13-02-2018 17:00 / 18 c.

Peter StögerAttenzione: il titolo è una battuta. Perche' il Mister del Borussia stamattina ci ha paragonato al Milan in quanto a forza senza sapere che probabilmente gli stiamo sopra da un anno e mezzo, minimo...

Da kicker.de:

Peter Stöger mette in guardia dal sottovalutare l'Atalanta. Il mister del Borussia sottolinea il fatto che i prossimi avversari della sua squadra sono solo un punto dietro al Milan e che "se il Milan giocasse giovedi' con noi tutti parlerebbero di un partitone"

Dal weekend scorso Stöger è totalmente concentrato sull'Atalanta, formazione che quasi nessuno conosce in Germania, che giovedi' (inizio ore 19) sfidera' il Dortmund per i sedicesimi di Europa League. Gli Italiani viaggeranno con un palmares europeo che quest'anno li vede imbattuti in trasferta in sei precedenti occasioni. In classifica in serie A attualmente sono solo un punto sotto dal settimo occupato dal Milan.

Bergamo è "assolutamente nella stessa categoria del Milan" dice Stöger, "non e' facile giocarci contro e sono bene organizzati". Dal sorteggio la squadra di Bergamo e' stata osservata da molti scouts del Borussia, "e abbiamo capito quali possono essere i loro punti deboli anche se probabilmente loro hanno fatto lo stesso con noi

Nell'ultima partita il Borussia ha sconfitto in casa per 2-0 l'Amburgo, penultimo in classifica, sudando sette camicie. Stoger ammette che il potenziale della sua squadra non è stato ancora pienamente espresso in campo e afferma che "in questo ambiente si puo' ancora fare molto, certamente non miracoli" accennando ad una formazione che, forse, era piu' forte anche solo un paio di anni fa.

"A me piacerebbe vedere in campo tutto quello che di buono sviluppiamo in allenamento. Comunque l'importante è che i miei in partita diano tutto per il risultato", in tutta coerenza con la sua mentalità secondo la quale lo spettacolo fine a se stesso non fa parte del suo manuale di gioco...

 

 

di Staff




  1. paragoni o mia paragoni
    in germania o in italia...
    a prescindere senza se e senza ma
     milan mierda!
     
    ladrones since 1899


  2. Beh...hanno un punto.in piu di noi e una stiria pazzesca.
    Se qualche anno fa qualcuno.ci avesse paragonati al Chievo (arrivato x 3 anni davanti a noi) ci saremmo offesi noi, non loro.
    Questo.voleva essere un gran complimento...visto che il.Milan è la squadra piu titolata in Italia...


  3. credoinunadea -
     13/02/2018 alle 20:45
    Asfaltiamolo!!


  4. maracaniggia -
     13/02/2018 alle 19:47
    Se in pochi conoscono l' ATALANTA, vediamo di lasciare ottimi ricordi. In campo, sugli spalti e in giro per la Deutschland.


  5. aggiungo che questo allenatore e' "poco amato" dai tifosi gialloneri vuoi perche' viene da un'esperienza fallimentare (esonerato dopo poche partite di bundesliga) vuoi perche' predilige un gioco che concede poco allo spettacolo, cosa che ai palati fini ben abituati di Dortmund non va giu'....


  6. il Milan in Europa gode ancora di grande credito e prestigio
    credo fosse sua intenzione farci un complimento



    • Marko Ramius -
       13/02/2018 alle 18:38
      mi pare che sia indicato nel titolo che era una battuta


  7. Se l' allenatore e' questo vinciamo sicuro


  8. Ma come fa a non conoscerci? Se questa estate abbiamo giocato l'amichevole ad Altach e abbiamo vinto 1 a 0? Dove era lui, a dormire?


    •  Ad agosto allenava il colonia...


    • Marko Ramius -
       13/02/2018 alle 18:39
      Mi pare che nel pezzo ci sia scritto che l'Atalanta e' poco conosciuta in Germania, non che è lui a conoscerci poco...


    • non era lui l'allenatore, è subentrato da un paio di mesi e nn credo sia andato a guardarsi le amichevoli estive


      • Ok grazie. Vuol dire che ci conoscerà da dopo giovedì come il capitano del Lione Fekir


  9. sempre tedeschi sono, ovvero calciatori che non mollano mai sul campo
    se ci sottovalutano come hanno fatto EVERTON e LIONE gli facciamo vedere che siamo molto più dei tedeschi :
    BERGAMASKI !!!!!! noter an mola prope mai e de piò amò de oter !
     


  10. non vedo "declassamenti" in questa affermazione....anzi, ma riconoscimento ed accostamento ad un nome che cmq in Europa qlcosa di imporante ha fatto vedere.
     
    Senza dover per forza entrare nello speciifco degli ultimi 3 campionati di serie A circa ....dove ce la siamo giocata più o meno sugli stessi livelli
     



  11. tutto il mondo è uguale... che perle:"li abbiamo studiati,ma probabilmente anche loro ci hanno studiato","mi piacerebbe vedere in campo quello che proviamo in allenamento","è importante che diano tutto per il risultato"


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.