16-02-2017 13:45 / 17 c.

DUE RIGHE PER GEPPO

Non c’è peggio del delirio di onnipotenza dei nobili decaduti.
Ho letto con curiosa attenzione la delirante dichiarazione del tifoso milanista geppothedevil (a QUESTO link), che del diavolo forse ha solo le zampe caprine, la coda animalesca e due corna in testa a pressargli, qualora ne avesse, la materia grigia, impedendone la corretta funzionalità.
“ridare la palla è un gesto di sportività non una regola del calcio...!!!”
Esordisce così il sedicente diavolo, minuscolo per non offendere Nosferatu, sventolando ai quattro venti, senza nemmeno accorgersene, la concreta antisportività della sua squadra. Infatti, adducendo che il restituire la palla è solo un gesto di sportività, il milan, non avendolo fatto, ha dimostrato la sua antisportività.
Non contento, il nostro geppo, s’inerpica e s’ingarbuglia in un ragionamento proprio solo di una filosofia bacata come quella dei “forti” quando perdono. Cioè, ci dice che se Baresi avesse sbagliato il rigore, avrebbe commesso un gesto antisportivo.
Eh sì, cari amici atalantini, il geppo indiavolato ci sta proprio dicendo, in parole povere, che il milan, non restituendo la palla, ha commesso un gesto antisportivo (lo dice lui che restituirla è un “gesto di sportività”) e mettendo a segno il rigore ha scongiurato un gesto di antisportività.
In soldoni, ci sta dicendo che il milan ha la facoltà di decidere quali gesti antisportivi commettere e, nella fattispecie, ha accuratamente evitato di essere sportivo nel momento del fairplay verso la squadra avversaria, ma lo è stato quando l’unico beneficiario era solo il milan stesso, calpestando la sportività della squadra avversaria.
Classico ragionamento di certe filosofie dello sport, che le sette sorelle del nostro campionato sono solite incarnare. Siamo sportivi quando fa comodo a noi.
Peccato che geppo non ci possa leggere. Gli direi soltanto che in campo c’erano due Capitani (la maiuscola vale solo per uno di essi).
Uno che ha messo la palla fuori e che se n’è andato dal campo dopo il rigore. L’altro che ha messo la palla dentro ed esultato dopo il rigore.
Altre parole non servono. Le lasciamo volentieri a voi.

Rodrigo Dìaz

di Staff




  1. maracaniggia -
     16/02/2017 alle 19:52
    Non capisco tutto sto accaldarsi per una sco reggia bilanista.......


  2.   Anche in Champions si sono distinti con baresi che fregava le mani sugli occhi e Galliani che ritirava la squadra, come da bambini, quello che portava il pallone dovevi farlo vincere altrimenti se perdeva se lo portava via e avevi finito di giocare.
    Bilan =ASILO


  3. Baresi lo schifo della sportivita' un capitano senza stellette un uomo brutto di fatto e di viso come lo era a suo tempo il MIlan Punto.


    • concordo su scarpone manotesa baresi.


      • contemascetti -
         17/02/2017 alle 7:02
        Se , talmente scarpone che ha un palmares da far sbiancare. Masiello che invece è un fenomeno a 30 anni gioca da noi è non vincerà mai un cazzo ( purtroppo per lui , e per noi )....va bene L antipatia personale , ma definire scarpone un Franco Baresi ( che non era Beckenbauer o Krol , ok ), mi sembra fuori luogo.


  4. Inutile scendere al loro livello. .. vergognosi è far loro un complimento! 


  5. Grazie Rodrigo per l'accalorato e condivisibile articolo,ma francamente io non avrei nemmeno sprecato il tuo sicuramente prezioso tempo per scriverlo.Sto Geppo fenomeno si qualifica da se'.Incommentabile.E'una macchia indelebile per il Milan,che non potrà mai essere cancellata e questo lo sanno benissimo anche loro.
     


    • contemascetti -
       16/02/2017 alle 17:05
       
      Concordo sul tempo perso. Per il resto, soprattutto sulla macchia indelebile, credo che gli zozzoneri in fondo in fondo se ne fottano allegramente.


  6. contemascetti -
     16/02/2017 alle 15:39
    Chi è senza peccato, scagli la prima pietra.
    Io ricordo dopo più di 30 anni anche il tuffo (con conseguente rigore) di Stromberg con la sua Nazionale , che costò l'eliminazione alla Danimarca (se non erro). Nemmeno lui andò a dire all'arbitro che non era rigore....
    Gli zozzoneri non li commento neppure.
     


    • Yeti_Orobico -
       16/02/2017 alle 17:47
      Per me lo fai apposta. Se tutti si portassero a letto Belen (non manca molto a dire il vero) tu te lo taglieresti apposta per fare da bastian contrario
       
      CINEMA! 


      • contemascetti -
         16/02/2017 alle 18:20
        Te lo dirò una volta sola, ed il più educatamente possibile: MA INCULET.


  7. Nella faccenda c'è un colpevole e il suo gregario. Il colpevole è manina alzata Baresi, se sbagliava nessuno l'avrebbe incriminato ! Il gregario è l'Arrigo che per anni ha giustificato il tutto ..poi ol Berlusca gi ha detto di piantarla.
    Geppo Devie è appunto un Geppino...anche un po' ignorante perchè scrive tutto e il suo contrario...


  8. Ha fatto benissimo Rodrigo Diaz a rispondere a sto zozzonero, mai si dovrà dimenticare sta vigliaccata e sempre si dovrà ricordarla alle nuove leve!
    Per me guai a non ricordarlo, è una delle pagine nere della storia del calcio, quella che però ci distingue dagli altri, sopratutto da quelle monnezze del bilan.

     


  9. Rodrigo, ti apperzzo moltissimo nei tuo scritti borderline col calcio. In questo caso però il 2 intervento sullo stesso tema nel giro di 3 giorni mi sembra troppo. Concordo in pieno con Guinness basta parlarne anche perchè visto da fuori (no milanisti ed Atalantini) sembra la rampogna fra due bambini. Non scendiamo più a quel livello. Siamo cresciuti come mentalità di squadra grazie a gasp, adeguiamoci come tifosi rispondendo solo se direttamente tirati in causa non andando a rampognare per news su forum altrui.
    Se geppo fosse venuto qui a casa nostra  a fare il fenomeno sarei stato il primo a caricarlo di vaffanzum, non è così lasciamolo nel suo brodo primordiale.


  10. Credo che sia un'impresa impossibile far capire a certi "tifosi"cosa abbiano significato quei due gesti,proprio non ci arriveranno mai!è più facile che parli una statua di marmo! 


  11. sono passati 30 anni , anche se una vigliaccata , basta parlarne , sembriamo gli intertristi con ronaldo/juliano 
    guardiamio al futuro 


    • Per me è una questione diversa,lì l'arbitro ha sbagliato o meno-non lo so e non mi interessa neppure-,qui  ci son stati dei giocatori o "sportivi"che han fatto una gran vigliaccata,alcuni dopo anni lo hanno capito,ma altri sono "de coccio"come si dice..


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.