Home A bordocampo LAZIO – ATALANTA 1-3 – PIU’ IN ALTO DELLE AQUILE E VERSO...

LAZIO – ATALANTA 1-3 – PIU’ IN ALTO DELLE AQUILE E VERSO L’INFINITO

154

LAZIO – ATALANTA 1-3

A volte diventa persino difficile descrivere le emozioni dell’Atalanta versione 2018-2019 senza cadere in eccessi di retorica o senza coinvolgere le proprie emozioni ma stiamo assistendo alla costruzione di un sogno impossibile che puo’ ancora sfuggirci dalle mani ma che comunque sara’ stato tentato e comunque avvicinato da una squadra di eroi, di marines dediti alla causa, una banda di fratelli che oggi, in un ambiente da tregenda si e’ scontrata ed ha abbattuto dei grandi rivali, gli stessi che ci troveremo di fronte tra 10 giorni per la finale di Coppa che, attenzione, è tutta da giocare.

I gol: al 3′ Paolo (Lazio), al 22′ Zapata, al 58′ Castagne al 76 autorete di Wallace (Lazio)

Ammoniti Masiello, Mancini e Gomez che verranno squalificati alla prossima col Genoa a Reggio.

 

Pazzesca Atalanta, ribalta anche la Lazio e ora vede persino il terzo posto!

SERIE A, TRENTACINQUESIMA GIORNATA
LAZIO-ATALANTA 1-3: UNA RIMONTA CHE PROFUMA D’EUROPA

Finiti ormai da tempo gli aggettivi, ci affidiamo alla ripetitività per descrivere l’ennesima impresa-capolavoro di un’Atalanta che stravince all’Olimpico contro la Lazio dopo esser (come d’abitudine) andata sotto in avvio per via del gol-lampo di Parolo per i padroni di casa. Superato lo sbandamento, la squadra del Gasp inizia a macinare gioco ed occasioni: Zapata prima sciupa la clamorosa chance del pari e poi lo trova a metà primo tempo intercettando una conclusione di Freuler. La ripresa si apre su ritmi molto blandi ma con il difensore laziale Wallace che la combina grossa regalando al Papu la palla che vale l’azione che Castagne tramuta nel 2-1. La Lazio esce di scena e, sotto un autentico diluvio, la Dea trova il 3-1 sugli sviluppi di un corner che Djimsiti mette in porta trovando la deviazione galeotta ancora di Wallace che mette nella propria porta. Partita a quel punto chiusa, l’Atalanta lascia la stessa Lazio a sette punti di distacco e ne mette cinque tra se ed il Toro in attesa delle partite di Roma e Milan. Finisse così anche tra una decina di giorni…

Roma: si usa solitamente dire che “Tutte le strade portano a Roma”: nel caso dell’Atalanta in questa stagione mai tale detto fu più azzeccato, perchè oggi dalla capitale si capirà ancor di più quanto valgono davvero le ambizioni da Europa “dei grandi” (la chiamiamo così, visto i tanti scaramantici che ci leggono e non vogliono sentir spesso il nome di quella competizione) della Dea mentre tra dieci giorni sapremo se i nostri riusciranno a portar a casa la loro seconda coppa Italia della storia: avversario di turno? Ovviamente sempre lo stesso anche quello, una Lazio altalenante in questa stagione ma per certi versi capace a volte di grandi partite ottenute con lo stesso bel gioco che la banda del Gasp ha quasi sempre messo sul banco per provare vincere i match chiave di questa sua stagione sin qui meravigliosa.

GASP RECUPERA ILICIC: un paio di variazioni rispetto all’undici che ha superato l’Udinese per il Gasp che ritrova davanti Ilicic e lo inserisce a sostegno di Gomez e Zapata mentre dietro tocca a Djimsiti giocare al posto di Mancini; in mezzo c’è Freuler, che vince il ballottaggio con Pasalic. Nella Lazio, con Milinkovic e Lulic out, Inzaghi propone Immobile e Caicedo davanti mentre in corsia tocca a Marusic con Luis Alberto in mezzo.

I “SOLITI” AVVII DELLA DEA, PAROLO FA 1-0: tempo più simile a fine novembre che ad inizio maggio nella capitale, con il match che prende il via e l’Atalanta conferma tutte le sue difficoltà nel gestire gli avvii di partita: al secondo minuto la Lazio è già avanti con una conclusione in diagonale in area di Parolo con Gollini fermo a vedere il pallone che finisce nell’angolino e porta avanti i padroni di casa. Momento di sbandamento per la squadra del Gasp, che subisce l’ennesimo gol a freddo che costringe così i nerazzurri a dover rincorrere: al tredicesimo è bravo Gollini con i pugni sulla conclusione da fuori di Immobile salvando così i suoi dal nuovo pericolo.

ZAPATA, ERRORE E RISCATTO, 1-1!: con il passare dei minuti però la squadra nerazzurra prende campo ed inizia a macinare gioco ed occasioni: al diciassettesimo Gomez combina con Castagne che offre un pallone d’oro a Zapata che calcia alle stelle un rigore in movimento. Il colombiano avrà però modo di rifarsi circa cinque minuti dopo quando una conclusione di Freuler abbastanza debole finisce in area e arriva tra i piedi del numero novantuno nerazzurro che fa 1-1 da due passi.

OCCASIONISSIMA-ILICIC: è la squadra del Gasp a questo punto a giocare meglio e va addirittura ad un passo dal gol del vantaggio al minuto ventotto quando Ilicic è servito splendidamente da Gomez in area e prova il tiro incrociato che però si spegne clamorosamente sul fondo. Il sole fa capolino tra la pioggia all’Olimpico mentre il ritmo ora cala in campo ed il match si trascina così fino all’intervallo che arriva dopo due minuti di recupero e con le due squadre ferme sull’1-1.

RIPRESA, ENTRA MANCINI: via alla ripresa con subito una novità nell’undici nerazzurro: Palomino lascia posto a Mancini in difesa e l’Atalanta sfiora subito il gol dopo una manciata di secondi quando Ilicic prova la gran giocata in area e conclude, Strakosha vola e salva la Lazio con la difesa che poi si rifugia in corner.

CASTAGNE PER IL SORPASSO!: la partita pare non voler più decollare rispetto alla prima parte di gara, ma al dodicesimo ha dell’incredibile l’errore di Wallace, che in un goffo tentativo di rinvio regala palla al Papu che si ritrova un’autostrada verso la porta, si decentra, crossa in mezzo dove Freuler non ci arriva ma c’è Castagne che insacca in diagonale il gol facile facile che porta la Dea avanti all’Olimpico.

WALLACE SBAGLIA PORTA NEL DILUVIO, 3-1!: la Lazio non reagisce al colpo subito e l’Atalanta resta in controllo del match mentre nel frattempo si scatena un autentico nubifragio sull’Olimpico con la pioggia che cade a secchiate ed i nerazzurri che affondano così il colpo alla mezz’ora sugli sviluppi di un corner dove spunta Djimsiti che pare deviare in rete il punto del 3-1 che in realtà è toccato in maniera decisiva da Wallace: poco cambia comunque per un’Atalanta che mette in ghiaccio il match con i padroni di casa letteralmente alle corde.

LA DEA NON MOLLA IL QUARTO POSTO: l’ultimo quarto d’ora diventa a quel punto pura accademia per i ragazzi del Gasp mentre la pioggia lentamente inizia a diminuire e mister Gasperini decide di inserire nei minuti finali anche Pessina al posto di uno sfinito Freuler. I tre minuti di recupero concessi (poi divenuti quattro) sono così un dolcissimo conto alla rovescia per i circa sessanta tifosi giunti nella capitale da Bergamo pronti a scatenare la festa al triplice fischio finale. La Dea vince, conferma ancora una volta che questo quarto posto vuole tenerselo stretto il più possibile ed ovviamente spera che un risultato di questo genere sia anche quello del match previsto tra una decina di giorni con gli stessi attori protagonisti in palio. Questa “prova generale” in vista della finale di Coppa può dirsi superata a pieni voti!

 

Luca Rossi

www.diarionerazzurro.it

 

IL TABELLINO

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Bastos (33’st Neto); Romulo, Parolo, Leiva (33’st Badelj), L.Alberto, Marusic; Caicedo (9’st Correa), Immobile. A disposizione: Alia, Cataldi, Durmisi, Guerrieri, Jordao, Kalaj, Luiz Felipe, Proto, Zitelli. Allenatore: Inzaghi.

ATALANTA (4-3-2-1): Gollini; Castagne, Palomino (1’st Mancini), Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler (39’st Pessina), Djimsiti; Ilicic (19’st Pasalic), Gomez; Zapata. A disposizione: Berisha, Colpani, Del Prato, Gosens, Ibanez, Piccoli, Reca, Rossi. Allenatore: Gasperini.

ARBITRO: Calvarese di Teramo.

MARCATORI: 2’pt Parolo (L), 22’pt Zapata (A), 13’st Castagne (A), 31’st aut. Wallace (A)

NOTE: Ammoniti: Bastos, Caicedo, Leiva, Correa (L); Masiello, Gomez, Mancini (A). Recupero: 2’pt-4’st. Calci d’angolo: 5-2 per l’Atalanta.

Bookmark(0)

154
Inserisci un commento

Please Login to comment
117 Albero dei commenti
37 Albero delle risposte
0 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
105 Autori
ivan6695FrankSOTAONOTEROscar1962ReMo Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
Oscar1962
Membro

Stiamo vivendo il periodo più bello della nostra vita Atalantina. Talmente bello da far fatica a crederlo vero.


Non sono mai stato scaramantico ma dico solo che da qui al 26 potremmo superarlo in felicità.


Ghe sto piö det!


ivan66
Membro
ivan66

  

Mauri62
Membro

Se ho contato bene 97 reti segnate in gare ufficiali....mancano quattro partite....dai scecc si scrive la storia da qui al 26...siamo tutti con Voi...

FanEziogol
Membro
FanEziogol

GRAZIE RAGAZZI 


CARICA....alla prox Vittoria 

GNKY
Membro

Superlativi assoluti esauriti.


Devo ancora riprendermi...


prytz
Membro

La squadra dimostra una grande forza mentale , nonostante episodi abbastanza incredibili negli inizi di partita . Ieri un campanile assurdo ha fatto partire quel tiro di Parolo quasi senza pensarci, che è finito nell'angolo . Nell'azione ho notato un movimento innaturale della gamba destra di Palomino che invece che allargarsi per andare sulla traiettoria della palla si è avvicinata all'altra gamba; probabilmente un riflesso incondizionato per paura che la palla gli finisse in zone delicate .. Anche Gollini si è posizionato dietro il mucchio di giocatori dove non si vedeva nulla e probabilmente non è stata la scelta migliore… Leggi di piu' »

crazyhorse200
Membro
crazyhorse200

PORTACI IN TRIONFO VATE ....



Se vinciamo con Genoa ed il Bmilan non vince stasera con le mortadelle e' quasi fatta.


e poi la ...

goldisimonini
Membro
goldisimonini

 


 


MAI


STATO


COSI'


FELICE 

PER 

L'ATALANTA

5. 4. 2019

GNKY
Membro

Arrivato a  casa, da Roma da circa un' ora


Ho esaurito gli aggettivi.


 

Londra_Neroazzurra
Membro

Pur essendo un assiduo lettore del sito, e’ la prima volta che mi trovo a commentare attivamente. Sono un bergamasco atalantino che vive a Londra da 10 anni. Oggi è stata un’altra grandissima giornata per i nostri colori e anche se lontano da casa, seguo sempre le partite della Dea in TV coi miei tre figli.. che da oggi sono cresciuti in numero visto che mia moglie ha deciso di regalarmene un quarto proprio mentre i nostri eroi maramaldeggiavano in quel di Roma! Sono un uomo felicissimo e ci tenevo a condividere questa mia irrefrenabile gioia con tutti i fratelli… Leggi di piu' »

peter1907
Membro
peter1907

Congratulazioni!! Diciamo subito al Tone di inviarti una maglietta per il pargolo! 

Belo
Membro
Belo

Congratulazioni Enri, daga det! 


SubbuteoGroup
Membro

Felicitazioni e vedrai a breve la Dea nella tua città. Ci scommetto!

FanEziogol
Membro
FanEziogol

Congratulazioni.....al prossimo   


....TUTTI Atalantini ovviamente 


 

ReMo
Membro

Rallegramenti vivissimi, fratello atalantino e tanti sinceri auguri a tutta la tua famiglia.

SOTAONOTER
Membro

Complimenti LONDON !!! Gia' pensato al nome?...potresti chiamarlo GIAN PIERO come il grande GASP!!!

peter1907
Membro
peter1907

Mamma mia scecc.. ho finito gli aggettivi 


 


Celtic Frost
Membro
Celtic Frost

Sto sognando!!!! A parte le battute penso che la partita più dura da qui alla fine sia proprio col Genoa.. se riusciamo a fare 3 punti senza metà difesa e senza Gomez......

RubenBG
Membro
RubenBG

Non riesco a dormire, continuo a guardare la classifica ... Dai dea dai 

RubenBG
Membro
RubenBG

Gasperini ti amo! Tanto!


 

Tikal1968
Membro
Tikal1968

E il Raimondo è tornato the wall che partitona da lì non si passa e adesso andiamoci a prendere tutto 

barbudos72
Membro

Che spettacolo. Rimontare 1 gol dopo 3 minuti contro una squadra che in casa si gioca la speranza di andare in Champions fa comprendere la nostra forza e la portata dell'ennesima impresa.PAPU credo non sia umano, secondo me sotto la pelle è verde come gli alieni. Immarcabile  e instancabile.Peccato per le 3 assenze alla prossima contro il Genoa ma con tutti quei diffidati prima o dopo poteva succedere. Mi preoccupa soprattuto quella del Papu, vero trascinatore e insostituibile. Servirà la miglior Nonna che dovrà sbloccare subito la gara come contro il Bologna. Sarà una gara difficilissima ma non abbiamo paura… Leggi di piu' »

Pizzaballa2
Membro

Saremo 2. posto e Napoli sará 3. Adesso 0-1

Pizzaballa2
Membro

36. Napoli a Ferrara


37. Napoli - Inter forse il pareggio.


38. Napoli a Bologna

LEVANTEBG
Membro
LEVANTEBG

Momenti indimenticabili................GRAZIE RAGAZZI, GRAZIE MISTER, GRAZIE A TUTTA  LA SOCIETA'.


SOLO ESEMPRE FORZA DEA!!!!!!!!


 


wildkaosole
Membro

Non riesco a trovare le parole giuste neanche ora, a mente fredda, per dirvi quanto mi state facendo commuovere in questi 3 anni e quanto mi rendiate ORGOGLIOSO di essere un fiero e baldo TIFOSO DELL'ATALANTA....ma oggi avete veramente toccato l'apice!!!! p.s. vorrei essere il primo a comprare la maglia della DEA l'anno prossimo con attaccata la coccarda tricolore          INVASIONE A REGGIO! INVASIONE A ROMA! INVASIONE A TORINO!    ultimi sforzi x arginare i nostri spasmi cardiaci da qui a fine MAGGIO sperando di arrivarci con le coronarie salve, ma ne dubito fortemente

Mauri62
Membro

Sol per ricordare...Dopo la,partita contro la Roma all'andata avevo commentato che questa era l'Atalanta più forte di sempre. Ora aggiungo che con uno/due ritocchi di alta qualità c'è il rischio di interrompere la serie scudetti della Juve... 


Ps avevo scritto anche che questa squadra segnava cento gol, credo manchi poco...


Sabato prossimo a Reggio e mercoledì a Roma...che goduria. aspetto da una vita una settimana così .

wildkaosole
Membro

stesso mio pensiero...identico...lo dissi dopo il Copenaghen e lo ripensai due volte tornando dalla trasferta di Empoli e da quella di Torino ma mi venne detto da molti che quella del primo anno di Gasp lo era molto di piu'....ora credo di non poter piu' essere smentito.....

Gabriele1976
Membro
Gabriele1976

quella del Gasp del primo anno ha fatto 72 punti...quella squadra più ilic e zapata...( al posto di kurtic e Petagna)la più forte di sempre..

95Frank
Membro

In QUELLA squadra (1916/17) c'era un OTTIMO Caldara.


 


Oltre che Kurtic e Petagna, davano anche il loro contributo (significativo) Kessie, Spinazzola, Conti e, per un certo periodo. Gagliardini (e, dopo di lui, Grassi).


 


La squadra di oggi e' fortissima, ma anche quella del 1916/17 lo era.


 

snowman
Membro

Ricorderò per sempre queste domeniche

bonnes
Membro
bonnes

Grazie ragazzi!


Sono senza parole


ReMo
Membro

Nello scorrere i posts, ho notato che molti provengono da persone residenti all'estero. Per lunga tradizione, consguente alla mia non verde età, ho sempre pensato con affetto a tutti coloro che vivono lontano dal proprio luogo di origine. Il fatto di ritrovarli qui, mi trasmette la piacevole sensazione di una condivisione che rigenera, nel contatto, tutto il calore dell'ambiente di casa. Leggere le espressioni della loro felice partecipazione al successo atalantino, assolutamente nostro, e pertanto legittimo da condividere, mi offre la possibilità di esprimere loro il senso della mia amicizia e della mia stima. Con il più sincero augurio di… Leggi di piu' »

marimaxi
Membro
marimaxi

GRANDISSIMA DEA ....verso l'infinito e.....oltreeee  SEMPRE FORZA ATALANTA 


 

Ratman
Membro

Siamo una squadra che fa innamorare mezza Italia ed europa per il gioco, la leggerezza e la mentalità. 


Tutti grandissmi e su tutti c’è lui, l’unico, l’inimitabile, l’inafferrabile PAAAAPUUUUUU


unica nota negativa le tre squalifiche xché col genoa sarà tosta e soprattutto nn mi piace per niente che il Papu stia fermo: è in straforma e più gioca meglio è. A nn giocare rischia di sviluppare stress e ansia invece che riposarsi. Era meglio stesse fuori Ilicic la prossima.


Vabbeh nn fasciamoci la testa. Chi vuol esser lieto sia, del doman non v’è certezza

ivan66
Membro
ivan66

 Senza parole 

Claudiopaul70
Membro

Strepitosi... Eccezionali...mi vien da cagare solo al pensiero dei commenti di mazzarri e c che si banfavano di giocare come noi per aver vinto con quella cozzaglia di bimbimerda del milan!!! Bene bene...adesso mettiamo nel mirino l'inter...e se non arriveremo terzi ci accontenterei di arrivare quarti! 

Diego78
Membro
Diego78

Il vero fenomeno è il PAPU..ci sta regalando un vero sogno..un CAMPIONE.

moreto
Membro

Il PAPU è il nostro BRAVEHEART !

SubbuteoGroup
Membro

Il nostro Zola

eliminalitalia
Membro

Grande risultato a Genova!


Quota CL si abbassa a 68: o noi o il Milan.


Non me ne rendo ancora conto!

95Frank
Membro

Roma a 3 punti (e in netto svantaggio per differenza reti - quindi a 4 punti virtuali).


 


Odiavo Romero per il calcione a de Roon a Genova ma, per il suo goal oggi al '91, che ha tolto 2 punti alla Roma, gli farei un monumento.


 


Peccato per il rigore sbagliato dal Genoa al '96 (che avrebbe tolto un altro punto alla Roma). 

yrbaf58
Membro
yrbaf58

Sulla prestazione non ho parole per esprimere le mie emozioni. Dico che a Natale e a Pasqua oltre ha acquistare prodotti melegatti ( per ovvi motivi ) ho acquistato prodotti paluani per il mio ringraziamento a campedelli di voler a tutti costi tenere maran. Da quando cìè il Gasp tutti noi oltre ad assaporare partite strepitose stiamo sognando ad occhi aperti.  Non ci poniamo limiti. Tutti a Roma il 15 

michi1907
Membro

Fai bene. Grazie ancora Campedelli...come può cambiare il destino di una città per una persona

SubbuteoGroup
Membro

Grande partita ancora una volta e con questa vittoria al,emo la EL sembra raggiunta.


Ma siccome il nostro superGasp ci ha insegnato a non accontentarci mai, eccoci allo sprint finale per il GRANDE SOGNO.


Viato anche l’ambiente a Roma oggi, con lo stadio semivuoto, penso che siamo in linea per dare una lezione di tifo a questa marmaglia che fischia manco fosse Chiesa, un proprio giocatore. Vergognosi e non pervenuti. Al gol di Zapatone sotto la loro curva ho goduto.


TUTTI A ROMA!

SergiodeBrusa
Membro

Non  ci sono più aggettivi per descrivere questa fantastica squadra,  forte di testa , forte di gamba,  con convinzione dei propri mezzi e fame insaziabile di vittorie. Per me è  l Atalanta più forte di sempre anche di quella di conti e Spinazzola di due anni fa ,anche se non potremo raggiungere quel punteggio in classifica nemmeno vincendole tutte.  Ma quella Dea fu una sorpresa  in tante partite gli avversari ci sottovalutarono e noi ne approfitammo,  oggi non è più così,  tutti danno l anima controllo  di noi  ( chievo e empoli docet) quindi questa indipendentemente da come finirà è  una… Leggi di piu' »

gangaisland
Membro
gangaisland

Strepitosi. Tutte le squadre nei secondi  tempo sono sulle gambe  noi corriamo meglio che del primo. Ogni partita   è  uno spettacolo.                                                                                Sicurezza, determinazione, forza e qualità. Cos'altro? 

teo-68
Membro

1. Solita personalità da grandissimi


2. Inutile piangere sui gialli soprattutto quello del papu. Ormai conta molto l'aspetto mentale. Dovremo mettere in campo tutto domenica


3. A reggio ci sarà esodo genoano. Vediamo di riempire lo stadio noi !

thealamo
Membro

Guarda che i tifosi Grifoni sono in sciopero contro Preziosi.....dubito saranno.....tanti

SubbuteoGroup
Membro

Esodo genoano?


Ma se stanno giocando adesso con lo stadio mezzo vuoto a cominciare dalla curva....noi ci saremo, loro vedremo.

95Frank
Membro

Visto lo striscione che i tifosi del Genoa hanno esposto oggi, "BELIN COME GIOCA BENE L'ATALANTA", non credo proprio che ci sara' un "esodo" genoano .....


 


Molti tifosi del Genoa vogliono che Preziosi se ne vada, e alcuni di essi si augurano addirittura una retrocessione per liberarsi finalmente di lui.


Non tutti, naturalmente.

Deapersempre
Membro
Deapersempre

Non ho parole...


Popoetbubu
Membro
Popoetbubu


Che bello, una consapevolezza nei propri mezzi che fa paura.


Non si incazzano neanche più quando subiscono il gol nei primi minuti.


 


Fantastici leoni in campo pronti a azzannare ogni preda al momento giusto.


 


albebg
Membro
albebg

IMMENSI !!! LAZIO DAVA L'IMPRESSIONE DI ESSERE RASSEGNATA DI FRONTE ALL'EVIDENZA DI SUPERIORITA' FISICA E DI GIOCO .


MOMENTI INDIMENTICABILI !!

95Frank
Membro

Ho appena visto in TV uno striscione allo stadio di Marassi (appena prima dell'inizio di Genoa Roma):


 


"BELIN COME GIOCA BENE L'ATALANTA"


 


Su Sky Gasperini ha poi detto testualmente: "Faccio sempre il tifo per il Genoa - solo contro l'Atalanta non lo faccio ... "


Alla faccia di chi continua a ripetere che Gasperini tifa per la Juventus.


 


Gasperini tifa:


(1) Atalanta


(2) Genoa


(3) Crotone


 

libero
Membro

Lo striscione è chiaremente una contestazione a Preziosi che ha lasciato andare il Gasp

95Frank
Membro

Libero, qualunque ne sia la ragione, fa sempre piacere vedere in un altro stadio uno striscione con su scritto:


 


"BELIN COME GIOCA BENE L'ATALANTA"

wildkaos
Membro

Andare a vincere a Roma con la Lazio,con la partita che abbiamofatto,non è mai successo,ecco perchè:!)Dominio come gioco e possesso palla...2)Sempre con la cattiveria agonistica giusta e sempre pronti a far male...3)Sotto nel risultato,mai in altri anni (senza GASP) si poteva solo immaginare di poterribaltare il risultato,ammesso e non concesso di credere al pareggio,che se arrivava non aveva in nessun modo questo criterio di stima e consapevolezza di forza che abbiamo ORA !!!Adesso speriamo che gli squalificati non condizionino la prossima gara,ma con 6 diffidatic'era da aspettarselo qualche ammonito in una gara importante come oggi...Sono arrivati 3 punti FANTASTICI,e godiamoci questo… Leggi di piu' »

elburroloco
Membro

qul'e' il bs che ti ha messo un dislike?

elburroloco
Membro

scusate, riferito a


libero - 05/05/2019 alle 17:28,


sto mettendo un LIKE a TUTTI, perche' sono troppo felice, e' come dare un forte abbraccio a tutti i tifosi atalantini, visto che non posso in altro modo dal lontano Ecuador 

Castigamatti
Membro
Castigamatti

Dovevo rientrare ieri a Berlino dove vivo. Ho posticipato la partenza di qualche giorno perchè si sente a pelle che qui si fa la storia. Ovviamente non sono andato a Roma, ma vivendo lontano non ho mai potuto gioire con voi ai raduni di Orio dopo le impresedei ragazzi. Quindi mi sono detto, a sto giro non me lo perdo per un c***o. Me lo sentivo che l'avremmo portata a casa, nemmeno la logica smorzava l'emozione, neanche dopo il gol preso. E ora me la godo tutta. Ditemi dove (Orio o Zingonia) e ci sarò, voglio "accarezzare" il sogno anch'io per una… Leggi di piu' »

diredax70
Membro
diredax70

Bravo castigamatti...goditi la squadra...te lo meriti

Castigamatti
Membro
Castigamatti

Grazie diredax70, godiamocela TUTTI!!!!

giomil
Membro

La determinazione dei nostri fa impressione.  La chiave secondo me è nella testa. Gasp oggi alla Gazza ha spiegato : le cosiddette grandi hanno paura perché perdere la Champion significa buco nei bilanci. Noi, ha detto gasp , questo problema non lo abbiamo.  Il bilancio economico é comunque solido.  Ciò significa che ci si può concentrare sull'evento sportivo e basta. Avanti.  E non ilkudiamoci.  La finale di coppa sarà un'altra partita.  

Pampa
Membro

Pensiero stupendo ma voliamo basso, questi sono a -8 e non ci prendono più (oltre a riempire il pannolone per 10 giorni). bue a meno 5 non ci prende più. Mi tocco ma l'Europa è in cassaforte per il terzo anno consecutivo

cala
Membro
cala

Spaziali!!!!! Spa zia li !!!!!!!


 

Maldoror52
Membro

L’ho seguita un poco alla radio in strada per Malpensa (viaggio di lavoro)e poi mi hanno aggiornato al telefono. Parto per l’Africa con un sorriso ebete in viso. Mai vissuto momenti così, e continuativi! Ora facciamo davvero paura a tutti.


Dani1907
Membro
Dani1907

Striscione del Genoa "BELIN COME GIOCA BENE L'ATALANTA"


Stasera ovviamente si tifano i grifoni..solo x oggi ovviamente

ROMAGNANEROBLU
Membro
ROMAGNANEROBLU

Immensi

FABIO74
Membro
FABIO74

Squalificati masiello Mancini Gomez,per il resto FANTASTICI cosa dire.....

mr magoo
Membro

splendidi, senza parole.

beppebel
Membro
beppebel

Adoss il podio a -1