12-05-2020 21:00 / 72 c.

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

 

"Il nostro dolore volete dimenticare...

Ma senza la sua gente non ha senso tornare a giocare! "

CURVA NORD BERGAMO

 



di Marcodalmen




  1. Potrei essere d accordo che terminare questa stagione sia una decisione forzata,e dettata da puri interessi economici legati alle pay tv, fregandomene della salute dei calciatori. La curva però sostiene che non si debba ripartire finché non si potrà accedere allo stadio. La vedo come una presa di posizione utopistica,visto che probabilmente per almeno un anno,senza la scoperta di un vaccino,sarà difficile poter riempire gli spalti. Che fai? Fermi il calcio per due stagioni? Io credo si debba ripartire quantomeno a settembre. Dispiacerà non poter riempire il nostro stadio, ma credo sia giusto andare avanti.


  2. sinceramente a me il calcio manca tantissimo... mi va bene tutto porte chiuse, partite a Dubai... so che non e' la stessa cosa.. pero' scecc abbiamo ricominciato a lavorare a nostro rischio e pericolo e non dovrebbero farlo professionsti superpagati come i calciatori?
    Ho capito che non e' la stessa cosa, ma dopo tre mesi di digiuno uno si accontenta anche di polenta pur di ricominciare a mangiare.. in attesa di poter tornare a farlo come una volta.
    Posso capire la posizione ma non la condivido... i tifosi non sono solo gli ultras, ci sono pensionati, gente che vive di pane e atalanta anche se condannata in un letto per sempre.. o a cui  sfortunatametne e' rimasto poco altro in cui svagarsi dopo la devastazione di questa tragedia.. volete toglierci anche questa piccolissima soddisfazione di gioire o imprecare per la nostra amata?!? Non prendiamoci in giro, la purezza nel calcio e' sparita da decenni.. conta solo il dio denaro come in ogni show-business che ne fa girare tanto.... 


  3.  mr  magoo


  4. I morti si rispettano cercando di non ripetere gli errori che sono stati fatti e , il resto non ha molto senso.Con questo metro di giudizio allora non si dovrebbe piú fare niente.Piccole e grandi tragedie ci sono e ci saranno sempre purtroppo.Imparare dagli errori.


  5. Giusto non ripartire, sarebbe una forzatura senza senso. Sarà ancora piú bello farlo quando potremo riabbracciarci tutti insieme allo stadio, perché é questo il Calcio. Dispiace che qualcuno se ne dimentichi, esistono tanti altri sport da seguire in tv..
    Forza Atalanta



    • Beh, invece negli altri sport si può tranquillamente giocare a porte chiuse no ... sai che spettacolo una partita di NBA nel palazzetto vuoto e deserto o Wimbledon senza pubblico con solo i due tennisti in campo ... o persino la Formula 1 e la Moto Gp con la pista deserta ... i tifosi ovviamente sono quelli che vanno allo stadio, gli altri sono sono gente che passeggiava cercando un seggiolino dove posare il sedere ... alà cinema!


      • Nemesis, no. Intendevo che magari ci sono sport che non sono stati colpiti. La ripartenza senza pubblico altrimenti per me non ha senso in nessun caso. L'NBA confinata su un'isola, atleti isolati, porte chiuse, sono pietre tombali della parola "sport", di passione e aggregazione. Rummenigge esulta perché la bundesliga é la prima a riaprire "e avremo miliardi di telespettatori": non ti fa inorridire? Giochiamo ogni settimana, giochiamo ogni giorno, giochiamo sulla luna! Le cinque sostituzioni! Niente tackle! A me questi personaggi ricordano avvoltoi che si contendono una carcassa. 
        La mia Atalanta é differente, e gioca tra la Gente.



        • Siamo tutti d'accordo che il calcio "vero" è un'altra cosa, è stare sugli spalti, saltare tenendosi l'un l'altro, abbracciarsi ad un gol, passarsi una birra e berne un sorso ciascuno, come il vero andare al bar o al ristorante o al mare sono cosa diversa da quello che (forse) potremo fare da fine maggio in poi, nessuno lo nega e di certo non sono contento di vedere partite a porte chiuse, ma, in via eccezionale e provvisoria, me lo faccio andare bene così come non rinuncerò a prendere un caffè al bar sia pure con la mascherina prima e dopo ... meglio così che niente ... nella speranza che pian piano di possa tornare a riavere "tutto".
           


        •  dura farglielo capire





    • STANDING OVATION


  6. Chiaro che il calcio debba ripartire, ma non cosi, non con modalità incerte , non x finire una stagione in fretta e furia solo ed esclusivamente x interessi economici.
    Che si riparta a luglio/agosto x una nuava stagione con i ritiri e regole chiare x tutti i campionati. 
    L'azienda calcio non è ne più ne meno come altri sport e aziende che sono ovviamente in crisi e che dovranno ripartire pian piano. Le aziende dove lavoriamo devono recuperare i fatturati persi in questi tre mesi? Lo devono fare di fretta nelle prossime settimane o ci vorrà una programmazione ed il tempo giusto? 
    Tutti vorrebbero recuperare economicamente il più presto,ma è impossibile, ci vorran tempo e modalità ben chiare
     


    • Appunto Magoo ... "pian piano" vuol dire inizialmente senza pubblico, altrimenti sarà troppo tardi, come certe fabbriche hanno iniziato solo con tre macchine funzionanti su otto e un terzo dei dipendenti ... cos'altro vorrebbe dire nel calcio "pian piano"? Che fanno una partita al mese o giocano in cinque per parte? Piaccia o meno, il paragone con le aziende è molto più azzeccato che con gli altri sport ... e se l'esigenza economica è predominante (a torto o a ragione, ma è un dato di fatto), l'unico modo per non far morire il tutto aspettando la prossima primavera quando (FORSE!) si potrà tornare sugli spalti, è giocare così ... o forse qualcuno pensa che chiudendo qui il campionato a settembre si ripartirebbe con il prossimo con la gente in tribuna e in curva?


      • Mai scritto di aspettare il pubblico, ho scritto di organizzare in modo degno e non con la fretta di finire tutto in un paio di mesi alla caxxo.
        Per cosa? Per non sapere poi quando ricominciare la nuova stagione? Per poi far calendari ad minchiam visto che l'estate prossima  ci saranno europei ed olimpiadi?
        C è tutta sta voglia di finire cosi? Non è meglio programmare tutto con più calma e progetti comuni a livello uefa?
        Servono i soldi? Chiedano la cassa in deroga come tutti.
        È  tutto x assegnare i titoli? No perche sportivamente non gliene frega nulla ai signori del calcio.
         


        • Ma sei così convinto che ci siano soldi per la cassa integrazione per mezza Italia?
          Io per nulla


        • Credo che tutti vogliano proseguire sia per i soldi delle tv sia per scongiurare una sfilza di ricorsi che non permetterebbe comunque l'inizio regolare della prossima stagione.
          Chiaro che la soluzione più pulita sarebbe partire con la nuova, magari pure in anticipo per poter essere in grado di gestire qualche settimana di stop in caso di ritorno in autunno del virus.


    • CONCORDO


  7. ma anche dalla pagina facebook della curva molta gente dice chiaramente di non essere d'accordo, fidati.


  8. A me queste posizioni "politically correct" fanno imbestialire.
    Mi pare retorica pulciosa .
    E non rispondete "si vede che non hai avuto lutti", perché non lo sapete e perché è una risposta del cazzo.
     
    Come detto da altri, ci sono mille attività che potrebbero essere viste come mancanza di rispetto per i morti, quando riprenderanno. E quindi che si fa?
    In TV avrebbero dovuto smettere di trasmettere film comici o programmi di intrattenimento per un anno?
    Non riapriamo i pub perché la gente va a bere, spesso per divertirsi più che per disperazione?
     
    Queste posizioni del mondo ultras moderno mi perplimono molto e mi sembrano sempre volte a ottenere qualcosa che spesso prescinde dal concetto espresso; visibilità, un sottinteso di poter manovrare il manico del coltello... 


  9. Quanto mi mancano le B.N.A. e i W.K.A.....
    SOLO ATALANTA TUTTO IL RESTO AVANZA 


  10. PALLAinMARESANA -
     13/05/2020 alle 10:00
    Non sono d'accordo col direttivo di curva. Darsi da fare e ricominciare. Subito


    • Per essere attendibile, dovresti commentare anche qualche altro post,ogni tanto.Perche' commenti solo e unicamente per dar contro alla curva?


      • Concordo con quelli che mi hanno messo 7  "non mi piace" e lo spiego sotto


      • Suggestioni politiche. Io sono uno dei pochissimi (-1%) che era favorevole al contagio di massa e assolutamente contrario ad ogni forma di lockdown. Subito questo oltraggio alle libertà individuali figurati se mi faccio problemi a riaprire attività (calcio compreso) in barba a sentimentalismi o coefficienti di rischio. E di quello che dice la curva, il papa o il presidente del consiglio me ne frega una cippa. Libertà di muorire, libertà di vivere, libertà di disperare, libertà di esultare.


        • beh non puoi lamentarti allora.. a bergamo il contagio di massa l'abbiamo avuto sei contento? +568% di decessi in due mesi
          quelli piu' furbi di te e di chi ci amministra in regione invece ne hanno avuti 5-10 volte di meno... ora chiedilo in giro se anche gli altri bergamaschi sono contenti...


        • Mi correggo.Per essere attendibile e' meglio che commenti meno possibile.Come diceva Oscar Wilde.........meglio stare zitti e sembrare stupidi,che aprire bocca e togliere ogni dubbio.


        • PALLAinMARESANA: "........ E di quello che dice la curva, il papa o il presidente del consiglio me ne frega una cippa. Libertà di morire, libertà di vivere, libertà di disperare, libertà di esultare".
           
          E io che pensavo che LBERTA' fosse una parola bella ...........


  11. Con tutto il rispetto per i morti io non so d'accordo, purtroppo quel che è successo non si può dimenticare ma non si può nemmeno rimanere in lutto per mesi e mesi, occorre tornare ad una parvenza di normalità, quindi riprendere il calcio, seppur a porte chiuse, può essere un modo per riacquistare un po' di spensieratezza.


    • Io penso che la miglior forma di rispetto per i defunti sia stringere i denti e cercare di continuare a vivere .....  anche sostenendo quanto piu' possibile chi ci sta attorno.


  12. Sportivamente parlando, si chiudesse ora il campionato significherebbe seconda Champions di fila.
    Ma l'azienda "Calcio" ripartirà a breve, come ripartiranno tutte le aziende in Italia.
    Il calcio non è solo composto da calciatori milionari e procuratori, ma pure da gente comune che lavora per mantenere la famiglia (componenti delle società, giornalisti, cameraman, ecc.).
    È brutto il calcio senza pubblico? Sì, è vero, but the show must go on. 


  13. Vedo che come al solito si fa fatica a comprendere uno scritto chiaro e sacrosanto.Lo sport nasce,con pubblico.Qualsiasi Sport nel Mondo si è fermato(formula1,Moto gp),mentre nel circo del pallone,fanno e faranno di tutto,per riprendere per i loro meri interessi economici,in un calcio in cui,la passione popolare ormai conta zero.Comandano le televisioni,muore la passione.Basterebbe andare sulla pagina sostieni la curva stamane per vedere quale è il loro pensiero e di circa 180 curve italiane e 90 straniere !!!
    Io credo che non ci sia spazio all'interpretazione,poi uno può condividere o meno.Ci si dovrebbe fermare a questo,argomentando e discutendone.Ma come al solito a qualche frustrato del sito,in concomitanza con "comunicati"e non,della curva,non perdono occasione per "attaccare e denigrare"


    • io il comunicato l'ho letto e compreso se poi la maggior parte della gente non lo condivide dovresti fartene una ragione. Mi fa piacere che ti sei accorto che il calcio è un business e in ultimo a me pare che sei tu che attacchi gli altri.


      • Ti rispondo per la prima e ultima volta,poi se vuoi approfondire il discorso,lo facciamo davanti ad una birra..Rileggi ciò che hai scritto pocanzi nel commento antecedente alla mia risposta.A me pare un commento di parte,percependone dell'astio contro chi ha fatto lo striscione.La sostanziale differenza nella linea di pensiero degli uni e Degli altri è questa:da una parte c'è chi considera il calcio uno sport e una passione popolare,dall'altra chi lo considera a tutti gli effetti,un baraccone,azienda con tutti business annessi e connessi.A onor del vero ormai è così.Ma grazie a Dio c'è ancora chi,da inguaribile romantico,porta avanti ancora i propri ideali e pensieri con coerenza e mentalità.Questa cosa(virus)potrebbe essere lo spartiacque.Ritornare alti anitihi fasti del calcio(utopia probabilmente),o andar ancor di più verso un calcio fatto di business e soldi soldi soldi,nella quale il tifoso,è sempre più cliente e basta.E se un domani ci venisse tolto il modo di vivere il calcio e la curva come piace a noi???Ai prosteri l'ardua sentenza e come diceva mio nonno,"tempo al tempo"


      • mah, se si risale al comunicato non mi pare proprio che non sia condiviso dalla gente, anzi tutt'altro


  14. Mi piacerebbe sapere se chi scrive questi striscioni/comunicati poi nel suo quotidiano non frequenta amici non guarda serie tv non ascolta musica etc etc in segno di rispetto verso i imorti di covid!!!! il calcio che piaccia o meno da lavoro ad un sacco di persone direttamente e indirettamente,  per cui è giusto che riprenda, e se lo farà senza pubblico purtroppo non è colpa di nessuno. A me pare una battaglia ideologica un pò stucchevole.


  15. Ma smettiamola di parlare di POSIZIONE DELLA CURVA. 
    La POSIZIONE DELLA CURVA è frutto del pensiero di pochi componenti (IL FAMOSO DIRETTIVO); il resto del GREGGE SI ACCODA...


  16. boh, per me la curva può dire e scrivere quello che vuole che ci mancherebbe, e visto che ne è stato fatto un articolo qui lo commento.
    sulla prima parte lo vedo un po utopico e fuori dal tempo, la morte c'è sempre stata, terremoti, guerre, carestie , disastri naturali, e il dolore è una componente della vita, e non credo che ognuno di noi si fermi dal fare quello che può fare e che gli piace per rispetto dei morti.
    i morti sono morti e non possono fare più niente, il giocare o non giocare non glie può fregare di meno.
    non credo anche anche ogni rappresentante che ha firmato in calce quello striscione si astenga da ogni forma di vita o forma ludica personale perchè ci sono stati dei morti.
    sulla seconda parte è ovvio che a tutti piacerebbe tornare allo stadio a vedere l'atalanta ma in questo momento e anche l'inizio del prossimo campionato... l'alternativa è o porte chiuse o negòt.
    e come dice il saggio detto oriundo "piòtost che negòt mei piòtost"



  17. Rispetto il pensiero della Curva.
    A mio modo di vedere però:
    - la questione "rispetto" non sussiste: in che modo tornare a giocare disonora le vittime e il dolore dei loro cari? In che modo tornare alla normalità (per quanto poi il calcio sia una parte futile di essa) significa dimenticare il dolore?
    - la questione "porte aperte o nulla" per come è posta non mi pare conciliabile con quella del "rispetto": ripartire a porte aperte sarebbe rispettoso del dolore mentre ripartire a porte chiuse no? Come mai?!? La posizione della Curva in questo caso o è illogica o è mal spiegata.
    Interpretando quella che credo (e spero) sia la posizione reale direi: rispettate il nostro dolore e chiudete così il campionato in corso. Per il nuovo si riparta pure ma con il pubblico perchè senza il calcio perde di senso.
    Ma leggendo lo striscione si dice tutt'altro, ossia che il dolore va rispettato e quindi si deve giocare a porte aperte.
    Faccio il pignolo ma solo perchè è giusto che una tesi sia espressa bene e sia chiaro cosa si vuole dire; sennò si potrebbe venir criticati per cose che non si intendevano.
    Per come la interpreto io (spero a ragione) la posizione della Curva mi diventa rispettabilissima pur, personalmente, non condividendola.
    Per quanto mi riguarda certo che preferirei le porte aperte! Certo che vorrei tornare allo stadio, in curva! Ma ad andar bene solo da inizio 2021 questo sarà possibile. Fino ad allora nulla? Fino ad allora un imprenditore che ha investito nel calcio paga senza ritorni (foste voi l'imprenditore sareste contenti?) ? Fosse impossibile giocare in sicurezza giusto lo stop. Ma con la possibilità di farlo in sicurezza, un parziale ritorno alla normalità è meglio di un totale restare nell'anormalità.


    • "Interpretando quella che credo (e spero) sia la posizione reale direi: rispettate il nostro dolore e chiudete così il campionato in corso. Per il nuovo si riparta pure ma con il pubblico perchè senza il calcio perde di senso"
      è esattamente così, invito a leggere il comunicato unitario diffuso questa mattina, scritto condiviso da più di 180 tra Curve e gruppi italiani, dalla Serie A arrivando alle categorie regionali. Lo stesso è stato sottoscritto da più di 86 Curve tra Spagna, Germania, Francia, Austria, Portogallo, Belgio, Bulgaria, Romania e Bosnia Erzegovina.


      • Grazie Unodibergamo.
        Questo chiarisce perfettamente la questione e rende la posizione della Curva condivisibile e intelligente (pur poi non condividendola a livello personale).


  18. pongosbronzo -
     13/05/2020 alle 8:52
    oltranzista s. m. e f. e agg. [der. della locuz. avv. a oltranza] (pl. m. -i). – Chi si comporta con oltranzismo, chi è sostenitore, spec. in politica, di posizioni intransigenti, radicali, estremiste: un o., una o.; un gruppo di oltranzisti. Come agg.: posizioni, soluzioni o.; gruppi o.; un conservatore oltranzista. Il termine è usato anche come sinon. di estremista, o, talora, con i valori del fr. ultra (v. ultra2). 


  19. Un amico di un'altra città, appartenente tra l'altro ad una delle curve che hanno firmato il comunicato che chiede lo stop del calcio, mi ha scritto questo messaggio: "il mondo ultras era già diventato di un moralismo insopportabile con tutte le sue regole e codici non scritti, apparizioni televisive, scalate societarie ecc. Dopo queste settimane di protagonismo mediatico politically correct cosa ne rimarrà?". Ecco, non avrei saputo fare di meglio per esprimere quello che penso della vicenda e di quello che sono ormai diventate la maggior parte delle curve, compresa la nostra. 


  20. Concordo con la posizione di Francesco.
    Chi dice che il clcio non deve ripartire per rispetto dei morti, significa che per lo stesso rispetto non si deve tornare alla normalità. Quindi, costoro si astengano anche di andare al bar o di fare grigliate con gli amici. Perchè se rispetto deve essere, allora rispetto sia.
    E, comunque, messa così, il giorno in cui si ripartirà, significherà che è finita l'epoca del ripetto. oppure c'è una scadenza temporale per il rispetto per le morti?
    A mio avviso, il miglior rispetto è ritornare a fare quello che ci piaceva e sono convinto che i nostri morti, per chi crede o meno, siano più contenti vederci esultare e godere per la Dea, piuttosto che rimanere nel lutto eterno. (parere personale)
    Ed infine, ho sempre odiato la strumentalizzazione e spettacolarizzazione della morte.
    A mio avviso, la morte è una cosa privata. Va vissuta nel proprio intimo e gestita fra le proprie mura domestiche. C'è chi preferisce, come certe culture mediterranee vestire a lutto per tutta la vita e chi, come certe culture afroamericane, suonare e ballare ai funerali. Tutto questo senza inficiare lo svolgimento della vita sociale.


  21. io non sono d Accordo.
    il calcio è un lavoro come tanti altri.
    cosa cambia?


  22. Mi fido della società. Il resto solo conclusioni senza conoscere tutti i dati. La posizione della Curva non è quella di tutti i tifosi dell'Atalanta e lo si è visto anche con gli scioperi del tifo annunciati e poi ritirati.


    • unodibergamo -
       13/05/2020 alle 9:00
      La posizione della Curva è la posizione della Curva e non ha la pretesa di essere a rappresentanza di nessuno che non sia parte del gruppo.
      I comunicati/non comunicati non sono un problema della Curva ma di chi sta a correre dietro alle scoreggine e per brama di news riporta tutto su siti internet e giornali, andando a volte a pestare delle cacche enormi


  23. La posizione è legittima. Però vorrebbe dire che salta la stagione 2019-2020, e anche la 2020-2021, perché è probabile che di stadi aperti si parlerà non prima della primavera 2021. Questo significherebbe tornare a giocare solo coi dilettanti, perché non esisterebbe più nessuna società professionistica. Almeno in Italia. E sarebbe la prova definitiva che il virus ha fatto danno all'economia tanto quanto alla salute. 


    Stanti così le cose, non avrebbe senso nemmeno tornare a lavorare. Invece lo stiamo facendo.


  24. SubbuteoGroup -
     13/05/2020 alle 7:22
    Se non si torna a giocare, più che gi arbitri e il Var, saranno protagonisti gli Ufficiali Giudiziari e i Tribunali della sezione fallimentare.
    il pubblico nel calcio è ormai e purtroppo, carta da parati.
    Inutile impazzire.


  25. Per chi ha chiesto : si riferisce alla contrarietà della ripartenza e a maggior ragione che ciò avvenga a porte chiuse senza la gente. In mattinata sarà tutto più chiaro...


  26. Credo che il pensiero anche mio sia che questa stagione finisca qui per rispetto delle persone scomparse poi sicuramente la ripartenza sarà ancora a porte chiuse e gradualmente si tornerà alla normalità


  27. Io sono per lo stop al campionato 
    Ma non spetta a me decidere.  
    Non bisogna sempre mettere il becco su tutto ciò che riguarda il calcio con prese di posizione SEMPRE di parte.  
    Se la Dea fallisse per colpa dello stop come la penserei? 
    Se la dea forse terz'ultima ad un punto dalla quart'ultima mi andrebbe finire il campionato a porte chiuse?  
    Se perdessi il lavoro per colpa dello stop come la penserei? 
    Poi strumentalizzare il dolore e i lutti ... proprio non mi piace.  
    Mi spiace ma pur essendo d'accordo sull'eventuale stop al campionato trovo la presa di posizione della curva miope,  pretestuosa e sbagliata nei termini.  


    • D'accordo dalla prima all'ultima riga, esempi compresi ...


    •  comunicato della curva nord laziale " er tricolore dobbiamo conquistà, avemo pagato a tangente e mò se deve ggiocà". Opposti obbiettivi, stessa logica. 


  28. Se crediamo davvero che il calcio potrà ripartire solo quando il pubblico potrà tornare allo stadio mettiamoci pure il cuore in pace: fallisce prima.
    Ma forse non farà altro che seguire l'Italia intera.


  29. concordo in generale....ma anch'io credo di non avere capito del tutto il messaggio,visto l'ipotesi che con le porte chiuse si arrivi al 2021 


    • La solita visione curvocentrica del mondo, "o tutti o nessuno", che in realtà si traduce in: siamo indispensabili. Niente di nuovo sotto il sole, tra tutte le motivazioni logiche per chiudere bottega hanno scelto la più egoistica, egocentrica, o meglio curvocentrica, con l' aggravante di quel retorico richiamo al "dolore". 


  30. Penso che si intenda che cercare di chiudere la stagione con regole e modalitá astruse, solo ed esclusivamente x un mero interesse economico ,sia una follia. 
    Magari pensare a ricominciare una nuova stagione ,con molte più chiarezze, sarebbe meglio.
     
     
     
     
     


  31. Pensiero condivisibile


    • col tuo non mi piace ci faccio la birra,grazie!avrei anche un altro uso,ma sarei volgave e scuvvile


  32. Da quello che interpreto sembra una chiusura alla ripresa del campionato, anche perché in una fase come questa, dalle porte chiuse non si può prescindere. Io sono favorevole alla ripartenza, purtroppo a porte chiuse, così come avviene per qualsiasi attività economica che deve rivedere per un certo periodo, la propria operatività. È chiaro che il calcio e lo sport in generale, senza pubblico, perde una componente fondamentale, ma è giusto ripartire, per step fino a goderci di nuovo la normalità. 


  33. Non ho capito appieno il messaggio.
    Se si riferisce alla contrarietà alle porte chiuse allora, a prescindere dalle posizioni personali, ha un senso e un logica: una curva non potrà mai essere favorevole a giocare a porte chiuse, sarebbe un controsenso.
    Se invece in generale si riferisce alla non opportunità di proseguire dato io momento storico e le morti degli scorsi mesi non sono d'accordo come approccio in generale: la vita va avanti e più cerchiamo di tornare a una vita più o meno normale meglio è per il sistema italia, che ha bisogno estremo di rilanciare i consumi.
     


  34. Almeno adesso si conosce il pensiero della curva, che può essere condivisibile o meno ma sicuramente rispettabile!!



    • Ogni opinione è degna di rispetto anche se non condivisa, purchè sia coerente.
      Se tutti i componenti della Curva che hanno sottoscritto o appoggiano questo comunicato staranno in silente lutto in rispetto dei nostri morti astenendosi dall'andare al bar a bersi qualche birra e scherzare insieme, a farsi grigliate con gli amici (quando sarà permesso) fino a quando si potrà iniziare a giocare a porte aperte, rispetterò la loro coerenza e il loro modo di rispettare le morti pur non condividendolo ... se il tutto si limita al "non si può giocare a porte chiuse", allora si dica che si vuole, per l'ennesima volta, rivendicare l'importanza del proprio ruolo nel giocattolo-calcio ma si lascino in pace i morti.


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.