18-02-2019 10:30 / 11 c.

otis1



di Otis




  1. forse dei buoni rimpiazzi li avremmo avuti ma hanno voluto andare via o li abbiamo dati via senza un grosso quadagno; le sostituzioni le ho trovate inopportune:in una partita così difficile mandare allo sbaraglio dei giovani che hanno delle qualità ma non sono dei fenomeni lo trovo controproducente, stiamo rovinando Barrow e forse stiamo incensando troppo Kulusevsky


  2. Sul fatto dei cambi, relativamente alla partita di sabato, il problema è che le due sostituzioni hanno ucciso le speranze.  Non per demerito dei ragazzi ma il loro livello ha incanalato la nostra prestazione verso un limbo che, al di là di essere tifosi, non dava molte speranze per la rimonta. Purtroppo non abbiamo cambi che garantiscano una continuità di livello rispetto ai titolari. Poi come dice giustamente Otis uno in panca te la può ribaltare perché più fresco o meno condizionato, però deve partire da un livello già alto e oggi questo non è possibile. Sui cambi purtroppo siamo ancora fermi a qualche hanno fa ma non vuole essere una critica. Ci sono mille difficoltà e non mi permetto di criticare, diciamo che è un’altra area su cui lavorare.


  3. Solo un'osservazione : se domini un tempo e fai la partita con il Milan dietro la linea della palla come una provinciale e costruisci solo un'occasione, segnando, mentre gli avversari con  tre sortite fanno un gol e due occasioni, devi essere orgolgioso da un lato ma preoccupato dall'altro. Il dominio territoriale sterile si e verificato piu volte quest'anno. Superare questo problema sara decisivo, visto che incontreremo quasi sempre squadre di mediobasso livello in casa. Ultimo passaggio, velocità d'esecuzione, non so dove ma bisogna migliorare. Il secondo tempo, con due regali e le uscite di Gomez e Zapata senza valide alternative, non vale nemmeno la pena giudicarlo. Peccato, una di quelle sconfitte che non ti fanno dormire dalla rabbia. Testa al bue. Forza Atalanta


    • Tosner, manco nel pugilato funziona abbassare la testa e colpire a caso. Il Milan è forte, ci sta non essersi sbilanciati troppo. 


  4. Ciao Otis,
    Ottima analisi, come al solito
     
    Circa la situazione dei rincalzi, sicuramente la societa' ha cercato di fare qualcosa a gennaio in linea con quanto chiesto da Gasperini, ma ho l'impressione che (non necessariamente per colpa sua) non sia stato ragionevolmente possibile portare a Bergamo i giocatori individuati.
     
    Per il futuro, l'alimentazione del parco titolari (che dovra' essere sufficiente, ma non eccessivo) non potra' che percorrere due strade (nion necessariamente alternative, ma complementari):
     
    (1) Elementi provenieni dal settore giovanile.
    Il nostro settore giovanile e' assolutamente ottimo, ma non necessariamente sintonizzato (come sistema di gioco) alla prima squadra.
    Per assicurare un ricambio piu' immediato ed efficace sarebbe utile poter contare su giovani che hanno gia' assimilato completamente il sistema di gioco della prima squadra.
     
    Non dto ovviamente parlando della diversita' di moduli perche' passare da un modulo all'altro e' relativamente semplice (anche durante la stessa partita) e spetta comunque ai singoli allenatori decidere che modulo usare. D'altra parte, per i giovani, imparare piu' moduli e' un vantaggio.
    Diversissimo e' il discorso circa il sistema di gioco.
     
    (2) Elementi provenienti dal mercato.
    Il ricorso al mercato dovrebbe essere limitato a situazioni per le quali non esiste una soluzione interna.
    Eventuali nuovi acquisti dovrebbero: (a) essere condivisi con l'allenatore, (b) essere gia' pronti.
     
     


  5. ROMAGNANEROBLU -
     18/02/2019 alle 12:57
    Caro Otis condivido tutto il tuo pensiero.Dissento su chi pensi che l'ottimo Sartori non ci avrebbe potuto trovare un sostituto in attacco che avesse accettato il ruolo di riserva e fosse di buon livello anche in prestito per 6 mesi o con diritto di riscatto.Il mercato di gennaio gia'da anni vive di scelte societarie (di chi mette il denaro)orientate a valorizzare il patrimonio che si ha in azienda .Certo per come eravamo abituati quest'anno non e'stato venduto nessuno dei titolari e qui abbiamo gia'fatto un grossissimo passo avanti


  6. ciao
    sono d'accordo sul fatto che in panchina non abbiamo gente in grado di entrare in campo e cambiare la partita però è anche vero che non è facile trovare gente che viene a Bergamo, è discretamente forte ma viene sapendo di non partire quasi mai titolare.
    E credo anche che Rigoni non è stato sostituito per questo motivo perchè non c'era nessuno disposto a fare panchina...a meno che non sei un giocatore da questa Atalanta ma a quel punto tanto vale non prenderlo...
     
    Dario


  7. A mio avviso abbiamo un problema in quanto il nuovo ruolo del Papu è ottimo da un punto di vista tattico ma è molto dispendioso per il fisico dello stesso giocatore, che dopo poco più di un tempo necessita di essere sostituito. E va bene averlo sostituito con Kulusevski ma non avrei tolto contemporaneamente Zapata per un Barrow inconsistente. Certo non sono un allenatore ma molti di noi si aspettavano l' ingresso di Pasalic e/o di Pessina. È come se il Vate si fosse arreso e avesse tirato i remi in barca. Con questo non critico il suo operato ma esprimo le mie impressioni  in quanto abbiamo una panchina con pochi elementi di livello, ma quei pochi li dovremmo usare.


    • Pasalic e Pessina sono due giocatori cerniera, centrocampisti costruzione o di rottura ma che in avanti non spostano nulla.
      In quel momento della partita avevamo bisogno di qualcuno che movimentasse l'aria. Purtroppo Kulusevski è acerbo, ma non dispero che migliori a breve, e Barrow purtroppo involuto. Lavoro per Bangsbo.


  8. ciao, OTIS
    parto dalla fine della tua analisi. 
    è vero, fra le riserve non abbiamo ancora quel paio di giocatori che , in partite come queste, entrando possano fare la differenza. è xò anke vero che se ci sono in giro giocatori con queste caratteristiche, probabilmente al momento preferiscono recitare questo ruolo in squadre con caratura superiore alla nostra ( almeno nella loro considerazione ) 
    questo secondo mè è il motivo che ha spinto la società a puntare sui giovani nostri lì ,propio lì in attacco.
    io comunque preferisco i nostri e preferisco pazientemente aspettare la loro crescita nel mondo dei grandi
    relativamente alla gara persa col MILAN ,è evidente a tutti che sono stati gli episodi a fare la differenza.
    oltre che gli errori : il rivio di HATEBOER è stato anche abbastanza strano come errore .. non c'era fretta di respingerla quella palla : vicino non aveva nessuno. e il mianista ha fatto l'unica cosa che si poteva fare. così facendo gli è pure uscito il tiro della domenica.
    strano anche l'errore sul corner : peraltro un errore collettivo. hanno sbagliato tutti da BERISHA a zapata in quella circostanza. e a PITAK quest'anno vanno tutti i tiri in porta anche quelli in cui (vedi il primo suo gol) magari voleva solo calciare senza avre nemmeno la certezza di poyterla metter mnello specchio della porta. poi x carità,è anke vero che la porta lui la sente un pò come il suo connazzionale MILIK
    tant'è. 
    secondo mè la sconfitta in sè non è grave. certo serve più determinazione su quelle palle. forse forse è arrivato il momento di rispolverare il buon MASIELLO xkè in questa fase del campionato serve anche un pò di esperienza e "mestiere ".
    anche xkè di tutte le squadre lì in alto ,noi siamo quelli che prendiamo più gol. e propio nelle reti subite possiamo e dobbiamo, al momento ,assolutamente migliorare


    • Mah... non serve avere gente che entri e faccia per forza la differenza. Serve gente che, garantendo un minimo di esperienza e affidabilità, possa far rifiatare Zapata, Ilicic e Gomez. Perché penso sia emerso abbastanza chiaramente che Duvan e il Papu sabato sera erano piuttosto “scarichi”: del resto è impensabile spararsi 40/50 partite tra campionato, preliminari di el e coppa Italia avendo un solo vero ricambio immediatamente spendibile (Pasalic, che tra l’altro gioca più arretrato).
      La dimostrazione è la Fiorentina: avere a disposizione Muriel le permette di mettere nel secondo tempo Simeone che a 10 minuti dalla fine si fa tutto il campo di corsa e sfonda la porta chiudendo la partita... al di fuori dei goal e della classe del colombiano, a fare la differenza è il risparmio di risorse fisiche e mentali che la sua presenza comporta per il resto del reparto avanzato


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.