07-07-2018 09:10 / 5 c.

ToloiTerminato il secondo giorno di lavoro, procede a gonfie vele la preparazione dell’Atalanta, protagonista anche oggi di una doppia kseduta. Corsa mattutina nei boschi di Castione della Presolana, per poi spostarsi nel pomeriggio al Marinoni di Rovetta, per dedicarsi al pallone. “Questi primi giorni sono molto importanti per preparare la stagione. E’ arrivato il momento di lavorare e di soffrire. Ci aspetta una preparazione molto dura qui a Rovetta, ma importante per preparare al meglio tutte le competizioni alle quali parteciperemo”. Traspare grande convinzione dalle parole di Rafael Toloi, difensore brasiliano dell’Atalanta, giunto ormai alla sua quarta stagione con la casacca nerazzurra. Dopo un’estate trascorsa nella propria terra nativa, la chiacchierata con la stampa non può che cominciare con uno sguardo alla nazionale verdeoro, fermatasi ai quarti del mondiale russo, al cospetto della rivelazione Belgio, e che nell’immediato futuro potrebbe, magari, pensare proprio al centrale di Gloria d’Oeste per rinnovare un reparto nel quale due leader come Thiago Silva e Miranda, iniziano a fare i conti con la carta d’identità: “Io convocato? L’unico mio pensiero è quello di continuare a fare bene con la maglia dell’Atalanta per potermi meritare una chiamata in futuro.” Toloi è ormai una delle colonne portanti all’interno dell’undici disegnato da Gasperini. Arrivato come un giovane di belle speranze, si può ormai definire un senatore a tutti gli effetti: “Sono qui da qualche anno, ma mi sento ancora molto giovane (ride, ndr), e soprattutto sono convinto di poter crescere ancora molto grazie alla guida del mister. Il vizio del gol? L’anno scorso sono riuscito a segnare in tutte le competizioni disputate. Mi piace molto fare gol e quest’anno spero di farne ancora di più.” La partenza di Caldara, non spaventa il centrale classe 1990: “Mattia (Caldara, ndr) in questi due anni è cresciuto tantissimo e si è meritato il passaggio ad una big come la Juventus. Perdiamo un grande compagno e un ottimo calciatore, ma i ragazzi che ci sono quest’anno come MasielloPalominoMancini e Varnier, ci permetteranno di avere ancora una difesa molto forte.” In piena estate, il tema più caldo e delicato è sempre quello del calciomercato. Tra spifferi e rumors vari, Rafael Toloi non ha alcun dubbio: “Io sono molto tranquillo, sono felice di essere qui e la mia testa è solo all’Atalanta. C’è grande sintonia con i compagni, con il mister e ho un grande rapporto con tutti i tifosi che ci aiutano sempre e ci sostengono con una passione incredibile. Sto bene qui.” Tra i momenti chiave della passata stagione, è impossibile non citare il gol della grande illusione a Reggio Emilia contro il Borussia Dortmund: “C’ è ancora amarezza per quella serata. Non tanto perché il mio gol non sia servito, ma perché abbiamo avuto tantissime occasioni per chiudere la qualificazione. Rimpianti che si estendono anche alla gara d’andata in Germania, dove avremmo potuto uscire con un risultato migliore, ma purtroppo questo è il calcio. Fortunatamente abbiamo la possibilità di riprovarci subito e di dimostrare a tutti il valore dell’Atalanta anche in Europa.” Per il secondo anno consecutivo si gioca su tre fronti, gli obbiettivi? “L’obbiettivo è sempre quello di dare il massimo, offrendo sempre un buon gioco e regalando soddisfazioni ai tifosi. Ragioniamo partita per partita cercando di arrivare più in alto possibile”. In chiusura, un pensiero sul tormentone degli ultimi giorni che vedrebbe vicinissimo l’approdo in Serie A di un fuoriclasse come Cristiano Ronaldo “Sarebbe bello per il calcio italiano avere un campione come Cristiano. Un po’ più complicato per noi difensori, ma sicuramente stimolante.

Fonte: Michael Di Chiaro - bergamoesport.it



di Gandalf




  1. Rafa sempre con noi! 


  2. C'è grande sintonia con i compagni, con il mr, ho un grande rapporto con tt i tifosi che ci aiutano sempre e ci sostengono con una passione incredibile. Sto bene qui.


  3. Con lui in difesa ieri sera il Brasile sarebbe in semifinale.
    Ministro! 


  4. vogliadeuropa -
     07/07/2018 alle 11:36
    Grande Rafa..da sempre il mio preferito insieme a masiello e de roon!





Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.