20-02-2019 12:39 / 44 c.

CALCIOMERCATO

 

Nell’anticipo serale delle 20:30 della 24/a giornatadi Serie A 2018/2019, il Milan ha espugnato l’«Atleti Azzurri d’Italia» di Bergamo, battendo l’Atalanta per 3-1. Un punteggio che non è stato frutto della qualità del gioco delle due squadre, quanto delle differenze dei singoli.

La squadra di Gasperini, soprattutto nella prima mezz’ora, ha indossato il suo solito abito formato da 11 tuttocampisti, squadra corta e intensità al massimo. Meritando così di passare in vantaggio con Freuler. Ma dinanzi ai neroblu, vi era il Milan. Ossia una squadra costituita da tanti calciatori di ottimo livello tecnico, alla quale si sono aggiunti in sede di mercato invernale due elementi che stanno facendo la differenza in positivo: Krzysztof Piątek e Lucas Paquetá.

I due hanno praticamente vinto da soli la partita. Il primo era stato praticamente nullo fino all’ultimo secondo della prima frazione di gioco. Istante nel quale, al primo pallone toccato, si è inventato un gol da cineteca. E poi ha chiuso i giochi con un gol da rapace d’area. I numeri della punta polacca sono impressionanti. Tra campionato e Coppa Italia, tra Genoa e Milan, Piątek ha messo a referto 25 gol in 26 partite. E se andiamo a guardare il rapporto tra gol segnati e tiri in porta, si sfiora il numero “1” che significa perfezione.

Il secondo ha invece dato al centrocampo rossonero quella qualità che mancava dopo l’assenza per infortunio di Bonaventura, non mancando però di fornire l’imprescindibile parte di interdizione. Da quando è arrivato al Milan, Gattusonon l’ha mai tolto dall’undici titolare e non è un caso che il suo arrivo stia coincidendo con il momento magico dei rossoneri: 11 punti in 5 partite, il quarto posto che vale la Champions League ben saldo e il terzo posto dell’Inter nel mirino.

Piątek Paquetá, entrambi arrivati a gennaio. Un mercato invernale che ha visto l’Atalanta passiva. Perso Rigoni (inutile girarci attorno, la scintilla calcistica tra l’argentino e Gasperini, dopo l’idillio iniziale, non è mai scoccata), la società ha deciso di non rimpiazzarlo, nonostante che il tecnico abbia più volte detto di essere del parere opposto. L’unico che è stato vicino a vestire la maglia neroblu a gennaio è stato Defrel, ma il suo trasferimento dalla Sampdoria è stato bloccato dall’infortunio occorso al doriano Caprari.

Certo, non era semplice acquistare un calciatore che doveva essere consapevole di essere un passo dietro a Zapata, Gómez e Iličić ma se Sau e Gabbiadini passano alla SampdoriaMuriel alla FiorentinaOkaka all’Udinese e Farias all’Empoli, tanto per fare alcuni nomi, davvero non c’era nessuno di pronto per l’Atalanta? Perché sinceramente la scelta di affidare ai giovanissimi Barrow – quest’ultimo finora in involuzione rispetto al calciatore ammirato nel finale della scorsa stagione – e Kulusevski (e in aggiunta a Mario Pašalić) il ruolo di rincalzi dei “tre tenori” ci appare quantomeno rischiosa.

Rischiosa per una compagine che si sta giocando una finale di Coppa Italia e una qualificazione alle Coppe Europee via campionato. Meglio ribadirlo a scanso di equivoci. Nessuno pretendeva che Sartori, ds dei bergamaschi, acquistasse un calciatore del livello di Gómez e Iličić. Questo è un estremo. Ma l’estremo opposto era non prendere proprio nessuno. Cosa che è avvenuta. E in ogni campo della vita, gli estremi, si sa, non sono mai buoni.

Fonte mondosportivo.it



di Sigo




  1. Io mi ritengo molto aziendalista,soprattutto quando vedo i risultati di un ottimo lovoro, ma condivido con chi avrebbe voluto almeno un ricambio valido li davanti, ma evidentemente Percassi vuole continuare ad insistere sui giovani (kulusevski barrow pessina)...vedremo come finiremo a fine anno, in ogni caso sono soddisfattissimo del lavoro dei PP.


  2. mah... i disfattisti parlano come se l'anno prossimo l'Atalanta non dovesse esistere' piu'. non capisco e concordo con la domanda di Brenno: ma quindi preferite un giorno da leoni che 50 da orsacchiotto? io preferisco 20 anni stabilmente in uefa che 1 in champions senza, tra l'altro, la struttura ed il fatturato per fare bene. non sara' l'unica semifinale di coppa italia dei prossimi 30 anni, io ne sono sicuro. non striamo sprecando l'uncia occasione della nostra storia, quella e ra la vecchia atanata, quella di Percassi fara' bene anche l'anno prossimo e quelli a venire, ne sono certo. 


  3. Articolo sensato e obiettivo 


  4. condivisibile chi critica un po'

    Tuttavia, la società deve aver detto: in difesa e centrocampo se si fa male qualcuno, abbiamo i rincalzi piu o meno all'altezza.

    In attacco se non si fa male nessuno arriviamo alla fine con le nostre armi al completo ed è un buon team di titolari. In caso di necessità di subentranti a partita in corso, se prendo una buona riserva allora Barrow e Kulu non giocheranno mai piu. O li vendo oppure li declasso. Se li declasso questo non è buono nè per loro che perdono valore, nè per il gruppo. E inoltre tutto questo va contro il goal della società di portare talenti propri in prima squadra, dato che sono gli unici due elementi della rosa che vengono da Zingonia.

    Se si dovesse fare male qualcuno sarebbe invece scommessa persa da parte della società. Ma questo vale per tutti a mio avviso: il rapporto Zapata Barrow dal mio punto di vista è proporzionale a Icardi Lautaro, Dzeko Shick, Piatek Cutrone, Immobile Caicedo.

    io stesso sarei stato entusiasta di un Palacio, giocatore esperienza e gol; però Barrow non avrebbe mai più giocato a meno che Zapata non si infortunasse. e quindi o Barrow lo vendi o non giocherebbe mai e non è giusto. Non avrebbe spazione nemmeno nelle amichevoli con l'Inveruno. Probabilmente per ingaggio, possibilità di crescita, impegno e qualità in allenamento hanno creduto in lui.

    Comunque siamo sesti a 4 punti dal quarto posto, dopo una partita sfortunata e decisa da due gol bellissimi ma della "domenica", inoltre in semifinale di coppa. Senza infortuni è un trend che si può mantenere.            


    • Non sono molto d'accordo con i binomi che hai fatto: Lautaro, Schick, Caicedo e Cutrone hanno dimostrato di poter essere più "formati" (e quindi più affidabili in caso di forfait dei cosiddetti titolari) rispetto a Barrow. Che sì l'hanno scorso ha fatto qualche gol...ma poi sembra essersi nuovamente perso. Diciamo che farei , oggi come oggi, lo scambio Barrow-Cutrone , AL VOLO....


      • Capisco cosa dici e sono d accordo con te. Però io intendevo il rapporto di coppia duvan- barrow; non era un paragone tra barrow e le punte di riserva che ho citato sopra. Perché anche dzeko icardi immobile e ormai anche piatek dovrebbero essere almeno sulla carta più forti di duvan.... È anche vero che questi grandi attaccanti stanno rendendo meno di duvan (piatek a parte)... Ma è una sorpresa: duvan sta facendo più delle attese e forse, anche se spero di no, di quello che realmente vale, e gli altri di meno dati i campionati passati.. 
        Sinceramente non conosco i dati, però credo che barrow abbia anxhe giocato meno rispetto a questi giocatori.
        E comunque è chiaro che essendo squadre con altri budget le loro siano riserve migliori delle nostre...però vale anche x i titolari...(SULLA CARTA) 
         


      • L'anno scorso...


  5. Condivido l'articolo.
    La realtà è che se Zapata è in giornata no, o peggio, il Gasp si gira e non c'è nessuno, o quasi di sostanziale.
    E questo in un anno in cui hai la possibilità di scrivere la storia della Dea per il terzo anno consecutivo. Sono i risultati che portano visibilità, merchandising e alta valutazione dei tuoi calciatori, non altro, e di conseguenza la crescita del fatturato (triplicato) e degli utili.
    Poi da tifoso spero che Barrow o Kulusevsky facciano il botto e si dimostrino all'altezza ma se così non fosse mi rimarrà il tarlo se qualcosina in più non potesse essere fatto. A me sarebbe bastato un Borriello preso a Natale e messo a lucido stante che si riprendeva dopo la sosta al 21 gennaio per inserirlo alla bisogna nei venti minuti finali. Almeno era uno scafato che la porta l'ha sempre vista e ha già giocato fior di campionati col Gasp. Sarebbe costato troppo?  ( il mio è un esempio di uno che sarebbe stato una scommessa a costo quasi zero)
    Sugli uomini poi cercati e non venduti a gennaio perdonatemi ma non ci vedo chissà quale merito visto che sono comunque vendibili a giugno magari anche con una valutazione maggiore.
    Chiaro che ora il mercato è chiuso e il Mister si arrangerà con quello che ha ma non provare un minimo a cautelarsi lo trovo assai strano e finanche controproducente.
     
     
     


  6. PalermoNeroblu -
     20/02/2019 alle 17:05
    Assolutamente d'accordo con tutti quelli che ritengono che stavolta la società avrebbe dovuto OSARE. E badate bene, per osare naturalmente non s'intende spendere una barca di soldi e finire sul lastrico, perchè questo solo un idiota avrebbe potuto pretenderlo... ma tra questo e il non prendere nessuno c'erano un'infinità di sfumature intermedie. Anche nel precedente mercato di gennaio, nonostante avessimo all'orizzonte i sedicesimi di EL col Dortmund (a parte ovviamente la possibilità di riqualificarci per l'Europa mediante un piazzamento utile in campionato e la semifinale di Coppa Italia guadagnata con un successo esterno al San Paolo in partita secca), la società decise di NON rinforzare sensibilmente l'organico, che già allora per quanto concerne il reparto offensivo risultava carente (eravamo messi meglio a livello di punte centrali, vero, ma al posto di Gomez ed Ilicic, che poi si è infatti puntualmente rotto in primavera, chi?). Già allora non riuscii a comprendere questa scelta, e mi dispiace tanto ma non ci riesco neanche quest'anno. Ditemi quello che volete, ma non trovo che sia stato opportuno comportarsi così... e sono sicuro che nemmeno il mister abbia gradito più di tanto. Il rischio di perdere un'altra occasione per diventare grandi è molto concreto.


  7. se si vince è merito di Gasperini se si perde è colpa della società crostona con quel maledetto Sartori reo in primis del peccato originale di aver scelto Maran; Percassi prima di essere tifoso è un imprenditore che non vuole rischiare quello che ha ottenuto anche in maniera inaspettata e vuol mettere le basi di qualcosa di duraturo; volete vivere un giorno da leoni o cento giorni da pecora? per me è meglio cinquanta giorni da orsachiotto ( Troisi docet)


  8. a chi cita sanabria, che in effetti poteva essere un buon colpo (riscatto altissimo, ma è un altro discorso) chiedo se non c'era il rischio concreto di portare a casa un altro rigoni, potenzialmente bravo ma inutile per il gioco del gasp.
    purtroppo di acquisti che giocano da subito al top con gasp ce ne sono stati pochissimi (ricordo forse solo palomino e petagna con un rendimento costante fin dai primi tempi: tutti i titolarissimi attuali hanno impiegato qualche mese per integrarsi); quindi con una prospettiva di soli 4 mesi e con un mercato che probabilmente offriva poco o nulla si è deciso di proseguire così.
    Un altro discorso sarebbe stato prendere un giocatore già noto a gasp (palacio o destro  per dirne un paio), ma probabilmente non si è voluto investire soldi su un vecchietto (per quanto forte) o una scommessa molto rischiosa (magari nemmeno gradita a gasp).
    Cmq togliendo il milan e la samp (che al momento non sta trovando riscontri positivi nei risultati) non ci sono stati grandi investimenti: il napoli ha perso hamsik e non ha preso nessuno, inter e roma nessun movimento di rilievo, la lazio ha inseguito per un mese zappacosta portando a casa romulo, il toro non ha fatto nulla, il sassuolo ha perso un giocatore chiave senza sostituirlo.
    la fiorentina ok ha pescato il jolly muriel; sarebbe piaciuto anche a me vederlo a bg ma temo che non sarebbe mai venuto a fare il quarto...


    • BRASA, io rispetto chi la pensa diversamente da me, non c'è una verità assoluta. La tua disamina è ragionevole ed argomentata. Ma c'è un PERO' grosso come una casa. Il Gasp è umorale, ormai lo abbiamo capito, ed alla fine cerca di tirare fuori il meglio dai giocatori che ha e spesso ci riesce, migliorando tantissimo i singoli atleti dal punto di vista fisico, tattico ed anche tecnico. Ma, ti rocordo, fu lui in estate a parlare di MERCATO TRISTE, fu lui poche settimane fa a mandare MESSAGGI CHIARI ALLA SCOCIETA' sulla necessità di acquistare una se non due alternative al trio offensivo. Ed ha ripetuto più di una volta che non essendoci stati nuovi inserimenti dal mercato la rosa davanti è corta ... Quindi mi pare che quello che tu e molti altri sostengono VADA A COZZARE CON LE DICHIARAZIONI DEL MISTER ... a meno che non pensiate che il Mister in conferenza stampa dica volontariamente delle michiate, che in realtà pensi il contrario di quello che dice ... machiavellico mi pare ... 


      • sono daccordissimo che gasp volesse fare qualcosa davanti (tutti avremmo voluto un cambio credo).
        la mia ipotesi (é una mia idea) é che avrebbe accolto volentieri defrel,  ma una volta svanita questa opportunità i nomi prospettatigli dalla società (che, verosimilmente, combaciavano con quelli che si sono mossi negli ultimi giorni) non hanno suscitato alcun interesse nel gasp.
        in questo scenario vedo le lamentele del gasp (per mancanza di alternative) peró molto meno marcate rispetto a fine mercato estivo, in quanto in effetti c'erano difficoltà oggettive a trovare ricambi all'altezza pronti da subito.
        Ripeto, sono mie congetture, ma non ci credo che gasp voleva farias e l'hanno lasciato andare a cagliari..


  9. Quante balle ! Il Milan "fa affari" grazie a soldi che non ha ed a bilanci in rosso, se non ora, almeno fino a ieri, il che cambierebbe poco, visto che gli ha permesso di arrivare dove è adesso. Mi tengo stretta diecimila volta la gestione Percassi.


  10. crazyhorse200 -
     20/02/2019 alle 15:20
    d'accordo totalmente con SCOZIA. annata con possibilita' concrete di alzare la
    inspiegabile l'immobilismo della societa' , con i forzieri strapieni.
    in altri tempi non avrei detto nulla, ma con tutti i soldi in arrivo e gia' nella casse , si poteva e doveva accontentare il Mister.
    Per quelli che sono stufi di questi discorsi, non li facciamo noi sul sito che non capiamo nulla di calcio. li fa il VATE
    e se si stanca lui, TORNIAMO ALL'ERA GLACIALE DEL CALCIO NOIOSO del Cola.
    poi voglio vedere quanti' verranno allo stadio.  NON come i malati come me e soci qua. che pure in B contro il castel di sangro o albinoleffe erano presenti.
     


  11. se pensiamo che solitamente l'atalanta in 100 anni di storia a gennaio spesso vendeva qualche titolare direi che anche noi i nostri sforzi societari li abbiamo fatti. 


  12. Nn vedo il problema. Siamo ormai salvi. Obiettivo raggiunto. Se poi avremo il culo che nn si fa male nessuno dei 5 titolari del centro-attacco magari portiamo a casa qualcosa in più. Nn possiamo certo permetterci 11 riserve da nezzo milione di ingaggio ciascuna 


    • Undici? Chi mai ne chiede undici?!? Ma una magari in attacco, non foss'altro per rimpiazzare due giocatori che abbiamo deciso, per vari motivi, di lasciar andare altrove, magari era il caso ... 


  13. L'organizzazione calcistica nazionale, pur mantenendo , sulla carta, norme e regole di comportamento, ignora tranquillamente gli strappi, anche assai pesanti, che talune società, praticano regolarmente, in fatto di fair play finanziario. La nostra società, attenta osservante delle regole in atto, deve subire il danno sportivo indotto dal comportamento irregolare di talune major, come avvenuto la scorsa estate, con l'intervento approntato dall'organismo europeo, sempre a favore della meneghina. Il fasullo comportamento finanziario dovrebbe ripercuotersi in negativo sui risultati sportivi: capita invece, che dopo averci battuto sul campo, con il concorso di irregolarità multiple, il Bilan venga ad insidiare la militanza di nostri giocatori, noncurante di tutti i pregressi sospesi. La domanda è la seguente: sino a quando il comportamento ortodosso resterà opzione facoltativa ed in effetti, mai vincolante e coercitiva verso i grandi nomi? Nel frattempo le squadre ossequienti sono  trattate da cornute e, pertanto, mazziate. Alla faccia della sportività!


  14. Non capisco chi dissente dal contenuto di questo articolo, scritto da un giornalista NEUTRALE, che mi pare fotografi semplicemente la situazione in maniera oggettiva, inconfutabile. Concordo con l'amico MAURI62 sul fatto che a Zingonia sappiano benissimo quello che fanno, ci mancherebbe, stiamo parlando di imprenditori e direigenti scafati. Ed è proprio qui il problema ! Si è volutamente tenuto il portafoglio chiuso, non ascoltando le pubbliche richieste del Mister, quando sarebbe bastato poco per dare quell'alternativa in più al Gasp per le rotazioni in attacco. Con i forzieri che tracimano banconote. E con una squadra ancora in corsa per una qualificazione europea (prima del Milan Champions addirittura ad un punto) e con l'occasione storica di potersi giocare la conquista della Coppa Italia. Davvero assurdo, inconcepibile, inaccettabile. I ragazzini li inserisci in rosa, dopo averli debitamente testati, ad inizio anno. Difatti Barrow è stato testato l'anno scorso ed è partito in rosa, purtroppo deludendo e dando segnali di forte involuzione. Quindi si sapeva che nel ruolo di attaccante dietro Zapata non c'erano al momento alternative che possano dare garanzie di un certo tipo. Cedi Tumminello e mi sta bene, di fatto è come se non ci fosse mai stato, e non avrebbe (per fortuna) mai giocato, quindi mi sta bene considerare Piccoli al posto dell'ex Crotone, perché in rosa ha lo stesso valore di un terzo portiere ... Mi sta meno bene che, avendo verificato sul campo lo stato attuale di Barrow (pessimo) ed aver ceduto Rigoni (non gradito al Mister), si decida di non comprare nemmeno un giocatore ma di continuare ad insistere su Musa e portare in prima squadra Kulusevski. Ben sapendo l'importanza della partite che ci aspettano. Ho già fatto questo nome e lo ripeto, Sanabria è andato al Genoa in prestito con diritto di riscatto. Sborsano solo una modesta cifra per il prestito di 6 mesi ... Ma di esempi se ne potrebbero fare moltissimi ... Diciamo che più che di rischio calcolato si tratta di scherzare col fuoco ...  Se non facciamo quel piccolo sforzo in più in annate come questa, che potrebbero non ripresentarsi per chissà quanto lustri, allora vuol dire che gli obiettivi primari della società non sono di carattere sportivo ... sono convinto che se altre squadre si fossero trovate nella nostra stessa situazione a gennaio avrebbero portato a casa un paio di giocatori con i contro cojones, magari in semplice prestito ...


    • Qui , secondo me , non si tratta di scherzare col fuoco. Anzi, il rischio è proprio calcolato: la Champions NON INTERESSA ! Sia mai che poi la prossima estate hai la piazza che se le presenti Tumminello e Reca s'incazza per davvero !! Hai ragione quando dici che non hanno , VOLUTAMENTE , aperto il portafogli. Possiamo dire che scherzano col fuoco riguardo al Mister, quello sì. Ha rinnovato ? Certo. Ma uno ad un certo punto si può anche stufare di dover fare delle "uscite" decisamente incazzose per stimolare la Società a fare degli acquisti "importanti". Il Gasp , giustamente, è un ambizioso....forse finora gli è andata bene così perchè....ingaggio comunque "importante", piazza calda ma rispettosa, offerte concrete da altre piazze più importanti...non è dato sapere con certezza (e cmq ha già provato cosa vuol dire una "grande" , specialmente se non hai alle spalle una Società FORTE)....però il Tone veda di non tirare troppo la corda...perchè davvero non so quanti ne potremo trovare, così.


    • DominicThiem -
       20/02/2019 alle 15:31
      Come sempre le tue disamine sono precise e molto competenti, e io non posso che sottoscrivere ogni singola parola 


    • io penso che loro volessero portare defrel , nel momento in cui s è rotto caprari e l han tolto dal mercato si sono guardati in giro e non hano trovato un profilo ritenuto valido, cioè che si potesse integrare subito col gasp a spese non folli. detto questo, anche per me è stato assurdo non prendere uno, anche perchè percassi aveva dichiarato che se rigoni partiva veniva sostituito .tu mi dici sanabria, io ti dico anche soriano che poteva giocare alla cristante, o sansone -farias che ci avrebbero fatto comodo a cifre contenute.


    • Scozia se i dirigenti sanno quello che fanno sanno anche che non si gioca coi dadi. Guarda gli innestoni di ali adnan, rigoni, paloschi &co. Spendi soldi, la macchina non gira, non arrivi alla champions e ti trovi cornuto e mazziato con 20-25 milioni spesi, 0 incassi dalla coppa, al massimo qualche milione dalla coppa uefa. e con il progetto stadio avviato? te lo puoi permettere? no. Una scelta del genere la fa appunto il Milan, che ha un tasso tecnico piu' alto gia' di base e se lo puo' permettere, lo potrebbero fare Lazio e Roma. Noi? no.                                                                                        


  15. Leggo i commenti e non ci credo. Allora. Non stiamo parlando del campionato juniores Bergamo. Olimpia contro Excelsior.
    Stiamo parlando di societa' calcistiche che militano nella massima serie. Vorrei che foste realisti a sufficienza da capirlo. Vi do un valore per farvi capire la situazione. L'Atalanta ha come stipendi medi 700.000 $ annui a giocatore ( immagino sia il valore Lordo). Il milan 2.400.000$ . A me i bale i ma ansa semper. Blasone, Appeal, Storia, Tanti bei cazzi per allocchi. La realta' e' la plata. Perche' se la juve pagasse gli stipendi come noi secondo voi avrebbero la fila di giocatori che corrono dietro al "Blasone:?? MA per favore. 
    Quindi pensare di comparare le due societa' e' come paragonare la Ferrero alla Novi, 10,3 miliardi di Euro di fatturato contro 136 milioni di euro. Sono entrambe societa' che operano nel settore dell'oro nero ( cioccolato eh non petrolio), sono entrambe societa' di successo. MA sono due realta' diverse. Completamente diverse. 
    Non mi interessa sapere che c'e' dietro a elliot, per me potrebbe esserci anche san giuseppe e maometto. Ma alla fine noi dobbiamo fare i conti con le nostre risorse. Se vogliamo fare un paragone onesto, facciamolo con societa' che abbiano i nostri stessi parametri finanziari, quindi: Udinese, Cagliari, Sassuolo, Chievo, e vi butto dentro anche Samp e Bologna, anche se questi spendono il 20% in piu'.
    Adesso che mi dite? SONO TUTTE SOTTO DI NOI COME PUNTI E COME PRESTAZIONI.
    quindi? mochila fo' de fa i piangina e collegate il cervello prima di parlare. IO SONO FIERO DELLA MIA ATALANTA e mi rendo conto che questa potrebbe essere una situazione temporanea, non abbiamo i mezzi per competere con le squadra da Champions, e a fare la cenerentola finisci a slogarti le caviglie.
    N.
     


    • le cifre degli stipendi sono il netto
       


    • Nessuno pretendeva o pretende che l'Atalanta acquistasse Piatek e Paquetà facendo un mercato invernale da 70 milioni di Euro!
      Ma da qui a dire che, con i soldi e i bilanci in attivo che abbiamo in questi anni (inclusi tutti quelli ancora da incassare) fosse un azzardo finanziario acquistare (magari in prestito con diritto di riscatto come hanno fatto altri) giocatori del calibro di Sansone o Matri credo sia da neurodeliri, sinceramente ...
      Rischiare magari 1 milione di ingaggi in più fino a giugno per avere maggiori chances di andare in E.L. (lasciamo stare la C.L.) o di vincere la Coppa Italia con maggiori introiti 10 volte maggiori era un passo più lungo della gamba? Dai .... 


      • Nemesis,
        Tu hai ragione al 100%.
         
        Pero', da qui alla fine del campionato NON si puo' piu' far nulla.
         
        Per cui, premesso che NON vendendo nessuno dei giocatori richiesti dal mercato, la societa' ha gia' fatto molto, facciamoci piacere quello che abbiamo (che non e' poi cosi' poco) e stiamo tutti quanto piu' possibile vicini alla squadra.
         
        A campionato concluso, e per tutta la durata del calciomercato estivo, avremo tutto il tempo per riproporre le nostr opinioni.


      • Molto interessate e condivisibile lo scambio fra NVDea e Nemesis. Per certi versi hanno ragione entrambi.
        Provo a trovare una "sintesi" sul non mercato di gennaio:
        - E' chiaro che non si è voluti andare in CHAMPIONS, sarebbe stato davvero un grande autogol con questo stadio e la piazza sarebbe diventata ancora più esigente
        - Non dimentichiamoci che il nostro caro Tone, che notoriamente non fa mai il passo più lungo della gamba, sta già investendo sullo STADIO (e non sono bruscolini) che lascerà ai noi Dealover.
        - Forse a Zingonia non hanno trovato il rinforzo ideale, un SALDO GARANTITO che convincesse davvero. Sappiamo tutti i limiti del mercato di gennaio.
        - Infine abbiamo comunque trattenuto tutti i nostri BIG (e le offerte sono arrivate...). In altri tempi si vendeva, eccome. Anche questo lo vedo come un uno sforzo e un passo avanti rispetto al passato.


      • Concordo, anche perché immagino che in società si lavori a budget.. pertanto i risparmi per Rigoni e Tumminello potevano essere reinvestiti. A meno che i risparmi servissero per altro oppure, nel caso di rigoni, ci siano state delle penali che abbiano annullato il risparmio dell'ingaggio.


  16. Mi associo a Cate: basta col mercato.
    Quello di gennaio è chiuso e quello estivo è lontano. A parte chi è alle dipendenze della società ed è impegnato in attività di scouting e a parte Sartori (che fa mercato di mestiere)  testa al campo.
    Coi se e i ma non otteniamo nulla e anzi, rischiamo di perdere di vista gli impegni che abbiamo davanti: una semifinale (!!!) di Coppa Italia e una corsa a un piazzamento europeo che è tutt'altro che chiusa.
    Basta recriminazioni.
    Sono state fatte delle scelte e l'unico modo certo di sapere se siano giuste o sbagliate è vederne i risultati una volta arrivati in fondo alla stagione.
    Il Milan è chiaro che abbia pescato bene a gennaio ma è anche vero che era costretto a prendere un buon attaccante visto che Higuain (la prima punta titolare e il giocatore di maggior talento della rosa, mica, con tutto il rispetto, un Tumminello) partiva. Hanno vinto grazie a questa grande pescata, certo, ma anche e soprattutto a un'ulteriore pescata fortunata di alcuni giocatori nell'arco dei 90 minuti(Piatek un gol no look su cross sbilenco lo può ricercare alrtre 1000 volte e, a far bello, gli uscirà 4/5 volte e lo stesso vale per il gol di Calhanoglu). Amen, succede, è il calcio.
    Non compromette quanto di buono fatto finora e non deve compromettere la nostra concentrazione.
     


  17. Basta, non se ne può più di questa storia dei mancati rinforzi....la squadra è forte, dovesse succedere che qualcuno si fa male cercheremo di sopperire con la panchina che abbiamo.
    e poi scusate, parlate tanto delle altre squadre...alla Fiorentina hanno preso Muriel, però si è fatto male Pezzella...chi gioca al suo posto? hanno un titolare di pari livello?
    e la samp? si è rnforzata con Gabbiadini? ha recentemente perso in casa col frosinone...
    e il torino? che mercato fenomenale ha fatto a Gennaio?
    la Lazio come è messa? che non ha 8 titolari perchè acciaccati?
    veramente tutto sto lagnare sul mercato di gennaio io proprio nn lo capisco....


  18. piedi per terra e pensiamo alla salvezza


  19. La differenza è che una squadra si deve comportare come una qualsiasi società italiana, che deve pagare tasse, stipendi, a cui le banche danno prestiti solo e soltanto se possono dimostrare di renderli subito, che deve rispettare tutte le regole. L’altra può avere debiti a iosa, contrarne in continuazione, avere i tribunali e organi di controllo vari che chiudono 3 occhi avendone due, poter contare anche su forti spinte mediatiche e un appeal che noi ci scordiamo. Facessimo anche noi come il Milan nel giro di un tre o quattro anni saremmo spediti senza passare dal via se tutto va bene in lega pro.


  20. B-A-S-T-A. Il mercato è chiuso, punto, fine. Continuare a parlarne è inutile e anche fastidioso. Le recriminazioni, se mai ce ne saranno, verranno fatte a fine stagione. 


  21. resto dell'idea che se tutti potessero usare i soldi del Monopoli allora potremmo dire di essere tutti sulla stessa riga di partenza. Il fatto che solo ad una società ciò sia consentito lascia pensare ad un piano ad hoc per permettergli di sopravvivere.
    Se in più ci si mette che guardacaso la società Genoa, indebitata come nessuno in Italia, sia quella che per l'ennesima volta vende profumatamente un giocatore ai suddetti (per inciso squadra neppure così messa bene in classifica da giustificare la vendita di un giocatore a certe cifre), beh a pensare male ci si mette davvero poco.
    Trovo squallido il comportamento degli organi di controllo, Uefa compresa con la sua non-punizione ancora non attiva, e delle stesse società di A che tollerano questi comportamenti. Davvero la serie A è alla frutta se anche tutta questa situazione non vede indagini serie.


  22. Io continuo a credere che a Zingonia sanno quello che fanno. Non si è presentata l'occasione giusta e hanno preferito tenere intonsa la squadra senza vendere i Gagliardini e i Caldara come due stagioni fa...hanno rifiutato settanta milioni per tre giocatori e al Milan che chiede Castagne hanno risposto "venticinque, grazie.."Hanno bloccato Ilicic che VOLEVA andare alla Roma e idem Mancini. Sono diciassette partite da giocare e si prendono un rischio calcolato. Sono d'accordo che serviva un puntello in attacco ma penso anche che dopo il caso Rigoni si sia pensato a valorizzare qualche giovane, sennò anche cedere Tumminello non avrebbe avuto un senso. Per Inglese penso anche che sarà durissima perché il Napoli chiede più di quello che abbiamo speso per Zapata e vuole contropartite. È un mondo difficile. Sennò saremmo tutti al posto di Sartori.


  23. In attacco, è vero che è giovane, ma sarebbe interessante vedere Piccoli che almeno fisicamente con certi difensori può reggere il confronto, sopratutto nei finali di gara quando la fatica inizia a farsi sentire


  24. Discorso condivisibile, l'unico problema è che ormai il mercato è chiuso quindi ritengo questo continuo rimarcare il fatto di non aver preso nessuno a gennaio un puro spreco di parole, per essere chiaro: basta rompere le palle con questi discorsi, ormai è andata, si deve arrivare alla fine con quelli che ci sono.


  25. maurineroblu -
     20/02/2019 alle 12:50
     Commento che condivido al 101% come credo anche la maggior parte dei tifosi. Sarebbe interessante conoscere in proposito il parere della società e le ragioni che hanno portato a... non fare nulla sul mercato. Spero solo che non si faccia male qualcuno altrimenti sono dolori (e giramenti di balle in egual misura)!!


    • Puoi risponderti anche da solo... hiaroche la Socierá preferisca che il Gasp lanci I giovani del vivaio! Il problema che si crea con la squadra arrivata a questi livelli sará proprio questo, sempre piu difficile inserire dei giovani in una squadra che combatte per I primi posti della classifica.....


    • La risposta della società e’ necessaria


  26. Che altro aggiungere a questo articolo? Il mercato nullo di quest'inverno si aggiunge al mercato "triste" (cit.) della scorsa estate. Occhio che a lungo andare poi il nostro vero fenomeno lo perdiamo.. e da lì a tornare a Rejantuono il passo è brevissimo. 


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.