12-03-2018 11:48 / 197 c.

Risultati immagini per gasperini atalantaGian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta, ha parlato a Radio Rai Uno nel corso di Radio Anch'Io lo Sport: "

La gara con la Juve e la corsa scudetto?

Sarei contento se i punti rimanessero quelli di ora perché significherebbe che l'Atalanta avrebbe fatto un'impresa.

Le polemiche sul turn over?

Non so chi ha fatto polemica. Io rispondo solo a chi ci mette la faccia, non certo da chi la fa tramite internet. L'Atalanta ha una sua rosa e una sua squadra. Non abbiamo mai messo in campo la primavera, cerchiamo di giocare al massimo tutte le partite.

Il gol di André Silva?

I rossoneri sono forti, sappiamo che è in grado di ottenere grandi risultati. Potrebbe rientrare anche nella corsa Champions. Adesso non abbiamo più impegni extra campionato. La società non ci ha mai posto questo obiettivo, ma ce lo siamo dati con la squadra, strada facendo.

Cosa ha dato e cosa ha tolto l'esperienza in Europa?

Ci ha dato molto, è stata un'esperienza incredibile. Ci ha dato consapevolezza e un modo diverso di affrontare le partite contro avversari che affrontano i match in modo molto diverso rispetto al campionato. L'Atalanta, tutta, esce arricchita.

Cosa succede a Gomez?

L'anno scorso ha fatto un campionato eccezionale ma devo dire che anche quest'anno ha fatto cose importanti. Ci sono stati alcuni episodi, come il rigore contro la Juve e il gol mancato contro il Borussia, che sono stati sfortunati. Parleremmo di lui in altri termini. Ha comunque 12 partite per riprendersi qualche soddisfazione.

Ritorno al Genoa?

Preziosi non mi ha cercato per tornare, sto molto bene a Bergamo.

Chiamata da Napoli?

Alle chiamate importanti si risponde sempre. E' un'altra società che sta ottenendo risultati positivi, non è il momento di pensare a tutto questo.

Come fermare la Juventus?

Io sono convinto che la partita contro la Juve non finisce 0-0. E' una squadra che segna sempre e comunque, dobbiamo dunque realizzare almeno una rete per sperare di fare risultato. Dobbiamo giocare partite quasi perfette, come ci è quasi riuscito negli ultimi confronti con i bianconeri. Dovremo fare una partita al massimo delle nostre possibilità sperando che loro facciano un passo falso.

Firmare per un pareggio?

Fare un risultato a Torino è sempre difficile da ottenere per qualsiasi squadra. Ha dei record difficilmente battibili in casa. Noi abbiamo l'ambizione di fare qualcosa di importante per la nostra classifica. Non dobbiamo salvare il campionato, dobbiamo fare il meglio possibile. Sarà il Napoli che dovrà vincere a Torino per legittimare la corsa scudetto.

Chi merita lo scudetto?

Alla fine chi uscirà vincitore, avrà assolutamente meritato lo scudetto in pieno rispetto dell'avversario che avrà fatto comunque una grande stagione. Non deve mai mancare la convinzione perché in ogni momento tutto può essere capovolto. Il Napoli deve pensare a battere la Juve nello scontro diretto perché se vuole confermarsi in lotta, prima o poi dovrà battere i bianconeri.

Paura di perdere qualche giocatore in estate?

Questo è nella natura di società come l'Atalanta perché la differenza con le grandi è esagerata. Costringe questo tipo di società che neanche volendo possono trattenere i propri campioni. Dobbiamo rinnovarci senza fermarci mai, trovando giovani e nuovi giocatori per puntare in alto. Potremo pensare anche di alzare il tiro dopo gli ultimi risultati e non pensare più alla salvezza ma a qualcosa di più. La nostra più grande soddisfazione è il fatto che tanti tifosi italiani abbiano tifato per noi quando eravamo impegnati in Europa. Questa è stata la più bella vittoria.

La Nazionale intimorisce gli allenatori?

Non penso che sia così. E' chiaro che tutti gli allenatori amano il lavoro sul campo giorno per giorno. Il tecnico della Nazionale è diverso ma è un ruolo di tale prestigio che tutti vorrebbero ricoprirlo. Adesso vediamo questi mesi, cercheremo di raggiungere il massimo con l'Atalanta e poi vedremo".

fonte novantesimo.it



di Marcodalmen




  1. Io credo rimarrà fino a quando vedrà margini di miglioramento. 
    Lui stesso ha detto che non accetterebbe un ridimensionamento dell'Atalanta .
    Al Presidente piace sognare. Al Mister ancor di più .
    I due si piacciono e si usmano.
    Sono ottimista


  2. Trovo questo panico e allarmismo decisamente esagerato. Innanzitutto invece di star qui a farsi tanti film mentali sarebbe molto meglio godersi questa stagione e concentrarci, noi tifosi in primis, sulle partite che mancano e che sono importantissime. Poi bo, io non riesco a vedere tutti questi sottintesi presenti tra queste fantomatiche righe. Scopriremo cosa succederà soltanto vivendo, per ora carpe diem. 


  3. @ seagull - 12/03/2018 alle 13:48: " Ho letto e prendo atto della filosofia di Costanzi, ma secondo me, almeno la Primavera dovrebbe introdurre i ragazzi al contesto tattico della prima squadra. Partire dai pulcini con l'impostazione della prima squadra sarebbe pericoloso, visto che quest'ultima potrebbe cambiare per varie ragioni".
     
    A me, la filosofia di Costanzi sembra un po' strana .....
     
    In sintesi: sarebbe pericoloso partire dai pulcini con l'impostazione della prima squadra perche' quest'ultima potrebbe cambiare per varie ragioni che, in parole povere vuol dire che Gasperini potrebbe lasciare/essere mandato via da Bergamo .....
     
    Ma per ora Gasperini c'e' ..... e tutti ci auguriamo che resti .....oppure "non tutti"?.
     
    Delle due, l'una.
     
    O il gioco di Gasperini e' valido e, quindi, va insegnato fin in dai pulcini ...
    O il gioco di Gasperini non vale un c...., e allora Gasperini va mandato via il piu' presto possibile .... (come, forse, qualcuno spera? ...)
     
    Forse, qualcun spera che Gasperini se ne vada (e fa di tutto per ostacolarlo) ma non puo' dirlo apertamente visto il sostegno per lui da parte della stragrande maggioranza dei tifosi ........ (?)
     
    Io penso che siamo arrivati ad un bivio:
     
    (1) Se veramente vogliamo che Gasperini resti con noi, dobbiamo fare (entro i limiti del budget) le due cose che lui chiede da sempre:
     
    - ingaggiare giocatori "adatti" al suo tipo di gioco,
    - addestrare i giovani del nostro vivio al suo tipo di gioco.
     
    (2) Se, per ragioni che io non conosco, vogliamo liberarcene, allora boicottiamolo pure, in ogni modo possibile.
     
    La mia opinione e' che a lui non interessi ne' il Napoli, ne' il Bologna, ne' il Torino, ne' altre squadre, ma voglia semplicemente essere messo in condizione di implementare a Bergamo il "suo" tipo di calcio (che e' bellissimo).
     
     


    • Condivido. Lui non vuole lasciare. Non vuole fenomeni. 
      Ma vuole essere il regista del progetto. Sa che a Bergamo è visto come Dio, ha la piazza dalla sua parte. Quindi sa bene che con gran forza può rivendicare molti dei suoi desideri


    • Adesso non esageriamo, insegnare il calcio di Gasperini ai bambini mi sembra decisamente troppo. Spesso è complicato per i professionisti, figuriamoci per un ragazzo che dovrebbe pensare soprattutto a giocare divertendosi...
      E poi scusa, ma ipotizzare che Costanzi (il cui curriculum nei settori giovanili è lungo e articolato) non voglia allargare alle giovanili il credo gasperiniano perché "gli sta antipatico"  mi sembra dietrologia allo stato puro.
      Può essere utile che alcune nozioni del Gasp siano trasmesse in Primavera, ma il settore giovanile della Dea esisteva prima di lui e continuerà ad esistere anche dopo (sperando che sia il più tardi possibile).


      • Ajax, Barcellona, Siviglia, lione..giusto per citare alcuni dei migliori settori giovanili, fanno giocare tutte le squadre allo stesso modo.


        • E quindi?
          Spesso il fatto che si giochi "nello stesso modo" dal settore giovanile alla prima squadra è un discorso di modulo e poco altro. Perché il tipo di gioco dipende molto anche dal materiale a disposizione, a maggior ragione quando si tratta di giovani: annate super-fiorenti e altre meno fortunate, come capita anche a noi.


          • Ho capito, ma se un giovane gioca per anni nello stesso modo della prima squadra, quando arriva in prima squadra, sicuramente sarà più pronto ad esordire


            • MA PRIMA DI PARLARE/SCRIVERE,
              perche non andate a rivedere l'intervista di Costanzi, così evitate di dire cazzate e congetture che non stanno nè in cielo nè in terra.
              Parlare/scrivere a vanvera, oltre a confondere le idee di tutti, crea solo astio.
               
              Scrivo UN SOLO passaggio di quell'intervista:
              Noi dobbiamo preparare i ragazzi al loro fututo ed è giusto quindi che vedano/provino/affrontino ogni tipo di soluzione possibile. Lo staff è composto da professionisti seri e preparati ed ognuno sa insegnare al meglio ciò per cui è preparato. E' giusto che i ragazzi, nella loro crescita, abbiano diversi maestri, affinchè siano pronti ad ogni tipo di futuro che a loro si prospetti.
               
              Questa è la folosifia di un settore giovanile.
               
              Barcellona, Siviglia ed altri, si costruiscono giocatori per loro, non per il futuro dei giocatori stessi.
              Al barca, se un giocatore non va bene a loro, non interessa.
              A zingonia interessa che il giocatore possa crescere e maturare, ovunque sia il suo futuro.
               
               
              Comunque,
              prima di condire le congetture con massiccie dosi di CAZZATE, risentite le parole dei diretti interessati, che è meglio.
               
              E SPIEGATEVI PERCHE' GASPERINI PASSI MEZZA GIORNATA A SEGUIRE GLI ALLENAMENTI DELLE GIOVANILI (anche i più piccoli).


              • bravo Paramo, ma qui cè troppa gente che parla a vanvera....è inutile discutere..


      • Stefasauro: "....ragazzo che dovrebbe pensare soprattutto a giocare divertendosi.."
         
        Perche', con il gioco di Gasperini un ragazzo non si diverte?
        Ma stiamo scherzando?
        La variabilita' e l'inventiva degli schemi di Gasperini "diverte" ragazzi e adulti molto piu' degli stereotipi del calcio a scheni fissi.
         
        Il Barcellona fa esattamente (dagli anni '90) quello che Gasperini spera di poter implementare qui.
         
        Costanzi e' a Bergamo da poco (non deriva dalla grande tradizione del settore giovanile atalantino) e, personalmente, con tutto il rispetto per lui, non credo che, sin qui, l'Atalanta gli debba molto. 
        Penso che debba invece moltissimo a Mino Favini. Un mito a Bergamo e in tutto il mondo del calcio giovanile.


      • Ma nn la volete capire in nessuno modo
        Nn avete speranza di capirla...
        Nn ci arrivate nemmeno con il vs cervello
        Nemmeno con le bricciole arrivate al pane..
        Straffellice


        • Se ti riferisci al mio post, è abbastanza evidente che sia in risposta a una provocazione.
          Ma se è una provocazione (come è capitato già molte volte), possiamo parlare di un troll?


          • Stefasauro,
             
            Provocazione? 
            Ma hai voglia di scherzare?
             
            Troll?
            Ma come ti permetti?
             
            Io cerco soltanto di esporre quello che mi sembra giusto e mi pare che, sin qui, noi due abbiamo sempre dialogato molto civilmente.
            E adesso te ne esci con termini come "provocazione" e "troll"?
             
            Quale provocazione? Quale troll?


            • Dire che Costanzi (o qualcun altro nella società) fa di tutto per ostacolare Gasperini per me è una chiara provocazione.
              E poi scusa, tu chiedi a me come mi permetto quando in passato tu hai detto ad un altro utente (Banfield) che non capiva nulla di calcio???? Da che pulpito...
              Certi tuoi post li trovo estremamente provocatori perché cercano di seminare zizzania dove non ce n'è. 


              • Quindi non rimane che ......


            • wilkerberghem -
               12/03/2018 alle 23:29
              Aspetta xo...in italia solo Gasp gioca cosi...e non solo in Italia...credo sia difficile far giocare i ragazzi nello stesso modo...a livello tattico...si possono nel caso impostare giocatori soprattutto esterni a muoversi anche come vuole Gasp....


              • Ciao Wilkerberghem.
                Potresti anche aver ragione.
                 
                Pero' se tu guardi il Barcellona, che gioca un calcio molto diverso dalle altre squadre spagnole, fa giocare tutte le sue sgiovanili allo stesso modo.
                Il settore giovanile del Barcellona e' notoriamente considerato il migliore in Europa.
                 
                Io penso che sia un po' la (legittima) paura del "nuovo" che ci frena.
                 
                Se tu prendi il Genoa (che, dai tempi di Gasperini, fa giocare tutte le sue giovanili allo stesso modo) ha appena venduto in Francia (pare per 30 milioni) un ragazzo di 15 anni (Pellegri) che aveva appena stabilito due record:
                - giocatore piu' giovane ad esordire in serie A,
                - giocatore piu' giovane a segnare un goal in serie A.
                 
                Pellegri e' il figlio di un collaboratore di Gasperini, e ha imparato il suo calcio sin da bambino (pulcini) al centro sportivo dove insegnava Gasperini.


                • Con tutto il rispetto, ma il giorno in cui l'Atalanta e il suo settore giovanile dovranno prendere lezioni dal Genoa e dal suo vivaio deve ancora venire (se mai arriverà!). Non è certo dalla cessione di un singolo ragazzo prodigio (si confermerà?) che si valutano il lavoro e la filosofia di un settore giovanile.
                  Poi, per carità, ci sarà certamente qualcosa di buono per il nostro vivaio nelle idee di Gasperini, ma potrebbe essere anche vero che ci possa essere qualcosa di buono del nostro vivaio per migliorare le idee di Gasperini. Se ricordo bene, contrario all'idea di mettere tutte le squadre delle giovanili con lo stesso impianto di gioco lo è sempre stato anche Favini, non solo Costanzi... E c'è da aggiungere che anche a Zingonia tutto il vivaio segue già un'unica filosofia: tanta tecnica di base, giocare sempre il pallone, serietà nei comportamenti e in ambito scolastico... A Bergamo a giocare a calcio lo si insegna dal 1907!


                  • Chapeau dall'inizio alla fine, virgole incluse.


                  • Concordo al cento per cento.


  4. Per carita' pensiamo a oggi..poi a giugno ne riparleremo.Rabbrividisco solo al pensiero di vederlo seduto in un altra panchina.Mi sa che faro' mooolta fatica ad accettare la sua eventuale (speriamo di no) partenza.Anche perche' intanto non vedo  altri sostituti che abbiano le sue qualita' tecniche e grande temperamento.Sono sincera, Donadoni non mi dispiaceva...ma  giusto oggi su alcuni articoli sponda bolognese, il mister di Cisano e' stato bombardato di critiche..tanto da augurargli l'esonero.
    Quindi spero che il Tone faccia di tutto per trattenere Gasperini.


    • @ Dani1907 - 12/03/2018 alle 21:43: "...... Rabbrividisco solo al pensiero di vederlo seduto in un altra panchina".
       
      Mi ricordi un commento di un tifoso genoano dopo il nostro bellissimo pareggio a Bergamo contro la Juventus:
      "Guardando il gioco stupendo dell'Atalanta, era come vedere mia moglie a letto con un altro ...."


  5. Io che per il dopo reja speravo arrivasse uno tra Pirandello Donadoni carrera e Inzaghi..ora non posso che dire che il vero artefice di questi due anni e mago gaspetini..non so se da queste parole vuole dire che se ne andrà o meno ma credo che se ha chiesto qualcosa al presidente dbba essere accontentato...ha fatto entrare credo con cristante più di 100 milioni di euro nelle casse..straordinario


    • Pirandello nn esercita da molto


      • Prandelli...scusa maestro..ma anche su questo post mi devi contestare??


  6.  
    Il Gasp a Genova ha trascorso 8 anni della sua carriera da allenatore in 2 tranche in un ambiente tutt' altro che 
    semplice con un presidente che ogni 3x2 gli smontava la squadra.
    E' pur vero che ogni situazione e' a se' ma in proporzione qui da noi dovrebbe stare almeno per i prossimi 10 anni..
    ( ambiente, societa', settore giovanile, tifoseria ) il resto lo scopriremo solo vivendo..
     
     


    • Concordo in toto!!è stato 8 anni dove gli smontavano letteralmente la squadra nelle due finestre di mercato(chissà poi quei soldi che fine facevano,perché nn hanno mai rinnovato)qui dovrebbe essere in pace col mondo il nostro gasp


  7. Non credo ci lascerà a breve. Per lo meno, penso che voglia ritentare l'Europa e la Coppa Italia la prossima stagione e magari rimanere un altro anno ancora. Brucia troppo anche a lui, immagino, come siamo usciti. Vuole vincere qualcosa con noi. Poi, quasi certamente,  se ne andrà.
     


  8. Però  quando tre giorni fa il Mister ha detto che il nostro attacco è forte e che quello del centravanti è un 'falso problema', nessuno che leggesse tra le righe... 


    • Quando al serina fosse che aveva solo 2 punte e che ne avrebbe voluta una terza, non c'era bisogno di leggere tra le righe. 
      Lui gestisce uno spogliatoio, non può fare frecciate ogni settimana. A fine campionato scopriremo un bel po' di cose.


      • Si, ma anche quando - dopo il Sassuolo in Coppa Italia -  ha detto che era dispiaciuto di non aver fatto giocare (nonostante le 3 competizioni) gente come Vido che infatti poco dopo è stato mandato a giocare a Cittadella...


      • Sì, però le dichiarazioni vanno tenute in considerazione tutte. Non solo quelle che fanno comodo alla propria tesi...


  9. Quest'uomo ci sta regalando un sogno. Bisogna ammetterlo è per capire quanti e quali fantasmi si agitino nella nostra mente. È come aver trovato Belen Rodriguez che dice che è innamorata di te. Lì per lì è bellissimo. Poi cominci ad avere paura che se ne accorgano anche gli altri e cominci a temere che anche lei si accorga che c'è qualcun altro che è meglio di te sotto uno qualunque dei diversi punti di vistai in base ai quali tu pensi che una donna valuti un uomo. È lì che tu cominci a non essere più te stesso e provi a metterti al suo posto, a pensare al suo posto. Per proteggerti dalla tua paura, smetti di essere te stesso. E a quel punto lei, che era davvero innamorata di te per quel che eri: spavaldo, coraggioso, audace... Si annoia e ti lascia per davvero.
     
    Ragazzi: siam bergamaschi e non conosciamo confine. Se ci deve lasciare, che ci lasci. Ma non per colpa nostra. Continuiamo ad essere quello che siamo. Atalantini. Testa dura, squadra tosta, tifo assoluto e amore incondizionato. Un presidente tifoso e della nostra terra, una sintonia unica tra squadra, società e città. E poi vada come deve andare. Se davvero per il Gasp ci sarà un giorno qualche cosa di meglio... Beh... Buon per lui. Adesso come adesso non c'è. E comunque vada a finire, noi resteremo noi e avremo quello che ci meritiamo. In fondo, se Belen è qui, un motivo ci sarà... Vediamo di fare in modo che duri. Non facciamoci travolgere dalle nostre paure, smettiamo di pensare al posto suo, facciamola stare bene... Se poi per lei sono importanti i soldi.... Evabbè... Vuo, dire che era meglio perderla che trovarla. Ma se questo è amore ragazzi... Non possiamo fare altro gente: facciamolo stare bene e finché sta bene lui staremo bene anche noi. E se sarà per i soldi che ci dovrà lasciare, facciamo che debba dormirci sopra un bel po' prima di farlo. E che sappia che comunque i questa avventura noi non la scorderemo mai. Ma nemmeno lui ne potrà più vivere una così bella, pura e vera.
     
    Alla fine, è meglio essere UN Brian Clough oppure uno dei tanti, per quanto strapagati, vincitori di una Champions a caso?
     
    Noi tutti lo sappiamo e anche il Gasp lo sa.  E se deve essere, sarà.


    • SergiodeBrusa -
       12/03/2018 alle 19:44
      Metafora azzeccatissima Francesco ,aggiungo solo che se stai con Belen goditi il presente come se non ci fosse un domani e non farti pippe mentali pensando al futuro 


      • Proprio questo intendevo...


  10. ALLINEATE A QUARESIME DI ALTRI TEMPI, LEGGO PAGINE DI COSTERNAZIONE E DI AUTOFLAGELLAZIONE, FONDATE SUL NULLA PIU' CONCRETO. ARRIVERA' IL MOMENTO DEL POSSIBILE COMMIATO DEL GASP, COME DEL RESTO E' IMPOSSIBILE ESCLUDERE. MA STARE ORA AD ANTICIPARNE DELUSIONE ED ANGOSCIA, MI PARE ASSOLUTAMENTE PRIVO DI BUON SENSO. GODIAMOCI INVECE LA SUA PERMANENZA ED I FRUTTI CONSEGUENTI ALLA SUA GESTIONE. AVREMO , SEMMAT, TEMPO DI LAGNARCI A DISTACCO AVVENUTO. LA SOCIETA' CONOSCE PERFETTAMENTE IL PESO DELLA RICADUTA CONSEGUENTE IN OGNI TERMINE: SPORTIVO, PRESTIGIO E DI SEGUITO E CERCHERA' DI CONTENERE OGNI POSSIBILITA' DI SCISSIONE CONTRATTUALE. ORA E' SOLO TEMPO DI SORRIDERE...


    • come quando, in una bella giornata di sole, ti dicono che, però, domani pioverà.......l'ha detto "il meteo"
      ci saranno sempre giorni di brutto tempo, l'importante vivereeeee e, perchè no, attrezzarsi per uscire ugualmente



  11. ognuno può scrivere quel che vuole,ma da qui a dire che da questa intervista si capisce che gasperini a giugno se ne andrà è incredibile..sembrate mr mia esclusiva o quel tifoso del bologna che aveva parlato con un procuratore che conosceva..


    • Quotone


    • Concordo pienamente, tanti post catastrofisti che farebbero la felicità di mr.  mia esclusiva, si sta polemizzando sul nulla. , niente di più che una semplice intervista, godiamoci il momento e spingiamo la squadra verso l'Europa, al momento opportuno ci ragioneremo


  12. MA PERCHè AD OGNI SOFFIO DI BREZZA QUALCUNO REAGISCE COME SE FOSSE ARRIVATO UN TORNADO? mi sembra che un briciolo di equilibrio sia la cosa più normale- GODIAMOCI IL PRESENTE DEL FUTURO SI PENSERà A TEMPO DEBITO. PRIMA O DOPO IL GASP LASCERà MA ADESSO è QUI, E PARERE PERSONALE PRIMA CHE SE NE VADA SI DOVRANNO VERIFICARE DIVERSE CIRCOSTANZE E NON CREDO SIA TANTO IMMINENTE. PER FINIRE IL GASP NON MI SEMBRA UNO CHE LE MANDI A DIRE E NON PENSO CHE ASPETTI UN INTERVISTA PER LANCIARE MESSAGGI ALLA SOSIETà.


  13. neroeazzurro -
     12/03/2018 alle 17:42
    Anch'io cado in tentazione di leggere qualcosa fra le righe ogni volta che viene intervistato ma quante interviste rilascia a settimana, soprattutto ora che giustamente viene omaggiato da tutti? Come già scritto da altri, sono risposte a domande precise e a volte un po' provocatorie. Devo ammettere che anch'io leggo ogni sua parola perché il timore di perderlo è grande per quanto ci ha dato in questo biennio. Ma confido che stia con noi ancora e non poco, cerchiamo di blindarlo e acoontentarlo il più possibile, che lui a Bergamo si trova benissimo. Sulle ambizioni, anche Percassi ha detto che lui è il nostro valore aggiunto, ritengo quindi sia dispostissimo ad assecondare ogni sua ambizione. Chissà cosa dirà settimana prossima a radio kiss kiss di Napoli 


  14. Per un mister di questo livello l Atalanta è un passaggio di carriera
    C è poco da fare, progetto o non progetto
    Speriamo il piu tardi possibile 
    (E cmq la Dea resta)
     


  15. se gli effetti sono quelli che si leggono nei commenti, facciamo una petizione a Marino che il non rilasci più interviste in territorio italiano


  16. Se ascoltate l'intervista originale sul sito della Rai la risposta sul Napoli è molto più tranquilla di come la stanno interpretando in molti...


    • Senza audio si arriva a 111...proiezione 200


  17. Ho una paura boia che quest'uomo un giorno o l'altro ci lasci.
    Parliamoci chiaro: un altro Gasp in Italia non c'è. Un allenatore che prende una squadra della nostra dimensione e la proietta dentro una mentalità che non ci sognavamo neppure esistesse con tale continuità non lo vedremo più.
    Quante partite stiamo vedendo in cui anche fuori casa prendiamo il pallino del gioco e gli altri iniziano a cagarsi in braga?
    Abbiamo vinto e perso anche in passato, ma la concezione sfacciata di giocarsela contro chiunque non l'avevo mai vista se non a tratti con qualche Atalanta del passato remoto.
    Ovvio che andremo avanti lo stesso come è normale e giusto ma sono certo che torneremmo nel nostro usuale recinto. Purtroppo.


    • Prima o poi succedera' speriamo poi. L'atalanta e' sempre vissuta anche prima che molti di noi nascessero e continuera' a vivere,speriamo bene e forse anche meglio delle ultime due strepitose stagioni,morto un papa se ne fa un'ALTRO ,GASPERINI eccezzionale,ma non penso sia unico allenatore in grado di fare giocare bene Atalanta ,comunque una cosa e' certa se ne andra' solo quando lo vorra' lui ,non verra' mai esonerato dalla societa'.


    • Caro Oscar,
      è ovvio che prima o poi succederà.
      Si spera il più tardi possibile, ma succederà. Per forza.
      Quindi, ritengo che la cosa più saggia sia goderci appieno questo momento e fare in modo, e sperare, che duri il più a lungo possibile.
      E quando finirà, poterci vantare di averlo vissuto, mentre altri non se lo possono nemmeno sognare.
      Panta rei, carpe diem.


      • Si, ok, lo so bene, ma in quel momento non mi resterà che 'maledirlo' perchè mi sta abituando bene.
        Ho sempre scritto che la mia netta impressione è che sia la sua ambizione che ha fatto da catena di traino a tutti, Società in primis e da buon abituale profilo basso bergamasco. Lo disse anche Reja ricordi?
        Ebbene se non ci sarà più il Pungolo temo che si rientrerà nel solito rassicurante guscio dell'importante è salvarsi.
        Noi siamo geneticamente così.
         


        • Caro Oscar ti posso "garantire" che la tua "netta impressione" è pù che corretta!....


        • non rinnoveremo le tessere e allora vedrai se non andranno su BIELSA


  18. Credo che l'unico pericolo sia rappresentato dalla chiamata della nazionale. Se la FIGC non trova 7-8 milioni all'anno (che lordi sono 14-16) per ingaggiare Conte o Ancelotti o Mancini, credo si butterà sul Gasp che costa meno e con 3 milioni annui (6 lordi) ce lo portano via. Speriamo trovino uno sponsor che si accolli parte dell'ingaggio che pretendono Conte-Ancelotti-Mancini.


  19. Ragazzi, però così campate veramente male, lasciatevelo dire.
    Se Percassi dice che il Gasp rimane, rimane. Voi intanto gustatevi la miglior Atalanta da 110 anni a questa parte
     
    Poi è ovvio: se arriva il Napoli (o magari anche il Milan, ma penso solo se va in Champions) e butta lì 3 milioni netti all'anno....beh, e chi non ci andrebbe! Nel qual caso sarebbe bello non ritornare però ad avere un allenatore che ti parcheggia l'autobus fuori dall'area.
     
    Certo, poi su mezze frasi prese di qua e di la c'è chi costruisce la propria "carriera" di "giornalista" (ogni riferimento ad un noto blog disfattista è puramente voluto), ma una volta che si sa come gira il fumo, si deve andare oltre e prendere queste  cose per quello che sono: chiacchere da bar fatte solo per attirare click remunerativi sul proprio sito (a voler pensare male si potrebbe anche dire: volutamente destabilizzanti dell'ambiente. Ma mi sembrerebbe una paranoia complottista...).
     
     


    • Dovresti guardare gli orari prima
      Cancellano completamente il tuo concetto se pur vero


    • Basta non leggerlo e togli tutti i click remunerativi di cui parli


      • Ah, se è per quello io  mi limito ad aprire la home, leggo i titoli e poi esco. Dopo  un bel po' di fette, ho capito di che polenta si tratta....


  20. Devo dire che a me magari solo una volta piacerebbe sentire anche una conferenza stampa del signor Sartori .....
     d'accordo deve rendere solo conto al Presidente .....quindi dei tifosi Chissenefrega.......  Certo è che un minimo di chiarezza non guasterebbe tenuto conto che non è che ha mai voluto brillare in quanto comunicazione!


    • Sartori puntualmente 2 volte l'anno rilascia interviste sul mercato ed sugli obiettivi in generale della società, di altro cosa dovrebbe chiarire?  meno parla e piu lavora meglio è. .parere personale .


      • puntutualmente l'ultima il .... 24 luglio 2017??!!!......
        e da allora tutto ok!!! , mercato e sopprattutto quello che più conta gli idiliaci rapporti col Gasp .... (che non ricordo lo abbia mai nominato)
        di conseguenza tutti i rumors di questi mesi ripresi più volte da addetti e non sulla "loro" frattura ... tutte balle!
        peccato che basta un aggancino con Zingonia per capire che l'aria che tira è un pò diversa!
        e comunque un pò di chiarezza non guasterebbe!


        • Finché porta a Bergamo, per quattro lire, gente come Toloi, Palomino, De Roon, Freuler, Kessie, Cristante, Spinazzola, Petagna, Ilicic etc per me può stare zitto da qui alla scadenza del suo contratto..


          • Tommy qui non si parla dei giocatori che porta. Ma del rapporto con Gasperini. Se loro 2 chiariscono e Gasperini venisse piu ascoltato (lui stesso disse che solo per ilicic venne preso in considerazione), avremmo meno preoccupazioni che il gasp ci lasci. Tutto qui. 


            • Io la storia di Ilicic non l'ho mai sentita, e anche ad andare a cercarla, non l'ho mai trovati.
               
              Sui loro rapporti, di cui non so nulla (beato te che hai così tante certezze), dico solo che mi interessa poco. Anche io ho colleghi che apprezzo professionalmente pur non andandoci d'accordo. Se i risultati sono quelli dell'ultimo anno e mezzo, che si scornino tutti i giorni...
               
              Tanto se il Gasp va via, non sarà certo per il Cobra, ma per una chiamata di una Big, le cui ambizioni e il cui stipendio sarebbero irrinunciabili a prescindere da chi siede dietro la scrivania del DT...


            • ma mochila fo di farvi segue mentali x  dei contrasti tra 2 persone che manco conoscete...


        • A che frega nulla che chiarisca davanti alle telecamere. L'importante si chiariscano lui Gasperini e percassi


        • Sartori quale chiarezza dovrebbe esprimere che poi in ogni caso verrebbe interpretata contro di lui...


      • Ha ragione Romy,
        gli addetti ai nlavori NON sono personaggi pubblici. Lavorano e basta.
        Oltretutto, non credo che la società abbia piacere che un giorno sì e un giorno sì i suoi dipendenti siano davanti ai microfoni.
        Uno dei ruoli del Direttore Generale (U. Marino) è anche quello di farsi portavoce di quanto la società vuole far sapere.
         
        Parere mio, ma magari sono troppo rigido,
        dovrebbero parlare solo l'allenatore (anche perchè lo prevedono i contratti con i media), i giocatori (solo perchè personaggi pubblici e sempre, come succede ora, previa approvazione dell'addetto stampa), il DG che parla a nome della società ed ovviamente il presidente (o AD) saltuariamente.


  21. È chiaro. Gasperini rimane solo se continua il progetto e se fosse questo progetto lui è il regista. Se invece non sarà così, alla prima chiamata importante è pronto a lasciare


    • ...e a te chi l'ha detto?
       
      Gasperini in persona...o drazen??


      • Lo ha sentito da Pamba1907 ... a lui lo aveva riferito il Bocia ... che ha strappato la notizia da Campedelli ... incalzato da Pierpaolo Marino ... che al mercato suo padre comprò ...


        • E anche oggi riesci a scrivere la stronzata del giorno. E come sempre tirando in mezzo persone che non c'entrano nulla


          • Per fortuna che ci sei tu,  SpiderMinchi, a dispensar perle ... 


      • Ammesso e non concesso che il Gasp voglia andarsene, ha un contratto con noi fino al 2020. Se davvero volesse andarsene, dovra' parlarne lungamente con la proprieta'.


      • Più e più interviste confermano la cosa, non lo dice apertamente ma lo fa intendere


        • Interviste private, che ha rilasciatoa te.
           
          Rileggiti quella che ha rilasciato in esclusiva a questo sito alla fine dello scorso campionato.
          parla chiaramente, e non di quello che lascia intendere.


          • Quella di un mese fa era chiara. Però vabbè per voi non è mais esistita. Vi ricordate solo quelle che vi fanno comodo


            • Anche quella rilasciata due giorni dopo era più chiara. 
              Molto più chiara. 
              Ma ci si ricorda solo quelle che fanno comodo.


              • Lui non smentí mai però le parole dell'intervista al serina. Non smentí mai che fosse stato preso in considerazione sul mercato solo per ilicic. Non smentí che il progetto iniziale per il quale venne chiamato da percassi non era più lo stesso. Non smentí che vorrebbe uomini forti per reparto e giovani della primavera da lanciare, e non scommesse da tutto il mondo.
                Per me Gasperini incontrò percassi il giorno stesso e decisero insieme di finire la stagione e ne avrebbero riparlato. A fine stagione si vedrá il gasp sarà accontentato su alcune cose


      • Il mitico ciclista!! 
         


        • Io il ciclista non lo leggo...giusto per puntualizzare


          • Michi1907  ...Sono d'accordo con te. ..Secondo me il VateGasp Va via....La butto in battuta e ti dico che al nostro D.Sì.  l'opzione N 1 è saltata. ..Visto che parlano per i il nome a lui caro  di accordi gia avanzati con Brescia o Bari per la prossima stagione. ...


            • Star zitto un anno??dovrebbe far silenzio x l eternita chel rebamba...va a verona con latua fidanzata michela1907 e risparmiaci!!!


              • Idee differenti...e si chiede di fare silenzio..accettare opinioni diverse no?


                • No no e no.....silenzio michela


            • Che poi l'opzione numero uno ha le ore contate a quanto pare. I suoi tifosi non lo possono più vedere. Speriamo vada a brescia o bari


              • Michi 1907...Sono già tesò per domenica. ..I Butei hanno praticato attività promozionali in modo da riempire il Bentegodi. ..


                • L'ho scritto in un altro post. Ci sarà pubblico Delle grandi occasioni al bentegodi. Loro vedono la salvezza a 2 punti. Sfida delicatissima


                  • ...."tia Bergamin dominiga gavete una autostrada masa aperta verso la vittoria gavea voialtri de sceglier sol chi ghéa de segnar al fu Hellas..." Michi 1907 ...quando i Butei i pians come chei del Napoli gliee periculos. ...dobbiamo temerli e non sottovalutarli se gli facciamo subito gol tranquillo che la loro curva contesta...


                  • Che bella compagnia di mussi......


                  • Dici? I veronesi mi stanno sul cazzo, ma a me sembra che siano una Delle poche curve che canta fino alla fine. E anche quando perdono fanno lunghi cori di sostegno


            • Evair,
              se il Mr va via, ti eleggiamo a giornalista ufficiale di questo sito. Anzi, lo chiameremo evair70.com
              Ma se rimane ti fai un anno in silenzio.


  22. Con le nuove regole quando finisce il mercato estivo ? Quel giorno tanti di voi dovranno chiedere scusa al mister e alla società anche solo per aver messo in dubbio che il sodalizio continui , perché così sarà. I nomi ed i progetti sono già sul tavolo, questi fanno i fatti non le chiacchiere!!!



  23. Dichiarazioni che fanno estremo piacere e che a mio parere stanno a significare che il progetto Atalanta e' destinato
    a perdurare la palla ora passa alla societa' che con l' inserimento di 2-3 big possa avvalorare il tutto.
    Possibilita' di piazzarci stabilmente in Europa League e con il tempo poter ambire alla C.L non costa nulla lo scorso 
    anno siamo arrivati quarti non a caso e attrezzati a dovere con questo Miater e lo stadio nuovo si puo' fareeeeeee!! 
     


    • Gia non a caso, il fattore sorpresa, sliding Doors favorevoli ( io mi ricordo la partita interna col Napoli, fino al ns goal sembrava un allenamento, azione Napoli tiro calcio d:angolo o rimessa dal fondo, azione tiro e ricordati.incis poi il buco del difensore azzurro e Petagna che segna, da lì è cambiato tutto). Ed in più migliore stagione del Papu, nessun infortunio degno di nota, arbitraggi nel complesso favorevoli.... E poi la piena presa coscienza degli schemi del Gasp. Una stagione così e irripetibile sfortunatamente,


    • CL????.... 


    • ops Mister


  24. Avevo già letto l'intervista prima che venisse pubblicata su questo sito e ho pensato subito alle reazioni che avrebbe provocato.
    In alcuni commenti letti, a mio parere, c'è tanta dietrologia ma anche fantasia pura.
    Sembra che nelle l interviste del Gasp ci siano sempre dei paragrafi dedicati alle frecciate e/o messaggi in codice....
    Ma dai scecc....leggete un po' serenamente


  25. E perche' non puntare allo scudetto il prossimo anno?
    Che bello fantasticare......non costa niente!!


  26. Ladeanelcuore -
     12/03/2018 alle 13:44
    GRAZIE GASP !!!
    Sei il PIU grande arrivato all ATALANTA in 110 di storia!
    Competenza bravura classe e uomo VERO!!
    Riconoscente a vita!!!



  27. Bello sentire il Gasp così dentro nel progetto che pensa a migliorarsi ancora: si rende conto che l'alchimia tra società settore tecnico e ambiente ha portato e potrà portare risultati incredibili.
     
    Abbiamo incominciato ieri un campionato nel campionato: la prima di 13 partite per inseguire un nuovo sogno europeo.
     
    Inutile guardare troppo in la': stiamo sul presente uniti e compatti che solo così possiamo vivere una nuova impresa!
     
    Adelante Atalanta! 


  28. Tra le righe ha dato la ricetta del baccalà mantecato


  29. io ho letto tra le "righe che la proprietà Atalanta è una grande società, con un'ottima rosa di giocatori ,con un pubblico fantastico ed un ottimo allenatore,e che ha inizio anno partiamo da buona provinciale sopra la media e che durante il campionato non ci poniamo nessun limite per raggiungere obbiettivi molto difficili da ottenere e senza sbandierarli ai 4 venti e illudere nessuno prima di raggiungerli. ....questo ha detto Gasp.


  30. Figa se è bello il nuovo sito www.frank95.com ... posso tenero lo stesso nickname o devo rifare la registrazione? Speriamo ci sia la faccina di Campedelli, quelle barrate del Cobra e di Maran e la più importante: Drazen!!!!


  31. Gasperini sta bene a Bergamo (citta', presidente, tifoseria, settore giovanile).
     
    Penso che piuttosto che "andare in una grande" lui vorrebbe contribuire a "fare l'Atalanta sempre piu' grande".
     
    Secondo me e' pero' importante che Gasperini venga messo in grado (naturalmente entro il budget concordato col Presidente) di:
     
    - scegliere i propri giocatori,
    - attingere piu' facilmente dal settore giovanile.
     
    Per poter attingere piu' facilmente dal settore giovanile (che e' indubbiamente di grande qualita') tutte le squadre giovanili dovrebbero essere impostate con lo stesso tipo di gioco della prima squadra.
     


    • Ad ogni modo, qualora decidesse di accettare le lusinghe di una "grande", si troverebbe a fare i conti con proprietà pronte a decidere su come vengono spesi i loro capitali, e a dirigenti pronti a continuare a fare il loro lavoro...
       
      I vari De Laurentis, Marotta, Tare, Agnelli, Lotito, Mirabelli, Monchi, non penso sarebbero "carta bianca" a nessuno...


      • @ TommyDea
        Hai assolutamente ragione: i vari De Laurentis, Marotta, Tare, Agnelli, Lotito, Mirabelli, Monchi, non drebbero "carta bianca" a nessuno.
         
        Sono pero' convinto che il Presidente Percassi sia di gran lunga superiore a ciascuno di loro.


        • Però non sembra aver dato carta bianca al Gasp...


          • Non credo che Gasperini abbia mai chiesto "carta bianca".


        • E poi, nessuno chiederebbe mai "carta bianca" in assoluto.


    • Frank,
      la tua ultima frase cozza con il programma del settore giovanile.
       
      Costanzi lo disse chiaramente che questo non rientrava nella politica del nostro settore giovanile


      • Lo so Paramo.
        Tu hai assolutamente ragione.
         
        Gasperini e' un innovatore e "cerca", per quanto possibile, di migliorare le cose.


      • Ho letto e prendo atto della filosofia di Costanzi, ma secondo me, almeno la Primavera dovrebbe introdurre i ragazzi al contesto tattico della prima squadra.
        Partire dai pulcini con l'impostazione della prima squadra sarebbe pericoloso, visto che quest'ultima potrebbe cambiare per varie ragioni.
        Ma almeno nell'imminenza del "grande salto" bisognerebbe iniziare a pensarci a facilitare e favorire il loro inserimento nella prima squadra.


        • Seagull,
          non so se tu hai visto l'intervista a Costanzi.
          L'aveva spiegato per filo e per segno.
          Ti riassumo solo in linee generali.
          Disse che i ragazzi DEVONO imparare ad affrontare molteplici soluzioni tattiche, perchè devono essere pronti al grande salsto (che non vuol dire solo Prima Squadra, ma calcio professionistico in generale), pertanto NON si segue la politica del Barcellona di far giocare le giovanili come la prima squadra.
          Quei ragazzi che sono in "odore" di prima squadra, vengono aggregati con largo anticipo agli allenamenti con la prima squadra (vedi Melegoni, Bastoni che già l'anno scorso spesso si allenavano con la prima squadra per poi avere anche il premio di esordire).
           
          Secondo la filosofia di Zingonia, non serve "replicare" i moduli di Gasp nelle squadre minori. Piùttosto "avvicinare" al gasp coloro che mostrano, man mano, i segnali per essere pronti ad avvicinarsi al grande salto.


          • Paramo,
             
            (1) "Secondo la filosofia di Zingonia, non serve replicare i moduli di Gasp nelle squadre minori. Piùttosto avvicinare al gasp coloro che mostrano, man mano, i segnali per essere pronti ad avvicinarsi al grande salto".
             
            (2) Secondo la filosofia di Gasperini e' invece importante (come d'altra parte avviene nella "cantera" del Barcellona) che i "compiti" ed i "movimenti" del "total football" (molto complessi) vengano insegnati e praticati gia' nelle giovanili.


          • Ti ringrazio della spiegazione e condivido il pensiero di Costanzi, se guardiamo al settore giovanile nel suo complesso.
            Ma resto del parere che la Primavera andrebbe considerata una situazione a parte, più in sinergia con la prima squadra.
            Allenarsi col Gasp è una cosa, avere l'opportunità di mettere in pratica i suoi insegnamenti sul campo (il minutaggio in prima squadra non può far testo) è un altro paio di maniche.


        • Ma se come sostiene qualcuno il gioco del mister è unico e irripetibile, come (e grazie a chi) possiamo pensare di replicarlo all'interno delle giovanili?


          • Lasciando scegliere a Gasperini i dirigenti del settore giovanile.


            • Gli mancherebbe poi di disegnare le divise, e di decidere il restyling dello stadio, e avrebbe fatto l'en plein...


  32. Preferisco il mister piuttosto che del Neri che disse che sarebbe andato via solo per lo united e poi andò alla samp


    • Ma sai perché andó via del neri? Aveva chiesto garanzie come sta facendo gasperini, ma quell'anno avevamo Giacobazzi....


      • indipendentemente dai disaccordi con giacobazzi, me la ricordo come se fosse ieri quella conferenza stampa, anche perchè all'epoca l'atalanta le faceva vedere sul proprio sito. E disse chiaramente che ormai il treno per le grandi squadre era già passato... tanto è vero che molti qui ogni volta che lo si incontra tirano fuori sta storia del treno... Pertanto preferisco uno che non illuda, piuttosto che uno che fa lo splendido e poi ce lo mette in quel posto, dato che appunto il dott. giacobazzi e il dott. osti con il baby ruggeri sono andati ad ingaggiare angelo adamo, dopo che ballardini ci rifiutò per la lazio.


      • Sono in tanti che non sanno come andò veramente con Del Neri... Pazienza. 


      • mi spiace spazzarvi via il mito di del neri, ma vai a genova a chiedere cosa ne pensano: è solo un mercenario! aveva dato garanzie alla samp appena arrivata juve scappato, per poi tornare a genova sponda...genoa..pietoso!!!


        • Tutti gli allenatori guardano ai propri interessi. Ma nel 2009 la colpa fu di Giacobazzi


      • Ma nemmeno garanzie
        Aveva solo chiesto corradi....corradi mia benzema
        E da li ha capito il resto


        • paolucci arrivò al primo anno, al secondo anno arrivò gianvito plasmati... All'epoca comunque il massimo dell'ingaggio che la dea si poteva permettere era di 450 mila euro, infatti lo stesso barreto pur di venire a bergamo dovette ridursi l'ingaggio, perchè alla reggina prendeva di più.... per dirvi come in 10 anni siamo passati dai fichi secchi al caviale


        • Esatto. Chiese corradi a costo zero, gli presero Paolucci. Da quel momento si guardò in giro


          • Esatto no, Paolucci è arrivato a gennaio 2008 subito dopo il malore di Ivan (doveva arrivare Calaiò), e Delneri a marzo 2008 rinnovò per un altro anno a ingaggio raddoppiato (da mezzo a un milione). È l'anno dopo che chiese Corradi e da lì se ne andò. Ma Paolucci, pur essendo un bidone cosmico, c'entra negot.


  33. Ha detto che parte solo se lo chiama una grande come il Napoli, non so se poi lui considera big pure un Milan per esempio, ma al momento penso resterà.
     
    È piu interessante il "consiglio" che ha dato a Percassi, stavolta Sartori lo ha proprio bypassato e ha detto alla società "Si può alzare l'asticella, basta parlare di salvezza. Poi ok i giovani ma basta scommesse, ci vuole gente adatta ai miei schemi e osservata per bene." 
     
    Credo voglia gente anche straniera che è gia pronta per i suoi schemi non da perderci mesi ad adattare e sviluppare. Vedi Castagne si sapeva fosse terzino e il mister ci ha messo mesi a svilupparlo per inserirlo nel suo schema, idem Gosens. Italiani o stranieri li vuole adatti ai suoi schemi da subito. 


    • Visto la scia che ha causato il mio post mi rispondo da solo cosi da non dover postare sotto a tutti
       
      1. Si è vero, ha detto "Si risponde sempre" ma non ha detto come, lo interpreto come un "prendo in considerazione".
      2. Su società e giocatori è un dato di fatto che ha dovuto perdere tempo ad adattare giocatori perché presi non funzionali al suo modulo. Castagne è stato un piano B fatto in panic mode saltato Foket, ma Timothy era un terzino da difesa a 4. Gosens pure, preso come erede di Spinazzola ma di natura con origine completamente diverse. Joao Schmidt preso non si sa perché. Lui penso vorrebbe giocatori con determinate caratteristiche, che nel modulo sappiano cosa fare e integrarsi prima ancora che imparare l'italiano. Nel mercato scorso non è successo e la gestione di questi ne sono la dimostrazione.
       
      Io la vedo cosi, sicuro sbaglio, non mi considero un portatore di verità ma solo un tifoso.
       
      Un'ultima cosa però, Bonacina fu sostituito da Brambilla proprio per avvicinare la primavera al gioco della prima squadra, che col Cina erano agli opposti. Cosi era stato detto l'estate scorsa anche su queste pagine.


      • @ Dundjerski5/Paramo ".... Brambilla proprio per avvicinare la primavera al gioco della prima squadra ..."
         
        Tutte le volte che ho visto giocare la Primavera di Brambilla mi e' parso di vedere un 4-4-2 (piu' raramente 4-3-3) con ruoli prevalentemente fissi.
         
        Non mi pare di aver mai visto un 3-4-3 "di base" (3-4-1-2, 3-4-2-1, 3-5-2, ecc.) con "compiti" e "movimenti" da "total football" che stanno alla base del gioco (piuttosto complesso) di Gasperini.
         
         


        • A Brambilla mancano le mental skills, è evidente..


      • Utenti che sembrano sapere molto hanno scritto diverse volte che Schmidt era stato seguito lungamente da Gasperini fino dai tempi col Genoa...


        • Ho chiesto ad amici genoani cosa ne sapessero di Joao Schmidt e di un ipotetico interessamento di Gasperini.
          Questa la sintesi delle loro risposte.
           
          Anche se alcuni DS si sono avvicendati nel Genoa di Preziosi, "de facto" un vero e proprio DS non c'e' mai stato fino all'anno scorso.
          Le funzioni di DS venivano di conseguenzai ripartite tra Preziosi e Gasperini.
          Milanetto (che era stato promosso Capo dello Scouting) riportava sia a Preziosi che a Gasperini.
           
          Circa l'interessamento (esplorativo) del Genoa per Joao Schmidt, circolano le seguenti 3 ipotesi:
           
          - Milanetto decise di visionarlo di sua iniziativa (era nelle sue facolta'),
          - Gasperini chiese a Milanetto di visionarlo,
          - Preziosi chiese a Milanetto di visionarlo.
           
          Nessuno sembra saperne di piu'.
          Va peraltro tenuto presente che i giocatori visionati ogni anno dal Genoa erano molti.
           
          Si dice che Gasperini tenga un archivio (personale) molto aggiornato dei giocatori piu' interessanti (italiani e stranieri) e non si puo' escludere che questo suo archivio lo abbia messo a disposizione dello scouting dell'Atalanta (da qui potrebbe essere nato il nostro interessamento per Joao Schmidt). 
          Si tratta peraltro di pure supposizioni che potrebbero quindi essere prive di qualsiasi fondamento, cosi' come ogni altra pseudo-notizia su Joao Schmidt.
           
          Non risulta che Gasperini abbia mai visto Joao Schmidt prima del suo arrivo a Bergamo.
           
           
           
           
           


          • SergiodeBrusa -
             12/03/2018 alle 18:24
            Il mistero s infittisce,  nessuno si prende la paternità dell acquisto,  Gasperini non lo cita nemmeno, come non esistesse o fosse un file segreto da non portare alla luce. 
            L unica cosa certa è che non è mai stato preso in considerazione nemmeno come sesto centrocampista dopo Haas e melegoni. 


            • Su questo argomento c'era un articolo ieri sul quotidiano locale. Sembra che avessero chiesto a Schmidt di andare con tutta la squadra a Dortmund, nonostante non fosse stato incluso nella lista UEFA. Lui avrebbe rifiutato, e quindi da allora non è più stato preso in considerazione per le convocazioni.


            • E' vero Sergio.
               
              Dal suo arrivo, ho visto soltanto la sua fotografia di presentazione (Joao Schmidt era con Sartori).


              • Puoi trovarla su Google digitando "joao meravigliao schmidt atalantini" ed e' la quarta voce che compare (con tanto di fotografia Joao Schmidt/Sartori).


            • sai che mistero...era una puttanata sin dall inizio e continuera cosi fino a che resta


          • Io riporto solo quello che altri utenti avevano scritto.
            Ad esempio, proprio qui sul sito, nel post del 12 novembre 2017 (intitolato "Schmidt, giocatore ancora tutto da scoprire") un utente aveva scritto che Gasperini aveva mandato Onofri e Gritti a visionare Schmidt, perche' voleva sostituire Veloso.
            E' facile trovare quel post, basta googlare "joao meravigliao schmidt atalantini" ed e' la quarta voce che compare.
            Se e' una fake news, mi sembra simile a tante altre cose scritte qui sul sito e spacciate per verita' assolute.


            • Sono andato a vedere su Google l'articolo cui tu accennavi.
              Mi pare che si tratti anche li' NON di notizie ma di voci (riportate).
               
              Mi spiace ma, per quanto possibile, io vorrei poter risalire alla fonte, e NON ci sono ancora riuscito.
               
               


              • Sono d'accordissimo, e' una voce finora senza fonti e come tale va considerata.
                Ma mi sembra molto simile a decine di post scritti in passato su questo sito, da molti utenti, a cui si e' dato subito credito senza alcuna fonte certa...
                 
                 


                • Questo succede anche in politica, in tutto il mondo.
                  Gurda un po' Trump .......
                   
                   


                  • Esatto.
                    Ecco perche' forse, prima di scatenare furiose discussioni virtuali sul sito, ogni tanto faremmo tutti bene a non fidarci ciecamente delle voci riportate.


                  • Sono d'accordissimo.


        • Fu seguito da Milanetto in Brasile. 


          • Michi, quello che tu hai riportato e' una voce che avevo sentito anch'io.
             
            Data la vaghezza della voce, ho voluto chiedere conferma ad amici genoani e nessuno e' riuscito a darmi una risposta esauriente.


    • Pure tra il virgolettato le hai messe...
      Altra fonte?


    • No.
      Non "ha detto che parte solo se lo chiama una grande come il Napoli".
       
      La frase in oggetto e' soltanto una tua libera interpretazione, e dovresti presentarla come tale.


    • E dove le direbbe tutte ste cose? Forse sto diventando analfabeta... 


      • ahahahah... come capire a per o


      • SuperSaudati -
         12/03/2018 alle 13:03
        ...devi leggere... tra le righe...oltre le righe...attraverso le righe.... senza le righe..... insomma...leggi  e poi....interpreti tutto come ti pare... 
        (PS... facciamo tutti così cmq...)


        • "Poi ok i giovani ma basta scommesse, ci vuole gente adatta ai miei schemi e osservata per bene." 
          Era proprio scritto TRA le righe, SOTTO le righe, DENTRO le righe di una sestina di Nostradamus.


          • Forse era scrito dietro al foglio dell'articolo...
             


          • Non esagerate però con le righe... Mi raccomando


            • per me state sbagliando tutto, non era fra le righe ma fra i quadretti perchè oggi c'era il compito in classe di matematica


  34. che palle ragazzi. Cerchiamo di ragionare: ma se una squadra del livello del Napoli lo chiama e gli propone uno stipendio triplo del nostro voi cosa fareste? Dai dom...la nostra dimensione non è quella, c'è pco da fare. Non si può chiedere ad un professionista di rinunciare in nome della bandiera che poi è la nostra non la sua.
    A fine anno farà i suoi ragionamenti d'altronde è un allenatore oggettivamente bravo, non è che gli altri stanno a guardare. Noi si andrà avanti comunque


    • hai ragione .. però credo che anche allenare a Napoli abbia degli svantaggi non di poco conto.. e lo stesso, con modalità diverse potrebbe valere in altri contesti .. insomma, Bergamo qualche carta da giocare ce l'ha, in termini di .. singolarità gradita.. del contesto ..
      sul fatto che poi non sia l'unico allenatore al mondo che potrebbe allenare la Dea, con me sfondi una porta aperta .. ma attenzione a scriverlo, fioccano i "non mi piace" e Vaffa*


  35. Altre verdure...invece???


    • Barbabietola x il colore...mai provata


  36. Tanto anche se dicesse che non si muove, qualcuno riuscirebbe a leggere “tra le righe” ed affermare che se ne andrà di sicuro.... difficile far cambiare idea ad un tifoso...


  37. Bah, che non abbia detto nulla non è vero. Cito due passaggi che a me non fanno stare per niente tranquillo. In primis questo: "la società non ci ha mai posto questo obiettivo, ma ce lo siamo dati con la squadra, strada facendo". Tradotto: io e la squadra vogliamo fortemente tornare in Europa, per la società non è invece una priorità. E poi quello su Napoli "alle chiamate importanti si risponde sempre". Tradotto: al Genoa no, non tornerei, ma se la chiamata arrivasse da una squadra di primo piano allora sì, la valuterei. 


    • È chiaro, la società punta alla retrocessione e al paracadute milionario... lo sostenevate in tanti a settembre 2016, e sappiamo com'è andata a finire!
       
      Continuate così che va benone...


      • ahahahah....bravo Tommy, in parecchi qua lo scrivevano...


    • Ex-Cridoni27 -
       12/03/2018 alle 13:30
      Più o meno concordo con Scozia... ma osservo le "papabili" e mi rassereno un minimo:
      - non credo Sarri vada via da Napoli;
      - ritengo che Gattuso verrà confermato;
      - se anche Allegri andasse via, la Juve cerca altri profili come mister (maggior esperienza internazionale);
      - Spalletti dovrebbe restare (ma soprattutto non credo Gasp tornerebbe su quella sponda);
      - Inzaghi è (giustamente) intoccabile alla Lazio (sta facendo benissimo);
      - infine Di Francesco, a meno di crolli finali, dovrebbe mantenere il posto.
      Quindi? Dobbiamo temere che Samp, Fiorentina o Torino ci scippino il Gasp??
      Non mi sembrano realtà in grado di convincerlo a lasciare Bergamo.
       
      Purtroppo però, l'incognita ambizioni Percassi e futuro mercato potrebbero far vacillare il tutto.......


    • Caro Scozia.
      "la società non ci ha mai posto questo obiettivo, ma ce lo siamo dati con la squadra, strada facendo"
       
      io lo traduco con:
      "la società non ci ha posto nessun obbligo." Cioe: "Fate il meglio che potete." 
      Cioè, nessuna pressione da parte della società. 
      Cioè. "Mister, faccia lei. A noi va bene."
       
      Ed è molto diverso dalla tua traduzione.


      • appunto,quoto Scozia, è il Gasp che sollecita l'ambizione alla società e non viceversa, per cui giusto che lui dica che è la società che deve essere più ambiziosa visto che i mezzi li ha...


        • Io credo che i Percassi non siano meno ambiziosi di Gasperini e sappiano bene che un'Atalanta più forte è un bene anche per loro, ma penso che forse siano i tempi ad essere leggermente diversi ... il Gasp vuole battere il ferro intanto che è caldo e provare subito a fare un ulteriore step, i Percassi cercano di consolidare ogni livello raggiunto per spiccare il volo una volta pronto il nuovo stadio.
          Non penso che una mediazione tra queste due visioni (entrambe assolutamente legittime visti i relativi ruoli) sia così impossibile ... il Gasp potrà senz'altro pazientare un pochino ed accettare una crescita graduale se certificata da un progetto credibile a medio termine.
           


        • Si, infatti abbiamo il miglior centro sportivo in Italia, lo stadio di proprietà, un settore giovanile in espansione, proprio perché i Percassi puntano a vivacchiare...
           
          Il nostro Pres e suo figlio sono ambiziosi, ma competenti e pragmatici. I Preziosi o i Ferrero, per non parlare dei Ghirardi, che stiano ben lontani dalla Maresana...


          • Verissimo. Però se arriva l'offerta di una big che si gioca lo scudetto, la paura di perderlo diverrebbe alta


          • condivido Tommy al 100%....


      • Appunto... la società in questo modo non mette pressione alla squadra...poi quel che verrà verrà....


        • esatto, l'ultima volta che la società si pose l'obbiettivo Europa finiamo in B.....quindi giusto responsabilizzare la squadra e credere di poter arrivare in alto ,ma non porsi l'obbligo di arrivare in Europa o C.L come qualcuno sostiene. ....siamo una provinciale, milano/roma/torino/Napoli sono più lontano di quanto credete.


    • Ma cosa avrebbe dovuto rispondere?
       
      Se un professionista viene chiamato da una delle prime realtà del mondo in cui lavora, difficile dire di no o almeno difficile dire di non esserne lusingato.
      no?
       
      sull'obiettivo della squadra, penso che anche la società ambisca ad arrivare in e.l.
      Anche se non lo sbanidera...per i loro vari motivi (buoni o meno) di comunicazione e per tenere "sedata" la piazza.


    • Se si risponde sempre
      Nn dipende da progetti e  vari
      Xche se chiama una big nn chiedi il progetto...ci vai e basta


      • SuperSaudati -
         12/03/2018 alle 13:06
        ...beh..lui ha detto...alle chiamate si risponde...  non "si risponde affermativamente"...   se ti chiamano quelli grossi almeno senti cos'hanno da dirti...  noi chiameremo sarri.... tanto è quello che fa il gioco più bello del pianeta....no??  (...e a me che sia un po' maleducato non frega niente...) 


  38. quanto disfattismo : ha detto ‘Dobbiamo rinnovarci senza fermarci mai, trovando giovani e nuovi giocatori per puntare in alto. Potremo pensare anche di alzare il tiro dopo gli ultimi risultati e non pensare più alla salvezza ma a qualcosa di più. ’ noi Dovremo, noi Atalanta... non ‘l’atalanta Dovra’.... per me ha parlato di un futiro insieme... poi ognuno legga quel che gli pare


    • beh hai ragione , ma se ne estrapoli altre il senso cambia radicalmennte...
      Alle chiamate importanti si risponde sempre. E' un'altra società che sta ottenendo risultati positivi, non è il momento di pensare a tutto questo.
      Questo è nella natura di società come l'Atalanta perché la differenza con le grandi è esagerata.
      Il tecnico della Nazionale è diverso ma è un ruolo di tale prestigio che tutti vorrebbero ricoprirlo. Adesso vediamo questi mesi, cercheremo di raggiungere il massimo con l'Atalanta e poi vedremo".
       
      comunque sono convinto che un altro anno almeno resta, amleno che la società non lo accontenti per nulla nel mercato


  39. "Preziosi non mi ha cercato per tornare, sto molto bene a Bergamo"
    "Dobbiamo rinnovarci senza fermarci mai, trovando giovani e nuovi giocatori per puntare in alto. Potremo pensare anche di alzare il tiro dopo gli ultimi risultati e non pensare più alla salvezza ma a qualcosa di più."
    Queste due risposte mi bastano per pensare che sarà il nostro tecnico pure l'anno prossimo!! 


     


  40. Il dado è tratto...



  41. Rabbrividisco


  42. Per me è dura che resti.... PURTROPPO 


    • e sula base di cosa ? solo perchè ha detto "Chiamata da Napoli? Alle chiamate importanti si risponde sempre"
      Con il Napoli non può fare la scuola ai giovani, deve vincere sempre e da subito e sempre ammesso che Sarri se ne vada.
       
       


      • All inter ci e' andato x cosa?
        X vincere o per i giovani?
         


    • alla fine non ha detto nulla (e tra l'altro non era nemmeno la sede per dire qualcosa)
       
      A domande scontate ha dato risposte scontate.
      In gergo....aria fritta
       



Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.