14-02-2020 23:30 / 20 c.

Risultato immagini per valencia atletico madrid

14/2/2020

Valencia - Camp de Mestalla

La Liga – 24^ giornata

VALENCIA – ATLETICO MADRID 2-2

In una sorta di spareggio Champions Valencia e Atletico danno vita ad un anticipo di campionato pirotecnico e per nulla scontato. Il prossimo avversario dell’Atalanta mostra due volti che lanciano parecchie incognite in vista della prima gara in programma mercoledi a San Siro. Dopo un primo tempo di marca madridista, nella seconda frazione esce il vero volto dei giallorossi , abili nelle giocate aeree e nello sfruttare le sgroppate sulla fascia di uno scatenato Ferran Torres.

Iniziano bene gli ospiti che testano i riflessi a Domenech con un tiro telefonato di Saul. Il Valencia prova a dettare i tempi nonostante il pressing alto dell’Atletico. La prima conclusione pericolosa dei padroni di casa arriva all’11’ con un tiro cross di Ferran Torres ma il Oblak para in presa alta. Al 14’ azione in percussione dei colchoneros con la difesa giallorossa mal posizionata che permette a Correa di effettuare un cross basso che Llorente deve solo depositare in rete. Il Valencia, visibilmente scosso, ci mette parecchi minuti per riprendersi, rischiando dieci minuti dopo sempre con un pasticcio in difesa non sfruttato dall’Atletico. Valencia che cerca allora di sorprendere gli ospiti con giocate aeree preda però della difesa guidata da Oblak. Gaya pericoloso al 31’ con azione di sganciamento sulla fascia che gli permette un passaggio filtrante non sfruttato da alcun compagno. E’ il momento migliore per i padroni di casa che collezionano un paio di angoli, senza esito. Al terzo corner però arriva il momentaneo pareggio. Dalla parte opposta, Maxi Gomez lasciato colpevolmente libero crea l’assist con palla nel mucchio ed il più lesto è Gabriel Paulista che di testa trafigge Oblak. E’ il gol liberazione per un Valencia nervoso ma subito dopo Parejo perde palla a centro campo innescando Thomas che si fa una ventina di metri e dal limite fa partire un tiro chirurgico che a fil di palo si insacca alla destra di Domenech. Il nuovo vantaggio dell’Atletico pone fine alle ostilità nel primo tempo.

Nella seconda frazione subito altro pasticcio difensivo dI Parejo con Correa che non sfrutta l’errore del capitano giallorosso. Ferran Torres decide però di lasciare un segno sulla partita saltando sistematicamente Saul. Al 58’ i valenciani pervengono meritatamente al pareggio grazie a Kondogbia che con una conclusione sporca capitalizza la punizione spiovente di Parejo. Ora il Mestalla è una bolgia e spinge i suoi beniamini. Thomas prova ad alleggerire la pressione con una conclusione alta di poco. Ma l’Atletico non riesce più a farsi pericoloso, subendo un autentico assedio. Ferran Torres suggerisce sempre dalla sua fascia di competenza ma Gameiro non ne approfitta. In azione di rimessa l’Atletico prova a sorprendere la retroguardia giallorossa con Morata il cui colpo di testa trova pronto Domenech. Si vede anche Maxi Gomez, sempre innescato da Torres, ma il tiro è alto. Con autentiche rasoiate il pallone sorvola la difesa ospite senza però trovare un padrone. Nel finale altre due conclusioni di Gaya prima vedono Oblak pronto alla deviazione alta e poi con una volè mettono i brividi a Simeone ed i suoi ragazzi. Ai punti meriterebbe la vittoria il Valencia, dopo un primo tempo dove la difesa ha dato segni di precarietà mentre nel secondo tempo è uscita la vera anima dei ragazzi di Celades, che costringono i più quotati uomini della capitale a rinchiudersi nella propria area rischiando di capitolare in almeno tre occasioni.

di Giuseppe De Carli



di Staff







  1. Dico solo  che  oltre a  Florenzi gli   mancano  i  DUE CENTRALI TITOLARI   (sarebbe  come  a  NOI  mancasse GIMMJ e  PALO ) X l'andata   e   ritorno
     uno   OPERATO e  l'altro   SQUALIFICATO ! Poi  o ,  si   GIOCA   sempre in  11  ... e   sono    FIDUCIOSO !
    L'importante e'   avere  un  ARBITRO   all'altezzza  e   sopratutto....NON   ITALIANO   perche'  ultimamente  fanno   PAURA piu'  dell'avversario !
    Spero   che  stasera  mi   SMENTISCA ma   ho   poca   fiducia .


  2. Sicuramente a oggi non sono al meglio, ma nel secondo tempo, pur nel caos, ho visto belle giocate, strappi e accelerazioni da far paura. Oltre a una fisicità davvero importante. Sarà durissima. Non sono costanti sull’arco della partita, ma sanno piazzare strappi micidiali. Occhio a illudersi. So che il Gasp e i ragazzi non ci cascheranno.


  3. Squadra che ci darà parecchi problemi sulle palle inattive e in intensità di gioco. Tecnici e veloci. Però la difesa....la difesa...è un grosso punto interrogativo. Rischiamo di vedere tanti gol in due partite. Speriamo di farne più di loro.


  4. Pazzoperladea -
     15/02/2020 alle 9:13
    A quanto ho letto, fuori pe rinfortunio anche Gabriel Paulista


    • Per squalifica doppia (rosso diretto per "testata" a un ajacido). Non ci sarà ne' all'andata ne' al ritorno.


  5. E Florenzi si è beccato la varicella.....


    • La varicella è estremamente contagiosa...





  6. Io spero, per loro, che non si schierino con il 4-4-2 contro di noi!!! 


    • Io spero per noi che nn giochino come l ultima mezz ora....intensità pazzesca  sono rimasto impressionato


      • Hanno un buonissimo attacco con qualità e non sono agli ottavi per caso. In difesa, come non é il nostro forte, non lo é neanche per loro. Anzi...
        In 24 partite di Liga, per i pipistrelli 35 gol fatti e 34 gol subiti (38 punti)
        Noi in 23 partite 61 gol fatti e 31 subiti (42 punti)
        Credo che entrambe le squadre abbiano le migliori qualità in attacco, sicuramente il nostro é molto più prolifico (abbiamo fatto decine di gol in più anche per vocazione offensiva della squadra). 
        Partita da 50-50. Le statistiche negli scontri diretti lasciano il tempo che trovano. Squadre che hanno in comune poco. Noi siamo una squadra di possesso (anche quando perdiamo). Loro raramente predominano nel possesso palla. Più che mantenere il pallino del gioco hanno una grande capacità di verticalizzare e fare male.
        Capacità sviluppata nella Liga che non é la Serie A e gli lascia questa eredità. Ricordo per esempio il 25 gennaio hanno battuto 2-0 il Barça (!) con solo il 26% di possesso contro il 74% dei catalani. Attenzione.
        Comunque non avendo i due centrali difesa titolari e dovendo schierare in entrambe le sfide in particolare un difensore (Mangala) che al momento dell'infortunio di Garay (2 settimane fa) aveva all'attivo in tutta la stagione solo 2 presenze in Liga e 1 in Champions ci dà un vantaggio e ci indica la via. Ieri sera durante la partita i commentatori spagnoli al minuto e mezzo di gioco e al sesto (!) citando la sfida contro di noi sollevavano dubbi sulla coppia di difesa e soprattutto su Mangala. Dobbiamo fargli male attaccandoli da subito per togliergli certezze.


        • Bravo BSoares allora è come dicevano anche altre persone che sono una squadra veloce e che gioca in contropiede . Sono squadre con caratteristiche completamente diverse allora e le subiamo un po' e possono metterci in difficoltà non so ' chi sia il loro allenatore ma spero che non sia bravo a preparare azioni studiate apposta ( come ancelotti a napoli l ' anno scorso per intenderci o anche altri allenatori ) e che non abbiano più benzina di noi in corpo . Comunque sia se vogliamo passare il turno bisogna dimostrare qualcosa e volevo chiederti in fase difensiva di tutta la squadra come si comportano ? si schierano a muretto ( fanno densità bassa ) ? vanno sull ' uomo ? stanno a zona ? 


          • Ciao Musa 
            A zona. Non direi proprio che fanno densità bassa.
            Non saprei darti un'analisi tattica dettagliata avendo visto non tutte ma alcune partite quest'anno del Valencia. 
            Su un aspetto abbastanza "complicato" come zona/uomo...  Sull'Atalanta dicono sempre che giochiamo a uomo a tutto campo ma secondo me in difesa pratichiamo un "uomo nella zona" per esempio. 


            • Ciao 
              Sì sì ma tranquillo a me piace ascoltare le opinioni di tutti quando non conosco una squadra per farmi un ' idea . Anche miei amici mi hanno detto più o meno quello che dici tu e anche qui sul sito altri utenti hanno scritto quelle caratteristiche sulla squadra quindi non penso sia molto distante dalla realtà per il resto lo scoprirò a san . siro . Grazie della risposta BSoares .


              • Sui siti/forum valenciani tramite una veloce scorsa vedo che ce l'hanno su e parecchio con Parejo e col "povero" Mangala che con Diakhaby giocherà col peso di dover sostituire Gabriel Paulista e Garay. Diciamo che non monta tanta serenità nell'ambiente loro. Anche questo un fattore da sfruttare con "cattiveria"


            • Ma ieri sera ho visto un Valencia disordinato, molto distanti tra di loro lasciando molti spazi e soffrono molto il pressing (meglio per noi). Loro sono forti su calci d'angolo e punizioni (meglio per loro).


        • Scusa, ma mi è sembrato che, almeno nella partita di ieri, il loro possesso palla fosse schiacciante....


          • Ieri sì. Infatti parlavo in generale, per dare una semplice opinione personale generale sul Valencia. Ripeto anche qui che la mia opinione si basa su alcune partite e non tutte. Intendo dire che secondo me la partita che farà contro di noi il Valencia non sarà come il secondo tempo di ieri, caso raro che abbiano messo sotto nel possesso una squadra forte come l'Atletico. Ho fatto l'esempio del Barça, ma potevo farne anche altri di squadre che hanno avuto più il "pallino del gioco" del Valencia. L'Ajax per esempio (perdendo poi), il Villarreal per esempio (perdendo), il Real Betis (vincendo)... Il Real Madrid, sia in Liga (pareggiando), sia in Supercoppa (vincendo). Il Real Madrid comunque è squadra fortissima.
            Intendevo semplicemente dire che il Valencia abituata a giocare in Liga ha sviluppato una grande capacità di vincere le partite "subendo" l'avversario (dovendo affrontare sempre squadroni come Barça e le madrilene) o lasciandolo sfogare per fargli male con ripartenze terrificanti. Ed è ciò che parere personale faranno con noi. Non aspettiamoci il "Brasil" o il City di Guardiola...


      • Vero.
        Gli ultimi 30 minuti spingevano tantissimo soprattutto sulla loro destra.


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.