Home Notizie Stipendi, pronto un taglio da 465 milioni lordi

Stipendi, pronto un taglio da 465 milioni lordi

11

Risultato immagini per 465

Il piano per il taglio degli stipendi dei calciatori si fa sempre più concreto in Serie A. Con il passare dei giorni, l’emergenza mette a forte rischio la ripartenza del massimo campionato italiano, che così si sta attrezzando per coinvolgere le Leghe europee e sollecitare la UEFA per arrivare a un risparmio del 30% degli emolumenti.

Come riporta “Il Corriere della Sera”, ieri  la Lega Serie A ha inviato alla Federcalcio la documentazione sullo stato dell’arte al tempo del Coronavirus. Tra i 12 punti in agenda per fronteggiare la crisi c’è anche l’ipotesi di una parziale defiscalizzazione sul costo degli ingaggi e la creazione di un fondo di garanzia per chi guadagna poco. Il piano prevede di non chiedere soldi al governo, ma chiede anche che il governo non ne pretenda dal calcio.

La FIGC farà porterà quindi a termine un lavoro di sintesi, per presentare entro venerdì un dossier al ministro dello Sport Spadafora. Sul taglio degli stipendi si cerca un approccio il più ampio possibile, da qui la volontà di coinvolgere le leghe di Germania e Francia, Spagna e Inghilterra.

Proprio quello inglese potrebbe essere il modello da seguire. La Premier League ha giocato il 75% delle gare e se non ripartirà intende decurtare gli stipendi del 25%. Così la Serie A, che avendo giocato 26 giornate su 38 (salvo i recuperi), cioè due terzi della stagione, opterebbe per un taglio del 30%, con un risparmio complessivo lordo di 465 milioni.

Il taglio non sarà uguale per tutti, ma pensato per fasce di reddito. Serve però una normativa ad hoc del governo. Inoltre, la Serie A punta a chiedere alla UEFA una sorta di regolamento trasversale, coinvolgendo anche la “Fifpro”, il sindacato europeo dei calciatori.

L’AIC del presidente Tommasi intanto prende tempo, per provare a capire quale sarà il danno effettivo. La Lega confida invece nel buon senso di tutti, sapendo che ciascuna parte in causa dovrà pagare qualcosa. In ogni caso – conclude il “Corriere” – su un argomento così delicato e potenzialmente esplosivo servirà l’intervento del governo.

fonte calcioefinanza.it

Bookmark(0)

11
Inserisci un commento

Please Login to comment
10 Albero dei commenti
1 Albero delle risposte
0 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
9 Autori
OiggaivDago7seagullliberoRialto23 Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
Oiggaiv
Membro

Quindi ?


Dobbiamo aprire una sottoscrizione anche per loro.?


Datemi il codice iban che faccio subito una bella donazione.


Con tutte le categorie che avranno problemi seri......

lumaca
Membro
lumaca


Io farei pagare tutto a Lotito. 

Dago7
Membro
Dago7

In una società di calcio non esistono solo i calciatori, quelli che subirebbero di più tagli sono i vari impiegati, giardinieri, etc etc

seagull
Membro

Peccato che la scure non si abbatta, a quanto pare, sui PROCURATORI, che sono il vero cancro da estirpare dal mondo del calcio! 

libero
Membro

Speriamo che questa situazione porti ad un ridimensionamento delle cifre che girano nel calcio, sono troppo spropositate 

Oiggaiv
Membro

Ciao baja, concordo anch'io,  ma credo che al massimo nel giro di 2/3 stagioni x quel che riguarda il calcio tutto tornerà alla " normalità. "


Rialto23
Membro
Rialto23

"L'AIC del Presidente Tommasi intanto prende tempo per provare a capire quale sarà il danno effettivo."


C'è bisogno di commentare.......??  

kikko
Membro
kikko

Beh società come la nostra, potrebbe dare come premio per la stagione il riconoscimento dello stipendio intero, credo che le casse lo possano permettere, poi magari gli stessi potrebbero devolvere in beneficenza, ma sto vedendo un mondo troppo roseo forse.. 

farabundo
Membro

poverini...


 

SanPaoloneroblu
Membro
SanPaoloneroblu

Essendo sicuro che economicamente non creerà nessun problema, posso solo dire che  me ne fotto altamente!!

prytz
Membro
prytz

era ora

Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.