).
      La soluzione della quarantena è una misura d'emergenza, possiamo discutere sulla rigidità delle misure ma le emergenze non possono durare mesi in un'intera nazione (anzi potremmo dire continente), bisogna trovare nuove misure perché economicamente non è sostenibile (e andrebbe a intaccare alla lunga lo stesso ssn).


      • Se davvero la gente (e purtroppo ce n'è tanta) ha bisogno di un hashtag per responsabilizzarsi siamo alla frutta.
        Non riesco a capire la necessità di condividere tutti i video (e non solo, ma quelli sono i più pesanti come dici giustamente tu) davvero inutili che girano sui social ...


  5. Riporto un post di Facebook che condivido a parte certi termini...un po pesanti:
    Uno esce di casa, si mette le scarpette da running e da solo va a fare una sana corsetta. Il fisico trova giovamento e la mente è libera.Quando vede qualcuno da lontano, modifica il percorso per non incrociarlo e mantenersi anche oltre la distanza di sicurezza.Il tempo è bello, il sole tiepido è l'aria fresca. Tutto è perfetto.Poi quella buchetta, coperta dall'erba, il piede destro la centra, la caviglia cede, si piega, troppo, fa "crack". Gonfia subito, il dolore non si descrive. Rientra in casa a fatica, toglie le scarpe e il calzino. La caviglia oltre al gonfiore ha preso un brutto colore.Che fare? Il dolore a freddo aumenta. Si sente una merda ma non può fare a meno di chiamare il 118 e, nonostante il momento difficile, di li a poco arriva l'ambulanza. I volontari, chiusi nelle loro tute ermetiche, parlano poco dietro le mascherine, lo fanno salire.Lui si sente una merda, loro non fanno nulla per farlo sentire diversamente.Al Pronto Soccorso fanno tutto quello che si deve fare, radiografie e tutti i controlli sanitari dettati dall'emergenza.Mentre aspetta si sente una merda, e nessuno fa nulla per farlo sentire diversamente, anzi, a volte anche solo gli sguardi contribuiscono. Arrivano i risultati della radiografia e non ci sono sorprese, come aveva predetto il medico, c'è una frattura.Mentre gli fanno il gesso si sente una merda, e nessuno fa nulla per farlo sentire diverso, anzi l'infermiere che gli tiene il piede dritto che in quel modo gli fa un male cane, sembra ne goda.Poi arrivano i risultati sanitari e qui c'è la sorpresa: PAZIENTE POSITIVO AL CORONAVIRUS COVID 19 IN CONDIZIONI ASINTOMATICHE.Gli cade il mondo addosso insieme a una montagna di merda.Allarme rosso: il reparto del Pronto Soccorso viene totalmente isolato e reso inagibile mentre tutto il personale medico e paramedico insieme a tutti i degenti vengono messi in quarantena.Il caos è totale e la situazione è drammatica.Lui si sente una merda e nessuno fa nulla per farlo sentire diverso, anzi glielo dicono in coro: SEI UNA VERA MERDA!!!


    • PERFETTO
      in questo momento è pericoloso anche fare un lavoro in casa perchè in caso di infortunio sono ---zzz
      la stessa cosa vale per chi va in strada, massima cautela pechè l'ambulanza forse arriverà
      è um emergenza straordinaria e mondiale, non è la solita influenza, questa può creare problemi permanenti ai polmoni.
      Se tutte le persone morte in pochi giorni lasciano indifferenti i soliti fenomeni è difficile da comprendere
      Mi auguro che non si ritrovino il papa o la mamma o qualche caro conoscente coinvolto     
      Tutte le cazz...te le possiamo rimandare di qualche mese
      SIAMO IN UNA SITUAZIONE DI EMERGENZA          Guardatevi qualche filmato in rete sulla situazione all'interno del nostro ospedale   ...!!!!!!!!!!  ocio


  6. Questa situazione mi pare surreale: lasciano aperte metropolitane, treni ed autobus, in moltissime cliniche ed ospedali gli operatori sanitari non hanno a disposizione i più elementari dispositivi di protezione e poi il problema del contagio sono i runners ?!? Premesso che il buon senso vuole che non si esca a correre, e cosi io faccio perché se.mi raffreddassi e mi venisse una febbriciattola sarei costretto ad avvisare le autorità mediche e rubar loro tempo prezioso per una stronzata. Ciò detto, da.un paese che non riesce a fornire camici e mascherine agli ospedali e che a tutt'oggi lascia libera la gente di muoversi in metro il j'accuse nei confronti di chi esce all'aria aperta a fare attività fisica è ridicolo ed imbarazzante. Quanti nuovi contagi si devono a chi va a correre e quanti a chi è ancora costretto ad andare a.lavorare, si.muove coi mezzi pubblici o ai poveri medici ed infernieri che si contagiano ed a loro.volta infettano (molta) altra gente a causa delle mancate protezioni ? C'è da vergognarsi, altro che dipingere qualche podista come se.fosse.un terrorista. Poi, come.detto, il buon senso vorrebbe che tutti stessimo  a casa ed uscissimo solo per reali ed indifferibili esigenze primarie. Un pensiero ed.una.preghiera per tutti gli ammalati ed i loro famigliari.


    • Ci vorrebbe il governo cinese altro che vergognarsi . 
      La ' in poco tempo sono riusciti a isolare il virus anche con maniere drastiche qui invece sì va dietro alle teste di lotito che si vogliono allenare e che in questo periodo dove siamo costretti a trasportare i morti con l ' esercito non ha niente di meglio che da fare che andare a fare una corsetta ma andate a cag@@e . Almeno se ve lo beccherste solo voi il virus sareste liberi di fare quello che ritenete opportuno ma qui non siete responsabili solo della vostra vita ma siete responsabili anche di quella degli altri . 
      Portate almeno rispetto per chi è morto per chi è all ' ospedale a casa e per chi sta lavorando per combattere questo virus altro che corsetta .


      • Tengo a precisare che io non sono un runner, non esco mai a correre, in questi ultimi sette giorni sono a casa dal lavoro e sono uscito solo una volta a farmi una passeggiata vicino a casa mia stando attento di non incontrare nessuno. Detto questo ha ragione Scozia, non è certo chi va per strada all'aria aperta, sempre se da solo e non in gruppo, a portare in giro il contagio, ma chi va con i mezzi pubblici  perché  costretto ad andare al lavoro o va nei luoghi chiusi. Vogliamo fare come i cinesi? Ok ma facciamolo davvero, chiudiamo veramente tutto. Mi chiedo il motivo per esempio di tenere aperti i tabaccai e le edicole, sono forse questi servizi essenziali?


        • Non è certo che sì porti in giro il virus ma non mi sembra il momento di rischiare . Vi sì è chiesto di stare a casa se non per motivi indispensabili per riuscire ad isolare il virus e ad uscire da questa emergenza il prima possibile se dopo ritenete opportuno il momento per andare a correre io le teste alla lotito le affiderei al governo cinese .


          • Musa: "...... Non è certo che sì porti in giro il virus ......"
             
            (1) Sembra che nelle due fasi della respirazione:
            (a) se siamo "positivi", spargiamo virus che si deposita ovunque (e, da quanto pare, rimane "vivo" anche fino a 72 ore su certe superfici, inclusi asfalto e erba); ovvio che altri umani e i cani/gatti possono poi portarselo a casa, e/o altrove.
            (b) se siamo "sani", ingeriamo virus (sparso da altri in bollicine dell'aria) senza neanche accorgersene.
             
            (2) Sempre se siamo "positivi", tutto cio' che tocchiamo puo' diventare infetto (e rimanerlo per molte ore, a seconda dei materiali toccati).


          • Guarda che lo si porta in giro, magari inconsapevolmente e comunque lo si distribuisce...


  7. La maturità di un popolo si evince quando si impongono, in automatico, misure rapportate ai problemi insorgenti. Qui si tratta di ibernare la sfera dell'ego personale per previlegiare la salute pubblica ed è qui che saltano i giusti e dovuti rapporti. Un popolo immaturo, dove ciascuno si attacca a quanto più gli aggrada, senza considerarne gli effetti discendenti, per la propria gente, è indegno di essere considerato civile. In varie, importanti occasioni dei tempi andati, il nostro popolo, in veste dei nostri rappresentanti, con manovre di andata e susseguente ritorno, si è giocata la credibilità internazionale, autopromovendosi voltagabbana. Uno scotto che ci portiamo ancora appresso e che troppi individui, dal compottamento gravemente riprovevole, esibiscono, a titolo personale, per completare l'indegno mosaico. L'antico popolo cinese, intervenuto per darci aiuto, se ne è già, ampiamente accorto.


  8. solo tre parole:
     

    STATE A CASA  !!!!!!!!!!!  
    E' una forma di rispetto per chi in questo momento si ritrova in prima linea e ci sta difendendo tutti.
    è una questione di senso civico e di rispetto per la vita nostra e degli altri.
    Più avanti tutti i grandi atleti potranno dimostrare la loro capacità e fantasia. Adesso no



  9. Il punto magari saranno i runner ma la natura bergamasca laurà, laurà, e po amò laurà in questo caso é un problema. Troppe troppe attività che non c'entrano niente con la filiera essenziale sono aperte e produttive. È inutile prendersela coi runner. Bisogna stare a casa se non è necessario. Punto
     


  10. Il problema è che tutti hanno iniziato ad abusare di queste possibilità che ha dato il decreto...così il cane lo portano fuori 20 volte, al supermercato vanno 3 volte al giorno...moltiplica proprio per una realtà come Milano e dimmi quante persone non rispettano le regole...
    e dovrebbero rispettarle, oltre che per se stessi, per rispetto proprio di tutte quelle persone che sono obbligate a lavorare per fornire i servizi fondamentali, come la spesa, il raccogliere la monnezza, per non parlare di medici ed infermieri 


    • Concordo, purtroppo lavoro in un ufficio di stato civile ed è straziante ed emotivamente  difficile.


      • Immagino quanto sia difficile, dico la verità non so se io sarei in grado di lavorare ad esempio in un ospedale.
        tutti i giorni aspetto le 18 per avere l’aggiornamento della protezione civile, per vedere finalmente questo maledetto trend che si inverte...e invece niente, tutti i giorni i morti sono più del giorno prima, gli infettati di più...e ieri quando ho visto i camion dell’esercito in fila, ho pianto. Lontano da mio marito e da mia figlia, per non farmi vedere debole soprattutto dalla mia piccolina. Ho pianto chiusa in bagno per la mia gente, per la mia terra..perché lì dentro quei camion c’erano i genitori di amici, gente del mio paese, amici dei miei genitori...
        quindi scusate se mi incazzo con chi esce...ma davvero non riesco a capire cosa devono vedere ancora di più triste per capire che devono stare a casa...


      • Ciao Valeria, 
        Dev'essere veramente straziante.
        Da lontano, sentire le notizie che son sempre peggio, lascia un senso di sgomento.
         
        Speriamo che si riesca a superare il picco.


        • Ciao Frank è dura...le ditte di onoranze funebri sono oberate e spesso ti chiamano i parenti per dirti della morte dei loro cari e chiederti per il.loculo....sto redigendo atto di morte di lunedì...oggi siamo a giovedì


          • Dev'essere terribile.
            Anche se a distanza, io continuo a provare una sensazione strana, mai provata prima.
             
            Sono come intontito, e ho quasi paura ad accendere la TV perche' le notizie sono sempre peggio.
             
             
             
             


  11. Il decreto emesso per contrastare la pandemia, concepito, corretto ed integrato, presenta falle estremamente rilevanti che non hanno imposto l'interruzione integrale dei lavori che proprio non risultino essenziali. Assistiamo pertanto al fatto che, volenti o nolenti, parecchie persone debbono rischiare in proprio ed incentivare, senza volerlo, il riciclo e la moltiplicazione delle sorgenti d'infezione. Assai grave certamente, ma mai come gli incauti ottusi, per stare leggeri, che si inventano, per il loro proprio volere, le opportunità di vagare, appalesandone la fasulla necessità, col risultato di rischiare in proprio e soprattutto quello di sostenere il permanere dello stato endemico. Nonostante i tentativi di dissuasione, troppi persistono nella personale, imbecille immaginazione di non nuocere a nessuno, mentre personale medico specializzato cinese, si è scandalizzato del numero di persone circolanti a Milano. A Bergamo, zona Loreto, inspiegabilmente un parco pubblico risultato aperto, richiamando la presenza di un gruppo di ragazzi, pare otto, che sono stati giustamente denunciati. Spiace dover notare che in Cina si sia sparato, contro questo tipo di contravventori, ma resta conclamato, che da noi, o non ci sentono o non vogliono sentire. I cinesi, evidentemente, hanno saputo essere più convincenti e, non a caso, il numero dei morti da noi sembra sia superiore al loro. Alla faccia del nostro conclamato popolo di pensatori, pare che, troppi privilegino il navigare.


    • 8 ragazzi di 20 al Parco Loreto. Giusto, il Parco andava chiuso, ma non sono convinto che questi deficienti non avrebbero trovato un altro posto dove fare il loro pic-nic. Stavo guardando il TG7. credo che fossero a Bologna, imagine su un parco semi deserto con una ragazza sdraiata a leggere sul prato e, poso distante, un ciclista stravaccato su una panchina. Forse il governo dovrebbe fare una cosa: da qui al 30 Aprile l'aspetto esecutivo dei provvedimenti restrittivi e' affidato all'esercito Cinese. Qualsiasi decisione prendano per forzare il rispetto delle regole sara' avallata dal governo. Poi vediamo se questi deficienti vano a fare il pic-nic.


      • Arrivassero i cinesi chiuderebbero TUTTO. Fabbriche, metro e treni, supermercati, banche... Lo hanno contenuto così e penso sia l' unica soluzione. Se poi il nostro sistema economico e sociale impedisce certe soluzioni significa che è inadeguato a fronteggiare queste emergenze. E combinato al virus crea una miscela devastante. Spero a bocce ferme si possa davvero rivedere il tutto con un po' di lungimiranza e umiltà. E considerare che l'economia dovrebbe essere a servizio dell' uomo, e non viceversa. 
         
         


    • Condivido ReMo   


  12. Notizie di poco fa:
    L'Italia supera la Cina per numero di vittime...
    3405 
    Ai cinesi han detto di starsene in casa. E loro l'han capito.
    Da noi c'è chi non puo' farlo perchè deve lavorare...
    C'è chi invece che non lo fa perchè non gliene frega un caxxo. 


    • L'accelerazione dei contagi e dei decessi e' spaventosa.
      Bisogna stare a casa.


    • comunque a Ranica stasera è passata l auto della polizia coi megafoni dicendo di stare a casa.
      speriamo che anche i Runners irriducibili la capiscano


    • c è chi non lo fa perché una corsetta singola non fa male a nessuno


  13. Io mi chiedo come si fa a non capire...
    Quelli che vanno a fare la corsetta o la passeggiatina in solitaria, possono e dovrebbero evitare di farlo in un momento come questo
    Chi va al lavoro, rischiando sulla propria pelle, lo fa perchè DEVE farlo...chi può lavorare da casa lo sta già facendo, chi può permettersi di non lavorare non lavora, lo stato sta provando (con macchinosa lentezza) ad aiutare operai e aziende,vedremo nelle prossime settimane.
    Finchè non decidono un coprifuoco totale e razionamento su cibo e generi di necessità,la gente DOVRA' andare a fare la spesa
    poi ci sono quelli che vanno a far la coda per comprare la viennetta, o che telefonano tre volte al giorno al panettiere o all'ortolano per farsi portare a casa la spesa, e poi postano i selfie #stateacasa
     
    a me pare che manca il buon senso a troppa gente


  14. Se dico stronzate datemi pure due schiaffi a distanza, io oltretutto parlo da una posizione "privilegiata" in quanto vivo lontano dalla realtà di Bergamo e vivo in campagna dove c`è naturalmente e fisiologicamente tanto spazio. Per cui, ripeto, datemi schiaffi se dico stupidate. Mi chiedo: se uno si fa una passeggiata in un bosco (bosco, non parco) dove il rischio di incontrare qualcuno è limitato e anche se incontri qualcuno hai la possibilità di startene a 100 metri, è un problema? Certo, se devi prendere il buss o per andare al bosco è diverso, ma se il bosco ce l`hai fuori casa? Sento dire che ci si potrebbe far male e aver bisogno dell`assistenza - mi sembra però che uno dei luoghi in cui succedono più incidenti sia fra le mura domestiche, oltre al fatto che potrebbe capitare qualcosa anche guidando l`auto mentre vai al lavoro. Senza contare che, come qualcuno fa notare, è importante crearsi o cercare delle valvole di sfogo - nel limite delle esigenze COLLETTIVE - perchè quello che si sta vivendo adesso a Bergamo è sicuramente un`esperienza traumatizzante che per molti potrebbe avere delle conseguenze future. dopotutto, anche il bergamasco, resistente, duro, instancabile e tutto quello che si vuole, non è un robot). I rischi maggiori per me sono le agglomerazioni, o anche solo andare a fare la spesa e toccare carrelli, scambiarsi soldi, insomma, frequentare luoghi, specie all`aria chiusa, frequentati da altre persone. Spero non si arrivi al punto di dover aver paura di respirare l`aria. spero di non aver peccato di presunzione o toccato tasti delicati. Se ho capito male la situazione aiutatemi piuttosto a capire. Un abbraccio a Bergamo.


    • c’è gente che va a correre, poi al parco si trovano in più persone e corrono insieme e poi fanno gli esercizi. C’e gente che va al parco a prendere il sole, addirittura a fare picnic, un cretino che va a caccia di pokemon...stamattina sotto la mia finestra ho visto una famiglia intera che passeggiava, senza mascherina e con una bimba piccola come la mia.
      in un caso di emergenza come questo non bisognerebbe andare troppo sul sottile a capire se una cosa si può fare in determinate condizioni o meno.
      non si può fare e basta! Stiamocene a casa, usciamo solo per le primarie necessità come la spesa (e anche qui...una volta a settimana! Non c’e bisogno di andare al supermercato tutto i giorni...si sopravvive anche senza mangiare fragole fresche tutti i giorni...) o in farmacia se servono le medicine.
      purtroppo il governo dovrà usare l’esercito per far era capire...eppure i camion dell’esercito di ieri sera sono stati un pugno nello stomaco per tutti


      • Sono daccordissimo con te. Ho specificato il mio intervento precedente con un altro post sopra rispondendo all`intervento di Davor.


    • Ti riporto informazione che ho letto su siti autorevoli. 
      Il virus puo' essere rilasciato con starnuti e colpi di tosse, oltre che da contatto diretto tra individui. E sembra abbia la capacità di mantenersi in vita qualche ora in sospensione. Per cui, se fosse vero, basterebbe passeggiare laddove poco prima ha transitato uno infettato. Fino a qualche giorno fa pure io uscivo in zone pochissimo frequentate per portare il cane a farsi il giretto. Poi mi sono a malincuore adeguato. ( per fortuna ho un giardino...) 


      • Ho letto anche io. Allo stesso tempo qualcun altro (come sempre poi spuntano esperti in ogni angolo) sottolineando comunque il fatto che non ci sono ricerche scientifiche che ancora avvalgono la tesi, ci si sta lavorando, abbia si la capacità di rimanere in queste "nuvolette" ma in ambienti chiusi e piccoli mentre fuori risulterebbe molto più difficile per via di pioggia, sole, vento. Sempre meglio comunue essere troppo prudenti, almeno finchè c`è incertezza, che far finta che il problema non esista.


    • Nico il problema grosso è nelle città e nei paesi.
      Onestamente la gente che esce in tutina sportiva e corre su marciapiedi e piste ciclabili la vediamo tutti ed è aumentata da quando è iniziata l'emergenza.


      Perchè il tuo ragionamento, che  viene riproposto da molti, ha un senso nella teoria...ma nella pratica, non tutti quelli che lo fanno hanno la pineta,il bosco, la pampa dietro casa.
      Prendi ed esci a correre, sudi, fiatone,magari ritorni e hai un portone da aprire,un citofono da premere, il postino che passa e apre il portone due minuti dopo,o prima, di te tocca la manglia che hai toccato tu, il citofono dove hai bufato tu... 
      questo solo per restare nel solco di quello che i "professori" ci stanno martellando su come il "virus" si diffonde... tralascio possibili ipotesi alternative su cui potremmo discutere...
       
      comunque quello che dici sulla paura è fatale... vedremo come la coscienza "mondiale" metabolizzerà quello che sta succedendo in queste settimane


      • Davor, sono daccordissimo, infatti io avrei forse dovuto specificare che purtroppo per chi abita in città e in centri urbani più grossi il problema non dovrebbe nemmeno porsi: c`è solo da rimanere in casa. Io chiedevo come veniva percepito il fatto che un abitante di un paesino di montagna o di campagna , con il bosco a 3 minuti da casa, con la possibilità di incontrare qualcuno pari a quasi zero e comunque sempre nel rispetto delle esigenze collettive -  non per mantenersi in forma ma per poter respirare per un attimo un aria diversa da qulla di casa, per far respirare i pensieri, si fa una passeggiatanel bosco o in mezzo a un prato. Il mio non era assolutamente un intervento atto a difendere runners o finti runners come li chiama il Papu - non è certo il mantenimento della loro forma fisica una aspetto da prioritare in momenti come questi. Tenete duro ragazzi e ragazze, mando un abbraccio a tutti, per quello che possa servire.
         


  15. Adesso è colpa di quelli che vanno a correre..certo!
    Dai per piaser Papu fai il bravo. Fare un po' di attività fisica adesso puo' far solo che bene. Se qualcuno vuole fare la passeggiata in solitario fa più che bene.
    Il problema è che per andà a laura siamo schiacciati in ambienti chiusi come per il supermercato stess. Quindi non toglieteci l'aria aperta per piaser, è una mossa stupida e deleteria.
    Certo, non è che vai a fare una passeggiata continua ma farsi una mezz'oretta fuori al sole e far 2 passi puo' far solo che bene, soprattutto ai depressi.
     
     


    • "Fare un po' di attività fisica adesso puo' far solo che bene. Se qualcuno vuole fare la passeggiata in solitario fa più che bene."
      Certo che sì, ovvio ... ma se tutti escono a fare un po' di sana attività fisica o una salutare passeggiata, col caxxo che è "in solitario" ... in fila su piste ciclabili e sentieri, in gruppo nei parchi ... questo sarebbe il risultato ... 
      Se tu uscendo riesci ora a fare la passeggiata in solitario è perchè altre 99 persone ci stanno rinunciando, non dovrebbe essere difficile capirlo ...


      • Ma mi fate capire perché forse vivo su un altro pianeta.. Ma veramente c'è la fołà sui sentieri o per strada a correre? Io vivo in collina a Ranica e non vedo in giro nessuno.. Veramente non capisco di cosa si sta parlando.. Io Sono assiduo frequentatore della ciclabile la faccio veramente spesso fino ad albino a piedi o corsa e ritorno.. Mi state dicendo che c'è più gente adesso che una domenica di giugno? Ma siete seri? Ve lo chiedo perché non ci sono stato ma vorrei veramente capire quello che mi state raccontando perché non ho visto niente 


    • Stai a casa! Non è una vacanza ma un emergenza non DOVREBBE esser difficile capirlo... 


      • Allora sto a casa anche dal lavoro? o vogliam crepare tutti lavorando o in coda all' Esselunga? Dai per piaser.
        Certo con sano buonsenso, si scelgono posti non battuti e DA SOLI una corsa la si puo' fare. Certo mia tocc i dè. Io il sabato un giretto lo faccio, certo non sto in giro ore, solo per pigliare un po' d'aria un' ora. E non sono un runner, anzi ho deciso di allenarmi in casa. 
        Poi se vai in giro per il paese a camminare tutto il giorno perchè non hai da fare te lo dico anch'io che sei un coglione
         


        • Che testa di vitello che sei, evita almeno di commentare e stai zitto che fai meglio


          • Va beh oh..non è che sto dicendo: andate tutti fuori e fottetevene dei decreti.
            Sto solo dicendo che fatto con buonsenso e seguite le direttive del decreto dove si diceva che si poteva fare un giro a portare il cane o allenarsi non era vietato, che male c'è?
            Io sto a Milano e tutt'ora lavoro un po' da casa e un po' in ufficio, vado al supermercato ogni 10 gg mi alleno da casa e vado a fare un giretto il sabato qua nei paraggi per un'ora. Dimmi tu dov'è pià facile essere infettati? Al parco all'aria aperta o in ufficio 40 m2 con altre 4-5 persone o all'esselunga dove passano migliaia di persone al giorno dallo stesso scaffale..mah


            • Non c è niente da fare, non capisci. 


            • Ad oggi i professionisti(bici)si allenano in casa..adesso fai un po te'


  16. siam bergamaschi ma purtroppo siamo anche italiani!quelli che saltano le file e cercano di avere il miglior profitto con il minimo indispensabile 
    LE COSE CONSIGLIATE NON FUNZIONANO IN ITALIA BISOGNA VIETARLE
    non devono dire stiamo pensando di vietare  o dovreste fare per il vostro bene 
    Fare una legge subito ma purtroppo anche i politici rispecchiano l’italiano medio e avanti 
    non lamentiamoci 


    • Non funzionano o ci sono gli invidiosi che siccome non possono uscire a correre perché non lo fanno rompono le palle a tutti quelli che lo fanno anche rispettando il. Decreto, cioè correre soli o a distanza di un metro minimo..  Qua siamo tutti in isteria collettiva dove si accusa tutti, chi corre accusa chi va a far la spesa, che accusa chi corre, che accusa chi va al lavoro, che accusa chi..  Boh chi gli dà fastidio..  Cioè rilassiamoci un po se no tra 15 gg ci scanniamo altro che virus


  17. Che dire del pipita higuain? 


    • Perchè? Cosa ha fatto il Pipita? 


      • ha preso l' aereo ed è andato in Argentina
        dall' italia non è permesso ,ha fatto 2 scali , in Francia e Spagna
        il tutto mentre sarebbe in quarantena per via del discorso Rugani
         
        piò che oter, saranno contenti in Argentina


        • Grazie Barbie. 





            • sembra che sia andato per la madre malata..mah....


              • SubbuteoGroup -
                 19/03/2020 alle 20:11
                Ho un amico uscito dalla Gavazzeni ora in quarantena che la mamma non la vede da 30 giorni.
                Entrambi abitano a Bergamo citta.
                Entrambi non se la passano bene.
                E queste scappa di notte con l'aereo?
                 


                • Infatti.. Vista da qui la cosa mi pare allucinante
                  E mi fermo qui, non è il tempo di essere cattivi. 


              • diamoglielo pure per buono
                magari si,
                ma se sei in quarantena non ti muovi
                se lo fa qualche comune mortale ,passa giustamente dei guai seri,lo fa il pipita , va bene , all' areoporto gli avranno chiesto l' autografo
                stesso discorso anche quell altro fenomeno che è tornato a Madeira, per lui hanno spostato il comunicato di Rugani,prima han fatto partire Ronaldo mezz' ora dopo comunicato di positività di Rugani...bah
                 


                • Letto ora la notizia... Ma è proprio scappato nottetempo con l' aereo privato! 


                  • Kedira, pjanic, higuain hanno fatto il tampone e sono negativi per questo hanno avuto autorizzazione. Non entro nel merito ma questa è la notizia giusta.  


                  • Non ha proprio senso . Tutti a casa e dopo chi cia ' voglia va a fare il suo viaggietto  .


                  •  Taciamo che è meglio va.. Verrà il giorno in cui si potrà parlare con le giuste parole di questo


  18. Io corro regolarmente da 15 anni..
    La considero la migliore medicina per il mio spirito e per il mio fisico..
    Attutisce evidentemente i danni che apporta il mio orribile vizio di fumare e tiene comodamente sotto controllo la mia naturale tendenza alla pressione alta.. 
    Ora non vado più anche se l'ho sempre fatto  in perfetta solitudine..potrò ammalarmi al supermercato o al lavoro ma almeno questi ossessivi paranoici che non riescono ad interpretare una direttiva ministeriale di 3 righe ne tantomeno a comprenderne la ratio potranno rivolgere altrove le loro frustrazioni nell'individuazione di un untore


    • Veramente.. Ti capisco io non sto andando per paura di essere additato a killer della patria e quando andavo non incontravo NESSUNO..  Mah


  19. primieroneroblu -
     19/03/2020 alle 16:51
    Che discorso ...
    allora chi fuma non deve avere assistenza xche comunque i polmoni non li tratta bene ? 
    E gli obesi ? 
    E poi magari chi porta gli occhiali ... o i neri di capelli 
    discorsi che faceva un baffetto ottant’anni fa 


  20. Premetto che io esco di casa praticamente solo per fare la spesa, ci vado alle 7.30 del mattino nel negozio di paese, a quell'ora non trovo mai nessuno, o al massimo siamo in due clienti... (comunque indosso la mascherina)!! tutti qui ad incazzarci con chi va a fare la corsa o simili....(giusto o sbagliato non stà a m'è deciderlo)  ma nessuno che dice che 3 settimane fà la media valle seriana aveva più contagiati di Codogno e del lodigiano,  eppure niente la zona rossa non è stata fatta!! tanto è vero che il sabato e la domenica c'erano le piste da sci intasate dalla gente!! Probabilmente se si interveniva prima ad oggi avremmo poco meno di 10 contagi al giorno, proprio come a Codogno!!


  21. Questa situazione sta facendo andare fuori di matto molta gente, che come valvola di sfogo utilizza l'insulto delle attivitá altrui (runners Vs proprietari di cani vs anziani che vanno a prendere il pane/giornale etc etc.); tutti inflessibili censori su quanto non è di proprio interesse e pronti a trovare il cavillo legale che giustifica le proprie uscite.
    Sbraitare continuamente sui social non serve a nulla (e a volte a farlo è gente che magari due settimane fa si comportava in modo tutt'altro che responsabile), anche perché di certo chi non vuole ascoltare non ascolta.
    Si comporti ciascuno secondo la propria coscienza e pazienza se i più virtuosi faranno molti più sacrifici dei furbi, non sarà né la prima né l'ultima volta.


  22. Io vivo in campagna. Vicino ad un sentiero frequentato da runners e persone che portano il cane. Se prima passavano 100 persone al giorno, ora ne passano 1000. È un sentiero stretto. Se ti incroci stai sotto il metro (col fiatone...). E poi la maggior parte chiacchiera...in micro gruppetti. Capisco che correre da soli non è un problema, ma così non ne usciamo più. 
    Ieri un gruppo di 5 ragazzi. Dubito fratelli. Vuol dire 5 famiglie. Vuol dire che se uno di loro è positivo, si genera un mini-focolare. Non si stanno allenando i professionisti. Possiamo tutti fermarci un paio di settimane??!? 


    • Quelli si sono davvero coglioni, a me è capitato di uscire ma da solo e non in sentieri stretti, si può camminare o correre su strade larghe in modo che se anche incroci qualcuno ci si può spostare e tenere la debita distanza.


  23. Va be i runner e I cicloesauriti li lasceri girare purche firmino che se si infettano accettano di non aver diritto alle cure...È la volta buona....


  24. la massa è ignorante ovunque
    servirebbe l'esercito in strada che spara a vista, forse così la capirebbero tutti


  25. Comunque se si va a fare una passeggiata o una corsetta da soli non ci si contagia, il virus non gira libero nell'aria, certo si deve stare attenti a non andare insieme ad altra gente e se non si incontra nessuno da vicino non è nemmeno indispensabile avere la mascherina. Non lo dico io, ho letto un' intervista del virologo Pregliasco che parlava proprio di questo.


    • Allora proprio non la vuoi capire: SI DEVE RESTARE A CASA!
      Non è difficile da capire. Che a fare jogging ci andrai a maggio, che fa anche più caldo.


      • Allora, io sono un soccorritore volontario, quindi non devi spiegare a me la situazione, la conosco bene purtroppo. Dico solo che se uno va a piedi per strada isolato e non incontra nessuno non contagia nessuno, il virus non gira nell'aria libero. Ovvio ci vuole attenzione.


  26. I cani.
    In molti paesi chi lascia nei parchi o nelle strade i "depositi" dei rispettivi cani, viene multato MOLTO pesantemente.
     
    C'e' l'obbligo di raccogliere i "depositi" in un sacchetto di plastica e versarli in appositi contenitori o, in mancanza di appositi contenitoti nelle vicinanze, portarseli a casa, per non infettare il pubblico.
     
     


    • Beh mi pare il minimo perché non è così? 


    • in un paese civile sarebbe cosi..innvece troppo spesso amanti degli animali chiedono diritti per i loro cuccioli, ma poi zero rispetto per l'ambiente e le strade


      • Ciao Michi  
         
        Anch'io amo gli animali che vanno curati e rispettati al massimo.
        Ma se loro lasciano "depositi" in un parco, una strada, o comunque un luogo pubblico, specia in epoca di pandemia, e' compito dei proprietari raccogliere i "depositi" in sacchetti di plastica e disporne in modo tale da non arrecare danni alla salute pubblica.
         
        Nessuno sa esattamente come si trasmette questo maledetto Covid-19.
        Ma, certamente, lasciare "depositi" in parchi, strade o altri luoghi pubblici, non e' la ricetta migliore per migliorare l'igiene pubblica.
         
         


        • abitoallostadio -
           19/03/2020 alle 17:05
          Certamante lasciare deiezioni canine in SUOLO PUBBLICO non sarebbe consigliato, eufemismo, nemmeno in tempi di non pandemia. Purtroppo le persone sono, mediamnete ignoranti ed egoiste, non pensano, mediamente, al benessere altrui, preoccupandosi solo del proprio e di quello dei propri cari e di propri cani. Alla faccia delle globalizzazione, dell'europa , dei social, dell'un sacco di amici, non esiste la benchè minima coscienza comune


          • Io penso che nessuno sappia esattamente se gli escrementi animali lasciati su strade, parchi e altri luoghi pubblici (e non raccolti in un sacchetto di plastica e disposti in apposito cassonetto) possano contribuire o meno alla diffusione di un virus.
             
            Certo, non possono far bene all'igiene pubblica in genere.


            • Le deiezioni animali ed umane, da quel poco che ne so, non sono veicoli di diffusione di virus, ma di batteri si, che in periodi di "guerra", ma anche di "pace" non sono, certamente, i benvenuti. Ripeto, purtroppo la gente ignora, oltre a molte altre cose, anche le minime norme igeniche. Dal mio modesto punto di vista considero i cani animali sociali, cioè che occupano spazi, condividendoli con il resto della società e della popolazione (su suolo pubblico); per questo motivo andrebbero tassati (i proprietari chiaramente) in aggiunta alle tutele che, giustamente, hanno, negli anni, ottenuto.


  27. L'immagine delle 70 bare sui camion militari è la più atroce vista nella mia vita. Mi viene continuamente davanti agli occhi e ogni volta piango.


    • Ciao , martedì mattina mi ha chiamato una mia cara amica e cliente, per dirmi che suo padre , contitolare con lei e la sorella gemella di una piccola industria , ha iniziato a star male mercoledì scorso e proprio martedì mattina è mancato. 72 anni e tutto sommato senza grosse problematiche di salute. Due anni fa hanno perso la mamma , 64 anni , per un brutto male. A dicembre entrambe hanno avuto un bimbo.....stamattina con le lacrime agli occhi ho scritto loro quello che mi veniva dal cuore...pensando a queste ragazze di 38 anni, neomamme, che nel giorno della festa del papà ne piangono la scomparsa e - cosa ancor più tragica e che sconvolge anche me al solo pensarci -  non possono neanche dargli l estremo saluto......


      • Albì tutti abbiamo subito perdite.. Io son di Ranica qua è un disastro, ma ciò non toglie che debba esserci lucidità e capire cosa si può fare e cosa è dannoso, uscire di casa soli se non si incontra nessuno quanto può realmente contagiare?
        Da uno a cento 1 ..
        Mentre andare in luoghi pubblici (supermercati poste etc etc) è infinitamente peggio, io credo che chi è costretto in casa sfoga la sua rabbia su chi esce a far la corsetta perché c'è in corso una crisi isterica di massa. 
        E se si continua così non può che peggiorare, a mio parere uscire e distrarsi aiuta e molto altrimenti andremo in contro a situazioni veramente gravi a livello psicologico ed emotivo Ci si deve dare una calmata tutti cominciando a non accusarsi ed odiarsi a vicenda


  28. bravo gomez

    un bel porcone (in questa situazione) ci sta eccome!
    oltre ai runners io vedo un moltiplicarsi di cani che cagano 4-5 volte al giorno qui al parco davanti a casa mia.
     


    • SubbuteoGroup -
       19/03/2020 alle 20:19
      La mia Dea caga anche tre volte al giorno.
      A Treviolo abbiamo un sacco di spazio per girare, anche se diversi ancora non raccolgono le deiezioni.
      Ma il linea di massima vedo sempre quelli in giro, tutti della zona.
      10 minuti bastano e avanzano.


    • pota fara...
      il mio cane almeno 3 volte al giorno caga da 10 anni.
      10 minuti a turno fa in tutto mezz'ora al giorno.
      non ho il giardino quindi è una esigenza indifferibile


      • Quello che ogni tanto tengo io non caga 3 volte al giorno , ma una si...in compenso , restando in casa , 3 volte al giorno deve pisciare. Ovviamente sono anche i miei giretti da 10 min massimo....sta al buonsenso dei proprietari


        • La mia almeno 2 3 volte deve uscire minimo, na ho il giardino grande e non esco in strada.. È non è una scusa per uscire è solo il suo bisogno 


  29. KIKKO   secondo  me  hai   ragione  su  tutto  ,siamo   umani  e  non   dei  robot   , ne  parlavo  proprio  adesso  con  il  mio   frigorifero .
    Sdramattizzare  anche  un  po' perche'  la   TENSIONE   e  le   notizie  sono funeste !


  30. Opinione mia... I runners se corrono da soli e non su percorsi con altri (penso al mio paese) non hanno nessuna possibilità di infettare nessuno, lo stesso è fare una passeggiata nel bosco, vivendo in collina obbiettivamente non puoi incontrare nessuno, al massimo se incroci qualcuno ti sposti giusto quei 5 secondi.. Diversamente se uno abita a Bergamo.. Milano o che ne so a seriate centro o grossi paesi densamente abitati.
    Il fatto che per pochi che probabilmente girano in gruppo (io non ne ho mai visti ma anche perché non sto uscendo) vietino completamente di uscire la vedo come un errore allucinante, un po di attività fisica è necessaria sono in casa da 4 giorni e mi sembra di impazzire tra 15 gg cosa sarà? Galera?
    Oltretutto la gente si contagia in altro modo, come già scritto sul altro post: carrelli della spesa, maniglie, contanti, tastiere bancomat / sigarette, mezzi pubblici.. Oltre che ad l lavoro per i fortunati che ancora possono lavorare (sperando non si contagino ovviamente).. Questa caccia alle streghe per chi esce a far due passi mi preoccupa TANTISSIMO perche tra dieci giorni sarà una necessità come o forse più del cibo. 


    • Ovviamente hai ragione, ma credo che Papu si riferisca alle foto delle piste ciclabili potrebbe di gente. Su un quotidiano nazionale c'è la foto di due che fanno esercizi sulle spalliere di un parco aa poca distanza uno dall'altro (ma poi devi proprio toccare le spalliere per fare due addominali?) Al solito, l'idiozia di alcuni danneggia tutti....


    • Perfettamente d'accordo.
      Aggiungo anche che un conto è una bella casa con 6 stanze e il giardino grande, un conto un bilocale con due metri di balcone...
      Finchè non sarà vietato io una corsetta DA SOLO andando massimo ad un kilometro da casa continuerò a farla, Se e Quando vieteranno anche quello starò ovviamente a caresto.
      NB per la cronaca: attualmente costretto ad andare ancora al lavoro a contatto col pubblico senza adeguate protezioni, torno a casa e non sto più vedendo genitori amici e fidanzata da quasi 15 giorni.
       


  31. Maledetti Runner!...Maledetti cani che pisciano e cagano in giro!....La gente non capisce che deve stare a casa!...Il nostro male è che le persone non si rispettano le regole......Invece le aziende aperte quelle sono in regola....come sempre ci fanno vedere solo quello che vogliono.SVEGLIA!!!!


  32. Magnocavallo vive a Lovere -
     19/03/2020 alle 14:31
    Sei sempre un grande, Capitano.



  33. Come  al  solito  ... quando  il  bue  e' fuori  dalla stalla  si  tenta   di  chiudere  la  porta !
    E'  sempre  stato  cosi' , prima muore qualcuno   e   POI  si  interviene ,  il  classico  esempio ? Si  vuole  evitare  l'assemblamento di  persone  e  poi  vedi  passare  furgoni in  2/3  persone  (senza  mascherine) moto  e motorini perche' loro  possono ?  per  il  casco ?? o  a  Milano  in  metro pigiati  uno   sull'altro che  alla  sera penso  ritornino   a  casa  e  chi  meglio  di  loro  sono  ESPOSTI al  contagio ???  E'  questo  che  mi  devono  spiegare  quelli   al   COMANDO !
    Da  oggi NON  scendero'  ( a20 metri) nel  parco  con il  cane  , adir  la  verita' anch'io  pensavo  che  ben  attrezzato e  incontrando  solo  2/3 persone  ,una  ragazza  in  maglietta el'altro  in  bicicletta  che  mi  offriva a  debita  distanza una  mascherina  (tutto in  10 min.) NON   succedeva 
    niente  ma non   e'  cosi'   ,potrei verso  sera   incrociare  il  metropolitano   che  torna   a  casa !
     


  34. "Lo dico a tutti i runners o finti runners che vogliono ancora uscire ed allenarsi… restate a casa, porca puttana".
     
    PAROLE SANTE.  dopo Oddo anche il Papu. 
    voglio vedere chi non e' d accordo ora.


  35. La morale di alcuni è : In giro c'è poca gente. Che male posso procurare se faccio una corsetta? Se c'è poca gente in giro è perchè la maggioranza delle persone pensanti rimane responsabilmente in casa e rinuncia ad una salutare passeggiata!  Il mio sacrificio li autorizza ad approfittarne ? Il concetto è troppo difficile?


    • brao pierangeloooo 
      non fosse altro che per solidarietà tra sportivi
      io x esempio nuoto 4 volte a settimana e da fine febbraio non posso piú farlo...come ogni altra persona che fa qualsiasi sport.
      e ho un macaco sulle spalle...ma resisto!
      i runner (anche solo x solidarietà  verso tutti noi NON runner) dovrebbero fermarsi anche senza aspettare il decreto che penso arriverà a breve.
       


  36. Io sono impiegato di banca e la gente capisce nulla... Vengono e vogliono fare operazioni x scadenze di aprile o vedere i movimenti... Tanti hanno la scusa di andare in banca così possono uscire di casa con la certificazione... Avanti così chiuderanno anche noi così chi ha veramente bisogno non potrà fare nessuna operazione veramente urgente o necessaria. 
    O lo si capisce con le buone o lo si farà con le cattive inasprendo ttt


    • In tempi di banche on line , inaccettabile.
      Te lo dice un tuo fornitore di dati.


    • idem.
      ma noi da oggi siamo chiusi e aperti al pubblico solo il mercoledì mattina.
      è già tanto


    • Diglieto chiaro e schietto senza mezzi termini di starsene a casa.Per fortuna non ci lavoro piu' da qualche annetto. Chissà come mi incazzerei con questi cog..ni. 


  37. il papu ha ragione.perchè la situazione è davvero grave...segnalo solo una cosa:queste continue voci che si rincorrono di chiusure totali,restrizione di orari dei negozi,impossibilità di uscire mi immagino che intaso causeranno nei supermercati in questi giorni..prendete le decisioni, ma non continuate con ste fughe di notizie..


  38. Vero tutto...però poi guardi le foto della metrò di Milano e pensi ad una disorganizzazione....poco fa leggevo che il presidente della regione Lombardia chiede, su consiglio dei medici cinesi, misure ancora più restrittive ma qua non è la Cina, qua non ti sparano addosso fortunatamente....serve il buonsenso...chiudere tutto? Credo che vietare una passeggiata sia una cosa non giusta, uscire un quarto d'ora non è un problema, l'importante è la distanza dalle persone...confermo pure io che ieri ho visto un furgoncino di un'impresa di lavori stradali con 3 appiccicati dentro, in teoria fa più danni quello che chi esce e sta lontano dagli altri


  39. Grande PAPU ancora troppe teste di minchia in giro a camminare o a portare in giro il cane.
    STATE A CASA COGLIONI vedrete che la gente sta morendo e gli ospedali sono al collasso


  40. chiudete le fabbriche però
    8 ore uno di fianco all' altro, si può tutto ok
    20 -30 minuti di corsetta, da soli nei boschi, è diventato il male dei mali,oggetto dell' indignazione del Papu e di Paolo Liguori
     
    io non vado a correre per essere chiaro, e /o al massimo da qualche parte in soffitta(se va ancora) avrei anche il tapie roulant,ma non ci penso nemmeno
     
    dopo di che mi stupisce anche tutto sto fiorire di maratoneti, non pensavo ci fosse tutta sta gente a correre in giro
    però  credo che per ogni uno che viene infettato dai runner ,
    ce ne sono almeno 10 che si infettano sul lavoro,
    io sono in una zona circondata da fabbriche e stanno lavorando tutti,
    e sono tessili,metalmeccanici,elettricisti e officine,cioè lavori che non rientrano tra quelli in questo momento indispensabili,
    e  per 2 settimane potrebbero tranquillamente obbligarli alle ferie
     
    ,ma questo non lo fanno, se la prendono con 4 che vanno a correre,
    comodo, molto più comodo
    li non c'è confindustria ....bah...
     
    comunque da lunedi ,non potrà uscire più nessuno,ormai ne parlano è chiaro che l' indirizzo è quello
    poi però tutti affollati in metropolitana,e non per divertimento,se devono andare a lavoro serve la metropolitana
     


    • Hai straragione Barbie, sul lavoro ammassati e poi se uno va x cavoli suoi a passeggiare ben distante è un pericolo....pericolo sono quelli che prendono il metro tutti insieme x dirne una


    • Esatto se la prende con chi va a correre non sapendo che ci fanno andare a lavorare..come se il virus facesse distinzione a secondo di cosa stiamo facendo...no words


      • È più indispensabile lavorare (x settori primari in emergenza) o andare a correre  ?
         
         


        • Quello che fa le barche per le regate del cazzo a Nembro, non è certo emergenza.
          Idem quello delle Gru di Albino.


        • Purtroppo si lavora anche nei servizi non primari 


        • Fanno più danni 50 in un vagone del metrò che uno che va a correre (io non lo faccio x responsabilità)...guarda che ci somo realtà lavorative dove il contatto fianco a fianco é ben presente


          • Ciao Luca.
            Girano vide del metro di Milano da paura.
            Allucinante.


            • Ciao Subbuteo, quelli delle gru hanno chiuso da martedì (sto alle parole di uno che ci lavora) quelli delle barche invece tirano dritti...hai detto bene anche delle banche, poste e simili 


  41. Uno esce per correre, l'altro per la bicicletta, uno in macchina, l'altro in moto.
    Uno prima o poi ci rimette di suo.
    Abbiamo almeno azzerato i morti per incidenti stradali ( che erano una marea ogni settimana).
    A meno che manchi da mangiare, per il resto stiamo in casa.


  42. Cavolo ma ci vuole tanto? Bhe vado a fare un giretto...vado io, vai tu, va l'altro, e via siamo tutti in strada, con cani... e quanto devono pisciare e cagare sti cani, in bici, tanto in bici chi cavolo di contagio ho, alè tutti in bici allora...ma dai basta adesso pure il bosco, chi cavolo c'è nel bosco, al massimo incontro lo scoiattolo, dai e allora perché non andiamo nei campi, chi cavolo incontro nei campi dietro casa...una serpe? Bho a me sti ragionamenti mi fan fare la fine del cane...devo cagare.


  43. Non so se e' OT (nel qual caso mi scuso) ma ho appena sentito alla radio che 15 giovani bergamaschi che si trovavano a Dublino per un corso da assistenti di volo per la Rayanair, sono stati messi in isolamento perche' 13 di loro sono risultati positivi.
     
    Alla radio hanno detto che chiedevano aiuto.
    Chi si trovasse a Dublino, forse potrebbe cercare di avere notizie certe.
     
     


  44. Copio e incollo da altro post per rimarcare il concetto dato che sono un responsabile di supermarket e sono testimone...
    Gran parte di quei potenziali contagi sono quegli IMBECILLI che se ne vanno nei supermercati a fare un giretto... A comprare il SUSHI e le CILIEGIE! ANCORA SENZA MASCHERINA E GUANTI EMERITE TESTE DI CAZZO! E SCUSATE IL FRANCESISMO. ANZI SCUSATE UN CAZZO
    Punto.


    • Se tu hai le mascherine te lo compro volentieri
       


      • ma per favore. hai mai provato a chiederle al banco assistenza? noi le diamo. Per caso hai un foulard o un fazzoletto in casa? guarda nei cassetti..
        SO CHE NON PROTEGGONO MA EVITANO CHE I TUOI SPUTI, LA TUA SALIVA CHE GENERI ANCHE SEMPLICEMENTE PARLANDO VADA IN GIRO!


    • Le mascherine però bisogna anche trovarle purtroppo...


    • Compresi i decerebrati che vengono due volte al giorno per comprare due caxxate alla volta. Ma andate affan...


    • Su questo sono d d'accordissimo......è un mese che faccio spesa online


  45. Stiamo a casa!
    Per lo sport,calcio, etc, ci sarà tempo ,ma non ora.


  46. Ragazzi sono sincero, sono 3 mattine che vado nei boschi da solo a camminare ed ho incrociato 3 persone in totale......sinceramente non mi sento in difetto, non credo di creare pericoli a qualcuno 
    Capisco chi va in gruppo e magari in zone dove c è più gente, ma se uno va solo nei boschi etc cosa fa di male?
     


    • Non avrai visto quel bosco per anni, però ora devi fiondartici tutte le mattine.
      Calci in culo finché non capisci di stare a casa. 


      • No fidati che ci vado ogni week end, è a 10 minuti a piedi da casa mia..... ..i calci in culo per andare a lavorare in cantiere quelli no però?
        Comunque polemiche a parte non vado più fino alla fine di sta storia così taglio la testa al toro


        • Tu fai il tuo, a quelli in cantiere si spera ci penserà qualcun altro. 


    •  Ho anch'io la montagna fuori dall' uscio di casa, ma mi limito a fare fare i bisogni alla cagnolina e rientro alla svelta, perche' se mi dovessi
      malauguratamente slogare una caviglia creerei grossi problemi alla sanita'. Oltretutto la cagnolina pur stando bene e' cardiopatica pertando se 
      le capitasse qualcosa sarei doppiamente responsabile.... 
      Auguri a tutti i papa' !
       


    • il problema non è che tu vai nel bosco, ma se tu tutti ragionano come te, nel weekend tutta la popolazione esce di casa e diventa un macello.
      Per senso civico si deve STARE A CASA...pensate se uno poi si fa male, bisogna chiamare l'ambulanza che però ha gia mille altri problemi


      • Pota michi hai ragione, però a sto punto dovrebbero obbligare a stare a casa anche tutti i lavoratori tranne nei servizi primari


        • Io nei boschi ci vado x abitudine,ed ora mi manca, 
          5 min a piedi e sono in paghera....ma al momento non è giusto.
          In contrasto ho visto dalla mia terrazza con il binocolo villeggianti scappati che risalivano il colle in comitive di 6\10 persone.


      • Poi ovviamente dipende se uno esce a fare 2 passi in centro a Bergamo oppure a Valbondione su questo siamo tutti d'accordo. Ma per senso civico facciamo questo sforzo. Quando ieri ho visto le bare trasportate dall'esercito mi è gelato il sangue


    • Allarghiamo il concetto e facciamo che in molti, sulla base di questo ragionamento, moltiplichino le uscite... Labile tentativo di giustificare il proprio comodo ed esercizio di puro egoismo: da abbandonare .


      • Remo posso anche darti ragione, ma ti faccio un esempio.......io lavoro nell edilizia e ad oggi , per legge, i cantieri non sono stati chiusi , hanno deciso le imprese, o almeno la maggior parte di loro, autonomamente di chiuderli da poco.
        In quei pochi rimasti aperti gli operai sui furgoni si muovono in 3/5 /7  e per un paio di ore sono gomito a gomito.......io mi sono messo in ferie da solo per evitare questi contatti ma per lavoro ci saranno di sicuro più contagi che per le corse


        • Io i miei cantieri lo ho chiuso da dieci giorni ormai, con il consenso dei committenti soprattutto per il bene delle mie maestranze. 


          • Magica Dea, purtroppo lamenti un fatto reale e pericoloso, che è malauguratamente sfuggito a coloro che hanno emesso le normative da osservare. Purtroppo sviste di questo genere drammatizzano l'esistenza di una fessura della porta, da cui entra il freddo, ignorando completamente le finestre spalancate. Per la logica del fare male, rifare ed ancora emendare: purtroppo senza mai finire !


            • Era questo che intendevo....solo che tu l hai espresso con parole molto più belle!
               


          • Esattamente,  però l hai fatto autonomamente non perché te l ha imposto la legge. ....e tanti purtroppo non la pensano come te


    • Lato covid zero impatto credo, unico potenziale problema che nei boschi potresti farti male (statisticamente credo sia più frequente che in strada) e distogliere personale medico dall'emergenza


      • primieroneroblu -
         19/03/2020 alle 13:26
        Pure io abito attaccato al bosco, ovviamente stando attento non vedo perché non allentare la tensione facendo due passi, sicuramente camminare da soli non è più pericoloso che andare al lavoro dove incontro altra gente, sul discorso poi ... se vai tu vanno in mille trovo non abbia senso paragonare chi abita in città ed ha un parco a portata di mano con chi abita in montagna ... comunque a breve vieteranno espressamente anche le passeggiate percui non ci sarà nemmeno più da discutere 
        ANDRÀ TUTTO BENE 


      • Quoto al 1000x1000


  47. Un grande sul campo e fuori dal campo! Bergamo, non mollare.


    • Indignazione sacrosanta di un cittadino aggiunto, che condivide veramente e meglio di tanti nativi, il rispetto e la difesa della città. Grande anche in questo.


  48. Brao papu parole sante....non molliamo e tutti a casa


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.