Azionariato popolare: cosa ne pensi?

16-11-2021 07:37
39 C.

Azionariato popolare? Come si fa e come si sta muovendo l'europa | Parola del tifoso di Giovanni Pisano

Il Manchester United, come riporta calcioefinanza, porta avanti il progetto per l’azionariato popolare, attraverso la creazione di un Fans’ Share Scheme che permetta ai sostenitori di rilevare una quota di proprietà del club. Le discussioni sono in corso da diversi mesi con il Manchester United Supporters’ Trust (MUST), organizzazione che raccoglie le istanze della tifoseria dei Red Devils.

In una dichiarazione di lunedì, il club ha affermato: «Siamo in trattativa avanzata con il MUST per un Fans’ Share Scheme che aprirebbe alla possibilità per i tifosi per costruire, nel tempo, una significativa quota di proprietà del Manchester United.Questo darebbe ai tifosi una forte voce collettiva all’interno della nostra struttura di proprietà e aiuterebbe a cementare un nuovo spirito di partnership a lungo termine tra essi e il club».

Pensi sia possibile a Bergamo?

 

Bookmark(0)

By marcodalmen
marcodalmen

39
Inserisci un commento

Please Login to comment
25 Albero dei commenti
14 Albero delle risposte
0 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
30 Autori
PazzoperladeamaxeseCARS 2maracaniggiaBoh Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
Pazzoperladea
Membro
Pazzoperladea
Se non ricordo male diversi anni fa era pure stato fatto un sondaggio dalla stessa società tra i tifosi... o ricordo male io?!
maxese
Membro
maxese
Una gran bella idea da percorrere ad ogni costo. Non significa dover gestire la società. Rimarrebbe comunque il socio di maggioranza. Ma l'azionariato popolare significa ulteriore appartenenza e supporto.
CARS 2
Membro
CARS 2
Roba da far west
maracaniggia
Membro
maracaniggia
Puttanatona solenne!!!!
Boh
Membro
Boh
Per il fisco meglio essere in rosso in banca lo stesso vale per gruppi per cui loro sanno cosa devono fare il resto palle
Paci_Paciana
Membro
Paci_Paciana
Si… si può fare!
eziogol2
Membro
eziogol2
A go gna de maià ...
I ga basta mai al Perca$$ ???????
ROMAGNANEROBLU
Membro
ROMAGNANEROBLU
Considerando gli amanti delle plusvalenze rischieremo di tornare in c
romy67
Membro
romy67
Io acquisto puntualmente ogni anno l'abbonamento allo stadio....è più che suffi
romy67
Membro
romy67
...ciente. .
Fartur
Membro
Fartur
Non la trovo una buona idea, il tifoso è mosso da passione e fattori emotivi, che a tutto servono, tranne che essere utili a gestire una società come l’Atalanta dove serve gestione manageriale di alto livello.
corra1907
Membro
corra1907
Fumo negli occhi per il popolo....
labilehc
Membro
labilehc
Favorevole. Con un consigliere on cda eletto dai tifosi
Mauri62
Membro
Mauri62
Non ne ho tanti ma lo voglio.
Cri_1907
Membro
Cri_1907
Il modo per le società di guadagnare dei soldi prendendoli anche direttamente dai tifosi/consumatori sarà sfruttando le nuove tecnologie come le crypto (es. tramite gli NTF e i token) che al momento possono sembrare una cazzata e un giochino, ma che in realtà, in un futuro prossimo, avranno un peso enorme anche nello sport, in particolare calcio e sport americani; certe società si stanno già muovendo, basta vedere il PSG che paga una minima parte dello stipendio di Messi attraverso il loro fan token
pierangeloo
Membro
pierangeloo
Personalmente diffido delle cryptovalute. Per tipologia mi ricordano le vecchie catene di S.Antonio.
Cri_1907
Membro
Cri_1907
Bisogna sempre stare attenti perché ce ne sono tante che sono delle truffe, mentre altre sono più affidabili
pierangeloo
Membro
pierangeloo
Quando il mondo della finanza era affidabile, ogni Stato prima di battere moneta o stampare banconote doveva mettere a riserva il corrispettivo valore in lingotti d'oro.
Spero di essere smentito, ma quando la bolla speculativa si sgonfierà, torneremo a piangere come nel 2008, quando i mutui subprime han fatto crollare le economie di mezzo mondo...
Con la "fufa" ingrassano i soliti noti...
Brasa
Membro
Brasa
Ci mancherebbe solo quello... già certi tifosi passano il tempo a criticare le strategie senza averne conoscenza e competenza, con un'azione farebbero come Adelmo stecchetti.
Paolo74
Membro
Paolo74
senti maaaaa....
LOER
Membro
LOER

il fatto e' che una partecipazione per contare qualcosa deve poter spostare gli equilibri delle votazioni in consiglio. ma se come a Bergamo i soci proprietari della DEA sono di fatto uno solo (99% percassi se non erro) per poter spostare gli equilibri bisogna avere il 50% che e' impossibile. piu' facile sarebbe se la dea avesse due proprietari... allora se uno e' al 45 e l'altro al 40 basterebbe un 15% di azionariato popolare per poter decidere qualcosa (beh poi certo e' ovvio, se i due soci sono d'accordo su qualcosa il 15% non conta piu' nulla...) ma di fatto avere una quota di minoranza serve solo a prestare soldi a tasso zero e a poter accedere a documenti ufficiali che raramente svelano segreti.

Wolfo
Membro
Wolfo
Il mio azionariato consiste nell'abbonamento annuale che verso al club ogni anno.
Che senso ha comprare un'x numero di azioni che non comportano nulla sul piano decisionale e che, molto probabilmente frutteranno 0 in quanto le società sportive spesso generano più perdite che utili e di norma non versano dividendi significativi... Ed in un ottica di puro investimento stile holder e poi di vendita per sperare in un aumento del puro valore del titolo è un rischio decisamente elevato, anzi molto molto molto elevato.
Quindi... Hell NO!
LOER
Membro
LOER
si unica cosa certa e' che come investimento per profitto non avrebbe assolutamente senso. inoltre se la DEA fa utili vanno reinvestiti... metterseli in tasca sarebbe indebolire la squadra per un tornaconto personale... quella lasciamola prerogativa del papu...
Atalantinho
Membro
Atalantinho
certo certo, mille teste che la pensano diversamente tutte a imporre la propria idea; risultato: in due anni finiremmo come le grandi indebitate, forse peggio perché non ci salverebbe nessuno. Godiamoci questi anni invece di fare voli pindarici
LOER
Membro
LOER
no beh per sedere in consiglio devi avere minimo il "TOT" quindi gli azionisti popolari eleggerebbero uno o due consiglieri che voterebbero con la loro testa per tutti coloro che hanno dato delega... quanti consiglieri dipende da una serie di fattori non ultimo la % di capitale assorbita dai tifosi...
il vero rischio sarebbe vedere risse in curva per una votazione tra correnti diverse dell'azionariato popolare. un casino tipo PD
madonna
Membro
madonna
"Questo darebbe ai tifosi una forte voce collettiva all’interno della nostra struttura di proprietà"
orobico72
Membro
orobico72
Non credo funzionerebbe
SubbuteoGroup
Membro
SubbuteoGroup
Specchietto per le allodole.
Basta chiedere ad uno del Barcellona.
maurom72
Membro
maurom72
Esatto Subbuteo
albisarnico
Membro
albisarnico
Penso che non sanno più cosa inventarsi per raccattare soldi ovunque si possa.
farabundo
Membro
farabundo
No
Gustavsson
Membro
Gustavsson
Nelle forme di azionariato popolare attualmente più proposte, a Bergamo credo proprio di no. Facendo invece ricorso al deposito di memoria popolare, ricordiamoci come nacque da noi il Piccolo Credito Bergamasco, agli inizi del secolo scorso: con metodologie e spirito analoghi, pur nelle diverse finalità, sportive e passionali, sarebbe forse possibile.
mmfa
Membro
mmfa
non lo so, io per principio non avrei mai mescolato lo sport con la finanza, mi sembra sia una cosa che falsa la competizione come anche la quotazione in borsa. i grandi club cmq rimangono i favoriti per una questione di soldi in quanto il loro bacino utenti è maggiore e quindi sarebbe maggiore anche l'apporto di soldi.
alcuni club avrebbero i mezzi per fare azionariato popolare che abbia un senso nel sostenere la società ma la maggior parte dubito possa e quindi si creano differenze e ti ritrovi la solita solfa dei paperoni che lottano per il vertice e chi cerca di sopravvivere. quindi non è che cambi molto rispetto a ora. come soluzione unica vedo la più equa ripartizione dei proventi di varia natura. il merito sportivo ancora viene soffocato dai soldi.
io quando ero piccolo e capivo molto poco come funzionava questo mondo sognavo un'Atalanta a maggioranza di giocatori bergamaschi, figurarsi.... beata ingenuità di bimbo. noi tifosi giocheremmo anche gratis per quella maglia, o addirittura pagheremmo...
dovremmo smettere di chiamarci tifosi, siamo utenti, diventeremo azionisti?
bna75
Membro
bna75
Intanto ci chiamano consumatori...
mmfa
Membro
mmfa
io direi che siamo consumati... la mucca da mungere costantemente. ci intortano parlando un linguaggio di romanticismo davanti ma poi per loro è solo questione di soldi e affari.
a me ha disgustato Romero, nel giro di meno di un mese, da "non vedo l'ora che Percassi mi chiami" a "devo andare, devo crescere" quando qua ha trovato la nazionale, è titolare, ha uno dei top 3 allenatori del continente più competitivo e fa la CL. da allora le conferenze di presentazione le salto a piè pari. deve crescere... ma ci prendi anche per il c?! questo non posso digerirlo. se dovessi affezionarmi sarà solo per chi entrerà nella top 10 delle presenze con la maglia.
billyguari
Membro
billyguari
Io, considerata l’offerta fatta, sono convinto che la società abbia spinto Romero non poco perché accettasse il trasferimento, naturalmente è solo un’idea.
mmfa
Membro
mmfa
se non fosse che dal lato suo la società ha più volte dichiarato che non sono riusciti a trattenerlo perché era lui che voleva andarsene. in ogni caso c'è un comportamento sbagliato e una dichiarazione non veritiera.
SubbuteoGroup
Membro
SubbuteoGroup
Affare per entrambi.
Quindi chiuso in tempi relativamente brevi.
maurom72
Membro
maurom72
La Borsa, con i tifosi diventati clienti, è stato il primo step per il baratro dove attualmente si trova il calcio

Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarit?| , ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verr?| bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorita' preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddee tte autorita' , persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operaree in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.