28-03-2020 15:05 / 50 c.

Ceferin

 

Il presidente della UEFA Aleksandar Ceferin in un'intervista  a Repubblica è tornato anche sulla decisione di disputare le due sfide tra Atalanta e Valencia. La partita di San Siro a porte aperte, andata degli ottavi di finale di Champions League, è stata per il Sindaco di Bergamo Giorgio Gori una bomba biologica che ha contribuito alla diffusione del COVID-19. "Ho sentito un critica idiota per l'andata a Milano. Il 19 febbraio nessuno sapeva che la Lombardia sarebbe stata il centro dell'epidemia. Chi eravamo per dire non si gioca? Ci sono autorità preposte".

Sulla gara di ritorno: "Quando si è disputata, si giocava ancora ovunque in Europa. Ed è stata disputata a porte chiuse. Sui tifosi radunati davanti allo stadio la giurisdizione era delle autorità spagnole".



di Sigo




  1. Io spero che a bocce ferme (quando non si sa ) si abbia il coraggio di dire certe cose che in questo momento tragico sono premature e che si vociferano solo a bassa voce. Mi riferisco alle pressioni per non chiudere le zone di alzano etc. In questi gg sta girando un servizio di chi l'ha visto riguardo all'ospedale di alzano che fa rabbrividire se fosse confermato. Altro che Atalanta Valencia! 


    • Appunto. La scusa della partita fa comodo a qualcuno per pararsi il didietro


  2. Il nocciolo della questione è molto semplice, si sta parlando del nulla...a posteriori è chiaro che durante una emergenza sanitaria convogliare 45mila persone in uno stesso luogo sarebbe stato folle, ma poiché all'epoca questa criticità non c'era o almeno così noi tutti credevamo fino al venerdì successivo, 


  3. le idiozie le dicono i giornalai e tanti dicostoto si sono buttati nel dare la colpa ai 45000 che erano a san siro senza capire una mazza perche' per loro l'unico scopo era quello di infettare atakanta ,mi fasnno schifo sono giornalai falsi stupidi e chesalgono sul carro del vincitorte,avendolo precedentemente denigrato.


    • Non è niente di tutto questo e l ' atalanta non c ' entra nulla. Hanno semplicemente detto che un evento così grande da 45 .000 persone ravvicinate che arrivavano da tutto il mondo non ha di certo contribuito a non far circolare il virus che era già in atto o non si può dire ? . Che dopo non sia stato il primo grande raggruppamento della bergamasca questo non lo so ' ma non ci andrà molto lontano . Che da quella partita sia partito tutto lo può dire solo un cretino però sicuramente ha contribuito a diffondere il virus sia in maggiore che minore entità questo però non vuol dire che la fonte principale del virus che ha intaccato bergamo e che ha scatenato il putiferio sì trovava a milano .


      • Si ma la questione è che a quella data nessuno sapeva del virus... è chiaro che a posteriori possiamo dire che matematicamente possa aver contribuito alla diffusione ma di divieto e porte chiuse parlare ora non ha senso


        • A parte il fatto che lo sì sapeva che c ' era il virus ma se mai sì  può discutere sul fatto che o non sì è avuto la forza e la capacità di prendere decisioni o è stato sottovalutato e non sì era capita la gravità sia del contagio sia della pericolosità . Io penso un misto di entrambi sì è dichiarato stato di emergenza il 31 gennaio e sì è aspettato prima di prendere decisioni perché sì pensava ad altro .


          • Sì ma lo sapevano nelle stanze segrete o chi del settore...io come persona comune non sapevo niente naturalmente, perché dagli organi di informazione nulla era trapelato...io sul treno pensavo se avesse giocato Zapata o pasalic, al virus pensavano solo in Cina...


            • Logicamente lo sapeva chi doveva saperlo e chi doveva prendere decisioni .


  4. Dette le parole come sono stati i fatti...lo scandalo è la gestione dell'ospedale di Alzano è da lì che il focolaio è esploso...poi ovviamente qualsiasi cosa ha amplificato dal lavoro ai centri commerciali, dai bar ai ristoranti...ma dire che é nato tutto da una partita è una cosa senza senso


  5. Che fosse un'idiozia era già noto!


  6. Ha usato i termini giusti, nessuno di noi quel giorno avrebbe voluto mancare e pure se la partita fosse stata a porte chiuse avremmo invaso l'esterno di san Siro!


  7. Lo SAPEVANO ,  eccome  se  lo  sapevano   , gia'  dal  31 gennaio  2020   vedi  GAZZETTA  UFFICIALE  PAG.7    e  chi e'  che  poi   DEVE   DECIDERE dopo aver  dichiarato   l'EMERGENZA  ?  Ancora  oggi  NON  sanno   che   pesci   pigliare   e pensano   ancora  che  tutto  si   risolva   ? 
    Poi  se   qualcuno   (all'epoca  dei  primi   fatti) diceva  o  faceva  un' osservazione  su  arrivi  dalla  Cina    ....era  uno   SCIACALLO !
    Qui  '   ancora  oggi     , si  fa  POLITICA    e  questo   non  va'  bene,  NON   e'  IL SITO   GIUSTO  !   Capesela !
    P. S.  Ricordo  che   si   puo'  PARCHEGGIARE  sulle  RIGHE  BLU  senza   pagare la  sosta  , pero'  le auto NON  possono   CIRCOLARE ,  BUFFONI .


    • Sì ma credo si parlava di gente comune... nessuno di noi sapeva del virus a quel tempo e naturalmente lui come istituzione non può che confermare..se poi c'è stato del dolo di qualcuno che sapeva e non ha detto è un altro eventuale discorso...


  8. punto e basta. 


  9. Ha semplicemente detto la verità dei fatti.


  10. Parole sante...


  11. Assolutamente d'accordo..


  12. Intanto però liverpool - atletico e lipsia - tottenham sì sono disputate a porte aperte ed hanno voluto disputarle . Che dopo dia la colpa a chi governa le nazioni delle rispettive squadre di non aver preso le giuste misure cautelative ha ragione perché spetta a loro prendere certe decisioni ma per la partita in spagna ha imposto la uefa le porte chiuse mentre in inghilterra e in germania no .


    • Sai che pensavo fosse stato il governo spagnolo spinto dal ministro della salute? 
      Si quello che mi ricordo sicuro invece c'era la polemica del presidente del Valencia che ha fatto di ttt x giocare a porte aperte ed ha addirittura invitato ed incitato i tifosi a stare ttt uniti fuori dallo stadio x invitare la squadra 


      • È lo stesso ministro della salute che ha permesso di fare quella festa che non ricordo come sì chiama ? ed anche di assemblarsi fuori dallo stadio a valencia ? 


        • Sì. Perché per il governo spagnolo il pericolo erano i tifosi italiani, che non volevano far andare in Spagna (e che avevano comprato anche biglietti di settori diversi da quello ospite). Solo il 13 marzo hanno cominciato a prendere le prime, timide misure. D'altra parte la UEFA non può certo prendere decisioni di salute pubblica (e ci mancherebbe altro, non è suo compito). La UEFA prese semplicemente atto della decisione ed emanò un comunicato ufficiale di conferma.


          • Qualche tifoso è andato comunque ed hanno seguito la partita alla televisione in spagna come sarà arrivato qualcuno sicuramente anche dall ' italia a quella festa . La uefa ha deciso di giocare a porte chiuse in 2 nazioni mentre in altre 2 no e se vuole imporre di giocare a porte chiuse certo che è libero di farlo quindi ha assecondato l ' inghilterra e la germania e non è che non ha responsabilità perché ha voluto che le partite si disputassero .


  13. Poche parole, tutte giuste


  14. Finalmente xché pensavo di essere un cretino.....visto che sono andato a SanSirio e non mi ricordavo che esisteva il pericolo coronavirus.


    • Pensa io cì sono partito da Roma... perché mi piace il brivido...mah... finalmente uno che dice le cose come stanno e con i giusti aggettivi


      • Anche tu di Roma? Nelle due settimane successive hai avuto sintomi? E qualche tuo familiare o amico, o amico di amici? Perché né io, né un mio amico pure di qui abbiamo avuto il minimo problema e non pare abbiamo contagiato nessuno (soggetti a rischio compresi), e nemmeno due miei amici di Torino e uno di Palermo. Ora, se quella partita fosse stata davvero una bomba batteriologica in grado di mettere in ginocchio un'intera provincia, è possibile che nessuno dei presenti ma residenti in altre parti d'Italia non solo non si sia ammalato lui/lei, ma nemmeno ha sentito di qualcuno della sua cerchia di conoscenze che si sia ammalato? Non è un'evidenza scientifica, ma qualche dubbio te lo fa venire.


        • Nulla di nulla


          • Io a S. Siro non c'ero ma nessuno delle mie conoscenze che ci è andato quella sera ha avuto sintomi finora e parlo di gente che vive in Italia (i più) , Svezia (2) qui una persona ha fatto anche il test perché lavora con persone a rischio ed è risultata  negativa , Finlandia. 


            • Neppure io e mio fratello da Bari è un altro fratello da Roma...


      • Eravamo 40000 cretini. 


  15. SubbuteoGroup -
     28/03/2020 alle 16:26
    Ottimo.
    E adesso muti tutti.
     


  16. Dopo tanta gente che parla a vanvera lui ha detto la cosa giusta che noi che eravamo presenti a Milano conosciamo bene. 


  17. Parole di buon senso da parte di Ceferin.
     
    Purtroppo, anche in momenti come questo, c'e' ancora gente (di qualsiasi colore) che ha il coraggio di speculare per ottenere presunti vantaggi di immagine, 
     
    Servono soprattutto coerenza, buonsesnso e rispetto per le opinioni altrui.


  18. Giusto .
    Se sapevano che il virus era arrivato a gennaio lo dicano o stip As illazioni.  


  19. Bravo Ceferin, ben detto e senza giri di parole. Anche io ero a S.Siro con mia figlia e nessuno immaginava quello che sarebbe successo di li a pochi giorni.


  20. Penso sia il pensiero di ognuno che abbia un minimo di cervello


  21. Beh, come dargli torto. Il 19 in più di 40.000 la pensavamo come lui.
    Purtroppo, mai come in questo momento, del senno di poi son piene le fosse 


  22. onesto e perfetto
    fankulo alla guardia civil


    • Finalmente una persona che ragionevolmente dice come stanno le cose
      FANKULO si la guardia civil !


  23. che coglioni con questa atalanta valencia. Il primo caso è uscito 2 giorni dopo la partita quindi nessuno poteva sapere.
    Se invece qualcuno sapeva che il virus fosse gia in giro a bergamo e in Lombardia, e ha nascosto tutto allora è diverso...e nel caso spero che paghi pesantemente perchè avrebbe sulla coscienza tantissime morti innocenti.


    • Sono completamente d'accordo con te. Certo che però Gori in questo momento mi fa una tristezza infinita per la ricerca di pubblicità gratuita. È passato da quello che invitava ad andare al ristorante ben dopo la partita della Dea, ed adesso invece a dire che l'Atalanta, che ripeto giocò ben prima del suo appello per andare a ristoranti, non avrebbe dovuto giocare. Davvero faccio fatica a comprendere questi continui cambi di direzione. Ma non si può tacere ogni tanto?


      • beh pubblicità x pubblicità che dire di felpapig che il 28 febbraio girava a malpensa a fare videoselfie invitando cani e porci a venire in italia, ad andare a correre a riempire i supermercati ad aprire ogni fabbrica ecc....


      • beh tra gori, sala, zingarelli e quei due deficienti che per recuperare consenso gridavano ben 8 giorni dopo Dea-Valencia di riaprire tutto, stadi, musei, fabbriche, gallerie, discoteche (forse perche' ci va lui?!?), ristoranti, bar.. lavorare, correre riaprire... invitando i turisti di tutto il mondo a venire in Italia....
        Il governo avra' fatto anche tanti errori e ritardi.... ma non oso immaginare se avesse dato retta ai vari salvini, meloni, sala, gori  come sarebbe ridotta l'Italia oggi... probabilmente decine di migliaia di morti al giorno e milioni di infetti destinati presto a morire senza aiuto alcuno come sta avvenendo qui da noi...
        ma non contenti di aver costo questo rischio continuano a blaterare invece di rendersi utili.. questo mi fa incazzare da morire.. sui nostri morti  sono li come sciacalli a schermare tra di loro per spuntare un punto percentuale in piu' nei sondaggi.... ma caxxo il virus loro non lo beccano?!?
         


      • tutto il mondo della politica dovrebbe tacere...e se  sanno qualcosa che noi cittadini non sappiamo, lo dicano e smettano di prendere per il culo la gente. 
         


        • La cavalcata verso la ricerca di una sempre crescente popolarità , continua. Finite le puledre si cavalcano anche le bufale. Importante è che la corsa continui...


          • ReMo, come al solito i tuoi commenti sono il top.


            • Ciao dagliStates: Un primo cittadino versatile come il nostro non manca di farti avere spigolature da cogliere. Si potrebbe parlare di corse sulle percorrenze urbane , per l'intera domenica al costo di un solo biglietto; agli inviti ad uscire perchè la città non si ferma, come da relativo spot filmato: agli abbracci cinesi e via... Com si usa in democrazia, spazio al tutto ed al suo esatto contrario. Peccato che certe sollecitazioni siano a rischio totale.Ma tant'è, si dice che di qualcosa si debba pur morire...Saluti.


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.