31-03-2020 07:37 / 24 c.

Stop al calcio: dalla serie A alla C. La Pro Patria non va a Lecco ...

Cresce il numero di club di Serie A che ora puntano a non ripartire. Lo riporta l’edizione odierna di Repubblica, che fa il punto sulla situazione del campionato, dopo gli scontri delle ultime settimane.

Molto ruota intorno alla prospettiva di non poter pagare più i calciatori fino a fine stagione. Così, l’ipotesi di chiudere qui la stagione diventa sempre più appetibile per diverse società. Anche perché chi rischiava la retrocessione potrebbe salvarsi, le prime quattro sarebbero praticamente sicure di andare in Champions, in caso di congelamento della classifica. Probabilmente non a caso, tra i club che vogliono a tornare a giocare ci sono Lazio e Napoli, la prima con l’obiettivo scudetto, la seconda con l’obiettivo di centrare l’Europa in campionato o in Coppa Italia.

 L’ultima parola tuttavia spetta al Governo. E ieri il ministro dello sport Spadafora ha messo un paletto non da poco conto: intende infatti prorogare fino a fine aprile il blocco dello sport, ampliandolo anche agli allenamenti. Scompare così l’ipotesi di giocare il 3 maggio, con nuova deadline fissata per sabato 16 maggio, chiudendo poi il campionato a metà luglio, spiega Repubblica.
 
 La larga maggioranza, dicevamo, si è compattata tuttavia nel chiedere il congelamento dell’attuale classifica e delle retrocessioni: 15 club, in tal senso, sarebbero d’accordo, seppur all’orizzione ci sia il rischio di una Serie A a 22 squadre nella prossima stagione, facendo salire Benevento e Crotone. In fondo, è la posizione dei club, il taglio degli stipendi permetterebbe di compensare, almeno in parte, l’eventuale mancato incasso dai diritti tv.
Ma ci sono anche ipotesi diverse: una corrente minoritaria ritiene non si possa considerare valido un torneo con 25 giorante concluse su 38, per questo vorrebbe che la classifica finale valida per le coppe sia quella della passata stagione, che favorirebbe in chiave Champions il Napoli rispetto alla Lazio.
fonte calcioefinanza.it


di Marcodalmen




  1. Visto che ora non si deve pensare al calcio e non sapremo quando tutto finirà, non si potrebbe non fare campionato 2021 e spalmare sul 2021 il campionato attuale? In questo modo per le partite rimanenti si potrebbe tardare il suo reinizio così da essere sicuri di avere partite con pubblico e anticipare la chiusura per le nazionali (non che a me interessi). Tutti contenti e campionati non falsati


    • Questa idea era venuta anche a me, non sarebbe male, altrimenti per fare entrambi i campionati si dovrebbero fare le corse e giocare in tempi più ristretti


  2. Una A a 22 con i  salvi? Anche no! Anche perché come ha detto il presidente del Frosinone (direttissimo interessato ovviamente), le promozioni sono 3, mica 2. Quindi? Serie A a 23 squadre?
    Qualunque soluzione diversa dalla fine naturale del torneo provocherebbe ricorsi di qualcuno. Io preferirei finire il campionato, anche ad agosto-settembre, e ricominciare il prossimo anche a novembre.
    "E l'europeo?". Come sono stati aboliti due mondiali per la guerra, per conto mio si può abolire un europeo. Non lo faranno mai per i $$$, ma non sarebbe mica uno scandalo.


    •  
      Premettendo sempre che ci sono altre cose molto più importanti a cui pensare e che ci si introduce in questo argomento per esprimere il proprio pensiero su questa questione secondo me visto che siamo in un caso eccezionale bisogna lasciare tutto com'è tranne eccezioni per quelle squadre che avevano già stabilito chi era il vincitore .
      Al benevento non puoi impedire di venire in serie a avendo stra vinto il campionato quindi farei salire loro e farei scendere il brescia .
       
      Come puoi non dare al liverpool la premier ? una squadra che ha così tanti punti di vantaggio visto che siamo in un caso eccezionale non può non avere lo scudetto tutto il resto resta così e non sì gioca più per quest ' anno perché giocare partite per stabilire verdetti dopo quello che è successo per me non ha senso sarebbero altre partite e altri campionati .
      L ' unica certezza è che tutte le squadre prenderanno le stesse decisioni perché devono stabilire una classifica e non è che in una nazione finiscono il campionato l ' anno prossimo e in una nazione lo finiscono a settembre . 
      Se sì riesce io non rovinerei 2 campionati ma cercherei di fare di tutto per limitarne i danni di uno solo .


  3. Congelamento classifiche all'ultima giornata giocata da tutte. Soluzione semplicissima. Il virus non è colpa di nessuno e nessuno l'ha voluto. A giugno si concentrano gli ultimi turni di coppe europee e nazionali e  così che al 30 giugno la stagione 2019-2020 è chiusa. I titoli nazionali dei campionati vengono assegnati se c'è accordo nelle rispettive leghe altrimenti non si assegna (in inghilterra forse l'unica lega con titolo virtuale già assegnato).  L'unica grana sono le retrocessioni e promozioni dalla B in giù ma anche qui si potrebbero tentare playoff e playout a giugno.


  4. Rummenigge: "Finiamo la stagione a tutti i costi........."
     
    Ma vaffa ........
     
    L'elenco dei morti sta salendo in tutta Europa e tu pensi di "finire a tutti i costi" .......
     
    A TUTTI I COSTI !?!?!
    Ma ti rendi cont che la gente continua a morire in tutta Europa!


  5. Secondo me è molto difficile che si giochi ancora per questa stagione. Meglio fermare tutto ora.
    Ho guardato le classifiche fino alla Serie C. Non c'è bisogno di fare una A con 22 squadre, basta limitare il numero di promozioni/retrocessioni annullando i playoff/playout (che tanto non si potrebbero giocare).
    Dalla A scendono le ultime 2, che hanno fatto molti meno punti rispetto a Lecce e Genoa.
    Dalla B salgono le prime 2, senza playoff.
    Dalla B scendono le ultime 3, senza playout.
    Dalla C ne salgono 3, la prima di ogni girone. Tutte e tre stanno dominando il rispettivo girone, quindi ci sta.
    Più complicato il discorso Serie C/D ma anche qui basterebbe modificare le regole per quest'anno, vista la situazione particolare. Fai scendere le ultime 3 per girone, annullando i playout, e promuovi le prime di ogni girone di Serie D (come avviene già ora). Essendo 9 i gironi, potrebbe funzionare.
    Più che altro perché se annullano completamente le retrocessioni/promozioni dopo ci saranno ricorsi dei vari Benevento, Monza, ecc. che vorranno la promozione. In questo modo si limitano i danni secondo me.


    • wigners_friend -
       31/03/2020 alle 14:58
      Se fai le retrocessioni faranno ricorso Brescia e Spal. Hai voglia a dire che tanto ormai erano spacciate, non essendo previsto nei regolamenti una chiusura anticipata per cause di forza maggiore, davanti a qualsiasi giudice una società anche solo matematicamente in corsa sarebbe praticamente certa di vincere. Ecco perché Gravina, dopo le prime balzane idee (playoff ecc.) ha detto che la stagione si potrebbe finire anche a settembre, perché gli avvocati della FIGC gli hanno fatto notare la cosa. L'unica soluzione per trovae un accordo e chiuderla qua, è trovare una soluzione che non scontenti nessuno, ma la vedo ardua. Per ora abbiamo altro a cui pensare, ma quando l'emergenza sarà finita ne vedremo delle belle.


      • Il problema è che non esiste una soluzione priva di potenziali ricorsi e controricorsi...se non fai retrocessioni in A allora non puoi farle nemmeno in B, in C ecc. e quindi tutte le serie andrebbero ad aumentare di 2 o più squadre. Un bel casino.
        Ovviamente ora abbiamo altro a cui pensare, ma concordo che poi, una volta finito (speriamo presto), ne vedremo delle belle.


    • Mi sembra un'ottima analisi 


  6. Io avevo letto anche di una improbable ipotesi che in coppa sarebbero andate le squadre in base al ranking UEFA... Ecco non so in questo meomento come saremmo messi in quel caso, anchese penso sa molto improbabile quasi utipistico... Logico che chi vue andae avanti ono le squadre che hanno obiettivi, la Lazio di Lotirchio per lo scudetto e il Napule per una rincorsa europea... Mentre altre squadre fanno spaluccie e se ne fregano, non  parlo di squadre senza obiettivi, ma anche il Milan mi sembra che stia nel suo angolino zitto zitto... Presumo che in questa fase entrerà in gioco anche il fatto del risparmio economico... Per il Milan ma anche per altri club penso per esempio alla Doria risparmiare un po' di menislità non andrà a gravare su una situazione già gravosa dei conti, considerato ancheil fatto che i diritti Tv non saranno ripartitti in toto visto che ci si e fermati a 3/$ di campionato... Più o meno e la stessa situazione che si e creata nel basket, parlando per la BB14 che per chi non la conoscesse e la squadra di bergamo che milita in A2, dove i club che non vogliono ripartitre sono quelli con problemi finanziari e che se dovesserò proseuire con la stagione difficilmente si presneterebberò alla linea di partenzxa della prossima...


  7. Non capisco perché dovremmo fare un campionato a 22.
    Perche non devono retrocedere le ultime 2?
    Brescia e spal hanno 16 e 18 punti... cosa vorrebbero rivendicare? 
    Come le prime 4 vanno champions le ultime 2 scendono. 
    Non capisco 


  8. Ripartono solo le coppe europee a giugno... classifica attuale valida per coppe stagione 20-21... allargamento a 22 squadre campionato 20-21 con partenza ad agosto


  9. Per la prossima stagione a 22 non vedo problemi, potrebbero partire a inizio agosto o fine luglio come già avviene in Francia (tanto riposare hanno riposato) e recupererebbero già le 4 giornate in più previste; la cosa più difficile sarà trovare una soluzione che accettata da tutti senza minacce di ricorsi o altro, perché qualcuno per forza di cose sarà scontentato.
    Mi sembra chiaro che le squadre senza obiettivi di classifica o peggio che rischiano di essere invischiati nella zona retrocessione non avranno la minima intenzione di riprendere.
    Da atalantino credo andrebbe bene tutto: una sospensione definitiva credo ci garantirebbe secondo qualsiasi criterio la champions nel 20/21, la ripresa ci regalerebbe un quarto di champions (e la possibilità di godere dello spettacolo del gasp ancora per un po' di partite).


  10. Io sarei contento se ripartissimo. 


    • Anche io, perché vorrebbe dire che questa situazione di merda si è risolta, ma la vedo dura purtroppo.


  11. Già ! Ma mettiamoci anche il presuntuoso MONOCIGLIO nonchè il GUERCIO nella contesa così ne vediamo all'ITAGLIANA !
    secondo me sarebbero tutti contenti se l'ATALANTA fosse retrocessa al posto del Brescia e se potessero prendere x loro tutti i dobloni che ha portato a casa con la Champions 



    • PIER73ALBINO -
       02/04/2020 alle 20:07
      Perché l'Atalanta retrocessa al posto del Brescia, scusa?


  12. De Lamentis VS Lotirchio, ne vedremo delle belle...


  13. l' unico che vuole ripartire e' quel buffone di Lotito.... ma non si vergogna e' ridicolo come nessuno questo Gambadilegno.


  14. L'errore più grave sarebbe quello di fare un torneo a 22, avendo gli europei ci sarebbero tanti turni infrasettimanali.


  15. Contano o soldi...che non ci sono...devono finire la stagione per recuperare il denaro....dom é chiaro..il presidente di Lega ha detto che si gioca fino ad Agosto nel caso


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.