02-07-2017 16:30 / 0 c.

Alla fine della stagione agonistica abbiamo incontrato e avuto occasione di conoscere la Selezionatrice della Rappresentativa Under 15 della Regione Lombardia, in particolare della squadra denominato Franciacorta alla cui formazione contribuiscono le squadre delle aree Bergamo, Brescia, Lecco, Como e Sondrio: Mister Maria Macrì.

La Mister ha avuto modo di conoscere e selezionare molte calciatrici che militano nella squadra atalantina, non disdegnando la convocazione anche delle 2004. Molto presente sul territorio per visionare gare ed apprezzare l'evoluzione del calcio femminile, la Macrì ha un curriculum di tutto rispetto. Dagli esordi giovanissima, a soli 15 anni, nelle file del Como in serie A all'attività formativa presso scuole calcio, fino al Diploma Uefa A conseguito a Coverciano, oltre ai diplomi Uefa B e C conseguiti in Svizzera col metodo GAG.

In tutto 31 stagioni tra squadre Italiane e Svizzere con la soddisfazione di una Coppa Italia e due campionati primavera vinti. Tra gli altri ha giocato nel Como, Fiammamonza, Azalee, ACF Milan, Juventus, Derthona, Alessandria, Tradate e Rapid Lugano.

Anche la carriera d'allenatrice la vede dividersi tra Italia e Svizzera con particolare riguardo all'ambito giovanile ma senza disdegnare esperienze sulle panchine di squadre di A2 e B (Azalee, Como 2000, Milan Ladies). In Svizzera ha allenato anche squadre maschili partendo dagli allievi provinciali per arrivare fino ai Juniores regionali creando un fantastico gruppo di piccoli uomini. Infine ha rivestito il ruolo di Responsabile per il calcio Femminile Raggruppamento San Bernardo RSB (Lugano) e di punto di riferimento tra le Società e le Selezioni Ticinesi.

ioLa Lombardia campione in carica Under 15 è stata divisa in due squadre la "Longobarda" e la "Franciacorta", nonostante questo la Longobarda ha vinto proprio 1 luglio lo scudetto a Cesena, evidenziando che nella nostra regione,  le potenzialità sono notevoli.

Ci può spiegare come mai questa divisione territoriale?

Il motivo è proprio quello. Qualità e quantità, era un peccato non dare la possibilità a molte brave giocatrici di mettersi in mostra anche e soprattutto in previsione di una possibile chiamata nella U16 di Mister Migliorini. Che poi, l'obiettivo di queste "nuove selezioni" è proprio quello di fare da serbatoio per le nazionali. Il progetto CALCIO+ 15 è un ottimo progetto. Noi (Franciacorta) non ci siamo qualificate. Non sono una che cerca alibi o giustificazioni. Credo sia solo colpa mia. ☺

Perché è stato scelto il nome  "Franciacorta"?

Dovevo scegliere qualcosa che accomunasse le province di BG BS CO LC e SO. Non ci sono riuscita. Ho optato per la Franciacorta che almeno, è una zona vasta e conosciuta.

Come valuta l'esperienza fatta con le giovani calciatrici?

Un'esperienza fantastica. Ho trovato ragazze tecnicamente molto preparate, forse un po' graciline, ma cresceranno. Aggiungo anche che ho allenato, molto poco a dire la verità, giocatrici umili e con la voglia di imparare. Dettaglio di non poco conto.

Il calcio femminile italiano sta cercando di affermarsi sempre più, le spinte della FIGC e le risposte di molte società sembrano ancora un pò troppo timide per dare la svolta decisiva, cosa manca per crescere e diventare competitivi con gli altri paese europei e mondiali? A tal fine ritiene positivo il coinvolgimento delle società professionistiche nello sviluppo del Calcio Femminile?

Manca il professionismo, già dalla categoria giovanissime, per esempio. In ogni caso si stanno facendo passi in avanti, non troppo lunghi né troppo importanti, ma ci si muove. Poi in Italia di pionieri non ce ne sono molti. Si vive di "emulazioni", che non sono neanche troppo negative. Il calcio maschile professionistico deve capire che il calcio femminile è lo sport del futuro e quello in cui, fra l'altro, è anche piu' facile vincere. Quindi, società di serie A, B e C, investite sul calcio in gonnella, non ve ne pentirete.

Lei ha iniziato l'esperienza in serie A giovanissima a soli 15 anni, che differenze riscontra tra la vostra generazione e le ragazzine  di oggi?

Una differenza abissale. Mi spiego meglio. Le giovani di oggi hanno la possibilità di giocare in squadre femminili (che sono tante) o in quelle maschili fino ad una certa età. Ai miei tempi non era possibile. Io ho iniziato a giocare a calcio all'asilo. Nella mia triste infanzia, il pallone è stato la mia salvezza. Ricordo che giocavo e mi allenavo coi maschietti all'oratorio di Eupilio (Co). Ero molto piu' brava di tanti di loro. Poi arrivava il sabato pomeriggio e, mentre loro andavano a giocare, io tornavo a casa di corsa e piangendo. Questo è successo regolarmente tutte le settimane, per anni. Quelli erano anni senza internet, io pensavo di essere l'unica bambina sulla terra che giocasse a calcio. Non vedevo un futuro col pallone. Poi un giorno mio fratello mi dice "domani sera ti porto a fare un provino ad Olgiate Molgora dove si allena la Libertas Como". Comprai delle scarpe, le Puma, mi ricordo, e andai. Ero terrorizzata. Mi stavo per allenare con donne adulte. Dopo il primo tunnel mi sciolsi un po' e fui "tesserata". La donna a cui feci il tunnel me lo rinfaccio' per mesi.

Ora non è piu' fra noi.❤

Quello è stato l'inizio di una lunga carriera, neanche tanto importante, che è durata 25 anni. Il mio carattere mi ha anche forse impedito di giocare in squadre di livello piu' alto. Diciamo che mi sono sempre venduta male. Ma, pur giocando quasi sempre in serie A in squadre di metà classifica, ho sempre fatto gol a raffica. In generale ho fatto quello che mi sentivo e mi sembrava giusto fare.

In Lombardia  sono stati istituiti tre Centri Federali Territoriali per lo sviluppo e la valorizzazione del calcio giovanile e femminile, precisamente a Montichiari (BS) Verano Brianza (MB) e San Fermo della Battaglia (CO). Rileggendo le convocazioni ho notato che nessuna bergamasca è stata convocata presso questi centri, le uniche due Atalantine convocate sono di Monza, questo dipende dal fatto che si sta aspettando l'apertura di un nuovo C.F.T. anche nella nostra provincia? Magari proprio a Cologno al Serio dove si è tenuta l'ultima convocazione della Rappresentativa?

Alcuni CFT sono stati aperti dopo rispetto ad esempio a quello di Como. Altri ne apriranno a breve, non so di preciso dove. Sono sicura che le bergamasche saranno tantissime già a partire dal prossimo ottobre. Il centro sportivo di Cologno al Serio è bellissimo, non so se hanno fatto richiesta di diventare CFT. Glielo auguro pero'.

Quali sono i suoi progetti per la prossima stagione?

Per ora ho ricevuto alcune proposte, ma non ho fretta. Aspetto e, se possibile, scegliero' quella piu' stimolante.

Essendo su un sito dedicato all'Atalanta, possiamo chiederle se ha seguito la bellissima stagione appena conclusa dalla Dea conclusasi con la conquista del 4 posto? quale giocatore l'ha colpita maggiormente?

Certo che l'ho seguita. Fra l'altro l'Atalanta gioca un calcio fatto di molta sostanza e pochi fronzoli, come piace a me. Io sono per un calcio "pragmatico", alta intensità e conclusione in pochi secondi. Poi non sempre è possibile metterlo in pratica, molto dipende dai protagonisti, ma l'idea è quella. Spinazzola, per, appunto, la sua intensità, e il Papu, per i piedi buoni, come i miei (ride), questi sono i giocatori che ho apprezzato e ammirato dal divano di casa. La Dea farà bene anche in Europa.

Cosa pensa riguardo le formazioni femminili Atalantine, ritiene che sia stato intrapreso il percorso giusto?

Beh direi proprio di si. Io ho avuto modo di vedere all'opera LE GIOVANISSIME, ma anche di scoprire il "progetto al femminile" dell'Atalanta BC, grazie anche a Stefano Cambiaghi loro mister, e devo dire che mi hanno molto impressionato per la qualità presente in ogni reparto e nelle varie annate, e per, cosa che mai avrei pensato di trovare, l'attaccamento, da vere tifose, per la maglia che indossano. 

Ringraziandola per la cortesia e disponibilità non posso far altro che augurarle le migliori fortune professionali e personali.
 rappresentativa

Mister Macrì con alcune delle sue ragazze della Rappresentativa.

FORZA ATALANTA

di Cuginus




Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.