REAL M. – ATALANTA 3-1, SCONFITTA CON ONORE

16-03-2021 23:03
293 C.

16/3/2021

Champions League – ritorno ottavi di finale

Madrid – Estadio Di Stefano

REAL MADRID – ATALANTA 3-1

Madrid. L’Atalanta torna in Spagna a distanza di un anno dalla vittoriosa trasferta di Valencia con l’intento di ribaltare l’ingiusto 0-1 subito al Gewiss Stadium dagli uomini di Zidane. Gasperini continua a confermare tra i pali Sportiello mentre si affida in attacco all’assetto con Muriel, Malinovskyi e Pasalic. Nel Real rientrano Ramos e Benzema. L’ottimo avvio della Dea non viene premiato e alla lunga il Real Madrid, agevolato da una leggerezza difensiva neroazzurra, decolla chiudendo velocemente partita e qualificazione. La tardiva reazione dei ragazzi di Gasperini porta solo il gol della bandiera di Muriel. Si chiude dunque in terra di Spagna l’avventura atalantina nella Champions 2020-21 a testa alta anche se con qualche rimpianto, soprattutto per la gara di andata.

Parte con il piglio giusto l’Atalanta che al 2’ crea la prima opportunità con Muriel che scodella in area per l’accorrente Gosens che appoggia su Courtuois. Dea che continua nei minuti successivi a giostrare con personalità davanti ad un Real abbastanza chiuso nella propria metà campo in attesa di sorprendere la difesa ospite. Non agevola il gioco un fastidioso vento che penalizza il gioco aereo. 12’ altro guizzo di Muriel che serve un filtrante per Pasalic, anticipato a Ramos in corner. La pressione neroazzurra è costante ed arrivano in sequenza una punizione dal fondo per fallo su Toloi con tentativo nel traffico dell’area di Romero ed un angolo che viene raccolto da Djimsiti che calcia alto. Il Real si scuote e trova un primo possesso significativo con la difesa bergamasca che gestisce con ordine. Benzema prova a portare scompiglio nella trequarti atalantina ma nessuno dei suoi lo segue. L’equilibrio continua a farla da padrone, con l’Atalanta che manovra con molta precisione e determinazione. Real pericolosissimo con contropiede alimntato da Vinicius che duetta con Benzema. Per Vinicius tiro da ottima posizione che viene murato in extremis da Djimsiti. Benzema delizia con estetismi a lui noti mentre Vinicius con la sua velocità mette in difficoltà Romero che si salva con esperienza. Ora l’inerzia è nelle mani dei blancos che intessono una fitta ragnatela di passaggi e di improvvise accellerazioni. Al 33’ una corta respinta di Sportiello viene raccolta fuori dall’area da Modric che deve solo appoggiare centralmente per l’accorrente Benzema ed il Real si porta in vantaggio. l’Atalanta subisce il contraccolpo ma cerca di scuotersi. Al 38’ il primo cartellino giallo se lo guadagna Valverde per un fallo netto su Djimsiti nella zona centrale del campo. Al 42’ la Dea prova a distendersi permettendo a Malinovskyi la conclusione al volo, ampiamente alta. E’ l’ultimo squillo che porta al termine della prima frazione equilibrata con il risultato deciso dall’infortunio difensivo dell’Atalanta.

Secondo tempo che si apre con la prima mossa di Gasperini che inserisce Zapata per un comunque positivo Pasalic. Al 51’ Real in contropiede con Vinicius che semina il panico in area neroazzurra concludendo di poco a lato. Tegola sull’Atalanta con Gosens che esce per problemi all’adduttore sostituito da Ilicic. 59’: appena entrato lo sloveno compie un’ingenuità effettua un retropassaggio che innesca Vinicius. Il contropiede viene interrotto da Toloi che ferma il brasiliano appena dentro l’area. Per l’arbitro il rigore è netto e Sergio Ramos trasforma per il doppio vantaggio. Entra Palomino per Toloi. Risponde l’Atalanta con Pessina che in area provala conclusione a metà strada tra un tiro ed un assist, con la sfera che rotola lentamente a fondo campo. Al 66’ Malinovskyi serve chirurgicamente a centro area per Zapata che si gira e costringe Courtuois alla parata a terra. Sul capovolgimento di fronte azione costruita e terminata da Benzema che impegna prima Sportiello poi riprende la sfera che manda di testa sul palo: Real ad un passo dal 3-0. 74’ buona coordinazione di Maehle che riceve dal corner e lascia partire un tiro teso preda del portiere madrileno. Subito dopo tiro conclusione ghiotta per Zapata con Courtuois nuovamente protagonista che respinge di piede. 77’ Muriel viene servito alla perfezione Muriel che guadagna solo un corner. Il Real, sornione, gestisce il possesso, lasciando all’Atalanta l’iniziativa dettata più dall’orgoglio che da una reale speranza di recupero che appare ampiamente compromesso. Dalla panchina neroazzurra arrivano Caldara e Miranciuk a meno di otto minuti. Romero viene atterrato al limite con Muriel che trasforma la punizione per il gol della bandiera. Dalla panchina neroazzurra arrivano Caldara e Miranciuk. Non c’è il tempo di esultare che il Real triplica con Asensio che infila la difesa atalantina concludendo un veloce contropiede. 87’ conclusione centrale violenta di Malinovskyi alta sulla traversa. C’è tempo nel recupero per una parata d’istinto di Sportiello sul solito Benzema, mentre scorrono i titoli di coda sui sogni europei della squadra bergamasca.

Giuseppe De Carli per atalantini.com

Bookmark(0)

By staff
staff

293
Inserisci un commento

Please Login to comment
144 Albero dei commenti
149 Albero delle risposte
1 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
141 Autori
fubal6495Frankalbisarnicoolga96Brasa Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
95Frank
Membro
95Frank
(1) Superare gli ottavi di Champions significa essere tra le prime 8 d'Europa (l'anno scorso noi ci siamo riusciti - unica squadra italiana).

(2) Superare i gironi di Champions significa essere tra le prime 16 d'Europa (quest'anno noi ci siamo riusciti - assieme a Juventus e Lazio - l'Inter NON c'e' riuscita).

Complessivamente, negli ultimi due anni, abbiamo fatto meglio di qualsiasi altra squadra Italiana.

Con questi rusultati, a sentire certi commenti, cadono le braccia .....
olga96
Membro
olga96
Grazie ragazzi, grazie per avermi fatto sognare, grazie per tutte le gioie che mi regalate, grazie per le belle domeniche spensierate, grazie per tutti i gol che fate.....e spero proprio che non vi fermiate.
Forza Atalanta sempre!!!
1951BG
Membro
1951BG
CHAMPIONS... non è un addio .... ma un ARRIVEDERCI

95Frank
Membro
95Frank
"....il MENO GOLLINI che senso aveva ??"

Non lo so Prytz.

Gasperini ha sempre parlato moltissimo con tutti i giocatori e, sicuramente, in passato ha valorizzato Gollini.

L'unica cosa che posso pensare e' che, nelle ultime partite (per quello che si puo' notare in TV) Gollini sembrava meno tranquillo del solito.
95Frank
Membro
95Frank
Poi, la societa' Atalanta e' molto riservata per quanto riguarda la privacy dei suoi tesserati, e i giocatori sembrano molto solidali tra di loro e con Gasperini, per cui non trapela proprio nulla.

Speriamo che Gollini ritorni al rendimento che lo aveva portato alle soglie
della nazionale.
95Frank
Membro
95Frank
Fubal64: ".... secondo me l'obbiettivo di stagione in Europa è già stato raggiunto con il passaggio ai gironi".

Anche secondo me.

Sempre secondo me, quest'anno gli obiettivi erano 3, come segue:

(a) ritorno in Champions l'anno prossimo, comunque in Europa;
(b) Coppa Italia (raggiungere la Finale e, possibilmente, vincerla);
(c) superamento dei gironi di Champions (ottenuto con gli 11 punti di quest'anno contro i 7 dell'anno scorso, e 3 vittorie fuori casa, incluse Anfield Road e Amsterdam Arena).
95Frank
Membro
95Frank
Per il prosieguo della Champions era sempre stato detto in varie Conferenze Stampa: "noi, quest'anno, NON vinceremo la Champions".

Se poi, qualcuno ha voluto auto-illudersi di poter vincere la Champions quest'anno ....
fubal64
Membro
fubal64
Mi sembra che siamo sulla stessa linea di pensiero. Come ho detto prima non ho abboccato e la Champions non la vinceremo nemmeno l'anno prossimo, mi accontenterei "solo" di giocarla e perderla da protagonista e non da vittima sacrificale. Per quello che ho visto e a dispetto delle critiche e rimproveri, credo che da qui alla fine del campionato tutti i ragazzi ci daranno belle soddisfazioni coppa Italia compresa.
95Frank
Membro
95Frank
Si, sembriamo sulla stessa linea di pensiero.

Per crescere ulteriormente dobbiamo continuare a qualificarci per la Champions e fare poi di tutto per superare i gironi per la terza volta consecutiva (l'Inter, quest'anno NON c'e' riuscita ....)

Ma questo significa che, ragionevolmente, ad un certo punto, negli scontri diretti, potremmo essere eliminati.

E dobbiamo quindi capire che:
(1) e' un onore arrivare a giocare certe sfide,
(2) NON e' necessariamente un disonore (accuse assurde di colpe, errori e simili) uscire negli scontri diretti, considerati i valori in campo a quei livelli.
fubal64
Membro
fubal64
Condivido tutto Frank evidenzierei bene il tuo "Per crescere ulteriormente dobbiamo continuare a qualificarci per la Champions e fare poi di tutto per superare i gironi" preceduto solo dall'incipt storico dei 40 punti del Tone". Buona serata.
PalermoNeroblu
Membro
PalermoNeroblu

Onestamente non capisco chi sostiene che non si sia vista la netta superiorità del Real sui nostri... a me è sembrata evidentissima. Forse qualcuno pensa che la superiorità si debba manifestare necessariamente schiacciando l'avversario nella sua metà campo impedendogli totalmente di giocare, ma è evidente che non sia proprio così. Essere superiori, infatti, significa anche lasciare giocare l'avversario cercando di limitarne l'azione e l'efficacia offensiva, per poi magari colpirlo a tradimento di rimessa, specie se si hanno delle frecce in attacco (come ad esempio Vinicius Jr), oppure aspettare il suo errore capitalizzando l'occasione (come hanno fatto Modric e Benzema sul rinvio sciagurato di Sportiello). Loro non hanno avuto nessun bisogno di strafare... hanno lasciato a noi il pallino del gioco, e poi ci hanno puniti, con un cinismo ed una spietatezza tipici dei campioni che annoverano in squadra. E' anche così che vincono le top.

fubal64
Membro
fubal64
Premetto che per quanto mi riguarda secondo me l'obbiettivo di stagione in Europa è già stato raggiunto con il passaggio ai gironi. "ora ne restano altri 2". Tornando alla tua riflessione, non capisci perché onestamente vedi le cose dalla parte di chi ha vinto. La tua è solo una provocazione, "solo i giornalisti di mestiere screditavano il real per poi metterlo sull'altare" non lo scopro io e nemmeno tutti quelli che sul sito hanno commentato questo incontro sin dall'andata, che si giocava con campioni di livello assoluto, freddi, spietati ed in grado di approfittare del minimo errore dell'avversario per capitalizzare e così è stato. Non sto a fare nomi e tanto meno a distribuire colpe, la partita nei 180' è nata male, fin da subito a rincorrere, è poi cresciuta storta ed invece di raddrizzarsi si è piegata dall'altra parte. L'unico rammarico è che fino a che noi non andremo in vantaggio per primi sarà sempre così. Solo in campionato abbiamo dimostrato più volte di poter ribaltare il risultato vedremo di imparare a farlo anche in Europa; con questo allenatore e qualche innesto tutto è possibile. Forse e solamente questo che si può imputare ala squadra. Arrivederci all'anno prossimo, real o chi che sia.
PalermoNeroblu
Membro
PalermoNeroblu
Il mio spunto è nato dal fatto che più di qualcuno, nei commenti di questa pagina e non solo, ha detto che 'sta gran superiorità da parte del Real non si è vista. Beh, io sono convinto del contrario, ed ho spiegato il perchè, tutto qui. A volte bisogna essere obiettivi e svestirsi un attimo dei panni del tifoso, analizzando le cose da una prospettiva più neutrale possibile. Onestamente a me fa rabbia non tanto che siamo usciti, visto contro chi giocavamo, ma come. E cioè sbagliando tantissimo e dimostrando che soffriamo ancora di timori reverenziali al cospetto delle big d'Europa. Detto terra terra, quando giochiamo con certe squadre ci tremano le gambe, e considerato che siamo giunti alla seconda partecipazione a questa competizione speravo e contavo sul fatto che questa fase l'avessimo superata. Ma ahimé, mi sono solo illuso invano.
Brasa
Membro
Brasa
Condivido siano più forti, ma ieri si sono sbattuti, altro che minimo sforzo..
Hanno giocato la partita come fosse una finale e, in quanto più forti, l'hanno vinta.
Le uniche nostre speranze erano legate a una loro cattiva condizione fisica o una sottovalutazione dell'avversario, purtroppo nessuna delle due si è verificata.
PalermoNeroblu
Membro
PalermoNeroblu
Per come la vedo io, ci hanno sapientemente ed intelligentemente affrontato con le nostre stesse armi, consapevoli che se fossero riusciti a farlo sarebbero stati a cavallo, dato che noi purtroppo non avremmo potuto fare altrettanto con le loro, di armi (tecnica ed esperienza). Non ho mai detto che non si sono sbattuti, ma piuttosto che hanno vinto senza particolari patemi ed anzi addirittura agevolati da un paio di nostre... gentilissime concessioni.
Brasa
Membro
Brasa
Mi riferivo al tuo senza strafare... per me han giocato al massimo, purtroppo...
95Frank
Membro
95Frank
Hanno giocato al massimo e, al minuto 33, l'inerzia della partita e' passata di colpo dalla loro parte ....

Nella partita di andata (in 10 contro 11) e nei primi 33 minuti del ritorno, avevamo fatto la nostra partita.

Dopo il minuto 33 .... il morale dei nostri e; andato (comprensibilmente) sotto le scarpe, e NON c'e' stata piu' partita.
albisarnico
Membro
albisarnico
Premessa: grazie a tutti , arrivare fin qui fino a qualche tempo fa sarebbe stato impensabile.
Ciò detto, ecco a cosa mi riferivo tempo addietro quando dicevo che la nostra dimensione NON è questa. O meglio, ce la possiamo giocare entro certi limiti. Oltre, è utopia.
Lo scorso anno siamo arrivati ai quarti con bravura sì, ma anche con una serie di quelle che io chiamo "congiunzioni astrali" difficilmente replicabili. Poteva andare meglio col PSG , sì.....ma ci siamo arrivati cotti e stracotti. ! Quest'anno abbiamo approfittato di un Liverpool a ritorno falcidiato, ma già all'andata ci hanno preso a pallate. Col Real all'andata è stata rovinata da decisioni arbitrali ? Va bene....ma nel primo quarto d'ora il pallino lo tenevano loro. Ieri occasione per Gosens dopo 3 minuti, va bene. Loro alla prima, ci hanno punìto. Agevolata da ns macroscopico errore ? Certamente. Forse noi avremmo avuto chi al posto di Modric avrebbe cercato il tiro invece di un . geniale - assist per l'accorrente compagno visto con la coda dell'occhio, come solo i campionissimi sanno fare. Hanno giocato al gatto col topo, poco da fare. Il livello è questo, e con Bayern e compagnia bella non sarebbe finita tanto diversamente. Un Benzema - peraltro ben contenuto dall'ottimo Djimsiti - che tiene palla incollata al piede , non è propriamente uno Zapata che stoppa 8 volte su 10 ad un metro...e non vuole dire essere ingenerosi con Zapata. Ilicic e Muriel , che a noi sembrano marziani, si è capito perchè giocano a BG e non a Madrid , Monaco , Parigi o Barcellona. Va benissimo così, sia chiaro. Ma quando nell'estate 2019 dicevo che la ns. dimensione NON è questa e venivo spernacchiato da qualche solone (senza fare nomi , ma li ricordo più che bene ), non credo proprio scrivessi chissà quale eresia. Va bene crederci , arrivati ad un certo punto, per carità. Ma bisognerebbe anche essere un pochino più realisti. Ieri sera, certi gap , si sono visti tutti. Ma proprio tutti. Ed ora, avanti tutta in campionato, con la mente libera , per ritornare la mina vagante che ruba i migliori piazzamenti alle cd "grandi", alla faccia di tutti i milioni spesi rispetto a noi.
Ah , ultima cosa , e annotatevela: togliamoci dalla testa l'idea di portare a casa la Coppa. Andrà a finire come 2 anni fa all'Olimpico, con la vecchia baldracca tagliata fuori dalla CL e , ormai pressochè certamente , dalla lotta scudetto, che non potrà "sbagliare".. Facciamocene una ragione (e sempre pronto, per quanto mi riguarda, a cospargermi il capo di cenere se non dovesse - speriamo - andare così. Ma ci credo poco).
zeus
Membro
zeus
ultimi 2 anni di champions:
siamo l'unica italiana arrivata ai quarti
eliminati da psg e real
le altre italiane? juve fuori con porto e lione, inter ultima del girone, le altre quasi non si ricordano
se non è la nostra dimensione, togliamo tutte la italiane dalla champions
albisarnico
Membro
albisarnico
Infatti non vincono mai un cazzo. Però anche noi le bastoniamo a volte...altre ce le ritornano (vedi Lazzie al ritorno). Il livello del calcio italiano si è abbassato , e di molto : i risultati sono lì da vedere.
fubal64
Membro
fubal64
Tutti stanno aspettando il tuo scouting ed il bonifico per l'acquisto di allenatore e giocatori che faranno fare il salto di qualità a questa società.
albisarnico
Membro
albisarnico
Che risposta del cazzo. Ma non mi sorprendo.
fubal64
Membro
fubal64
Semplicemente causa effetto.
Brasa
Membro
Brasa
La nostra dimensione non è vincere la champions, ma passare il girone sì...
Sinceramente questa champions è stata migliore della precedente, favorita da sorteggi particolarmente benevoli (il miglior girone, la miglior squadra agli ottavi)
È stata una champions vera, girone duro (che poteva essere migliore, ma anche peggiore), una tra le peggiori avversarie a conti fatti negli ottavi, anche se tutti ci eravamo illusi che sarebbero rimasti nella stessa pessima condizione di dicembre.
Io l'ho vista come un passo in avanti, ormai la champions la conosciamo ed è casa nostra, non per questo possiamo prendere di vincerla... cosi come quando facevamo campionati italiani di metà classifica eravamo entusiasti, altrettanto dobbiamo esserlo per essere stati tra le migliori della "classe media" della champions.
Pensare di competere anche per la vittoria quando juve e inter continuano a fare figure barbine con budget n volte superiori è un po' utopico
albisarnico
Membro
albisarnico
Appunto. Ma qui c era gente che era quasi convinta di poter arrivare in finale , quando addirittura di vincerà. Ma quando mai , per piacere. Va bene essere tifosi , ma un po di sano realismo...
Jerry Garcia
Membro
Jerry Garcia
Un enorme grazie atutta la Dea per questa cavalcata di Coppa.
C'è molta amarezza in me perché tra andata e ritorno la squadra causa errori giganteschi non ha potuto esprimere la sua forza che solo ieri a tratti si è intravista..
Doppia sfida quasi compromessa del tutto dall'arbitro all'andata.
Comunque per superare certi livelli serve poi grande qualità e ad es. In porta non abbiamo giocatori all'altezza di quel livello.
Peccato perché con un portiere di grande qualità staremmo parlando forse di altro...
Vedremo..
Resta un grande orgoglio per questa squadra cazzutissima e di altissimo livello
zeus
Membro
zeus
siamo usciti in 2 anni contro psg e real,
non contro lione e porto, tanto per dire.

subito testa al campionato che l'anno prossimo meritiamo di essere ancora lì
ariro
Membro
ariro
Grazie Ragazzi, grazie Mister, Grazie Società.
L'Atalanta sempre e comunque nel cuore.
bob67
Membro
bob67
fino all'ultimo ho accarezzato l'idea di poter passare il turno.
Il resto sono solo ringraziamenti per i ragazzi che ci hanno provato.
l'unico grandissimo rammarico, non essere presente.
Avanti con la prossima
diegognoli86
Membro
diegognoli86
Ho dormito peggio dopo altre sconfitte (Inter quest'anno, finale di coppa italia, dopo il Dortmund a Reggio...), segno che comunque prevale la soddisfazione per il livello raggiunto e non l'amarezza per l'eliminazione.

Vedo una marea di spunti positivi: per il secondo anno di fila siamo l'italiana che si è comportata meglio in CL, non abbiamo preso imbarcate contro una delle candidate per la vittoria finale, abbiamo vinto in due templi del calcio europeo, abbiamo sempre sempre sempre giocato con personalità e senza mai snaturarci. La campagna europea è stata sicuramente positiva. I risultati dell'anno scorso resteranno credo irraggiungibili per il futuro (prendere agli ottavi il Valencia non è la stessa cosa che prendere il Real Madrid, e arrivare a 2 minuti dalla semifinale è soprattutto grazie ai quarti in gara secca, un'eccezione alla regola) ma tutto sommato io sono strafelice di essere tra le migliori 16 d'Europa, questa squadra e questi ragazzi se lo sono meritato tutto.

Spunti meno positivi su cui riflettere: so che mi beccherò una marea di dislike, ma dopo 5 anni incredibili questa estate deve arrivare il momento di tirare le somme. 5 anni sono un periodo sufficiente per fare una valutazione sul passato e chiederci cosa vogliamo fare nei prossimi 5 anni. La finale di Coppa Italia arriva al momento giusto, questo gruppo che ci ha regalato tante soddisfazioni e zero trofei ha l'occasione di entrare definitivamente nella storia del calcio italiano (nei nostri cuori ci sono già da un pezzo) con quella benedetta coppa. Tra cinquant'anni nessuno si ricorderà chi è arrivato terzo nel campionato 2020/21, ma tutti si ricorderanno chi ha vinto la Coppa, lì c'è un albo a cui iscriversi.
Obiettivo Coppa Italia e nuova campagna europea, poi capiamo bene cosa fare con i nostri campioni. Chi ha voglia di rimanere senza triplicazioni dello stipendio è il benvenuto, chi legittimamente ambisce ad altri campionati, obiettivi, conti in banca, un abbraccio enorme per quello che è stato fatto ma è giusto separarsi per rinnovare.
Non è nemmeno giusto, per come la vedo io, imporre a Gosens, Freuler, Hateboer, Ilicic e tanti altri di dover fare ancora di più, perchè semplicemente c'è un limite a tutto in natura. Io dubito fortemente che molti dei nostri possano ancora migliorarsi a Bergamo, soprattutto dopo anni usuranti e intensi come gli ultimi; sono cresciuti moltissimo dal loro arrivo, non credo che possano crescere ulteriormente nei prossimi 5 anni.
lucanember
Membro
lucanember
Concordo in pieno, questo gruppo è al livello massimo di espressione più di così non può dare e per migliorare servirebbero innesti di qualità ma economicamente pesanti....credo che tutto dipenderà dall'arrivare tra le prime quattro o no.

In caso di futura Champions sarà più facile trattenere giocatori ed inserirne nuovi di spessore altrimenti credo che con l'Europa league alcune partenze ci saranno
e-dea
Membro
e-dea
D'accordo con luca che è d'accordo con Diego. In particolare sul fatto che questi ragazzi, come media "generale" di prestazione più di così non possono dare.
barbudos72
Membro
barbudos72
Grazie ragazzi per tutto quello che ci state facendo vivere.....giocare la CL contro il Real Madrid.....5 anni fa davanti un'ipotesi del genere tutti ci saremmo fatti grandi risate.

Per passare il turno contro squadre forti devi fare la partita perfetta, nessuna sbavatura è ammessa e gli episodi ti devono girare a favore. Non è stato così, gli errori in questa competizione li paghi amaramente. Non è stata la migliore Atalanta mai vista e il Real con quasi tutti i titolari recuperati ha fatto vedere le differenze tecniche generali.
Unico rimpianto è non sapere come sarebbe finita all'andata 11 contro 11 ma al ritorno è passata chi ha meritato.
Ora testa al campionato che ci aspetta una partita rognosa contro il Verona che all'andata dominammo per 60 minuti per poi perdere amaramente....sono convinto che contro di noi daranno l'anima e non passeggeranno come fatto con il Milan. Dobbiamo riuscire a restare in scia del quarto posto per proseguire anche il prossimo anno a sognare nei piani alti.
GRAZIE ANCORA E SIEMPRE FORZA DEA.
e-dea
Membro
e-dea
Serviva la partita perfetta e purtroppo non c'è stata. Però è successo a Madrid, contro la squadra più titolata del mondo e agli ottavi di Champions. E questo non per cancellare delle evidenti sbavature ma per riportare la questione in termini pratici: nel calcio quando si affrontano due squadre con evidente divario non sempre i miracoli avvengono. Guardiamo avanti e sosteniamo i nostri ragazzi, la stagione non è finita, senza massacrare chi ha sbagliato che (credo) sarà già devastato di suo. Come dice il Gasp o si vince o si impara, e credo che se si vuole migliorare (vale per tutti) ieri di esperienza ne abbiamo fatta. Forza Atalanta !!!
Elfo neroblu
Membro
Elfo neroblu
Contento per come abbiamo giocato. Ribadisco che non siamo inferiori a questo Real o comunque tutta questa superiorità non si è vista. Con un po' di culo, di onestà arbitrale e un paio di errori in meno saremmo anche potuto passare. Va benissimo lo stesso.
Sportiello per me si è confermato un grande pararigori: ci è mancato un pelo che prendesse quello di Ramos.
Ho visto molto bene gosens e pasalic.
Sono soddisfatto e fiero di aver visto una squadra tosta che ci ha provato.
lantana69
Membro
lantana69
Solo grazie, a tutti. Ho la sensazione che questa partita ci farà fare un gran finale di campionato e ci metterà in bolla per la finale di coppa italia.
cala
Membro
cala
Ho aspettato a scrivere, meglio parlare a mente fredda,
Stamattina mi son svegliato ancora deluso, ma non per la squadra e per il percorso, ma quanto perchè potevamo davvero passare con le occasioni che avevamo creato.
Se Gosens a inizio partita avesse segnato, se Sportiello non avesse sbagliato il rinvio, se Mali avesse centrato la porta....
La mia parte razionale dice: avete fatto un gran percorso, siete arrivati agli ottavi e giocato contro squadra che neanche ti immaginavi 4 anni fa, ma la mia parte da tifoso continua a essere un po' deluso perchè potevamo farcela.

Trovo che abbiamo fatto (a parte il gol subito) un primo tempo quasi perfetto, con pressing asfissiante e siamo riusciti a non farli giocare. Ho trovato un gigantesco Pasalic e credo che il declino della nostra partita sia partito con il gol subito e il suo cambio.

Comunque un grosso applauso tutti, è stato un piacere e ci rivediamo il prossimo ano (in Champions) ancora più forti di ora
maurom72
Membro
maurom72
Sottoscrivo parola per parola, hai scritto quello che ho detto anche io, la dimensione nostra ora è questa ed invito tutti a pensare con la propria testa e guardare con i propri occhi, senza ascoltare soloni che pontificano come leggevo su altro articolo
GNKY
Membro
GNKY
Con Real, Liverpool ed Ajax prima di quest'anno solo a Subbuteo...
Quella che era una speranza di bimbo, e' diventata realtà...
SEMPLICEMENTE FANTASTICI!
Gian71
Membro
Gian71
Peccato. Bravo il Real a non farci giocare da Atalanta. Speriamo che anche questa sconfitta serva alla squadra per crescere e fare un gran finale di stagione. Comunque GRAZIE RAGAZZI. Sempre forza Dea.
GNKY
Membro
GNKY
C'è da dire solo grazie a tutti.
Un grazie enorme ed infinito a tutte le componenti di questa magnifica Atalanta.
Orgogliosissimo di voi!
Finché vivrò...
maurom72
Membro
maurom72
Premetto che non ho letto ne' i commenti qui nel sito né il post partita, dico che pronti via eravamo in campo benissimo, subito occasione gosens, e se c'era una squadra nervosa e preoccupata era l'altra...si era programmato di fare una partita di sostanza per poi spararsi le cartucce e ci poteva stare benissimo, purtroppo l'episodio ha cambiato tutto ma nel calcio è cosi...nulla da rimproverare ai Ragazzi ovviamente e si riparte verso altri grandi obiettivi, consapevole che tutta questa differenza col Real come mi hanno fatto credere ascoltando la telecronaca io invece non l'ho vista e in quei palcoscenici ci stiamo alla grande... orgoglioso di Voi
fubal64
Membro
fubal64
Esatto, telecronisti per niente obbiettivi e sempre pronti a salire sul carro del vincitore, preoccupati solo di leccare per bene le zone non esposte al sole dei grandi giocatori quando invece i veri fenomeni e spine nel fianco della Dea sono state un ragazzino di 20 anni di nome Vinicius e Mendy.
Magnocavallo vive a Lovere
Membro
Magnocavallo vive a Lovere
Vorrei tornare su Sportiello: il 99% di noi, me compreso, lo ha considerato tra i migliori in campo nelle ultime partite disputate. Ieri ha fatto un errore, un errore grave che può capitare. Gli errori capitano anche agli altri giocatori, purtroppo quando sbaglia il portiere spesso si subisce gol. Non diamo troppo addosso al povero Marco, che poi durante la partita ha salvato 2-3 volte il risultato.
Solda
Membro
Solda
Sporty non ha colpe, in porta è bravissimo, ma bisogna guardare in faccia alla realtà..madre natura non gli ha donato piedi fini, non può giocare in questa squadra che punta a coinvolgere il portiere nell'impostare le ripartenze. Già fatica Gollni, insistere con Sporty è un vero suicidio ed è scorretto anche nei confronti di Marco perchè lo si espone a brutte figure come successo ieri (e non è la prima volta). Deve giocare Gollini!
lucanember
Membro
lucanember
I portieri che hanno i piedi sono pochi, in Italia mi viene in mente Ospina e Reina....anche lo stesso Curtois, gran portiere, non ha i piedi educati....e poi ripeto, quella palla li nell'errore è finita a Modric che la tiene giù e riparte subito....il 95% dei calciatori di serie A non riescono a fare una cosa del genere
tambor92
Membro
tambor92
beh insomma, che Courtois non abbia piedi buoni ho più di un dubbio...se confronti la sua qualità di calcio con quella di sportiello il paragone è imbarazzante
Tikal1968
Membro
Tikal1968
Comunque con o giocatori si deve parlaré non e’ che puoi farne fuori 2/3 a stagione e adesso fino a fine anno avremo un problema col portiere
95Frank
Membro
95Frank
Solda: "Deve giocare Gollini"

Si, ma .... dopo la partita di andata col Real e il goal di Mendy (col piede che usa solo per camminare) molti commenti qui sul sito erano:

"Deve giocare Sportiello"
Karldergrosse
Membro
Karldergrosse
Giusto tra l'altro in pochi tra di noi han capito come calibrare la palla con il VENTO che c'era
fubal64
Membro
fubal64
Anche io ho avuto l'impressione che sia stato il vento a rendere il rinvio un passaggio a Modric.
unodibergamo
Membro
unodibergamo
"..E ho guardato dentro un'emozione....E c'ho visto dentro tanto amore....Che ho capito perché non si comanda al cuore...E va bene così....Senza parole" [ Senza Parole - V.Rossi ]
thealamo
Membro
thealamo
..vabbe', questa la conoscono anche i ventenni.....
tirami fuori qualche bella PFM di annata...o Camaleonti...o ...puranco... ViolaValentino tuttoattaccato....
unodibergamo
Membro
unodibergamo
"Comprami, io sono in vendita, e non mi credere irraggiungibile" - suoneria del cellurare dell'arbitro della partita di andata
thealamo
Membro
thealamo
Siamo "stati pesati".
E...siamo risultati carenti. Troppi errori tecnici (passaggi errati, errore del keeeper, gol mangiati da Zapatone sono li a dimostrare l'assunto) tattici (gia' discusso con gli amis, dovevamo per forza segnare, sarei partito con le due punte.....Un ns gol iniziale cambiava tutto . Ma ci sta' anche la scelta...attendista di Gasp.. se nn facevamo errori)
Siamo risultati carenti di fronte ad una squadra di VERO TOP livello europeo (di quelle che cioe', nn si incontrano nel ns campionato!!)anche e soprattutto a livello PERSONALITA' (il Gasp lo ha lasciato trasparire nelle interviste)--------------
Cio' detto, per una serena ma seria valutazione della gara, ieri sera ero asssai deluso, per la mancata prestazione.
Stamattina, indossata uscendo la giacc avento..."Percassiana" con al Dea sul cuore....,,
resta il grande orgoglio per i livelli che abbiamo raggiunto: c'e' SPAZIO per migliorare.... TONE!!!!!m(trd. in BG: tira fo' i palanche a giugno ).
Pochi giorni fa abbiamo vissuto ...l'anniversaro della sofferta trasferta a S.Angelo in "C"...quanti di quei giovani , ragazzi o neo-adulti) avrebbero allora pensato di incontrare il REAL in copa CAmpioni????
da...oggi orgoglio e testa al Campionato...dovremo lavorare il triplo degli altri ma torneremo in Champions.....
------------
Ultima ...punta di spillo....
-Gasp: perche' sbagliamo l'approccio mentale alle "grandi partite decisive"???
TREINEROBLU
Membro
TREINEROBLU
Sant’Angelo -ATALANTA 0-0 e pioveva..

Ne abbiamo fatta di strada.
thealamo
Membro
thealamo
oter che pioggia. Parti da BG (per la prima volta, neopatentato, alla guida in trasferta!) bello, sole, , quindi niente kway, niente ombrelli,,,
A Treviglio a sud nero pece.
A Lodi acqua. a s.Angelo...diliuvo....
Parcheggio nel fango dei campi... allo stadio...curva ospiti, attaccati alla rete coi piedi in cm di acqua....ma an sentia negot
an sera zuen.....
oter che Tribuna Vips ed Hospitality....
Tikal1968
Membro
Tikal1968
Altri tempi e eravamo Giovani trasferte in motorino a sant’angelo Rho come dimenticarsele
95Frank
Membro
95Frank
Trasferte eroiche! ..... altri tempi!
Ma quanto era bello!
danvi64
Membro
danvi64
Concordo The Alamo
stevesteve
Membro
stevesteve
Orgoglioso di questi ragazzi. Siamo usciti dalla Champions eliminati dal Real Madrid. L’anno scorso eliminati dal PSG. Una squadra italiana detta rubentus, il cui presidente ha detto che l’Atalanta non dovrebbe giocare in Champions, dopo anni e anni di tentativi e investimenti, è uscita col porto e col lione.
Ieri non abbiamo reso al massimo dice il Gasp. Sì troppi errori e un ritmo insufficiente a contrastare il Real. Ma io mi sono alzato ad applaudire la mia Dea.
Innocenzo III
Membro
Innocenzo III
Un grazie enorme a tutti i ragazzi, al mister, ai preparatori atletici ed alla dirigenza. Un ringraziamento particolare va al Tone ed alla sua famiglia che hanno messo le ali a quest'Atalanta e l'hanno portata sul tetto d'Europa. Ora forza Atalanta, che la strada è ancora lunga e difficile, la speranza è quella di tornare a giocare la champions per il terzo anno di fila, noi tifosi crediamo in te
95Frank
Membro
95Frank
Beh!
Detto da un "papa" .....

Ma cosa ti ha fatto pensare a quel nick?
Un Papa del Medioevo, noto anche per le Crociate .....
paolo_trei
Membro
paolo_trei
Anzitutto una premessa senza la quale il discorso successivo non ha senso: grazie al mister, alla squadra e alla società che ci hanno regalato il sogno di confrontarci con il meglio del calcio mondiale: Liverpool, Ajax, Real Madrid, fino a pochissimo tempo fa era un sogno anche solo pensare di confrontarci con queste squadre, lo abbiamo fatto con pieno merito. Peccato solo non poter esserci come tifosi, ma in un periodo storico così difficile e triste la nostra Dea è un bel raggio di sole!

Per quanto riguarda l'eliminazione: il calcio non è una scienza esatta ma è fatto di episodi e tanto più sali di livello tanto più i particolari contano. In queste due partite non ci ha detto bene niente, se non il palo di Benzema. Clamoroso errore arbitrale all'andata. Piccolo, ma determinante, errore di Gollini sullo 0-1 a Bergamo. Errore di Sportiello. Muriel lanciato a rete e fermato all'ultimo secondo del primo tempo. Ingenuità di Ilicic e, soprattutto, di Malinovsky sul loro 2-0 ieri: quando un giocatore parte in velocità in verticale a metà campo, con la squadra scoperta, buttalo giù! Intervento di Toloi fuori o dentro l'area? Nel dubbio rigore contro. Già sei la piccola Dea contro il grande Real, se l'altra dea, quella bendata, ti rema contro è dura portarla a casa.

Passata l'amarezza resta la consapevolezza di una squadra probabilmente meno bella dello scorso anno, ma più solida e determinata.

Leggo di delusioni da parte di chi dice che sul più bello non arriviamo mai a niente. Ribalto il discorso: sono contentissimo che il nostro livello sia diventato questo. Confrontarsi con i più bravi è entusiasmante, anche se a volte può darti grosse delusioni. Io sono contento così, lascio ad altri, indebitati fino al collo e in costanti polemiche, la necessità di vincere qualcosa a tutti i costi
Alex7
Membro
Alex7
L'Atalanta si è resa pericolosa solo quando il Real ha raggiunto il risultato. L'errore di Sportiello ci ha tagliato le gambe però va detto che prima non eravamo mai riusciti a renderci pericolosi. La voglia c'era, non posso lamentarmi. Grazie per la bella avventura. Ora c'è il campionato e una finale di Coppa Italia a cui pensare.
95Frank
Membro
95Frank
No.
Gia' nei primi minuti Gosens e' arrivato vicinissimo al goal.
Brasa
Membro
Brasa
Ragazzi, fino a qualche anno fa nei giorni infrasettimanali la delusione era per una sconfitta contro una pari grado, oggi ci rammarichiamo per un'uscita onorevole agli ottavi di champions..
Basterebbe questo per farci tornare il sorriso, aggiungiamoci che siamo quarti in campionato, virtualmente già qualificati in europa (resta da vedere quale) e in finale di coppa Italia: altro che scoramento, godiamoci questi ultimi mesi dell'ennesimo campionato entusiasmante!
tgui
Membro
tgui
orgoglioso di questa squadra , pur avendo tantissima fantasia mai sarei arrivato a immaginare un Real Madrid Atalanta di champions league.
Sotto con il campionato che ci aspetta una nuova qualificazione alla prossima UCL e magari anche qualcosa di piu.
Gli errori ci stanno perchè siamo a livelli altissimi e siamo ancora in modalità apprendimento.

Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarit?| , ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verr?| bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorita' preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddee tte autorita' , persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operaree in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.