08-06-2018 07:50 / 46 c.

Il 14 giugno di due anni fa, Gian Piero Gasperini diveniva il nuovo allenatore dell'Atalanta. Dopo un lungo tira e molla, perché il primo obiettivo di Giovanni Sartori era Rolando Maran, autore di grandi annate al Chievo Verona. E poi c'era anche Cesare Prandelli tra i possibili obiettivi, poi saltati, per la panchina nerazzurra. Insomma, l'idea di Gasp c'era, ma non era la prima venuta in mente ai dirigenti nerazzurri che, nel frattempo, avevano già seminato con l'arrivo di Paloschi.

INIZIO DIFFICILE - Tre punti, gentilmente concessi da un'uscita a vuoto di Hart, contro il Torino, quattro sconfitte di cui una casalinga con il Palermo (con retrocessione) portava Gasperini a giocarsi a Pescara, contro il Crotone, un bel pezzo della salvezza. Fuori Paloschi, simbolo di discontinuità con la sua gestione, e pure Pinilla, dentro Petagna e i giovani. Gagliardini, Caldara, Conti. Più Kessie che era già andato in gol per tre volte.

I MERAVIGLIOSI CINQUE - Gagliardini, prodotto del vivaio, è andato via per circa 28 milioni di euro. Caldara per 25, comprensivi di bonus. Kessie, acquistato direttamente dalla Costa d'Avorio a 18 anni, altri 28 (anche se per ora è prestito con obbligo di riscatto). Conti 24 più Pessina - e spicci - che portano la cifra, già straordinaria, a 100 milioni circa di plusvalenza. Poi c'è Cristante, preso un anno e mezzo fa dal Pescara (dove giocava sì e no), riscattato un mese fa dal Benfica e venduto a 30 milioni. Altri 25 milioni di plusvalenza che portano il quadro a 125.

L'ERA PERCASSI INIZIA DAI RUGGERI - Eccezion fatta per Cristante e Kessie, gli altri sono giocatori arrivati da bambini e poi cresciuti nel vivaio bergamasco, tutti sotto l'ala dei Ruggeri. Perché andrebbero inseriti anche gli Sportiello e i Grassi, oppure i Bonaventura e i Baselli, i Consigli e i Gabbiadini.

I MERITI DI GASPERINI - La bravura dell'allenatore di Grugliasco è stata quella di far eccellere i giovani, portandoli da buoni prospetti a calciatori dal valore multimilionario. Un capolavoro che ha fatto dire, a Percassi, che lui dev'essere il Ferguson della storia atalantina. Per rimanere in alto, però, servirebbero più degli arrivi dei Reca e degli Haas. Più Ilicic e De Roon, per crescere ulteriormente e non ritornare alla condizione da provinciale (pur di lusso) da cui Gasperini ha tolto l'Atalanta in due anni

fonte tmw.com



di Marcodalmen




  1. Facundo, scrivi dei rapporti tra Preziosi e Gasperini, ma mi sembra che tu non ne abbia una conoscenza diretta.
     
    Preziosi ha sempre stimato moltissimo Gasperini e quando (primavera 2010) Berlusconi e Galliani offrirono a Gasperini la panchina del Milan, Preziosi si incazzo’ come una jena affermando con veemenza (testualmente) “per trovare un allenatore capace di sostituire Gasperini mi ci vogliono almeno sei mesi … Galliani non puo’ farmi uno sgarbo simile!”
    Gasperini decise di rispettare il suo contratto col Genoa.
     
    Nell’estate dello stesso anno (terminati i mondiali in Sud Africa) Preziosi acquisto’ il portoghese Veloso che, poco tempo dopo, sposo’ sua figlia.
    Veloso purtroppo non si adatto’ al gioco di Gasperini.
    Quando Gasperini disse a Preziosi (poco dopo l’inizio della stagione 2010-11) che era sua intenzione non utilizzarlo piu’ per non indebolire il potenziale della squadra, Preziosi si trovo’ in difficolta’ con la figlia.
    Nel giro di un mese la situazione precipito’ e Preziosi decise, suo malgrado, di esonerare Gasperini che rimase fermo per il resto del campionato non potendo piu’ allenare un’altra squadra di serie A (e non volendosi trasferire all’estero).
     
    L’anno successivo Gasperini ando’ all’Inter di Massimo Moratti per poche settimane (conosciamo tutti la storia).
    Segui’ l’altrettanto infelice esperienza nel Palermo di Zamparini.
     
    Nell’estate 2013 Preziosi (con il Genoa che aveva appena evitato la retrocessione in serie B) chiese a Gasperini di tornare a Genova (Veloso e sua moglie si erano nel frattempo trasferiti all’estero).
    Per tre anni le cose andarono molto bene.
    Gasperini aveva anche conquistato la EL sul campo, per la seconda volta (la societa’ non era poi riuscita ad ottenere la licenza UEFA per ragioni finanziarie) ma, poco prima della fine del campionato 2015-16, Gasperini fu improvvisamente esonerato.
     
    A sorpresa.
    Durante una cena dove avrebbero dovuto essere gettate le basi per il campionato 2016-17, Preziosi informo’ Gasperini che Veloso sarebbe ritornato al Genoa.
    Chi vide Gasperini dopo la cena scrisse che non lo aveva mai visto “cosi' scuro in volto” ….. eppure Prezioni aveva appena allungato il suo contratto (che scadeva nel 2017) e gli aveva anche aumentato lo stipendio da 0,8 a 1,2 milioni netti.
     
    Preziosi esonero’ per la seconda volta Gasperini ….. e ingaggio’ per la seconda volta Veloso......
     
    Presentando Juric, Preziosi disse testualmente: "Juric e' l'allievo di Gasperini, quindi da' le migliori garanzie,.....e.....rispetta la mia famiglia......."
    Per Preziosi, non far scendere in campo Veloso equivaleva a “non rispettare la sua famiglia”?
     
    Forse il problema vero (con Preziosi, Massimo Moratti e Zamparini) era rappresentato semplicemente dal fatto che Gasperini e’ un professionista serio, con la schiena dritta.


    • Togli pure il "mi sembra", non ne ho conoscenza diretta e, sinceramente, non vedo nemmeno perché dovrebbe interessarmi...
       
      Noterai certamente che mi sono limitato a riportare ciò che scriva all'epoca, chi sembra essere addentro alle cose della società Atalanta, con l intento di evidenziare che, anche qui, si sapeva della trattativa con Maran, del pranzo con Sartori (senza dover aspettare gli scoop da Verona, e che cmq Gasperini era tra i papabili anche mentre si trattava col tecnico del Chievo, punto.
       
      L unica ipotesi che mi sono permesso di formulare è che forse al 10 di maggio Gasperini era ancora in dubbio sul fargliela purgare a Preziosi o no... È così assurda la cosa? 


      • Facundo: ",,,, fargliela purgare a Preziosi o no... È così assurda la cosa?"
         
        Secondo me, si.
        Gasperini e' rimasto in buoni rapporti con Preziosi.
         
        Gasperini ha deciso di lasciare il Genoa nonostante stesse molto bene a Genova e avesse appena rinnovato un ottimo contratto (questione di poche settimane, se non adirittura di giorni) semplicemente perche', dovendo far giocare Veloso per motivi familistici, ne avrebbe risentito la sua indipendenza manageriale.
         
        Una volta deciso di lasciare il Genoa, la proposta dell' Atalanta e' stata preferita ad altre (tra cui Torino e Bologna) sopratutto per le ragioni seguenti:
        - presidente Percassi,
        - settore giovanile,
        - tifoseria e impianti sportivi (di allenamento).


        • Quindi escludi categoricamente che Gasperini non abbia, almeno inizialmente, preso a male il fatto che Preziosi l avesse di fatto liquidato in malo modo, invitandolo a cercarsi altra squadra, nonostante il pesante contratto appena firmato? Quello vicino al Gasp sei tu, quindi probabilmente è così... Io mi sono limitato a formulare un'ipotesi circa l empasse iniziale... 


          • Facundo, Gasperini ha "preso male" (molto male) l'imposizione di Veloso, e si e' comportato di conseguenza.
             
            Non mi pare invece che Preziosi lo abbia ".... liquidato in malo modo .... invitandolo a cercarsi un'altra squadra ...."
             
            Una volta stabilito che Veloso sarebbe rientrato, la separazione tra Preziosi e Gasperini e' stata assolutamente consensuale, ed il rapporto tra loro e' tuttora sicuramente molto buono.
             
            Preziosi ha preso la decisione di riprendere il genero.
            Gasperini ha preso la decisione di trovarsi un'altra squadra (per la fortuna sua di tutti ....)
             


            • Riporto quello che lessi in rete a suo tempo (anche fonti genovesi tipo rossoblucerchiati, che non so che attendibilità possa avere, forse come il bugiardino, boh...) ...fonti dirette non ne ho...


  2. Come  volte il destino... Sartori che aveva già in mano l'accordo con l'anticalcio Maran, poi San Campedelli non lo lascia partire. Noi viriamo su gasperini, che era già stato praticamente fatto fuori per lasciare posto a Juric dal crotone.
    Parte la stagione, e dopo i primi risultati sembra che abbiamo preso il più scarso del mondo.
    In quelle settimane aveva contro la stampa, alcuni dirigenti e molti tifosi...lui se ne fregò e iniziò a schierare i giovani del settore giovanile(Caldara su tutti quello che fece la differenza vera secondo me). . Il resto è storia.
    Adesso manca solo la statua al posto dei propilei


    • Michi1907 Oltre alla statua mi auguro che in questa sessione di mercato il VateGasp venga ascoltato di più. ..speriamo bene. ..Perché ho come l'impressione che l'acquisto di AK9 non sia tra i desideri del miste. r ma de l'otèr.   


      • A parole, Gasperini sembrerebbe maggiormente ascoltanto in sede di calciomercato.
        Nei fatti, sin qui, ..........


        • Fortuna che ci siete voi 3 che sapete tutti i desideri del Gasp


  3. Mi sono rivisto il video della cavalcata della stagione 2016/17. Se Percassi non avesse voluto dare fiducia dopo le prime disastrose partite al Gasp, ora staremmo parlando di tutt'altro. Per fortuna le cose sono andate diversamente


  4. C.V.D. , anche se le cifre mi semprano sottostimate in difetto e nn complete.
    Re Mida.
    meglio........................del miniere di fosforo, fosfati e qulsivoglia arcore-invenzione
    , Tone..................BLINDALO!!! (o rapiscigli....il gatto, il cagnolino,il criceto!!) battuta, neh!!



    • assolutamente concorde specialmente sulle valutazioni economiche che non sono quelle veritiere. Già il solo Kessie è stato valutato circa 35-38 milioni mentre per Conti oltre ai soldi (30) figura anche Pessina. Quindi la solita incompetenza insomma.


    • In realta' a me le cifre elencate nell'articolo sembrano sovrastimate.
      Perche' per Gagliardini ne abbiamo presi 22 "fissi" + 6 di bonus (che in partenza non sai se prendi, e siccome si parla sempre di "bonus a determinate condizioni" e' difficile sapere se effettivamente maturano oppure no), e anche per Caldara il pacchetto e' 19 "fissi" piu' 6 di bonus (legati a future prestazioni con la maglia della Juventus).
      Poi la sostanza del discorso non cambia, pero' certe volte anche gli stessi giornalisti la fanno troppo facile....


  5. Sicuramente un grande binomio Società Atalanta + Gasp, in questo momento aiutato anche da una serie di fattori di crisi nel calcio italiano che ci ha permesso di emergere.
    Non si può sottolineare il trend negativo delle milanesi l'anno scorso, e di un abbassamento generale della competitività della Fiorentina che ci ha permesso da outsider di raggiungere classifiche d'altezza vertiginosa, probabilmenta impossibili 4-5 anni fa
    Penso che con queste cessioni l'Atalanta si sia garantita un futuro ecoomico molto florido e stabile per le ambizioni di squadra da media classifica e per stare stabilmente nella colonna sinistra.  Temo non saremo in grado di fare di più anche se i nostri sogni ci possono portare un pelo più in là, ma purtroppo la disparità nei monti ingaggi tra noi e quelle in lotta per la champions (o che almeno vi ambiscono) è incolmabile per una provinciale.
    Eccetto che..... eccetto che non si prosegua alzando costante mente il livello della  rosa senza sbagliare colpi e miscelando come molti dicono una crescita continua del vivaio ad acquisti di promesse di valore che con un'esperienza internazionale possano essere ricapitalizzati a breve termine (vedi Cristante).
    Altro punto interessante è la larghezza della rosa. Una rosa ristretta come quella voluta da Gasp, e ci ha portato a questi straordinari risultati, obbliga a valorizzare un ridotto numero di giocatori quindi visto che comunque un paio di cessioni sono da fare sempre e comunque, rischiamo di dover ripartire ogni anno con grandi scommesse di mercato, tantopiù se le cessioni di fatto sono di tre titolari in una volta sola come avvenuto già oggi. Forse una maggiore rotazione della rosa porta meno disequilibrio in questo. Ma è solo un'impressione.


    • Tutto giusto. E va bene così. Mi chiedo comunque come possano permettere a squadre senza un euro (Milan) di poter acquistare (e pagare) giocatori che noi ci sognamo , oppure stesso discorso per chi ha ancora debiti verso l'Erario (Lazio). E' uno schifo.


      • Hai assolutamente ragione.. Al netto delle schifezze, sno comunque società molto potenti, con un brand nazionale o internazionale con cui noi non possiamo competere... 
        Basta vedere la differenza che c'è tra una Juventus e un Napoli/Inter/Milan/Roma/Lazio...  dove la prima ha stadio di proprietà, un brand incredibile (se no nerro un tifoso su due in Italia è juventino), ha un management internazionale un marchio riconoscibile in tutto il mondo da affiancare a potenze industriali... Poi più sei grosso e potente più schiacci la concorrenza e  consolidi il tuo posto. 
        In quest'ottica ovvio che non possiamo copetere con le città metropolitane ed è già un grandissimo risultato esserci piazzati (e recentemente aver persino superato ) ai livelli di Firenze e Genova, sostituendo Udine e Parma nella collocazione nazionale. 
        La dico in maniera goliardica, ma anche seriosa... Sempre in un'ottica di espansione sarebbe tantissima roba poter seppellire le armi con Brescia, e poter far sinergia su quel territorio che è quello in cui la nostra dimensione provinciale può far più presa insieme a quello di Cremona e Lecco/Brianza.


  6. Come no Balotelli ce lo vedo benissimo, e poi da Bergamo a Milano e' un tiro di fionda, sai le serate all'Holliwood??? 


  7. I meriti del gasp sono evidenti
    E' anche evidente che il suo arrivo e' coinciso
    Con una ipervalutazione a livello globale del costo giocatori
    Xche 3 anni fa 30 x cristante con gasp in panchina
    Li portavi a casa nel mondo dei sogni
    Astenersi da..."ol bertolacci" 25...tutta fuffa cartacea
    Come i 15 di caprari


  8. e non dimentichiamo barrow se,tutto va bene altri 25/30 il prossimo anno


    • Solo 25/30 per un attaccante cosi giovane e se dovesse andare in doppia cifra? Se sono stati spesi 25 per Caldara, 30 per Cristante, per Barrow se si dovesse confermare almeno il doppio. Il primo febbraio 2018 aveva una valutazione di 500.000 € oggi invece 6 milioni e ha fatto solo 3 reti.


      • se andasse in doppia cifra + assist, confermando quindi tutto quanto di buono ha gia' fatto vedere piu' gli "inevitabili" miglioramenti che il Gasp sapra' inforndergli, prevedo sara' uno degli attaccanti piu' contesi dalle big di mezza europa nel prossimo calciomercato vista l'invidiabile tenera eta'. D'altronde se per un politano il napoli era disposto a sganciare a gennaio 28 milioni + contropartita tecnica... credo che un attaccante che mantenga quanto sopra e cosi' giovane l'asta partira' dai 40M....


        • Barrow e' il tipo di giocatore che, se dovesse confermarsi, potrebbe attrarre offerte notevoli anche dalla Premier League e/o da altri mercati primari.


  9. I meriti del Gasp sono evidenti a tutti. Non di meno però a Zingonia c'è gente che ne capisce eccome, altrimenti non avremmo avuto "materiale" su cui generare tutte queste plusvalenze. Insomma, un'ottima base su cui il Gasp ha lavorato alla grande. Un buonissimo esempio di lavoro di squadra.
    E' però impensabile che dal vivaio ogni hanno provengano (e poi si vendano) 3/4 giocatori da 30 milioni l'uno. Se vogliamo rimanere in queste posizioni di classifica, sarà inevitabile un mix fra giocatori di medio/alto livello cresciuti in casa e acquistati sul mercato. Balotelli per costi, storia calcistica e carattere non lo prendo nemmeno in considerazione. 
    Torniamo sempre lì, la palla è solo ed esclusivamente al TONE. Deciderà di investire un pò di più sul mercato ed accontentare il Gasp? (che nel frattempo continurà a lanciare i nostri giovani quando si presenterà l'occasione). 
    Non servirà aspettare molto per avere la risposta. 


  10. Ah! quindi "il primo obiettivo di Giovanni Sartori era Rolando Maran"... questa mi è nuova! 


    • urco! mi era sfuggito: "dirigenti nerazzurri che, nel frattempo, avevano già seminato con l'arrivo di Paloschi" 


      • Riccardo88 ..Anche a me era sfuggito. .Se non fosse per la pagina del Gazzettino e dell'Arena di quei fatidici giorni con tanto di foto di sua maestà di Verona a cena a Trento. .indovina con chi???


        • "Il primo nome della lista è quello di Gasperini e pare che nei giorni scorsi i dirigenti orobici, visti i tentennamenti sulla sponda veronese, abbiano già avuto un primo incontro con l’ex mister del Genoa."
           
          Bergamopost 02/06/2016, dopo che, per 20 giorni, ci avevano fatto la cronistoria giorno per giorno della faccenda Maran...sèt màt che sgubb chei de l Arena!


          • Va bene Facundo. .Hai ragione Facundo. .Grazie Facundo...Sei grande Facundo. ..La pensiamo tutti come te Facundo...meno male che ci sei tu Facundo così puoi spiegare a me il Riccardo88 il Last il Michi1907 e altri (mi scuso per le dimenticanze ma siete tanti) quello che è successo con dovizia di particolari. ..ah dimenticavo spiegalo anche ad alcuni giornalisti locali come l'ottimo Bucarelli (colgo l'occasione per fargli il complimenti per la sua trasmissione che in questo periodo estivo mi mancherà) perchè ti do una notizia Facundo dice le stesse identiche cose..


            • 18/06/2016 BergamoPost "Secondo quanto si legge sui media specializzati nel mercato, la corsa per la panchina della Dea sembra ridotta a Maran, Prandelli e Gasperini.Più remote quelle di Drago, Giampaolo o la promozione di Bollini"
               
              21/06/2016 BergamoPost "A meno di clamorosi stravolgimenti o di una conferma di Reja, dovrebbe essere uno tra Rolando Maran e Gian Piero Gasperini il nuovo allenatore dell’Atalanta.[...]Sia Maran che Gasperini hanno un contratto con Chievo e Genoa che scadrà nel 2018.[...]Alfredo Pedullà ha parlato di un pranzo tra lo stesso Maran e Sartori venerdì 20 maggio.[...]Molto ingarbugliata anche la situazione di Gasperini.Il presidente Preziosi ha già fatto capire che nei suoi progetti futuri c’è l’attuale allenatore del Crotone Juric e che, si vocifera, non ci siano grandi rapporti tra il tecnico e i figli del presidente. La partita è delicata, sul tavolo ci sono 2 milioni di euro netti (che diventano 4 al lordo) e se non si arrivasse ad un accordo l’allenatore potrebbe anche impuntarsi e restare fermo percependo un lauto stipendio fino alla fine."
               
              Date, fonti e virgolettati...senza bisogno di abitare a Verona.
               
              Sto ancora aspettando i virgolettati di Sartori che attirbuisce l'acquisto di de Roon a Marino e quelli che dicono che Joao Schmidt l'ha voluto Gasperini dopo averlo seguito per 2 anni...


              • bergamopost 28 maggio 2016 
                "Il 26 maggio vi abbiamo raccontato come, al 90 percento, Rolando Maran sarà il nuovo tecnico dell’Atalanta. L’allenatore trentino si è infatti quasi liberato dal Chievo e nelle prossime ore dovrebbe chiudere la trattativa con la società nerazzurra. "
                 
                Bergamopost 27 maggio 2016
                Perché sarà Rolando Maran il nuovo mister dell’Atalanta
                "Ci siamo, il rebus è risolto: il prossimo allenatore della Dea sarà Rolando Maran. Il tecnico si è di fatto liberato dal Chievo (mancano solo i dettagli) e il cerchio si sta per chiudere. Ragionandoci un attimo e raccogliendo gli spifferi che circolano sembra soltanto uno l’obiettivo vero, reale e concreto a cui i dirigenti orobici stanno lavorando a fari spenti: l’attuale tecnico dei veronesi.  La situazione è ormai chiara (più fonti parlano di incontri e riunioni per ottenere di essere liberato) e la conta delle panchine libere cui Maran può ambire si è ridotta quasi completamente all’unica alternativa davvero plausibile: l’Atalanta. Con buona pace di chi voleva Prandelli già a Zingonia, prima ancora Ventura e poi Pioli, Iachini, Drago, Oddo, Inzaghi, Carrera e chi più ne ha più ne metta, siamo ormai alla vigilia della stretta finale"
                "Reja e Gasperini ad Amalfi: non sono nomi caldi".
                bergamopost 28 maggio 2016
                "Ecco come sarà la nuova Dea targata mister Rolando Maran"
                Bergamopost 2 giugno 2016
                "L’imprevisto dietrofront di Maran Retroscena di un’amara beffa" "È successo quello che nessuno si aspettava: Maran resta al Chievo e l’Atalanta, dopo aver perso praticamente un mese ad attendere il mister trentino, adesso deve accelerare la ricerca di un nuovo allenatore per la prossima stagione. Nulla di catastrofico o di irreparabile, da quasi 109 anni la Dea ha un allenatore in panchina e non sarà il dietrofront di Maran a destabilizzare l’ambiente. È innegabile, tuttavia, che la situazione attuale non piaccia a nessuno e che qualche errore sia stato commesso: ci si è fidati della parola del tecnico clivense che alla fine, senza prolungamenti e senza ritocchi di stipendio, ha deciso di restare a Verona."
                 
                Date, fonti e virgolettati...senza bisogno di abitare a Verona.
                LE tue fonti sono errate perchè gasperini firmò verso il 15 giugno, e dopo aver riportato quelle corrette(gli utenti possono controllare facendo un check su google), adesso amante dell'anticalcio
                 


                • Bravo! Vedi che se vuoi (e se esistono) le cose le trovi?  Io ho riportato quelle perché indicano che Gasperini era nella rosa di 2/3 allenatori tra cui scegliere, già a metà maggio, ma forse il più facile da raggiungere era Maran, viste le scaramucce in corso tra Preziosi e il Gasp...poi l articolo che riportava della cena, senza bisogno di aspettare che fosse l arena a svelare chissà che verità... 


                • Pota Michi1907 lle foto sul Gazzettino e sulla Arena di sua maestà di Verona e Maran a cena a  Trento erano fatte con Photoshop in realtà an sera me te ol Riccardo88 ol Frank95 ol Last1967. e ol GINO  ..


                  • Lui compare solo quando si parla di Maran...anche di fronte alla figura che ha fatto riportando fonti sbagliate, continua a sostenere che l'anticalcio non fosse la prima scelta.
                    Dice che gasperini e Preziosi avevano scaramucce in corso, allora io lo smonto un'altra volta con 2 articoli:
                    gazzetta 9 maggio 2016 
                    "Preziosi spera che Gasp ora trovi una squadra. C’è Juric dietro l’angolo"
                     
                    calciofanpage.com 10 maggio 2016
                    Juric, per il dopo-gasperini
                     
                    QUindi c'era tutto il tempo per buttarsi subito sul gasp, dato che era praticamente scaricato da Preziosi. Solo che la prima scelta di SArtori era l'anticalcio, e pensavano che tutto fosse possibile, ma non avevano fatto i conti con San Campedelli. Questa la realtà. Ora non so se potrò rispodnere perchè mi sa che sono arrivato a 6 commenti, ma Facundo ti consiglio di smetterla anche di fronte all'evidenza, non fai bella figura continuando a difendere anche le evidenze


                  • A parte che non devo render conto a te, su cosa scrivo io (potrei dire lo stesso di voi, che tirate in ballo l argomento anche quando non è minimamente inerente agli articoli...), ma poi non ti rendi nemmeno conto che stai sostenendo ciò che ho riportato io (non sostenuto), altro che smontando! Preziosi sperava che il Gasp trovasse altre squadra per non rispettare il contratto in essere... Gasperini giustamente (dopo il trattamento ricevuto), guardava al suo di interesse e, forse, al 10 di maggio non aveva tutta sta voglia di darla vinta a Mr. valigetta...no?


  11. ROMAGNANEROBLU -
     08/06/2018 alle 9:49
    Articolo perfetto Abbiamo un allenatore da blindare a vita e oltre.......La Societa'ha sbagliato l'ultima campagna acquisti andando contro la volonta'del Mister non prendendo la punta e sostituendo Kurtic con Rizzo che oltre che rotto era piu'scarso Se l'avessero ascoltato probabilmente avremmo fesrteggiato ben altri traguardi  Ma il passato e'passato ,sbaglare e'umano e persevarere vuol dire perdere il Gasp. Non possiamo permetterci di sbagliare questa sissione di mercato Accontentatelo e non ci rimetterete ( $ ) e'la preghiera che facciamo al Presidente


  12. Il Mister ha ragione, ma qui è tutto un gioco di equilibri: lui accetta di buon grado di far esplodere qualche giovane (non dimentichiamo che proviene da un settore giovanile...)...allo stesso tempo però vuole qualche giocatore "di spessore" che però il Tone oltre un certo livello non può/non vuole superare. E tutto sommato è giusto così. I Balotelli sono fuori portata per noi, inutile farci illusioni. E forse , proprio nel caso di Balotelli , è la ns fortuna che al suo posto arrivi gente più MOTIVATA e meno primadonna. Troppi, in passato, i giocatori affermati passati da BG che ci hanno fatto sognare ad agosto, poi la realtà dei fatti non è propriamente andata così...


    • Oltre a quanto hai giustamente rilevato, c'è un altra questione di equilibri forse ancora più importante, quella degli equilibri interni di spogliatoio e di ingaggi: il giocatore di fascia top lo possiamo anche prendere magari (che poi sia Pino o Pallino poco cambia) e la società può anche fare la "pazzia" di un ingaggio da top team per assicurarselo, ma il vero problema è che poi devi raddoppiare l'ingaggio praticamente a tutta la rosa, e questo vuol dire assumersi un costo fisso incrementale e per più anni ben superiore al mega ingaggio del top player in questione.
      Non escludo che, continuando così le cose, prima o poi la società arrivi anche a questo ulteriore step, ma dubito fortemente che ciò possa avvenire prima del completamento del nuovo stadio.


      • ROMAGNANEROBLU -
         08/06/2018 alle 12:50
        Nemesis68 vuoi dire che se Ronaldo va al Parigi tutti si raddoppiano o quadruplicano lo stipendio? A differenza di Defrel che è un sig nessuno Balotelli ( piaccia o meno) porterebbe un indotto diverso ed ha una storia e prospettive diverse Quindi se lo volesse Gasperini sarebbe da prendere e saprebbe sicuramente gestire lui lo spogliatoio e quant’altro Se invece preferisce Tumminello o Pavoletti o Mister x va benissimo così L’importante è che la punta la scelga il Mister 


      • Quoto !


    • p.s. a proposito del livello degli acquisti, mi diverto un sacco a leggere quello che continua a dare delle "capre ignoranti" ai tifosi perchè "non capiscono che Balotelli sarebbe il top , però i mononeuroni non lo vogliono perchè è bresciano". Si certo, come no. Dimentica però di dire che da un anno la mena col contratto di Gomez , per il quale "la Società ha fatto una cazzata, 2 mln l'anno per uno di 30 anni" ecc.ecc. (non ha tutti i torti, per carità)
      Invece Balotelli - che va per i 28 - arriverebbe a gratis ?? Magari con contratto di soli 2 anni??  E siamo così sicuri che ci farebbe fare il famoso salto di qualità col carattere che ha (e che, non mi si vengano a raccontare fregnacce , uno a 28 anni non lo cambi....la pianta te la indrèsèt fò quando l'è amò picinìna....) ?? Quando si dice la coerenza.


      • Ah quello che fa tanto il saccente e poi tramite il suo account twitter si permette di "offendere" a destra e sinistra? Una volta sono intervenuto educatamente con una battuta ad un suo tweet con il quale dava dell'incapace a DeRoon (inizio stagione) risultato? Bloccato. Con un altro account ogni tanto seguo i suoi ammirevoli tweet, per fortuna siamo noi le capre ignoranti. 


      • come soffre ogni qualvolta l’atalanta vinca....


  13. Il Mister l'ha detto chiaramente: 
    " non accetto un ridimensionamento dell'Atalanta " e Percassi . grande sognatore , si trovo per la prima volta nel ruolo di pompiere...." speriamo di salvarci"...
     
     


    • A mio avviso le parele del Gasp sono un pò diverse, riassumendo: va bene tutto, anche un ridimensionamento, purchè sia detto chiaro e tondo. Della serie, non prendetevela con me se qualcosa andasse storto.  


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.