Casini: «Lo scudetto al Napoli fa crescere la Serie A”

04-06-2023 09:09 13 C.

Le parole del presidente della Lega Serie A: «Il Napoli è un esempio virtuoso di gestione, capace di coniugare sostenibilità economico-finanziaria con risultati sportivi».

Cosa significa lo scudetto del Napoli? Vuol dire moltissimo, soprattutto in termini di competitività e contendibilità del campionato. Aumentano l’attenzione mediatica e il tifo in tutta Italia. E questo porterà tutte le altre squadre a rafforzarsi, innalzando ancor di più il livello medio del torneo». Lo ha detto il presidente della Lega Serie A Lorenzo Casini, intervistato dal Mattino.

«Il Napoli è un esempio virtuoso di gestione, capace di coniugare felicemente sostenibilità economico-finanziaria con risultati sportivi. È la conferma che imprenditori di successo in settori strategici, in questo caso il cinema e l’audiovisivo, possono portare innovazione e competenze anche nel mondo del calcio. Per fortuna in Serie A abbiamo anche altri esempi, sia italiani, sia stranieri».

Troppi stranieri in campo? Anche la Premier League ha dati simili, in realtà. La sentenza Bosman ha avuto effetti analoghi nella maggior parte d’Europa. I rimedi sono più d’uno e alcuni li abbiamo già messi in atto. Per esempio, abbiamo modificato la composizione delle liste dei giocatori delle squadre primavera per aumentare il numero di giocatori formati e di quelli convocabili in nazionale. Stiamo anche insistendo molto per aumentare il numero delle seconde squadre in Lega Pro. E, sempre in collaborazione con le altre leghe, stiamo modificando il sistema di premi di valorizzazione per i giovani

«Era dal 1990 quando fu sempre il Napoli a vincere lo scudetto che non avevamo tre squadre in tutte le finali europee. È il segnale più importante per far crescere la Serie A in Italia e nel mondo. È con le vittorie del Milan di Sacchi in Coppa dei Campioni e poi delle altre squadre italiane in Coppa delle Coppe e in Coppa Uefa (incluso il Napoli di Maradona nel 1989) che la Serie A raggiunse uno dei suoi periodi più folgoranti. Mi è dispiaciuto molto per la sconfitta della Roma in finale di Europa League quest’anno: ai giocatori e alla società vanno riconosciuti però tutti gli onori per un trionfo non arrivato solo alla lotteria dei calci di rigore».

«Lega Serie A casa della discordia? Sui temi più importanti, come è stato per le modifiche dello statuto o da ultimo per il bando per l’archivio corrente centralizzato, si è trovata l’unanimità. In generale, la Serie A è uno specchio del Paese, delle sue eccellenze ma anche delle sue divisioni: trovare tutti quanti d’accordo non è mai semplice ed è essenziale assicurare il dialogo e curare al meglio la fase istruttoria per fare prendere le decisioni».

Distribuzione dei ricavi da diritti tv? Da noi è una norma di legge a dettare le modalità di riparto ovvero il decreto legislativo Melandri, e certamente, come chiesto da più squadre, è giunto il momento di riconsiderarne l’impianto. Prima di rivedere come distribuire le risorse, però, è decisivo incrementarle. Fondi? I fondi sono solo uno strumento, non un risultato di per sé. Ed è un tema su cui la Serie A, dopo aver definito l’assegnazione dei diritti audiovisivi per il prossimo ciclo, compirà, grazie a un advisor specializzato, tutte le valutazioni del caso, pesando con la massima attenzione i pro e i contro. L’esperienza spagnola e da ultimo quella tedesca, dove l’operazione con i fondi è stata bocciata dieci giorni fa, sono casi di studio interessanti per capire davvero se e come eventualmente leghe ed investitori possono collaborare tra loro».

fonte calcioefinanza.it

 

Bookmark (0)
ClosePlease loginn
0 0 votes
Article Rating

By marcodalmen


CONDIVIDI SU
Accedi


13 Commenti
Nuovi
Vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
EMANUELE-B
EMANUELE-B
4 Giugno 2023 17:01

ha ragione in un punto:la serie A è specchio del suo Paese visto che i furbi e gli indebitati forti vengono sempre aiutati mentre i poveri e i meno protetti vengono bastonati per poco o addirittura strozzati ….. complimenti

Oiggaiv
Oiggaiv
4 Giugno 2023 14:55

Ok, ci può stare come quello che avrebbe potuto toccare a noi.
Ma s’è preferito dare il nono consecutivo agli schifosi…….COME TE.

unodibergamo
unodibergamo
4 Giugno 2023 11:49

Sono da sempre contrario alle seconde squadre in Lega Pro. Trovo profondamente sbagliato che coloro che dispongano di maggiori risorse economiche possano iscrivere loro squadre ai campionati minori togliendo il posto a realtà piccole di provincie che nel bene e nel male sono parte della storia calcistica di questo paese. Alla Under 23 dei gobbi ed alla nostra eventuale seconda squadra preferirò sempre l’iscrizione in Lega Pro di realtà come Sambenedettese, Cavese, Varese, Vicenza, Catania etc etc etc. Mi rendo conto di essere fuori dai tempi ma certi valori andrebbero sempre rispettati, almeno a mio modo di vedere.

maurom72
maurom72
4 Giugno 2023 12:20
Reply to  unodibergamo

Totalmente d’accordo con te, come credo chiunque abbia ideali sportivi come priorità.

lumaca
lumaca
4 Giugno 2023 12:47
Reply to  unodibergamo

Sono d’accordo anch’io. Meglio sarebbe un campionato delle seconde squadre, tipo il campionato delle riserve che esisteva una volta in Inghilterra.

Wolfo
Wolfo
4 Giugno 2023 11:21

E la supercazzola?

Rudenko
Rudenko
4 Giugno 2023 11:17

La domanda sorge spontanea… perchè?

bna75
bna75
4 Giugno 2023 10:15

Quanto mi piacerebbe vedere la vera identità del burattinaio

maurom72
maurom72
4 Giugno 2023 11:14
Reply to  bna75

Credo si intuisca bene dalla faccia … viscido, asservito, messo lì appositamente. Quando lo vedo e sento parlare ho il vomito

mostam
mostam
4 Giugno 2023 09:48

Mentre la gobba che mon rispetta le regole ne aumenta il prestigio e di conseguenza il valore dei diritti TV……

SubbuteoGroup
SubbuteoGroup
4 Giugno 2023 11:06
Reply to  mostam

Dimentichi i dementi romanisti all’areoporto di Budapest che tentano di aggredire l’arbitro inglese insieme alla sua famiglia.
Per non parlare dell’eco mediatico di quel demente del loro allenatore.

Limido
Limido
4 Giugno 2023 09:42

In che senso, scusi?

sparta
sparta
4 Giugno 2023 09:40

Sicuro…poi però c’è la juve e tutto torna una merda come prima!