19-05-2017 12:11 / 41 c.

Sono Marco, tifoso dell’Atalanta sin da piccolo, ma proveniente da Spoleto in provincia di Perugia.

Vi avevo già scritto tempo fa per raccontare la mia passione per la Dea ma questo è il racconto di un’emozione unica fino ad ora mai provata prima.

Insieme ad altri 6 miei amici, 4 ragazzi e 2 ragazze, siamo venuti a Bergamo per assistere alla gara contro il Milan. Da gennaio avevo programmato questo viaggio e più passavano le giornate, più avevo il sentore che sarebbe stata una gara speciale!

Entrati allo stadio poco dopo le 18:30 ci accomodiamo nei distinti in un clima fantastico e festoso, tutto stava procedendo perfettamente: stadio pieno, tifosi entusiasti, atmosfera personalmente mai vista prima… poi il gol di Conti, rischio di cadere di sotto dalla gioia, la rete nel finale del Milan che inizialmente un po’ ci lascia l’urlo strozzato in gola ma poi la grande festa in città x una qualificazione straordinaria in Europa raggiunta con merito.. vengo allo stadio ormai da diversi anni ma non avevo mai provato emozioni come quella sera, indimenticabili!

Vorrei però soffermarmi solo su un piccolo “incidente” accaduto nel primo pomeriggio. Cercavamo una fermata per prendere il bus per salire in città alta poiché i miei amici non erano mai stati qua (premessa: nessuno dei 6 sono tifosi né di Atalanta né del milan né mai stati a vedere una partita allo stadio, erano solo venuti per accompagnarmi e curiosi di passare un week-end in una città mai vista prima).

Acquistiamo i biglietti nella tabaccheria sotto la tribuna creberg ed un gentilissimo signore in bicicletta ci indica la fermata al dì la della strada. Ci dirigiamo verso questa fermata, io ero il primo ad attraversare, quando vengo avvicinato da un ragazzo con addosso la maglia della curva nord e mi chiede cosa stavamo cercando.

Rispondo tranquillamente che stavamo cercando la fermata del bus per salire in città alta, subito dopo ci fa una serie di domande a raffica del tipo “da dove venite?” “avete i biglietti?” “in che settore?” “ma cosa siete venuti a fare?”, tutte con spiccato accento bergamasco (comprensibile, per carità, ma faccio spesso fatica a capire purtroppo).

Immaginando che lui sospettasse di avere di fronte tifosi milanisti gli dico comunque con sincerità che avevamo i biglietti in distinti nord e che venivamo da Spoleto ed io sono tifoso dell’Atalanta, anche se mi sembrava superfluo dirlo visto che avevo maglia, cappello e bracciali tutti nerazzurri; non avevo intenzione di far finta di non esserlo visto che stavo dicendo la verità ma evidentemente non convinto di quello che gli avevo appena detto, ci da una spallata e ci dice cose in bergamasco stretto che sinceramente non saprei dire cosa.
Mi giro e sbucano da non so dove altre persone che ci guardano con un fare sospetto, a quel punto capisco che la situazione può diventare pericolosa, invito i miei amici con una certa fretta a riattraversare la strada e cercare una fermata da un’altra parte.
Per fortuna non ci hanno seguiti e siamo riusciti poi a goderci la giornata come già descritto sopra. Non è la prima che vengo visto con sospetto da alcuni tifosi, capisco che sentire un accento completamente diverso dal vostro può creare “curiosità” ma dispiace subire un trattamento del genere dopo aver preso 2 giorni di ferie, 1000km in 24h per andare a vedere la propria squadra del cuore.
Sapete sicuramente che ci sono tanti tifosi Atalantini sparsi in Italia anche se non sono bergamaschi ed io mi sento un grandissimo tifoso della Dea e continuerò ad esserlo per il resto dei miei giorni, sicuramente questo ragazzo si è insospettito non sentendo la stessa sua cadenza nel parlare ma partire prevenuti a prescindere non credo sia una buona cosa… ma sempre e comunque forza Atalanta!!

 

Marco

di Staff




  1.   Marco mi dispiace moltissimo per cio' che ti e' accaduto, mi auguro possa essere stato un caso sporadico di bifolco ignorante  ed e' spiacevole che cio' sia accaduto a te ed ai tuoi amici.
     
    Comunque sii fiero di questi colori inneggiati dalla tifoseria che ha sani principi, altruismo e rispetto nei confronti del prossimo...
    Grazie per rappresentare nella tua splendida provincia che oltretutto conosco bene i ns. splendidi colori.
    Forza Atalanta !!!


  2. Mi dispiace. ..solita  figura di  m.....


  3. Io sabato scorso alle 3 di notte in viale Papa Giovanni ho trovato un tipo strafatto con sciarpa al collo che si è avvicinato con fare minaccioso e mi ha chiesto per che squadra tifassi... nonostante anch'io avessi la sciarpa al collo e stessi ancora cantando dalla gioia dopo tre ore di corteo..!
    Diciamo che la nostra tifoseria ha alcune "schegge impazzite", ma di solito basta alzare le spalle e andare oltre... 


  4. Marco, purtroppo i tifosi stupidi ci sono in tutte le tifoserie, speriamo di averne sempre meno e se possibile meno che in altre squadre.
     
     



  5. Non sarà mica stato uno delle Tigri di Parre o del Club Amici Valgandino? 


  6. tutta colpa di un certo stile che ormai solo a Bergamo resiste..finche' i nostri ragazzi non capiranno che si stanno perdendo gli anni piu' belli della loro vita credendo di difendere un ideale che non puo' piu' essere vissuto, avremo ancora situazioni o esempi di questo genere..
    Anche perche' se tu fossi stato davvero milanista avresti subito piu' di una spallata..e questi sono coloro che predicano lo scontro ultras vs ultras 


    • Pota l ignoranza c'è ancora! 
      La mentalita chiusa
      , io italiano...contro tutti gli stranieri
      Io bergamasco contro tutti gli altri italiani
      Io atalantino contro tutti gli altri tifosi
      Io di bergamo centro contro gli altri provinciali
      Io della mia via....contro quelli dell altra via
      Io del mio palazzo contro altro palazzo
      Io nel mio appartamento contro il vicino di porta
      Io nel mio piccolo frustato  che vivo di rabbia e odio verso gli altri e dico di essere il migliore............ e non apprezzo la diversità e la bellezza degli altri e del mondo ..
       
      Aime  purtroppo certa gente si è fermata al suo orticello e non sa vivere e condividere la vita con altri
      Caro Marco spero che ritorni e così potrai vedere città alta complimenti a te e tuoi amici 
       


      • Parole sante il problema è sempre l'ignoranza. Io però sono ottimista per le generazioni future


      • primieroneroblu -
         19/05/2017 alle 18:47
        brao ben detto 


      • kaiser premier
        brao


        • grazie gentilissimo .......Premier? no no no 
           
          meglio Imperatore ahahha 
           



      • Brao Kaiser ben detto! 


  7. Condividere una gioia sportiva è il massimo della soddisfazione. Rapportare il proprio credo sportivo a tifosi di colore, che vivono tra noi bergamaschi, è divenuta una piacevolissima normalità. Il successo sino a qui raggiunto dalla compagine nerazzurra arriverà a dilatare il numero dei sostenitori in zone ove non se ne contavano. Da qui l'importanza per tutti noi supporters stanziali di approccio positivo con i nuovi adepti nerazzurri. Per il buon nome di Bergamo, dell'Atalanta e dei Bergamaschi veri.Come avviene per tutte le grandi squadre.


  8. credoinunadea -
     19/05/2017 alle 15:03
    Capita anche a me, atalantino non bergamasco, di notare qualche volta gente che mi guarda stranita, magari con un po' di diffidenza. Però mai nessun episodio spiacevole o, peggio, violento.
    mi consola il fatto che con questa grande squadra saranno sempre di più gli accenti diversi dentro lo stadio!
    Forza Magica Atalanta!!! 
     
     


  9. 1344kmDiAmorexLaDEA -
     19/05/2017 alle 15:02
    Io vivo in Sicilia ma sono nato a Bergamo e sono da sempre tifoso della Dea.
    Quest'anno sono andato allo stadio nei Distinti Nord a vedere Atalanta-Juventus e sono stato accolto con grande affetto da tutti i tifosi atalantini che ho avuto il piacere di conoscere lì al punto che con alcuni di loro ancora continuo a sentirmi.
    Mi spiace davvero tanto per la spiacevole situazione che è accaduta al ragazzo di Spoleto ma sono sicuro che è stato soltanto un caso sfortunato e fortuito perchè io ho davvero un bellissimo ricordo di tutti i bergamaschi che ho visto quella indimenticabile serata.
    Forza magica Atalanta dalla Sicilia!!!


  10. Mi dispiace molto, io penso di essere il tifoso della Dea più a sud d'Italia (Siracusa) e tra l'altro quest'anno ho assistito ad Atalanta Inter (con moglie e figlie di sei e due anni). Fortunatamente tutto a posto, una esperienza del genere mi avrebbe addolorato parecchio. 


    • Una volta ho incontrato un tifoso Atalantino di lampedusa. Mentre so che il nostro ex Rustico ha una azienda agricola a Pantelleria, e penso sia atalantino


    • 1344kmDiAmorexLaDEA -
       19/05/2017 alle 22:11
      Ciao Piegus, credo tu sia il tifoso della Dea più a Sud d'Italia per soli 95 Km visto che io abitando in provincia di Catania non sto molto distante da dove vivi tu :-D Comunque mi fa molto piacere scorprire l'esistenza di un altro atalantino "siciliano" (merce rara in questa regione) e spero magari ci sia un giorno occasione per conoscersi meglio, visto che condividiamo la stessa passione per la magica Atalanta!


    • I miei complimenti 


  11. Stiamo andando in Europa e stiamo inalellando record dopo record ma per qualcuno (pochi per fortuna) il corrispondente livello mentale è di terza categoria, anzi, torneo del sabato.


  12. Ciao Marco,ti chiedo scusa io a nome del beota che vi ha importunato.
    classico personaggio che dell'Atalanta conosce a malapena i colori sociali.
    probabilmente non guarda neanche la partita quando è allo stadio....


  13. non c'entra più di tanto l' accento diverso,forse niente del tutto,solo più probabilità che tu fossi Milanista
     
    ma,era successo anche a me che vengo dalla Valseriana ,
    qualche anno fa, - 5/6 anni fa-
    si avvicina uno e mi chiede se ho una sigaretta
    non l' ho, non fumo
    comincia una serie di domande da dove vengo ,cosa facevo li,ecc ecc, parla in dialetto,rispondo in Italiano,ma capisce che capisco il dialetto,
    accertato che ero Atalantino,mi dice buona partita,mi saluta e....
    tira fuori un pacchetto di sigarette e ne accende una; 
    non era per  la sigaretta che mi aveva fermato
     
    più avanti dietro l' anglo c'erano altri 4/5 , ai quali fa un cenno d' intesa
    boh
    aspettavano qualcuno, stavano facendo il famoso "controllo del territorio", chi lo sa?
    non so cosa avrebbero poi fatto se fossi stato Interista(era un Atalanta -Inter)
    forse niente,forse qualcosa,.....mah
    ho poi saputo che era capitato anche ad altri, soprattutto nelle strade attorno allo stadio  e molto prima della partita,
    ma mai sentito di niente di spiacevole(anche se poi nessuno va a denunciare 4 ceffoni e lo scippo magari della sciarpa o della maglietta
    poi, che dire,non lo so , a parte che credevo che non facessero più queste "scemate",e non lasciarti influenzare da queste cose
    Ciao
    Forza Atalanta,

     


    • boh... sinceramente non capisco cosa sia potuto succedere
       
      innanzitutto l'accento diverso non può essere preso in considerazione in quanto Ternani (ma anche Aquilani) presenti allo stadio ci sono praticamente quasi ogni domenica e Spoleto se non erro dista circa 30 minuti da terni (30km circa) pertanto non credo sia molta la differenza di "accento"
      Oltretutto negli ultimi anni si vedono (e sentono) spesso stranieri: tedeschi (Eintracht??), olandesi, tantissimi africani (magari residenti qua)
       
      Più semplicemente penso che sia il solto gruppetto "alticcio" che trovi fuori dal bar dello stadio praticamente un giorno si e l'altro pure che allo stadio manco ci può entrare e fanno gli attaccabrighe senza senso


  14. Per me può essere che, nel caso specifico della partita con il Milan, qualcuno abbia pensato che l'accento diverso appartenesse a qualche infiltrato della squadra avversaria. Da qui il comportamento ostile.
    Io invece quando sento in curva un accento diverso dal mio cerco sempre di conoscere la persona in questione, più che altro per curiosità e perchè, secondo me, chi tifa Atalanta è un amico.


  15. Mi dispiace molto..mi fa vergognare questa cosa...speriamo sia solo un caso isolato.


  16. Ciao Marco un abbraccio a te ed ai tuoi amici, non fermarti mai di fronte all'ignoranza, purtroppo esiste in ogni dove e peccato che non ci fossero stati altri tifosi Atalantini a poterti aiutare dato che quelli che hai incontrato tu evidentemente erano tutto fuorchè persone intelligenti ed educate, qualcuno qui sotto li ha definiti coglioni, per me non solo solo coglioni, sono delle bestie che non hanno idea di cosa fanno e questo anche se tu e i tuoi amici fosse stati tifosi del Milan! 
     
    Quando sali la prossima volta, magari fallo sapere qui sul sito che sarebbe meglio farti ricevere un caloroso abbraccio di tifosi Atalantini, ma che siano sopratutto persone per bene, come lo sono la maggior parte dei tifosi (in genere) o dei Bergamaschi.
     



  17. MARCO,grazie,
    e grazie anke a FLEMING e ROMAGNANEROBLU
    grazie a tutti quelli che nonostante il GNORANTU' (IGNORANTONE) di turno, orgogliosamente tifano i nostri colori
    quando scopro tifosi della DEA appassionati e non indigeni come noi ,mi sento ancora più fiero e orgoglioso di esserlo.
    x voi che venite da fuori e da lontanto x la NOSTRA FANTASTICA ATALANTA ,sempre solo e soltanto massima ammirazione e grande rispetto ma soprattutto : totale genuina fratellanza !
     
     


  18. SergiodeBrusa -
     19/05/2017 alle 13:30
    Ciao Marco,  complimenti x la tua fede atalantina!       Tieni alto l onore della Dea in quel di Spoleto. 
    Riguardo l episodio voglio pensare che tu abbia avuto la sfortuna di imbatterti in uno dei pochi idioti che esistono in ogni città e in ogni tifoseria .
    Altrimenti non mi spiego proprio il motivo di cercare di attaccare briga con voi solo x l accento non bergamasco. 
    Bergamo oltretutto negli ultimi anni ha aumentato il turismo e abbastanza frequente sentire inflessioni di persone provenienti da ogni parte d Italia. 
    Per non parlare poi di lingue straniere che vanno dall arabo,  al rumeno,  ma anche tedesco ,francese , inglese e spagnolo. 
    Comunque l atteggiamento non sarebbe stato giustificato nemmeno da eventuali sciarpe rossonere indossate dai tuoi amici. 
    Concludo affermando senza timore di smentite che almeno il 95% dei bergamaschi non ha nulla a che vedere con il  coglione da te incontrato .


    • come ho scritto sotto al tifoso di faenza, se questo ragazzo leggerà questa lettera e vorrà contattarmi in modo amichevole, la prossima volta che salgo sono disposto a incontrarlo e gli offrirò pure un caffé


  19. Sinceramente non sono mai retorico o finto moralista, ma qui lo affermo con convinzione e senza indugi: gente ignorante che sminuisce una grande tifoseria...


  20. Non vi dico le precauzioni che prendo quando vengo al Brumana. Io sono napoletano e proprio per evitare spiacevoli situazioni sto sempre in religioso silenzio (tranne, ovviamente, se l'Atalanta segna). Tempo fa, molto tempo fa, ero allo stadio con mia moglie in viaggio di nozze (Atalanta-Rimini) quando il mio vicino di posto mi chiese l'ora. Ebbene pur di non parlare e quindi "svelare" la mia provenienza gli porsi il mio polso in modo che avrebbe potuto leggere da solo l'orario.
    Per me venire a Bergamo, assistere dal vivo ad una partita della "mia" Atalanta è una festa e pertanto niente e nessuno me la deve guastare.
    Un saluto a tutti, ci vedremo sicuramente in giro per l'Europa il prossimo campionato. In quel caso, se qualcuno mi dovesse chiedere l'ora gliela direi con voce ferma e squillante. Parola mia.


    • Fleming ma stai scherzando?
      Se giochiamo contro napoli, salernitana, avellino o simili in effetti il tuo accento potrebbe essere un po' "sospetto" e quindi generare qualche equivoco (varrebbe lo stesso a parti inverse), ma contro qualsiasi altra squadra non devi farti problemi!
      Negare i pregiudizi sui napoletani sarebbe ipocrita, ma credo/spero che il 99% della gente li metta da parte quando se ne trova di fronte uno (per di più atalantino).
      Dai Fleming fo' la us ("fuori la voce" in bergamasco)


    • Fleming  non stare zitto si fiero di parlare e di tifare atalanta!  
      Se qualcuno ti dice qualcosa, sono napoletano e tifo atalanta, fiero e orgoglioso di Esserlo!  
      Mi faccio 1000km per vedere una partita e sono meglio dei bergamaschi non atalantini 
       
       


  21. Grande Marco , mi dispiace quello che ti è capitato, ti raccomando non mollare mai, abbiamo bisogno di tifosi come te


  22. Sono questi che fanno male alla SANA PASSIONE, eppure si reputano (spesso autoproclamano) tifosi superiori agli altri.. Poer bala..
    Free to be


  23. un bel biglietto da visita per gli altri ragazzi insomma!
    un comportamento del genere É sintomo di rabbia repressa che con il calcio ha poco a che fare !
    Nessuna città al mondo può vantare un cuore grande come quello dei bergamaschi,sempre in prima linea per aiutare il prossimo !


  24. i soliti ignoranti... Marco, purtroppo quelli non mancano mai 


  25. ROMAGNANEROBLU -
     19/05/2017 alle 12:26
    Ciao Marco noi veniamo da Faenza e devo dirti che tutti i Bergamaschi che incontro quando sentono l'intercalare diverso dal loro e la fede uguale si dimostrano molto ospitali e si inorgogliscono del fatto che la Dea trovi proseliti anche in altre regioni Ti e'capitata Un eccezione perché io che vado spesso allo stadio ti posso assicurare che la regola è ben diversa Un abbraccio  neroblu


    • lo spero anche io anzi, ti dirò di più... se quel ragazzo dovesse leggere questa lettere e mi volesse contattare in modo amichevole, la prossima volta che salgo gli offro un caffè!


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.