Comunicazioni, contraddizioni & crescita. – by ReMo

21-07-2021 17:30
6 C.

Come tutti voi, amici, mi ritrovo in questo sito atalantino per vivere il percorso nerazzurro, fatto di attese, di speranze e di trepidazioni.

Come per ogni cosa che ci sta particolarmente a cuore, desidereremmo sapere e conoscere tutto ciò che avviene, senza mai accontentarci di ogni precisazione e ragguaglio.

La carenza informativa è tale da indurci, più volte a richiedere una dilatazione di tale concetto, ma il silenzio permane persino sulle richieste di rimborso che qualcuno osa avanzare a riguardo di cifre corrisposte ma non godute per l’intervento pandemico.

Periodicamente la presidenza, alternativamente all’A.D. societario, squarcia il silenzio tramite delle comunicazioni, apostrofate da qualcuno di noi, come destabilizzanti o soporifere.

Personalmente propendo per il destabilizzante, in quanto tra le righe, si danno voci anche ai silenzi.

Se ci rifacciamo alla dichiarazioni del Presidente, ci veniva assicurata la inamovibilità delle pedine di grande riferimento che sarebbero dovute restare a Bergamo, eccezion fatta per un grosso nome, che la competizione europea aveva valorizzato in particolare, identificabile in Gosens.

Tutto tranquillo per quanto concerne ulteriori richieste, cui si sarebbe resistito, sempre che le offerte non avessero toccato punte non rifiutabili.

Questo, in sostanza, il concetto trasmesso.

Il succo delle dichiarazioni più recenti, successivamente addotte da Percassi jr. hanno allargato le prospettive di ulteriori vendite, senza contraddire la comunicazione precedente, ma comunque col risultato di seminare vivaci perplessità sulla possibile cessione di Romero, fermo il concetto di sempre che l’offerta risulti consona al suo valore.

La tiepida ammissione di perdere Ilicic, assommata alla partenza di Gosens, ampliandosi a questa terza, inusitata possibilità, ha seminato un certo scompiglio, in quanto riporterebbe grave frattura in un comparto difensivo vicino all’ottimizzazione.

Non sono un profeta e non posso evidentemente che attendere gli eventi, pur concedendomi qualche conseguente considerazione.

Se stacchiamo un biglietto verso una certa destinazione e qui siamo regolarmente trasportati, senza possibilità di contestare detto servizio, non possiamo permetterci digressione alcuna circa qualsiasi determinazione concernente i padroni del vapore.

Da un bel po’ di anni stiamo viaggiando alla grande ed ogni operazione di apparente demolizione è stata invece un arricchimento delle iniziali potenzialità.

Persino il compianto per la perdita di un fulcro della squadra, è andato volgendosi in un ulteriore e considerevole miglioramento dello spettacolo calcistico e del conseguente piazzamento.

In altre parole l’Atalanta ha dato credito al teorema dei cambi vantaggiosi, ove una cessione anche di una pedina rilevante, avrà il presupposto, sino a qui onorato, di migliorare ed arricchire tutto il precedente potenziale.

Il tutto grazie ad una composizione dello staff dirigenziale, in grado di scoprire talenti , acquisirli e crescerli in una logica affinata ed efficiente.

Sono assai poche le realtà in grado di assumersi tutta una linea formativa di questo livello, in effetti si passa dalla ricerca del diamante grezzo alla sua intera lavorazione ed il ciottolo iniziale andrà ad arricchire una vetrina delle meraviglie.

Sappiamo che la tifoseria ama creare i propri idoli e ci si affeziona, inducendo i responsabili addetti alle cessioni, a nicchiare sulle effettive opportunità di vendita dei tesori in esposizione.

Credo, a questo punto, che indicazioni mendaci sulle possibili cessioni debbano essere rimosse del tutto dalle peraltro scarse notizie che vengono passate.

Si dovrebbe ribadire il carattere produttivo della società, rivolto ad accrescere di talenti il mondo del calcio, al fine di commercializzarli, tenendo fermo il principio di sostituire i partenti, con pedine di almeno pari valore.

Una logica non facile da accettare ma percorribile, quantomeno sino al momento in cui la effettiva risposta sul campo darà valore alla teoria.

Necessita che il processo evolutivo della società tenga il passo con la crescita ed il miglioramento della tifoseria, instaurando un rapporto corretto di fiducia, senza infingimenti di sorta, ma nel reciproco rispetto dei ruoli.

Siamo tutti grandi, molti battezzati e taluni vaccinati, comunque vogliosi di un atteggiamento in linea con i propri ruoli, che vogliamo in crescita.

Perchè la crescita deve passare anche da qui.

ReMo

Bookmark(1)
3
1

By staff
staff

6
Inserisci un commento

Please Login to comment
6 Albero dei commenti
0 Albero delle risposte
0 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
6 Autori
Clod1907moretoBalooKrakatoamarcotrisma Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
Clod1907
Membro
Clod1907
Aspetto con fiducia nella società la fine del mercato.
Fiducia cieca perché ad oggi aleggiano solo inquietanti misteri.
Sperem
moreto
Membro
moreto
Baloo
Membro
Baloo
Ragionamento impeccabile, società impeccabile.
L'unica critica che mi sento di fare, peraltro pesante, è la poca attenzione ai tifosi made in BG, quelli che da decenni, anche in serie C c'erano e ci saranno sempre.
Perché una qualche forma di agevolazione ( vedi trasferte a Reggio, bonus dedicati a situazioni disagevoli particolari, abbonamenti famigliari strafavorevoli ecc...) me lo aspetterei da una società fortemente ancorata al territorio.
Krakatoa
Membro
Krakatoa
Siamo tutti affezionati alla stragrande maggioranza dei giocatori che, da anni, ci stanno facendo sognare. Magari restassero tutti (o quasi). Ma è giusto essere realisti. Se per il buon Cuti (esempio concreto) arrivasse un'offerta di (sparo) 50 milioni credo sarebbe giusto che la società ci pensasse. E se al giocatore ofrissero (ri-sparo) 5 milioni a stagione il difensore non dovrebbe prendere in considerazione la partenza?
Ogni cessione per noi sarebbe un dolore ma è meglio, come dicono con grande originalità i calciatori stessi, "farsi trovare pronti"
marcotrisma
Membro
marcotrisma

A tempo debito PARLERA' anche lui , e' inutile farlo adesso che sta' allenando una varieta' di giovani RITORNATI e magari gia' prestati /venduti questa settimana o la prossima . Poi e' chiaro che si annulli anche qualche amichevole , tra partenti infortunati e assenti in ferie con chi va' in campo ? Con i magazzinieri ?

Atalantinho
Membro
Atalantinho
i Percassi sono bravissimi e questo è un dato di fatto; se hanno un difetto è che non amano le critiche; non è un grosso problema, ai migliori capita di essere un po' permalosi.. per come la vedo io un miglioramento della comunicazione sarebbe auspicabile (il sito ufficiale dell'atalanta sembra un giornale di partito, tanto l'atmosfera è ovattata) ma alla fine va bene anche così... a me invece piacerebbe sentire il Gasp, penso che sia l'unico allenatore di serie A a non avere ancora rilasciato interviste

Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarit?| , ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verr?| bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorita' preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddee tte autorita' , persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operaree in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.