Samaden: “A Zingonia ambiente ideale per i giovani. Impressionato da Gasperini”

08-07-2024 17:45 12 C.

Il responsabile del settore giovanile dell’Atalanta Roberto Samaden, intervistato dal Corriere della Sera ha parlato del problema del calcio italiano

Roberto Samaden, quando si parla di giovani, come in questo momento di crisi, qual è l’aspetto chiave?

«Ho sentito parlare di aspetti tecnici e di valorizzazione. Ma prima delle questioni specifiche legate al campo, direi che il fattore più limitante per la crescita dei ragazzi e delle ragazze è l’ambiente in cui crescono».

 

Cosa deve cambiare?

«Non è possibile che in nome del risultato, tutto sia giustificato. Cambiare una cultura non è per nulla facile. Ma per costruire un ambiente formativo è necessario investire sulla base, per esempio investendo sulla promozione del calcio a 5 nel sistema scolastico».

 

Le rivoluzioni culturali hanno bisogno di gesti concreti: da dove si può partire?

«Sarebbe importante avere un progetto unico, mentre in Italia ci sono sette componenti che si occupano di calcio giovanile e diventa un limite. Un esempio? La Primavera 1 è diventata Under 20, gli altri livelli (Primavera 2, 3 e 4) non si sono uniformati. Ci sarebbe bisogno di una sorta di commissariamento per individuare una strada comune».

 

Per alcuni alzare l’età della Primavera è sbagliato. Che ne pensa?

«Tenere i ragazzi nel mondo giovanile non è propedeutico alla crescita, ma d’altra parte le seconde squadre non hanno ancora attecchito».

 

La formazione degli allenatori è valida?

«I corsi per allenatori e per responsabili dei settori giovanili, questi ultimi introdotti grazie a Demetrio Albertini presidente del settore tecnico e scolastico, ce li invidiano all’estero. Ma l’impatto dell’ambiente da noi è devastante per la crescita di tutti, non solo dei ragazzi».

 

Si ritorna all’inizio: l’ambiente fa la differenza.

«A Zingonia senz’altro. La proprietà investe sui giovani, c’è la seconda squadra, ci sono le strutture. E per restare all’attualità, l’ad Luca Percassi ha messo la faccia sulla questione del vincolo: c’è il rischio di disincentivare gli investimenti».

 

 

C’è anche un tecnico nato proprio con le giovanili.

«Sono rimasto impressionato dalla capacità di Gasperini di lavorare coi ragazzi: non è solo il coraggio che infonde, a dare sicurezza a giovani come Scalvini o Ruggeri, ma proprio gli strumenti che fornisce loro ogni giorno: un modello per come lavorare nei settori giovanili».

 

fcinter1908.it

 

 

 

Bookmark (0)
ClosePlease loginn
4.5 2 votes
Article Rating

By Staff di Atalantini.com


CONDIVIDI SU
Accedi


Iscrviti
Notifica di
12 Commenti
Nuovi
Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
GunsnDea
GunsnDea
8 Luglio 2024 20:54

Ho diversi amici che conoscono e hanno avuto a che fare con Samaden e tutti lo hanno osannato parlando di persona cordiale,disponibile intelligente e preparata, il nostro nuovo Favini.

95Frank
95Frank
8 Luglio 2024 22:07
Reply to  GunsnDea

Penso che Favini fosse “unico”!

Ma penso anche che Samaden sia oggi il miglior dirigente per quanto riguarda i settori giovanili in Italia.

E, secondo me, Gasperini e Samaden possono lavorare benissimo assieme.

dagliStates
dagliStates
8 Luglio 2024 19:41

“Non è possibile che in nome del risultato, tutto sia giustificato”… E adesso, chi lo dice agli juventini che devono cambiare il loro motto del cazzo?

95Frank
95Frank
8 Luglio 2024 22:27
Reply to  dagliStates

Non si rendono conto di quanto siano “sfasati” rispetto ai principi dello sport.

Cultura di m….. che ha raggiunto il suo apice con “…. e’ giusto che l’Atalanta vada in Champions … e la Roma che ha speso tanti soldi, no?”

Fartur
Fartur
9 Luglio 2024 12:23
Reply to  95Frank

Il succo è proprio nelle parole pronunciate dall’ omuncolo visionario, che ha talmente radicati i principi anti sportivi, che non si è nemmeno reso conto di quanto stava vomitando pronunciando quelle frasi contro la Dea.
Quando finirà il merito sportivo si assisterà al declino definitivo, oppure sono io troppo legato a certi valori.

95Frank
95Frank
9 Luglio 2024 13:43
Reply to  Fartur

Non penso che il “merito sportuvo” finira’ mai in assoluto.

Ma penso che potrebbe benissimo finire per qualche sport specifico, ad esempio il nostro calcio deturpato da tempo da personaggi squallidi, a tutti i livelli (incluso quello arbitrale).

Mondo21
Mondo21
8 Luglio 2024 23:26
Reply to  dagliStates

  :like:   :like: 

MarcoB
MarcoB
8 Luglio 2024 18:44

Ormai è assodato che siamo la miglior realtà calcistica italiana da anni per quanto riguarda il vivaio.
Domanda per chi ne sa di più: a livello europeo, chi sono le migliori? E a che livello saremmo noi in rapporto a loro?

Bergamo69
Bergamo69
8 Luglio 2024 19:29
Reply to  MarcoB

Buonasera l’ajax ha sempre avuto la reputazione di sfornare giovani campioni da decenni

moreto
moreto
8 Luglio 2024 19:32
Reply to  MarcoB

l’Ajax come settore giovanile è ancora avanti tanto tanto rispetto a noi

95Frank
95Frank
8 Luglio 2024 19:52
Reply to  MarcoB

Analizzando gli ultimi 10 anni, io penso che il vivaio di maggior successo in Italia sia stato quello dell’Inter, seguito da quello dell’Atalanta (oggi, l’Atalanta potrebbe anche aver superato l’Inter).

In Europa, penso che Ajax e Barcellona siano da tempo all’avanguardia.

seagull
seagull
8 Luglio 2024 20:11
Reply to  MarcoB

Noi non possiamo dire di essere i migliori: siamo FRA i migliori, siamo forse quelli che curano meglio organizzazione ed investimenti in stritture e competenze, specialmente adesso che è arrivato Samaden.
Ma ci sono Società ancora più brave nell’attirare i talenti, specialmente in Europa.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
12
0
Would love your thoughts, please comment.x